Home

Una città del futuro solo per ricchi

Lascia un commento

Telosa: una città tecnocratica in divenire

Pubblicato da: Matt Nilsson tramite WhatAboutTheroads 28 settembre 2021

Utopia, alias Tecnocracy, con qualsiasi altro nome è ancora Utopia e nessun tentativo di costruirla è mai riuscito. Eppure, la classe dei miliardari continua il mito promuovendo nuovi sforzi praticamente in ogni continente della terra. Telosa è l’ultima iterazione per costruire una città da zero per modellare i loro sogni. Editor TN

Uno dei grandi miti dell’era moderna è quello del benefico miliardario. La storia è semplice e raccontata in soli due atti. Nel primo atto questi uomini e donne si elevano da umili origini per accumulare quantità smisurate di ricchezza, potere e influenza sulla società. Il loro secondo atto inizia quando rinascono come filantropi il cui unico scopo nella vita è salvare il pianeta.

Questa è la storia di molti degli individui più ricchi del mondo. Variazioni di esso si applicano a artisti del calibro di Mark Zuckerberg, Bill Gates, Oprah Winfrey, Richard Branson e Pierre Omidyar.

Ad unirsi ai loro ranghi c’è Marc Lore, imprenditore ed ex CEO dell’e-commerce di Walmart. Il suo primo atto è proprio come quelli degli altri benefica miliardari. Lore era solo un normale ragazzo di Staten Island che avrebbe continuato a fondare e poi vendere diverse aziende di successo che gli avevano già accumulato un’enorme fortuna prima di entrare in Walmart.

Il suo secondo atto è solo all’inizio. È stato solo lo scorso gennaio che Lore si è dimesso dal suo ruolo in Walmart. in an colloquio dato al momento ha dichiarato che stava passando dal gigante del commercio al dettaglio per impegnarsi in “un progetto pluridecennale per costruire una ‘città del futuro’ sostenuta da ‘una versione riformata del capitalismo’”. Quella città ora è stata dato un nome, Telosa.

I dettagli dei piani di Lore per costruire la città e le nozioni su come sarà la vita a Telosa sono ancora relativamente scarsi. Quello che si sa è che nei prossimi 40 anni Telosa crescerà fino a coprire 150,000 acri e ospiterà 5 milioni di persone. Questa è approssimativamente la dimensione di Chicago con il doppio della popolazione. La prima fase di costruzione, che ospiterà 50,000 residenti su 1,500 acri, ha un costo stimato di $ 25 miliardi e sarà pronta entro il 2030 (dove abbiamo visto quell’anno prima??) Il intero progetto dovrebbe superare i 400 miliardi di dollari.

Dove sarà costruita la città deve ancora essere determinato, ma i pianificatori del progetto stanno guardando al deserto americano. Con stati come il Nevada che accolgono piani per città tecnocratiche come Telosa passando legislatura favorevole questa è una scelta ovvia.

sito web della città è pieno di parole d’ordine e slogan di marketing intesi a ritrarre il piano come volto al miglioramento dell’umanità. Ai potenziali residenti viene detto che possono aspettarsi una città che “stabilisca uno standard globale per la vita urbana, espanda il potenziale umano e diventi un progetto per le generazioni future”. Parole come “sostenibile”, “equo” e “inclusivo” sono sparse ovunque per buona misura.

Molti possono già vedere oltre l’elegante impiallacciatura del sito Web e i punti di discussione di marketing fluidi, chiamando l’idea per tale città a Las Vegas imbiancata, la cui creazione sembra impossibile o semplicemente in malafede. Mettere in ridicolo questa città pianificata è un ottimo inizio, ma cos’altro viene rivelato in questi piani se non vengono visti come il progetto per la città verde inclusiva del futuro, ma piuttosto come la tecnocratica schiavizzante Plannedopolis dei nostri incubi?

Non tratteremo ogni dettaglio, ma scorriamo il sito e diamo un’occhiata ad alcuni dei punti salienti.

A Telosa vivrai dove lavori e sei sempre connesso alla natura. Le donne nelle foto che mostrano questo stile di vita indossano entrambe cuffie per la realtà virtuale, a indicare che i dispositivi indossabili dell’Internet of Bodies (IoB) saranno la chiave per lavorare e connettersi in città. Il compromesso potrebbe essere il totale fine dell’autonomia corporea.

Con le auto a combustibili fossili vietate, l’unico modo per spostarsi saranno i veicoli autonomi. Nonostante la promessa di una governance aperta, equa e inclusiva, e se ci fosse una protesta pianificata al di fuori della “torre dell’equità” nel centro della città? Le auto e gli elicotteri autonomi porteranno ancora passeggeri alla protesta?

Gli urbanisti promettono che ogni studente avrà accesso ai migliori insegnanti e risorse. Tuttavia, gli studenti vengono mostrati mentre interagiscono con gli iPad piuttosto che con gli esseri umani. Si parla di “programmi completi di formazione e aggiornamento delle competenze” per continuare l’istruzione, ma la donna mostrata partecipando a tali programmi indossa ancora una volta un visore per la realtà virtuale. Questo suona molto più come il “paga per il successo” modello di istruzione in cui gli investitori modellano i curricula e i risultati di cui mette in guardia la ricercatrice Julianne Romanello piuttosto che un’istruzione classica destinata ad espandere la mente. E di certo non sembra esserci molta interazione da uomo a uomo a Telosa.

In che modo i pianificatori Telosa intendono affrontare i bisogni sanitari dei suoi cittadini? “Tutti i cittadini avranno accesso alle cliniche sanitarie locali, alle tecnologie sanitarie e all’educazione sul benessere e alle cure preventive per migliorare la qualità della vita”, affermano. L’immagine stock che hanno scelto di mostrare accanto a questa diapositiva è, ovviamente, un’app per smartphone che mostra il “Punteggio di salute” dell’utente. Si può solo supporre che ciò rientri in qualsiasi schema di passaporto per i vaccini venga implementato in città. Lo spettatore qui si chiede ancora una volta quanto della vita esista solo attraverso gli schermi e la realtà virtuale.

Persone di ogni reddito e provenienza avranno una selezione diversificata di alloggi tra cui scegliere. Le immagini che mostrano le opzioni abitative a Telosa vanno da magnifici grattacieli a sobborghi di cattivo gusto, fino a container. Non viene discusso come questo sia diverso dal mondo di oggi, dove i ricchi e i potenti vivono nell’opulenza rispetto alla maggior parte della società.

Una delle più grandi promesse fatte dai pianificatori di Telosa è la responsabilità del governo. Tutte le riunioni cittadine sono aperte e accessibili in modo che i cittadini possano partecipare facilmente ed efficacemente al processo decisionale e di budget. Ma cosa succede se in uno di questi incontri i residenti criticano questi decisori? Quelli al potere lo faranno? spegnerlo e andare via? Se il punteggio di salute di un residente è troppo basso, potrà partecipare?

La cura dell’ambiente è una priorità assoluta in Telosa. L’uso efficiente dell’acqua, l’energia rinnovabile e una rete elettrica flessibile fanno tutti parte del piano. La promessa di “metriche chiare e standard elevati per preservare le nostre risorse naturali e gli spazi aperti” viene fatta ai potenziali futuri residenti. Con gli urbanisti che controllano l’uso di tutte le risorse naturali, cosa impedisce loro di tagliare le risorse a qualsiasi cittadino che ritengono abbia mancato ai propri doveri civici? O chiudere gli spazi pubblici in caso di epidemia di un virus? Se l’acqua o un’altra risorsa scarseggia, verrà razionata e in caso affermativo a chi?

Queste e molte altre domande su come funzionerà effettivamente Telosa necessitano di risposte. Sono necessarie anche ulteriori indagini su Marc Lore e sui suoi contatti. Per ora, tuttavia, ne sappiamo abbastanza per vedere uno schema in cui il benefico miliardario sta cercando di entrare e salvare la situazione. Sappiamo che queste persone non hanno amore nei loro cuori per le masse. Perché dovremmo aspettarci qualcosa di diverso questa volta?

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/telosa-una-citt%C3%A0-tecnocratica-in-divenire/

®wld

Tutto ciò che è non essenziale – tutto ciò che ci rende umani – viene allegramente scartato

Lascia un commento

L’età distopica della maschera – Come Ernst Jünger predisse l’ubiquità delle maschere 

di Thomas Crew
dal sito
TheCritic

Il nuovo mondo coraggioso di Huxley (1932) ha Alpha, Beta e Epsilon Semi-Morons – classi geneticamente modificate con abbigliamento uniforme e opinioni uniformi.

Orwell s’ Nineteen Eighty-Four (1949) ha il pensiero di polizia e Neolingua  

Mentre Yevgeny Zamyatin ‘il Noi (1921) ha numeri al posto delle persone – D-503, I-330, O-90: le vocali per le femmine, le consonanti per i maschi. Se c’è un’unica caratteristica che definisce la letteratura distopica, è l’eliminazione di ogni individualità.

“L’autocoscienza”, scrive Zamyatin, “è solo una malattia”.

Per questo motivo, le distopie sono invariabilmente raccontate da estranei tormentati:

coloro che sono ben consapevoli della standardizzazione simile alla merce dei loro simili, ma o temono le conseguenze del parlare apertamente o si risentono del proprio senso di sé.

Dopotutto,

“nessuna offesa è tanto atroce quanto non ortodossia di comportamento”, come scrive Huxley.

Data la loro tirannica preoccupazione per l’uniformità, non c’è da meravigliarsi che, come forma letteraria, le distopie siano emerse all’inizio del ventesimo secolo.

I regimi totalitari di Russia e Germania, così come le loro controparti occidentali tecnocratiche, ispirate da artisti del calibro di FW Taylor e Henry Ford, furono fonti di ispirazione centrali.

Nonostante tutte le loro apparenti differenze, queste ideologie concorrenti sono unite dal tentativo utopico di ridisegnare non solo la società, ma l’essere umano stesso.

Il potere crescente della scienza e della tecnologia ha dato origine all’idea che la natura stessa, in tutta la sua disordinata complessità, potesse essere finalmente rimessa a posto.

Oltre a questi tre autori canonici, tuttavia, questa generazione ha prodotto un altro scrittore distopico altrettanto impressionante, anche se molto meno noto:

l’enigmatico tedesco Ernst Jünger

Conosciuto principalmente per i suoi diari della prima guerra mondiale e la ferma opposizione al liberalismo di Weimar, Jünger ha continuato a vivere fino all’età di 103 anni, scrivendo su argomenti dall’entomologia e psichedelici al nichilismo e alla fotografia .

Nella seconda metà della sua carriera ha prodotto tre opere principali di narrativa distopica:

  • Heliopolis (1949)
  • Eumeswil (1977)
  • forse il suo migliore, The Glass Bees (1957)

Probabilmente la sua visione più agghiacciante, tuttavia, è offerta in un ampio saggio pubblicato alla vigilia dell’ascensione al potere nazista nel 1932.

L’operaio, come Jünger lo chiama, si propone di disegnare ciò che egli considera come la venuta ‘nuovo ordine mondiale‘ – un ordine definito da un radicalmente nuovo tipo di uomo.

Dopo aver rinunciato ai valori liberali del passato e abbracciato il suo destino nelle fabbriche e sui campi di battaglia dell’inizio del XX secolo, il segno distintivo dell’uomo nuovo è una misteriosa somiglianza – sia nel corpo che nell’anima – con la macchina.

Nato da genitori umani, il “lavoratore” di Jünger è tuttavia un figlio dell’era industriale.

Seguendo le distopie dei suoi contemporanei, la prima vittima di questa nuova era è anche l’individuo. Perché la logica della macchina non ammette differenze.

Che si tratti del mondo naturale o della mente umana, Jünger sostiene che tutto è sempre più definito da,

“un certo vuoto e uniformità”.

Il risultato, per usare le parole di Orwell, è,

“una nazione di guerrieri e fanatici, che marcia in perfetta unità, tutti pensando gli stessi pensieri e gridando gli stessi slogan” – milioni di persone, aggiunge, “tutti con la stessa faccia”.

La nostra disponibilità a nascondere la nostra faccia riflette le tendenze disumanizzanti che sono alla base del periodo moderno …

È sotto quest’ultimo aspetto che The Worker assume una rilevanza inquietante per i nostri tempi.

Perché l’uniformità della nuova era è simboleggiata, suggerisce Jünger, dall’improvvisa proliferazione della maschera nella società contemporanea.

“Non è un caso”, scrive, “che la maschera ricomincia a giocare un ruolo decisivo nella vita pubblica.

 

Appare in molti modi diversi … sia come una maschera antigas, con cui stanno cercando di equipaggiare intere popolazioni; sia come una maschera per lo sport e le alte velocità, vista su ogni pilota da corsa; sia come maschera di protezione per i luoghi di lavoro esposti a radiazioni, esplosioni o sostanze stupefacenti “.

 

“Possiamo presumere”, prosegue con inquietante preveggenza, “che la maschera arriverà ad assumere funzioni che oggi difficilmente possiamo immaginare”.

Data l’improvvisa ubiquità della maschera facciale nel 2020, in tutto il mondo e in un numero crescente di contesti sociali, è impossibile evitare la conclusione che questo sia esattamente il tipo di sviluppo che Jünger aveva in mente.

La nostra disponibilità a oscurare il volto riflette le tendenze disumanizzanti che, per Jünger, sono alla base del periodo moderno.

Rappresenta un’altra tappa del degrado dell’individuo che si è esplicitato nella prima guerra mondiale.

Che si tratti di un frammento di materiale sul campo di battaglia o di un ingranaggio della macchina dell’economia di guerra, l’età moderna ha l’abitudine di ridurre l’essere umano a un oggetto funzionale.

 

Tutto ciò che è “non essenziale” – tutto ciò che ci rende umani – viene allegramente scartato.

La domanda per noi è cosa significhi assomigliare a una tale visione distopica.

Siamo felici di razionalizzare le trasformazioni della nostra vita quotidiana o siamo preoccupati dalla vicinanza del mondo di oggi con alcuni dei più basilari tropi distopici?

Che si tratti della richiesta di isolamento sociale, di una perpetua “vigilanza” o di maschere facciali obbligatorie, le misure degli ultimi sei mesi rappresentano più di un assalto alla libertà.

Ci impongono implicitamente di

sacrificare la nostra umanità per “salvare” le nostre vite. ..

Anche se questo Rubicone non è stato ancora superato, vale la pena pensare al punto in cui si trova. Perché forse c’è di più nella vita della sua mera continuazione.

Forse “l’oggetto”, come ben sapeva Winston Smith,

“non è restare vivi ma restare umani” …

Fonte:  https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld 

Quel cappello di carta stagnola

Lascia un commento

 

La vendita delle illusioni e il lato oscuro della politica

 

Contributo di Julian Wash

Waking Times

 

Oggi vorrei ritornare alla tua consapevolezza un aspetto della condizione umana che può essere persuaso a credere in qualcosa che non è reale. Il mago con il suo cappello e il suo mantello iconici è ben lungi dall’essere il maestro di tali illusioni. Questa dubbia distinzione appartiene al politico. Dietro il loro poderoso podio, esaltano le virtù di un mondo utopico mentre mascherano in modo ingannevole il vero intento.

 

E c’è magia nelle loro parole. Vogliamo credere nei nostri eletti, che in effetti ci serviranno in modo dignitoso e giudizioso e le loro promesse elettorali si realizzeranno. Ma il ruolo del politico è al massimo duplice. Coloro che cercano un ufficio più alto spesso rispondono a una chiamata molto più bassa. Motivati ​​dalla prospettiva di guadagni illeciti, alcuni non esiteranno ad organizzare accordi lucrosi e sicuri favori con garanzie che rimarranno sul posto molto dopo aver lasciato l’incarico. Questa esca può rivelarsi particolarmente inebriante per lo psicopatico ad alto funzionamento che venderebbe il proprio paese in breve in un batter d’occhio per il giusto prezzo e un cenno sommario nei libri di storia. Sembrano avere sempre un asso nella manica e un asso di picche nascosto nella loro scarpa.

Nei paragrafi seguenti mi soffermerò brevemente su ciò che probabilmente potrebbe essere il più impressionante di tutti i trucchi. È un’illusione su larga scala. È un costrutto maniacale così perverso, così malevolo, che spesso sfida la comprensione. E questo è esattamente il motivo per cui funziona. Questo inganno è noto come provocazione “falsa bandiera”. È uno strumento efficace per inaugurare un’inondazione di nuove leggi insieme a cambiamenti radicali delle regole e delle politiche esistenti.

 

Ci sono molti di noi che stanno iniziando a vedere la lenza e le corde dei burattini che i “governanti” usano per controllare il nostro mondo. Alcuni ci chiamerebbero “cospiratori di cappello di tinfoil”. Al giorno d’oggi questo non ci rende molto flessibili. In effetti, ci sono alcuni di noi che desiderano la distinzione. La verità è la nostra luce e non ci scusiamo per questo. E la verità è là fuori. Non solo possiamo gestire la verità, ora più che mai dobbiamo cercarla! 

 

Le false bandiere sono un fatto

 

Per quanto sia difficile ammetterlo, le operazioni sotto falsa bandiera sono un fatto inquietante della vita. Questi attacchi possono essere definiti genericamente come un’impresa segreta progettata per ingannare una popolazione. L’attacco dà l’impressione che sia stato eseguito da un’entità straniera (o terroristi domestici), quando in realtà è stato attentamente orchestrato da esperti addestrati internamente. Qualcosa invariabilmente “scoppia” e inizia il gioco della colpa. Le forze vengono radunate e le armi vengono livellate. Quando la polvere e il fumo si depositano, una manciata di persone misteriose se la cavano con un carico di sangue.

Sono state piantate prove schiaccianti e talvolta vengono evocati persino falsi testimoni per coinvolgere ulteriormente il gruppo preso di mira. In questi casi, i media sono spesso complici e macchieranno l’opinione pubblica scegliendo le parole giuste nel titolo e inclinando i fatti abbastanza in là da sembrare abbastanza convincenti.

Le persone che si oppongono a un’offensiva militare sono spesso snobbate come simpatizzanti non patriottici, nemici o peggio. Prima o poi un politico inizia a battere i tamburi di guerra. E proprio come la magia, entra in vigore un piano di risposta altamente sviluppato. Leggi e leggi complesse vengono generate praticamente da un giorno all’altro. Beh, questo è perché sono stati scritti con largo anticipo solo aspettando il momento giusto. È una magia, va bene. Data l’illusione di questa scala, non credo nemmeno che David Copperfield potrebbe essere in cima a un atto del genere.

Quanto segue offre una breve panoramica di alcuni importanti impegni di false flag. Le nobili guardie della squadra di cappelli di stagnola sanno già di queste cose. Ma per coloro che stanno ancora grattando la testa e scervellandosi su tutto questo, consiglio di andare online e ricercare ognuno di questi eventi separatamente e in dettaglio. Perché questo? Perché so che puoi gestire la verità!

L’imperatore Nerone avrebbe ordinato una missione segreta per far bruciare un terzo di Roma. In seguito avrebbe dato la colpa ai cristiani che sosteneva “odiavano la razza umana”. Nero ottenne ciò che voleva, una statua imponente di se stesso e un enorme complesso soprannominato la Domus Aurea.

Ricorda il Maine? La nave da guerra statunitense Maine esplose misteriosamente e affondò nel porto di L’Avana, a Cuba, nel 1898. Questo scatenò la guerra ispano-americana. Molto dannatamente conveniente anche la guerra proteggeva gli interessi degli Stati Uniti nel commercio di tabacco, zucchero e ferro con Cuba. Storici e ricercatori hanno in seguito ipotizzato che la nave sarebbe stata probabilmente fatta saltare in aria dagli Stati Uniti per fornire un pretesto per invadere Cuba ed espellere la Spagna.

– Allora abbiamo il famigerato affondamento della Lusitania. Questo ci ha portato alla prima guerra mondiale. I tedeschi avvertirono il governo degli Stati Uniti attraverso le nostre ambasciate che avrebbero affondato questa nave civile britannica se avesse continuato con i suoi passaggi. I tedeschi sospettavano che la nave trasportava un carico segreto di munizioni. I media non hanno mai stampato quegli avvertimenti e, fedele alla loro parola, un U-boat tedesco alla fine ha silurato e affondato la RMS Lusitania, portando con sé quasi duemila passeggeri civili.

Quasi cento anni dopo, nel 2008, i subacquei scoprirono che la Lusitania portava più di quattro milioni di munizioni per fucile. “C’erano letteralmente tonnellate e tonnellate di roba immagazzinata in stive non refrigerate contrassegnate da formaggio, burro e ostriche,” secondo Gregg Bemis, un uomo d’affari americano che detiene i diritti sul relitto.

La perdita di vite ha fornito il supporto necessario per trascinare gli Stati Uniti in questa brutta guerra. A quanto pare avevano bisogno di conteggiare dei corpi innocenti per far arrabbiare tutti. Hanno capito. Quanti passeggeri sarebbero rimasti fuori da quella nave se avessero saputo degli avvertimenti che sono stati messi a tacere dai nostri media?

Il Reichstag Fire ha dimostrato di essere il biglietto di Hitler per imporre ampie riforme della libertà sulla cittadinanza tedesca. Questa crisi progettata nel febbraio del 1933 portò a un decreto di emergenza che limitava le libertà personali, i diritti e le libertà. Suona un po’ familiare? Ha portato alla “Legge l’abilitazione” di Hitler che alla fine lo ha stabilito come dittatore.

La Gestapo di Reichsmarschall Hermann Göring ha ammesso candidamente che “il popolo può sempre essere portato agli ordini dei leader. Questo è facile. Tutto quello che dovete fare è dire loro che sono stati attaccati e denunciare i pacifisti per mancanza di patriottismo esponendo il paese al pericolo. Funziona allo stesso modo in qualsiasi paese.”… E quindi eccoti.

– Un’altra quasi falsa bandiera E’: L’operazione Northwoods era un piano concepito infamemente dal Dipartimento della Difesa e dai Capi di Stato Maggiore congiunti sotto l’operazione Mongoose. Durante l’apice della guerra fredda con Cuba, i capi di stato maggiore degli Stati Uniti hanno proposto all’unanimità atti di terrorismo sponsorizzati dallo stato che avrebbero avuto luogo in America. Il piano includeva dettagli su come abbattere gli aerei americani “dirottati”, affondare le navi statunitensi e persino sparare a caso agli americani nelle strade di DC e Miami. Daremmo la colpa a Cuba, quindi offriremo una rappresaglia veloce e mortale. JFK ha seppellito il piano prima che potesse ottenere le ali. Poco più di un anno dopo, avremmo seppellito JFK.

Il golfo di Tonkino ha fatto da apripista per entrare nella guerra del Vietnam. Il problema è che era solo un altro trucco. Il 4 agosto 1964, il presidente Johnson andò alla televisione nazionale dicendo alla nazione che il Vietnam del Nord aveva attaccato le navi statunitensi. “Gli atti di violenza ripetuti contro le forze armate degli Stati Uniti devono essere soddisfatti non solo con una difesa vigile, ma con una risposta positiva. Questa risposta viene data mentre parlo stasera, “ringhiò Johnson. Presto il Congresso approvò la risoluzione Golfo del Tonkino per le operazioni militari contro il Vietnam del Nord.

Gli investigatori sono abbastanza sicuri che questo attacco non sia mai accaduto. Lo storico in pensione della NSA, Robert J. Hanyok, ha scoperto nel 2001 che la NSA aveva intenzionalmente falsificato le comunicazioni sull’incidente per creare un attacco con bandiera falsa. I senatori si sono preoccupati se questi fatti fossero mai stati rilasciati al pubblico che le masse si sarebbero infuriate. Hmmm? Forse è per questo che hanno iniziato a mettere il fluoruro nell’acqua.

Altre possibili false flag degne di un’indagine più approfondita includono gli attentati di Oklahoma City, gli eventi dell’11 settembre, gli attentati di Londra nel 2005 e la lista purtroppo continua ancora e ancora. – Cospirazione da cappello di stagnola? Vorrei che lo fosse. Lo faccio davvero Ma il fondo del mio stomaco mi dice il contrario. Lo stratagemma dialettico hegeliano famoso in termini concisi da David Icke lo porta a questo: “problema, reazione, soluzione”. Creare un problema, scatenare una reazione, attendere il governo che cavalchi un cavallo bianco e salvare tutti. Ma il salvataggio arriva a un prezzo pesante, in particolare sotto forma di restrizioni alla libertà personale e tassazione. Usando una “Strategia della tensione” e non lasciando sprecare una buona crisi, i politici corrotti possono raccogliere i premi dai loro padroni globali.

I creatori di bombe governano il mondo

Chi è veramente in carica? Dico che non è il governo, ma le persone che costruiscono le bombe più grandi. Hanno tutte le armi, quindi chi pensi che possa farle a pezzi? I grandi appaltatori militari ottengono i contratti lucrativi per costruire jet, bombe e pistole, e non tengono tutti quei soldi in una scatola da scarpe. Le grandi istituzioni bancarie private internazionali si aggrappano al bottino. È una relazione gratuita, quasi incestuosa.

Di sicuro è una presa di denaro da mostro. Niente può far fallire una nazione più velocemente di andare in guerra. Ma un’entità multinazionale può trarre profitto profumatamente dagli impegni militari. Con i globalisti, non c’è fedeltà a una nazione particolare e non trova una lacrima per i caduti. Si divertono a muovere pedine attraverso la scacchiera del mondo e agire solo quando serve nel loro migliore interesse.

Non sento che questi globalisti amano particolarmente le persone. Chiaramente non ci rispettano. Giuro che a volte riesco a raggiungere il loro piccolo cervello malvagio e sentire cosa stanno pensando. A loro non piacciamo perché per loro non siamo molto brillanti. Se fossimo solo più intelligenti, non potremmo essere portati in prima linea in un campo di battaglia ordinandoci di sparare e uccidere persone che non conosciamo nemmeno. Sfortunatamente devo ammettere che ci vedono come semplici servitori e malleabili, irrimediabilmente bloccati in un sistema truccato. Tutto ciò che devono fare è portarci Mariah Carey che canta The Star Spangled Banner per farci avere tutti gli sguardi indiscreti. Lei rende la linea “bombe che esplodono nell’aria” un suono così bello … eeeyikes! Ora non ti sto distolgendo all’amore per la tua nazione. Sto solo ricordando alla gente quanto sia facile rimanere invischiati nella follia del patriottismo. In effetti, ci sono pochissimi “ismi” ai quali mi abbono.

Ora che sono riuscito a offenderne alcuni, voglio solo dire quanto potere si possa inconsapevolmente inserire in un sistema con credenze appassionate. Queste credenze possono essere controllate e manipolate esternamente e piuttosto facilmente e spesso oltre la vostra consapevolezza. Diffida nell’arrenderti al potere delle istituzioni, che siano di natura governativa, religiosa o educativa.  

Pensiero finale

Molti di noi hanno la presuntuosa sensazione che le cose stiano per intensificarsi in un modo brutto e cattivo. Ci sono non meno di tre grandi incendi geopolitici che bruciano al momento e non abbastanza risorse per raffreddarli tutti. Quelli a cui abbiamo affidato come “leader” per essere di natura civile ed equi sembrano più determinati a sfruttare le situazioni attuali piuttosto che trovare risoluzioni significative.

La questione della guerra nucleare è stata discussa in ritardo. Secondo me, la guerra nucleare non è affatto redditizia quanto lo spettro della guerra nucleare. Quindi non è logico che ciò accada. Eppure è inquietante quando si considera il livello di sanità mentale di coloro che sono in grado di prendere queste decisioni. Le accuse errate lanciate alla Russia da persone come la senatrice Dianne Feinstein e il segretario di Stato John Kerry non fanno altro che aggravare una situazione già tesa per quanto riguarda il recente abbattimento del volo MH-17. Perché dovremmo schernire una superpotenza mondiale in un modo così scioccante, a metà strada? – Davvero travolta dai tempi.

Ora, mentre termino questo articolo sto mettendo un cappello di carta stagnola. Qualcuno dovrebbe davvero modellare uno di questi in una bella Fedora e venderli su internet. Penso che potrebbero fare una fortuna. Invece di essere derisi da questo simbolo, forse potremmo trasformarlo in una dichiarazione di moda piuttosto sorprendente. Probabilmente Ralph Lauren non lo aggiungerà alla loro linea di vestiti pregiati “purple label” in qualsiasi momento, ma diamine, quel cappello lucido mi sta sempre più bene.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

®wld