Home

È per la tua sicurezza, dicono – Eppure c’è un problema – C’è sempre un problema.

Lascia un commento

Immagine: Notizie del torchio

Whitehead: il kill switch del governo per la tua auto, le tue libertà e la tua vita

Pubblicato da: John W. Whitehead e Nisha Whitehead tramite il Rutherford Innstitute Febbraio 4, 2022

Vuoi un kill switch controllato dal governo nella tua auto? È per la tua sicurezza, dicono. Li aiuterà a tenere i guidatori ubriachi fuori strada, dicono. Può essere utilizzato se non stai prestando attenzione alla strada, come inviare messaggi di testo o giocare sul tuo smartphone. Potrebbe tracciare la tua posizione 24 ore su 7, XNUMX giorni su XNUMX. Wow, è proprio come avere un Tecnocrate in ogni macchina. ⁃ Editore TN

“Un mondo psicotico in cui viviamo. I pazzi sono al potere.”—Philip K. Dick, L’uomo nel castello alto

Se non abbiamo imparato ormai, dovremmo stare attenti nulla il governo insiste è per il nostro bene.

Prendi quello dell’amministrazione Biden Investimenti infrastrutturali e Jobs Act.

dato che stato di deterioramento delle infrastrutture della nazione (autostrade e ponti obsoleti, ferrovie e aeroporti obsoleti, ecc.), che sono stati trascurato per anni per finanziare le infinite guerre americane all’estero, sembrerebbe una soluzione ovvia e attesa da tempo.

Eppure c’è un problema.

C’è sempre un problema.

Nascosto nell’enorme conto di spesa bipartisan di $ 1 trilione c’è una disposizione che richiede alle case automobilistiche di prescrivere un “standard federale di sicurezza dei veicoli a motore per la tecnologia avanzata di prevenzione della guida in stato di ebbrezza e con disabilità e per altri scopi. “

Come scrive Jason Torchinksky Jalopnik:

È abbastanza chiaro che gli obiettivi di questa sezione della legge sono ridurre le vittime della guida in stato di ebbrezza e gli incidenti tramite strumenti tecnologici ancora indeterminati che in qualche modo sono in grado di “monitorare passivamente le prestazioni di un conducente di un veicolo a motore per identificare con precisione se tale conducente possa essere danneggiato” e/o “rilevare passivamente e con precisione se la concentrazione di alcol nel sangue di un conducente di un autoveicolo è uguale o superiore alla concentrazione di alcol nel sangue descritta in sezione 163(a) del titolo 23, Codice degli Stati Uniti,” e se una o entrambe queste condizioni si rivelano positive, se l’auto pensa che tu sia ubriaco, allora potrebbe “impedire o limitare il funzionamento del veicolo a motore.

Come previsto, i dettagli sono sconcertanti e vaghi, il che lascia il governo alla larga per gettare i semi di malizia e caos. Ad esempio, da nessuna parte la legislazione indica come funzionerebbe un tale cosiddetto “kill switch”, cosa costituisce un guidatore che è “deteriorato” e quali “altri scopi” potrebbero giustificare il governo utilizzando un tale kill switch backdoor.

Come l’ex rappresentante Bob Barr spiega:

Tutto ciò che riguarda questa misura obbligatoria dovrebbe innescare razzi rossi. Innanzitutto, l’uso della parola “passivamente” suggerisce che il sistema sarà sempre attivo e monitorerà costantemente il veicolo. In secondo luogo, il sistema deve collegarsi ai comandi operativi del veicolo, in modo da disabilitare il veicolo prima della guida o durante, quando viene rilevata una compromissione. In terzo luogo, sarà un sistema “aperto”, o almeno uno con una backdoor, il che significa che terze parti autorizzate (o non autorizzate) possono accedere in remoto ai dati del sistema in qualsiasi momento.

Questo è un disastro per la privacy in divenire, e il fatto che il provvedimento sia passato attraverso il Congresso rivela, ancora una volta, quanto poco i suoi membri si preoccupino della privacy dei loro elettori… La mancanza di controllo finale sul proprio veicolo presenta numerosi ed estremamente gravi problemi di sicurezza… Se questo non è un motivo sufficiente di preoccupazione, ci sono seri problemi legali con questo mandato. Altri metodi di applicazione relativi ai veicoli utilizzati dallo Stato Nanny, come telecamere del traffico e lettori di targhe, hanno presentato da tempo problemi costituzionali; in particolare con il diritto del 5° emendamento a non autoincriminarsi e il diritto del 6° emendamento di affrontare il proprio accusatore.

Ancora una volta, l’onere della prova è invertito e “noi popolo” non ci ritroviamo più presunti innocenti fino a prova contraria, ma sospettati in una società sospetta.

Strumenti Bowman per analizzare le seguenti finiture: “Interruttori di spegnimento del veicolo” possono essere venduti al pubblico come misura di sicurezza volta a tenere i guidatori ubriachi fuori dalle strade, ma diventeranno presto un comodo strumento nelle mani degli agenti del governo per mettere il governo al posto di guida, rendendo nulli i requisiti della Costituzione di privacy e i suoi divieti contro perquisizioni e sequestri irragionevoli.

In effetti, se ci pensi, questi interruttori di sicurezza per veicoli sono una metafora perfetta degli sforzi del governo non solo per prendere il controllo delle nostre auto, ma anche delle nostre libertà e delle nostre vite.

Per troppo tempo siamo stati passeggeri in cattività in un’auto senza conducente controllata dal governo, perdendo sempre più privacy e autonomia man mano che andiamo avanti.

Basti pensare a tutti i modi in cui il governo è stato autorizzato a dettare ciò che diciamo, facciamo e pensiamo; dove andiamo; con chi ci associamo; come alleviamo le nostre famiglie; come viviamo le nostre vite; cosa consumiamo; come spendiamo i nostri soldi; come proteggiamo noi stessi e i nostri cari; e fino a che punto i nostri diritti come individui possono essere spostati a favore del cosiddetto bene superiore.

In questo modo siamo arrivati, molto prima del previsto, nel futuro distopico immaginato da scrittori di fantascienza come George Orwell, Aldous Huxley, Margaret Atwood e Philip K. Dick.

In linea con la visione oscuramente profetica di Dick di uno stato di polizia distopico, che è diventata la base per il thriller futuristico di Steven Spielberg Minority Report, che è stato rilasciato 20 anni fa: siamo stati imprigionati in un mondo in cui il governo è onniveggente, onnisciente e onnipotente e, se hai il coraggio di uscire dalla linea, squadre SWAT della polizia in abiti scuri e pre -Le unità criminali spaccheranno alcuni crani per tenere la popolazione sotto controllo.

Minority Report è ambientato nell’anno 2054, ma potrebbe anche aver avuto luogo nel 2022.

Incredibilmente, poiché le varie tecnologie nascenti impiegate e condivise dal governo e dalle società allo stesso modo – riconoscimento facciale, scanner dell’iride, enormi database, software di previsione del comportamento e così via – sono incorporate in una rete informatica complessa e intrecciata volta a tracciare i nostri movimenti, prevedere i nostri pensieri e il controllo del nostro comportamento, la visione snervante del futuro di Spielberg sta rapidamente diventando la nostra realtà.

Entrambi i mondi: la nostra realtà odierna e Minority Report‘visione celluloide del futuro – sono caratterizzati da sorveglianza diffusa, tecnologie di previsione del comportamento, data mining, centri di fusione, auto senza conducente, case a comando vocale, sistemi di riconoscimento facciale, cybug e droni e polizia predittiva (pre-crimine) mirata a catturare aspiranti criminali prima che possano fare danni.

Le telecamere di sorveglianza sono ovunque. Gli agenti governativi ascoltano le nostre telefonate e leggono le nostre e-mail. La correttezza politica, una filosofia che scoraggia la diversità, è diventata un principio guida della società moderna.

I tribunali hanno distrutto le protezioni del Quarto Emendamento contro perquisizioni e sequestri irragionevoli. In effetti, le squadre SWAT che sfondano le porte senza mandati di perquisizione e gli agenti dell’FBI che agiscono come una polizia segreta che indagano sui cittadini dissenzienti sono eventi comuni nell’America contemporanea.

Siamo sempre più governati da multi-corporazioni legate allo stato di polizia. Gran parte della popolazione è o dipendente da droghe illegali o prescritte dai medici. E la privacy e l’integrità fisica sono state completamente sventrate dall’opinione prevalente secondo cui gli americani non hanno alcun diritto su ciò che accade ai loro corpi durante un incontro con funzionari governativi, a cui è consentito perquisire, sequestrare, spogliare, scansionare, spiare, sondare, perquisire , taser e arrestare qualsiasi individuo in qualsiasi momento e per la minima provocazione.

Siamo alla fine di una rivoluzione tecnologica che ha già preso in ostaggio i nostri computer, i nostri telefoni, le nostre finanze, il nostro intrattenimento, i nostri acquisti, i nostri elettrodomestici e ora le nostre auto. Come se il governo non fosse già in grado di tracciare i nostri movimenti sulle autostrade e tangenziali della nazione tramite satelliti, dispositivi GPS e telecamere del traffico in tempo reale, registratori di dati sulle prestazioni, registratori di scatole nere e veicoli a veicolo (V2V) le comunicazioni monitoreranno la velocità, la direzione, la posizione, la selezione delle marce, la forza frenante, il numero di miglia percorse e l’uso delle cinture di sicurezza del nostro veicolo e trasmetteranno questi dati ad altri conducenti, inclusa la polizia.

In questo Brave New World, non c’è comunicazione non spiata, nessun movimento non rintracciato, nessun pensiero inascoltato. In altre parole, non c’è nessun posto dove correre e nessun posto dove nascondersi.

Accompagnati da droni, smartphone, dispositivi GPS, smart TV, social media, contatori intelligenti, telecamere di sorveglianza, software di riconoscimento facciale, banking online, lettori di targhe e auto senza conducente, ci stiamo rapidamente avvicinando a un punto di singolarità con il metaverso tecnologico interconnesso questa è la vita nello stato di polizia americano.

Ogni nuovo pezzo di gadget tecnologicamente abilitato che acquisiamo e la legislazione tecnologicamente esplosiva che il Congresso mette in atto ci trascina molto più in profondità nella trappola appiccicosa.

Questi interruttori di sicurezza per veicoli sono l’ennesimo cavallo di Troia: venduti a noi come misure di sicurezza per il bene superiore, per tutto il tempo pronti a devastare quel poco di autonomia che ci è rimasto.

Come chiarisco nel mio libro Battlefield America: The War on the American People e nella sua controparte immaginaria I diari di Erik Blair, stiamo sfrecciando lungo una strada a senso unico a velocità da capogiro verso una destinazione non di nostra scelta, il terreno diventa di minuto in minuto più insidioso e abbiamo superato tutte le rampe di uscita.

Da questo punto in poi, non si può tornare indietro e il cartello più avanti dice “Pericolo”.

È ora di allacciare le cinture di sicurezza, gente. Siamo in una corsa accidentata.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/i-governi-Whitehead-uccidono-l%27interruttore-per-le-libert%C3%A0-e-la-vita-della-tua-auto/

®wld

Ora è infinitamente più facile “Controllare un miliardo di persone” che “Uccidere un miliardo di persone”

Lascia un commento

di Dylan Charles
dal sito web WakingTimes

Quante persone conosci personalmente che dedicano i loro sforzi creativi nella vita alla ricerca di modi in cui controllare o uccidere le persone?

sono là fuori…

Nel 2008 in un discorso al think tank per gli affari internazionali Chatham House, il defunto, grande creatura della palude Zbigniev Brezynksi ha fatto il seguente commento (sotto il video):

All’inizio era più facile controllare un milione di persone che ucciderne un milione.

Oggi è infinitamente più facile uccidere un milione di persone che controllarne un milione…

Brezynski lo avrebbe saputo, dato che per decenni ha infestato le sale delle organizzazioni e dei think tank più potenti del mondo.

Aveva una prospettiva unicamente elitaria sul mondo e nel suo classico libro globalista The Grand Chessboard – American Primacy and Its Geostrategic Imperatives ha condiviso uno sguardo dall’interno a questa mentalità.  

Quelli al potere vedono il mondo intero come,

un parco giochi da manipolare, controllare, conquistare e, se necessario, distruggere…

Le nostre vite sono le pedine dei tiranni… come la vedono loro.

Questa è la maledizione del governo, che non è niente senza forza e violenza, e Brezynski è stato un attore chiave e artefice dell’attuale tensione globale che tutti noi dobbiamo sopportare.

Mi chiedo, però, se avesse vissuto abbastanza a lungo per svolgere un ruolo nella presa di potere della p@ndemi@,

sarebbe stato colpito dai progressi nella capacità di controllare così tante persone senza dispiegare truppe, bombe intelligenti e sanzioni?

La mia palla magica dice:

‘puoi fare affidamento su di esso’…

Vedete, una cosa che abbiamo imparato (che lo riconosciate o meno) è che ora è molto più facile che mai controllare le persone.

Come mai?

Semplice. Li metti da parte programmandoli per impegnarsi in comportamenti auto-sabotanti e autodistruttivi

E come lo realizzi?

Controllo mentale

Il controllo mentale si presenta in molte forme, ma in sostanza,

è la capacità di indurre le persone a credere, pensare e agire contro i loro impulsi naturali e secondo un’agenda imposta.

Lo psicologo americano e professore emerito alla Stanford University, Phillip Zombardo, si riferisce al controllo mentale come,

“il processo mediante il quale la libertà di scelta e di azione individuale o collettiva è compromessa da agenti o agenzie che modificano o distorcono la percezione, la motivazione, l’affetto, la cognizione o i risultati comportamentali”.

Il suo progetto di ricerca innovativo, The Stanford Prison Experiment, ha dimostrato che,

la maggior parte delle persone è altamente suscettibile all’influenza del comportamento di gruppo e che molti di noi arriverebbero al punto di danneggiare gli altri solo per essere conformi alle direttive di qualcuno in una posizione percepita di autorità. 

Nel mondo fustercluck di oggi, gli effetti del controllo mentale sono evidenti ovunque e nelle condizioni attuali lo sta manifestando anche nella sua forma più pericolosa:

Psicosi di massa …!

Le persone che vivono in questa oscura nuvola di disillusione sono facilmente influenzabili e sacrificheranno prontamente la propria salute e il proprio benessere in ossequio ai consigli e ai mandati di “esperti” e politici che sfruttano la paura e poi offrono una tregua fasulla da essa.

Considera come questo si svolge nella nostra società:

  1. Stupire la popolazione con sedativi chimici inclusi alcol, prodotti farmaceutici e ingredienti alimentari tossici.
  2. Monopolizzare i media sotto il controllo aziendale. Presentare opinioni tossiche e distorte come “notizie” 24 ore al giorno, creando deliberatamente divisione e discordia tra la maggioranza della popolazione.
  3. Censura tutte le informazioni e le opinioni che contrastano la propaganda dello stato corporativo, facendo sembrare che le posizioni autoritarie delle minoranze siano della maggioranza.
  4. Indurre le masse a credere che la censura sia necessaria per la loro protezione e che parlare apertamente in opposizione allo stato corporativo equivalga a una minaccia fisica alla loro sicurezza.
  5. Elevare una cultura del culto delle celebrità e promuovere la degenerazione e la stupidità come forme virtuose di pseudo-ribellione.
  6. Indottrinare i bambini fin dalla tenera età per imparare l’obbedienza al pensiero critico, insegnando loro che lo stato è infallibile, non importa quante atrocità commette.
  7. Isolare le persone l’una dall’altra. Disconnettili dal radicamento e dalla diversa influenza di familiari e amici.
  8. Assalta i sensi della popolazione con un flusso infinito di controllo mentale basato sul trauma e propaganda della paura.
  9. Indurre la gente comune a credere che essere al verde e povero sia virtuoso, incoraggiando al contempo un enorme divario di ricchezza tra le élite e il resto della società.
  10. Destabilizzare le tradizionali strutture comunitarie e familiari incoraggiando la promiscuità, il divorzio e le relazioni disfunzionali.
  11. Sventa il valore dell’unica valuta consentita in modo che i ruoli di genere tipici siano capovolti ed entrambi i membri di una famiglia nucleare debbano lavorare per fornire una vita di base mentre i bambini devono essere mandati in asili nido costosi e scuole gestite dal governo.
  12. Confondere le persone su semplici questioni biologiche come il genere e creare un culto di seguaci della scienza ufficiali che non sono disposti a riconoscere tali fatti scientifici di base.
  13. Distruggi i membri più potenti e capaci della società, i maschi alfa, attraverso campagne mediatiche che li demonizzano.
  14. Focalizza l’attenzione delle masse su una paura invisibile, intangibile, onnipresente come una piaga inarrestabile che cambia continuamente forma.
  15. Richiedere alle persone di chiedere il permesso al governo praticamente per ogni sforzo produttivo possibile.
  16. Reclutare le masse in un sistema di controllo tecnologico che proibisca la libera associazione e la libera impresa e punisca coloro che hanno maggiori probabilità di resistere.
  17. Eleva i membri del governo più pazzi criminalmente e offri loro un accesso libero e illimitato ai media monopolizzati 24 ore su 24.
  18. Sradicare le forme di medicina naturali e olistiche, radunando tutti in un sistema medico allopatico dall’alto verso il basso, taglia unica, a scopo di lucro, assurdamente costoso.
  19. Disconnetti le persone dalla genuina connessione spirituale personale, in modo che vivano con un’insaziabile paura della morte in un costante tumulto interiore.
  20. Nel tempo, ingegnerizza socialmente una tribù sociale di adoratori dello stato disfunzionali, malsani, confusi, risentiti, al verde che potrebbero desiderare di vivere una vita prospera, ma non riescono mai a superare gli impulsi del loro subconscio per agire da soli migliori interessi.

Il risultato finale di tutto questo è un individuo che è stato così abbattuto dalle circostanze e dallo stress cronico da richiedere stimolanti tutto il giorno per funzionare e sedativi tutta la notte per far fronte alla follia di tutto ciò.

E convenientemente, capita che ci sia una caffetteria ad ogni angolo e un bar a servizio completo in ogni strada.

Quasi tutti noi ci impegniamo in comportamenti auto-sabotanti e autodistruttivi, il che è ottimo per ragazzi come Brezynski, perché rende il controllo delle masse più facile che mai.

L’atto di vivere ‘normalmente’ in questo ambiente fa di te una non minaccia per chi gestisce la scacchiera.

Sei controllato in virtù della tua incapacità di rimanere sul tuo unico percorso di padronanza di te stesso

Amici, questa è l’ingegneria sociale nella sua forma più avanzata e, sebbene sia utile capire cosa è successo alla nostra società, il vostro imperativo ora è interiorizzare questo come una richiesta di eliminare tali influenze dalla vostra vita.

Devi cercare di capire come queste influenze hanno fatto deragliare il tuo potenziale, e quindi devi impegnarti nel lavoro necessario per riconnetterti con la tua saggezza e autorità interiori.

L’auto-sabotaggio è un dono per l’élite.

Ti mette ai margini della vita e ti fa bruciare costantemente le tue energie in una guerra permanente contro te stesso.

Ti rende quasi impossibile apportare cambiamenti positivi nella tua vita o avere un impatto positivo sulla tua comunità o su questo mondo.

Ti rende distaccato e dipendente dalle direttive di abili profittatori che utilizzano la scienza della mente contro di te.

Quindi, sì, nel mondo di oggi è molto più facile controllare miliardi di persone che ucciderle...

E a meno che non ti impegni a riprendere il controllo della tua vita, stai adempiendo alla tua direttiva come loro pedina.

Pubblicato su: https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica2/esp_sociopol_mindcon121.htm

®wld

Abbiamo implorato maggiore sicurezza e abbiamo ceduto volentieri più delle nostre libertà e diritti. Che tristezza

Lascia un commento

Siamo in guerra 

Pubblicato per la prima volta da Global Research il 9 gennaio 2021   Siamo in guerra. Sì. E non intendo l’Occidente contro l’Oriente, contro Russia e Cina, né il mondo intero contro un invisibile virus corona.

Di Peter Koenig 

No. Noi, la gente comune, siamo in guerra contro un sistema globalista elitario sempre più autoritario e tirannico, regnato da un piccolo gruppo di multimiliardari, che già decenni fa aveva pianificato di prendere il potere sulle persone, controllarle, ridurle a quello che una minuta élite crede sia un “numero adeguato” per abitare Madre Terra – e per digitalizzare e robotizzare il resto dei sopravvissuti, come una sorta di servi. È una combinazione di “1984” di George Orwell e “Brave New World” di Aldous Huxley.

Benvenuti nell’era dei transumani. Se lo permettiamo.

Vaccinazione

Ecco perché la vaccinazione è necessaria a velocità di curvatura, per iniettarci sostanze transgeniche che possono cambiare il nostro DNA, per timore che ci svegliamo, o almeno una massa critica possa diventare cosciente e cambiare le dinamiche. Perché le dinamiche non sono prevedibili, soprattutto non a lungo termine.

La guerra è reale e prima ce ne rendiamo conto tutti, prima quelli in maschera e quelli in allontanamento sociale conoscenza delle situazioni distopiche “anti-umane” mondiali che abbiamo permesso ai nostri governi di concederci, maggiori sono le nostre possibilità di riprenderci i nostri sé sovrani.

Oggi ci troviamo di fronte a regole del tutto illegali e oppressive, tutte imposte con il pretesto della “tutela della salute”.

La non obbedienza è punibile con enormi multe; regole applicate dall’esercito e dalla polizia: indossare la maschera, allontanamento sociale, mantenersi entro il raggio consentito dalle nostre “case”, mettere in quarantena, stare lontano dai nostri amici e famiglie.

In realtà, prima, noi, il popolo, riprenderemo una vecchia caratteristica dimenticata del genere umano – la “solidarietà” – e combatteremo questa guerra con la nostra solidarietà, con il nostro amore reciproco, per l’umanità, con il nostro amore per la VITA e il nostro Amore per Madre Terra, prima diventiamo di nuovi esseri indipendenti e sicuri di sé, un attributo che abbiamo perso gradualmente negli ultimi decenni, al più tardi dall’inizio dell’assalto neoliberista degli anni ’80.

Fetta per piccola fetta di diritti umani e diritti civili sono stati tagliati con falsi pretesti e propaganda – “sicurezza” – al punto che noi, annegati in pericoli propagati di ogni tipo, abbiamo implorato maggiore sicurezza e abbiamo ceduto volentieri più delle nostre libertà e diritti. Che tristezza.

Ora il salame è stato tagliato a fette.

All’improvviso ci rendiamo conto che non è rimasto niente. È irrecuperabile.

Abbiamo permesso che accadesse davanti ai nostri occhi, perché il conforto e la propaganda promessi si trovano da questi piccoli gruppi di elitari – dai globalisti, nella loro sete di potere senza fine e avidità senza fine – e l’ampliamento infinito delle loro ricchezze, dei loro miliardi. – Miliardi di un’unione monetaria sono “ricchezze”? – Pieno di dubbi. Non hanno amore. Nessuna anima, nessun cuore, solo una pompa sanguigna meccanica che li tiene in vita, se così si può chiamare una “vita”.

Queste persone, i globalisti, sono sprofondati così profondamente nella loro disfunzione morale, totalmente privi di etica, che è giunto il loro momento – o di essere giudicati in base agli standard internazionali sui diritti umani, ai crimini di guerra e ai crimini contro l ‘ umanità – simile a come è stato fatto dal Processi di Norimberga dopo la seconda guerra mondiale, o scomparire, accecati da una nuova epoca di luce. 

Con l’aumentare del numero di persone che stanno risvegliando, i Powers that Be (PTB) occidentali stanno diventando sempre più nervosi e non risparmiano sforzi per costringere tutti i tipi di persone, para-governo, personale amministrativo, personale medico, persino medici indipendenti a difendere e promuovere il narrativa ufficiale.

È così ovvio, quando hai conosciuto queste persone in tempi “normali”, le loro opinioni progressiste si sono improvvisamente rivolte, di 180 gradi, alla narrativa ufficiale, difendendo le bugie del governo, le bugie delle “Task Force scientifiche” acquistate che “consigliano “I governi, e quindi fornire ai governi degli alibi per” stringere le viti “un po ‘di più (le osservazioni della signora Merkel) intorno alle persone, le stesse persone per le quali i governi dovrebbero difendere e lavorare; le bugie ei messaggi ingannevoli provenienti da “scienziati” a cui potrebbe essere state promesse “eterne, infinite scale di carriera”, o di vite in un paradiso nascosto?

Che altro possono ottenere una loro volta per cercare di sovvertire le opinioni dei loro amici, coetanei e pazienti sulla malattia dell’orrore “covid-19”? – Forse qualcosa che è buono come la vita stessa – ed è fondamentalmente gratuito per i ricchi avari. Ad esempio, un certificato di vax senza essere stato vaxxato dalle iniezioni tossiche, magari da un placebo – aprendo loro il mondo dei viaggi e delle attività piacevoli come “prima”.

A proposito, qualcuno ha notato che in questa stagione influenzale invernale 2020/2021 l’influenza è quasi scomparsa? – Perché? – È stato convenientemente piegato in covid, per ingrossare ed esagerare le statistiche covid. È un must, dettato dai globalisti, il vertice “invisibile”, i cui nomi non essere pronunciati. I membri devono rispettare le “quote covid”, per sopravvivere al martello dei globalisti.

Altri vantaggi speciali per coloro che sono selezionati e compiacenti difensori della narrativa ufficiale, i vaxx con placebo, possono includere la dispensa dall’allontanamento sociale, l’uso della maschera, la messa in quarantena e, chissà, un pesante premio monetario. Niente sarebbe sorprendente, quando vedrai come questa minuscola cellula malvagia sta crescendo come un cancro per assumere il pieno potere del mondo – incluse e specialmente Russia e Cina, dove è sepolta la maggior parte delle risorse naturali del mondo, e dove sono tecnologiche ed economiche i progressi superano di gran lunga l’economia dell’avidità dell’Occidente. Non ci riusciranno.

E se i peoni non si comportano bene? – Perdita del lavoro, ritiro delle licenze mediche, malattie fisiche alle famiglie e ai propri cari e altro ancora.

Screen Shot: NTD, 16 dicembre 2020

Le azioni malvagie e lo spaccio di influenza dei globalisti stanno colpendo un muro in Oriente, dove si confrontano con persone istruite e risvegliate.

Siamo in guerra. Infatti. Il 99,999% contro lo 0,001%. 

Le loro tattiche stanno dividendo per conquistare, accompagnate da questa ultima brillante idea: lanciare un nemico invisibile, un virus, una plandemia e una campagna della paura per opprimere e tiranneggiare il mondo intero, tutti i 193 paesi delle Nazioni Unite.

Mi vengono in mente le famigerate parole, pronunciate già più di mezzo secolo fa dal pupillo dei Rockefeller, Henry Kissinger :

“Chi controlla l’approvvigionamento alimentare controlla le persone; chi controlla l’energia può controllare gli interni continenti; chi controlla il denaro può controllare il mondo”.

Di seguito sono riportate alcune linee e pensieri di un articolo RT Op-Ed del 1 gennaio 2021 di Helen Buyniski intitolato  “Guerra civile, discriminazione medica, satelliti spia e cyborg! Come il 2021 potrebbe farci desiderare il 2020 ”L’articolo  potrebbe indirizzarci in una direzione di ciò che potrebbe accadere nel 2021, che di certo non desideriamo:

“Le persone ovunque sono ansiose di dire addio al 2020, un anno in cui le nostre vite sono state sconvolte dalle élite pazze di potere che hanno colto la pandemia di Covid-19 come un’opportunità per diventare uno stato di polizia completo.

Ma fai attenzione a ciò che desideri…. la semplice creazione di un nuovo calendario non fa nulla per affrontare [la crescente repressione e tirannia], che sembrano certamente raggiungere un punto di rottura.

L’umanità è stata spinta al limite con regole arbitrarie, povertà forzata e isolamento imposto: ci vorrà solo una scintilla o due perché le cose esplodano”.

E continua –

Man mano che i vaccini verranno distribuiti al grande pubblico, il divario tra coloro che obbediscono alle regole ei dissidenti non farà che aumentare. Coloro che si rifiutano di ricevere il colpo saranno trattati come paria, banditi da alcuni spazi pubblici e detto che è colpa loro, la vita non è tornata alla normalità, proprio come lo sono stati i cosiddetti antimascheratori “. “

E prospettive più gloriose

“Chi non è entusiasta all’idea di ingerire un composto sperimentale i cui produttori sono stati indennizzati da eventuali azioni legali, sarà considerato un nemico dello stato, anche separato dai propri figli o allontanato dalla propria casa come rischio per la salute. I vicini si tratteranno allegramente una vicenda per l’equivalente di una razione di cioccolato extra, il che significa che anche gli individui più servilmente obbedienti potrebbero finire in ” campi di quarncentrazione ” per aver sconvolto la persona sbagliata “.

Sì, siamo nel bel mezzo della guerra.

Una guerra che ha già devastato la nostra società, dividendola fino in fondo a famiglie e amici.

Se non stiamo attenti, potremmo non guardare i nostri figli e nipoti negli occhi, perché sapevamo, avremmo dovuto sapere cosa stava succedendo e cosa sta facendo, da una piccola élite di potere oscuro – i globalisti. Noi dobbiamo uscire dalla nostra zona di comfort, e affrontare il nemico con una mente risvegliata di coscienza e un cuore pieno d’amore – ma anche con la resistenza feroce.

Se non riusciamo a farci avanti e difendere i nostri diritti, questa guerra continua per preparare le generazioni future – ad astenersi dal riunirsi con altre persone.

Stanno già indottrinando i nostri ragazzi a tenersi lontani da amici, colleghi di scuola, coetanei e dal giocare in gruppo tra loro – come New Normal.

L’auto-dichiarata cupula – la crema del raccolto della civiltà – i maestri malvagi globalisti, già compromessi e continuano a farlo, i sistemi educativi di tutto il mondo per instillare nei bambini e nei giovani adulti che indossare maschere è essenziale per la sopravvivenza, e “l’allontanamento sociale” è l’unica via da seguire.

Devi vedere il video

Figli del grande ripristino

https://www.youtube.com/watch?v=8ncE5yYQvJY (video di 6 min.).

Rompere il tessuto sociale. Verso il regime totalitario

Loro, i globalisti, sanno benissimo che una volta che una civiltà ha perso la sua naturale coesione – il tessuto sociale è spezzato, il tessuto stesso che tiene insieme una civiltà e che avanza dinamicamente, hanno vinto la battaglia. Forse non la guerra, perché la guerra durerà finché ci sarà resistenza. L ‘”avanzamento dinamico” – o semplicemente la dinamica stessa – è il loro incubo, perché la dinamica è ciò che fa funzionare la vita: la vita, le persone, le società, intere nazioni e continenti. Senza dinamiche la vita sul pianeta si fermerebbe.

Ed è quello che vogliono: un dittatore globalista, che controlla una piccola popolazione di servi, o schiavi robotizzati, che si muovono solo quando gli viene detto, non possiedono nulla e ricevono un reddito universale controllato da blockchain digitale, che, a seconda del loro comportamento e obbedienza, possono utilizzare per acquistare cibo, piacere e comfort. Una volta che gli schiavi sono dispensabili o incorreggibili, i loro cervelli controllati elettronicamente vengono semplicemente spenti – RIP.

Questa potrebbe rivelarsi la guerra più devastante che l’umanità abbia mai combattuto.

Che Noi, Popolo, possiamo vedere attraverso questa orrenda finzione che si sta già svolgendo, nell’anno uno dell’Agenda 21/30 delle Nazioni Unite;

E possiamo noi, il popolo, i beni comuni, vincere questa guerra contro un’élite assetata di potere ei suoi amministratori e “scienziati” comprati in tutto il mondo – e ripristinare una società sovrana, smascherata, socialmente coerente – in solidarietà.


Vedere i seguenti articoli di ricerca globale di Peter Koenig su “The Great Reset” 

The World Economic Forum (WEF) Knows Best – The Post-Covid “Great Global Reset”,

The Post Covid World, The WEF’s Diabolical Project: “Resetting the Future of Work Agenda” – After “The Great Reset”. A Horrifying Future

Die Post-Covid-Welt, das teuflische Projekt des WEF: „Resetting the Future of Work Agenda“ – Nach dem „Großen Reset“. Eine erschreckende Zukunft

COVID and Its Man-Made Gigantic Collateral Damage: The Great Reset – A Call for Civil Disobedience

Covid-19: The Great Reset – Revisited. Scary Threats, Rewards for Obedience….

Fonte: https://www.globalresearch.ca/we-are-at-war-2/5733672 

®wld

La crisi mondiale della Corona del 2020: distruzione della società civile, depressione economica ingegnerizzata, colpo di stato globale e “grande ripristino”

Lascia un commento

Di: Prof Michel Chossudovsky

Prefazione 

La campagna della paura è servita come strumento di disinformazione.

Nel corso degli ultimi undici mesi, a partire dai primi di gennaio, ho analizzato quasi quotidianamente la cronologia e l’evoluzione della crisi Covid. Fin dall’inizio, nel gennaio 2020, le persone sono state portate a credere e ad accettare l’esistenza di un’epidemia pericolosa e in rapido progresso.

Le bugie dei media hanno sostenuto l’immagine di un virus killer che inizialmente ha contribuito a destabilizzare il commercio tra Stati Uniti e Cina e interrompere i viaggi aerei. E poi a febbraio “V-the Virus” (che per inciso è simile all’influenza stagionale) è stato ritenuto responsabile dello scatenamento della più grave crisi finanziaria della storia del mondo. 

E poi l’11 marzo, un blocco è stato imposto a 193 stati membri delle Nazioni Unite, portando alla “chiusura” delle economie nazionali in tutto il mondo.

A partire da ottobre è stata annunciata una “seconda ondata”. “La pandemia non è finita”.

La campagna della paura prevale. E le persone sono ora portate a credere che il vaccino corona sponsorizzato dai loro governi sia la “soluzione”. E quella “normalità” verrà ripristinata una volta che l’intera popolazione del pianeta sarà stata vaccinata.

Una parola sul vaccino SARS-CoV-2

Com’è che un vaccino per il virus SARS-CoV-2, che in condizioni normali richiederebbe anni per svilupparsi, è stato prontamente lanciato all’inizio di novembre 2020? Il vaccino annunciato da Pfizer si basa su una tecnologia sperimentale di  modifica genica dell’mRNA che ha un impatto sul genoma umano. 

Sono stati condotti i test standard di laboratorio sugli animali con topi o furetti?

Oppure la Pfizer “è andata direttamente alle” cavie “umane.? I test sull’uomo sono iniziati alla fine di luglio e all’inizio di agosto. “Tre mesi sono inauditi per testare un nuovo vaccino. Diversi anni sono la norma.”  

I nostri ringraziamenti a Large e JIPÉM

Questa caricatura di Large + JIPÉM spiega la nostra situazione:

Topolino n. 1: “Stai per farti vaccinare”,

Topolino n. 2: Sei pazzo, non hanno finito i test sugli esseri umani “

A malapena riportato dai media: ” Sei persone sono morte nel processo in fase avanzata di Pfizer del vaccino COVID-19, la FDA ha rivelato poche ore dopo che la Gran Bretagna è diventata il primo paese al mondo a lanciare il vaccino”.

“State tranquilli”, il vaccino è “sicuro”. Secondo la FDA

si dice che le morti non sollevano nuovi problemi di sicurezza o domande sull’efficacia del vaccino”

E perché abbiamo bisogno di un vaccino per Covid-19 quando sia l’OMS che il Centro statunitense per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno confermato in modo inequivocabile che il Covid-19 è “simile all’influenza stagionale”.

Il piano per sviluppare un vaccino è orientato al profitto. È supportato da governi corrotti che servono gli interessi di Big Pharma. Il governo degli Stati Uniti aveva già ordinato 100 milioni di dosi a luglio e l’UE dovrebbe acquistare 300 milioni di dosi. Sono tanti soldi per Big Pharma, generosi guadagni ai politici corrotti, a scapito dei contribuenti. 

Nei capitoli seguenti, definiamo il virus SARS-CoV-2 e il controverso test RT-PCR che viene utilizzato per “identificare il virus”, oltre a stabilire le “stime” dei cosiddetti “casi positivi”. (Capitolo II) 

Nel Capitolo III, esaminiamo in dettaglio la cronologia degli eventi dall’ottobre 2019 fino allo storico blocco dell’11 marzo 2020.

Valutiamo le ampie conseguenze economiche e sociali di questa crisi, compreso il processo di impoverimento mondiale e ridistribuzione della ricchezza a favore dei miliardari Super Ricchi (Capitolo IV e V).

Il programma di vaccinazione di Big Pharma, che dovrebbe essere imposto a milioni di persone in tutto il mondo, è esaminato nel Capitolo VII. 

Il capitolo IX si conclude con un’analisi del “Great Reset” proposto dal World Economic Forum che, se adottato, consisterebbe nella demolizione del Welfare State e nell’imposizione di massicce misure di austerità a una popolazione impoverita. 

Questo e-book è preliminare. C’è un senso di urgenza. Le persone in tutto il mondo vengono ingannate dai loro governi. 

Una parola sulla metodologia: il nostro obiettivo è smentire la “Grande Menzogna” attraverso un’attenta analisi composta da:

  • Una panoramica storica della crisi Covid,
  • Analisi scientifica e revisione dettagliata di dati, stime e definizioni “ufficiali”,
  • Analisi degli impatti delle “linee guida” dell’OMS e delle politiche governative sulle variabili economiche, sociali e di salute pubblica.

Il nostro obiettivo è informare le persone in tutto il mondo e smentire la narrativa ufficiale che è stata usata come pretesto e giustificazione per destabilizzare il tessuto economico e sociale di interi paesi. 

Questa crisi colpisce l’umanità nella sua interezza: 7,8 miliardi di persone. Siamo solidali con i nostri simili in tutto il mondo. La verità è uno strumento potente. 

Resto in debito con i nostri lettori e con il team di Global Research. 

Michel Chossudovsky , Global Research, 11 dicembre 2020 (rivisto il 15 dicembre 2020)

Diffondere la parola. Si prega di inoltrare questo testo ad amici e colleghi

Copyright: Centro per la ricerca sulla globalizzazione (CRG). Dicembre 2020. Nessuna parte di questo e-book può essere utilizzata o riprodotta senza l’autorizzazione dell’editore.

La prefazione e il capitolo introduttivo possono essere incrociati con un collegamento all’e-book completo. 

Fonte: https://www.globalresearch.ca/

*************************************************

Articoli correlati:

Il Muro Verde

Funzionari di mentalità autoritaria hanno trovato opportunità nelle paure per la salute pubblica

Viviamo davvero in un elaborato manicomio?

®wld

I passaporti immunitari rappresentano una minaccia per la nostra privacy e sicurezza delle informazioni

1 commento

Di Alexis Hancock e Karen Gullo

Con gli stati che iniziano ad allentare le restrizioni sul posto sul posto, la conversazione su COVID-19 si è rivolta a domande su quando e come possiamo tornare al lavoro, portare i bambini a scuola o pianificare i viaggi aerei.

Diversi paesi e stati degli Stati Uniti, tra cui Regno Unito, Italia, Cile, Germania e California, hanno espresso interesse per i cosiddetti “passaporti di immunità”, un sistema che richiede alle persone di presentare presunte prove di immunità a COVID-19 per accedere spazi pubblici, siti di lavoro, aeroporti, scuole o altri luoghi. In molti schemi proposti, questa prova verrebbe archiviata in un token digitale su un telefono. I passaporti di immunità minaccerebbero la nostra privacy e sicurezza delle informazioni e costituirebbero un passo significativo verso un sistema di identificazione digitale nazionale che può essere utilizzato per raccogliere e archiviare le nostre informazioni personali e tracciare la nostra posizione.

Si presume che i passaporti dell’immunità aiutino a combattere la diffusione di COVID-19. Ma ci sono poche prove che lo avrebbero effettivamente realizzato.

A livello pratico, non esiste attualmente alcun test per l’immunità COVID-19; quello che abbiamo sono test anticorpali. Ma non sappiamo se le persone con anticorpi hanno immunità. Nel frattempo, c’è stata un’ondata di test imperfetti e schemi di marketing fraudolenti sui test anticorpali. Anche quando i test validati sono ampiamente disponibili, potrebbero non essere precisi al 100%. Il sistema dovrebbe essere un dispositivo di avviamento a meno che non sia in grado di garantire il giusto processo per coloro che desiderano contestare i risultati dei test. Questo è stato spesso un problema prima; come abbiamo visto con le liste “no-fly” create dopo l’11 settembre, è molto difficile uscire dalla lista, anche per coloro la cui inclusione è stata un errore.

Il problema con i passaporti dell’immunità non è solo medico, è etico. L’accesso ai test COVID-19 e ai test anticorpali è discutibile. I rapporti abbondano di persone che temono di essere state infettate disperatamente nel tentativo di sottoporsi a test inutili. L’analisi ha dimostrato che gli afroamericani hanno molte meno probabilità di essere sottoposti a test sui pazienti bianchi, ispanici o asiatici prima che finiscano al pronto soccorso. I siti di test mobili gestiti da Verily (una consociata di Alphabet parent di Google) richiedono alle persone di avere uno smartphone e un account Google. I residenti nel quartiere Tenderloin di San Francisco , uno dei quartieri più poveri della città, sono stati allontanati dai siti di prova perché non avevano telefoni cellulari.

Richiedere una verifica dell’immunità basata su smartphone per accedere agli spazi pubblici come gli uffici e le scuole aggraverebbe le disuguaglianze esistenti e rafforzerebbe un sistema a due livelli di privilegiati, che possono muoversi liberamente nella società e i vulnerabili, che non possono lavorare, fare acquisti o frequentare la scuola perché non hanno un telefono cellulare o l’accesso ai test. Siamo stati qui prima. Quando la febbre gialla colpì il Sud negli anni ’50 del XIX secolo, quelli che si ritenevano “non acclimatati” dalla malattia erano disoccupati. Ciò ha gravato sui neri e sui redditi più bassi rispetto ai membri privilegiati della società.

Come abbiamo visto allora, il condizionamento dell’accesso alla società sull’immunità incentiva la “ricerca di bug”, vale a dire, le persone cercano deliberatamente di ammalarsi per ottenere il passaporto dell’immunità. Nessuno dovrebbe esporsi a una malattia potenzialmente mortale senza cure per trovare lavoro.

Rischi di passaporti di immunità digitalizzati

La spinta per i passaporti dell’immunità è stata in gran parte basata sulla promessa di soluzioni tecnologiche per una crisi della salute pubblica. Una proposta di legge in California, ad esempio, userebbe la tecnologia blockchain per facilitare un sistema di passaporto dell’immunità sugli smartphone delle persone. Siamo contrari a questo disegno di legge. I progressi tecnologici come la tecnologia blockchain o altri metodi di implementazione non affrontano le nostre obiezioni a questo tipo di sistema in sé.

Inoltre, i passaporti di immunità in formato digitale potrebbero normalizzare i documenti di prova dello stato in formato digitale più in generale. I sostenitori dei passaporti dell’immunità visualizzano un mondo in cui non possiamo attraversare una porta verso un posto di lavoro, una scuola o un ristorante fino a quando il gatekeeper non analizza le nostre credenziali. Ciò abituerebbe i guardiani a richiedere tali credenziali di status e abituerebbe il pubblico a sottomettersi a tali richieste.

Questo sistema digitale potrebbe essere facilmente ampliato per controllare non solo lo stato di immunità di una persona, ma qualsiasi altra informazione personale che un gatekeeper potrebbe ritenere rilevante, come l’età, la gravidanza, lo stato dell’HIV o la storia criminale. Il sistema potrebbe anche essere adattato per documentare non solo lo stato di una determinata persona, ma anche quando quella persona passava attraverso una porta che richiedeva la prova di tale stato. E tutti i dati di tutti questi passaggi potrebbero essere accumulati in un database. Questo sarebbe un passo preoccupante verso l’identificazione nazionale digitale, a cui il FEP si è opposto da tempo perché creerebbe nuovi modi per monitorare digitalmente i nostri movimenti e attività.

La documentazione in formato digitale comporta anche il rischio di presentare tale documentazione sotto coercizione a varie autorità. Consegnare il telefono alla polizia, sbloccato o meno, comporta rischi significativi, in particolare per le persone nelle comunità vulnerabili, rischi che potrebbero portare a conseguenze indesiderate per il presentatore e un potenziale abuso di potere da parte delle forze dell’ordine.

Inoltre, richiedere alle persone di archiviare i risultati dei test medici in formato digitale esporrebbe le informazioni mediche private al pericolo di violazioni dei dati. Ancora una volta, questa non è una novità: abbiamo visto esattamente questi tipi di violazioni in passato quando le informazioni mediche sono state digitalizzate e raccolte. Proprio l’anno scorso, ad esempio, un database sull’HIV a Singapore ha trapelato le informazioni personali di oltre 14.000 persone che vivono con l’HIV.

Dovremmo imparare dai nostri errori passati e garantire che la tecnologia funzioni per potenziare le persone, invece di creare nuove vulnerabilità.

Fonte: EFF.org

Credito d’immagine: BioEdge.org

Fonte articolo: https://www.activistpost.com/

*************************************************

Correlati:

Coronavirus: un gioco psicologico di gestione della percezione

COVID-19 segna la fine del liberalismo occidentale e il trionfo della tecnocrazia

Una tirannia medica

®wld

Older Entries