Home

Dalla parte sbagliata della storia

Lascia un commento

Lockdown, mascherine hanno distrutto la salute mentale di un numero enorme di bambini

Pubblicato da: Paul Joseph Watson tramite Summit News 29 aprile 2022

Se Norimberga II dovesse mai essere convocata, i bambini che sono stati danneggiati dalle politiche di blocco dei tecnocrati dovrebbero avere la loro sezione di testimonianza. Quando i bambini vengono danneggiati in massa senza sollievo, come è avvenuto nel mondo durante la p@ndemi@, è certo che esistono condizioni spietate in tempo di guerra. ⁃ Editore TN

Un nuovo studio pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science ha scoperto che i blocchi nel Regno Unito hanno causato la depressione clinica di circa 60,000 bambini.

I ricercatori hanno rilevato una prevalenza del 27.1% di depressione nel loro campione, un numero significativamente superiore a quello che si sarebbe verificato senza il blocco.

Secondo un rapporto di il Telegraph, la percentuale equivale a circa 60,000 bambini in più che hanno sofferto di depressione clinica grazie alle restrizioni C-O-V-I-D-1-9.

“Dopo aver controllato i punteggi di base e diverse caratteristiche a livello di scuola e allievo, i sintomi depressivi erano più alti nel gruppo C-O-V-I-D-1-9”, ha rilevato lo studio.

“Questi risultati dimostrano che la pandemia di C-O-V-I-D-1-9 ha aumentato i sintomi depressivi degli adolescenti oltre ciò che si sarebbe probabilmente verificato in circostanze non pandemiche”.

Le cifre mostrano che 400,000 bambini britannici sono stati indirizzati a specialisti della salute mentale lo scorso anno per cose come disturbi alimentari e autolesionismo.

Ancora una volta, lo studio sottolinea come coloro che hanno promosso con veemenza i blocchi, mentre chiedevano che le voci di dissenso fossero messe a tacere, erano dalla parte sbagliata della storia.

Come prima evidenziato, secondo gli esperti di salute, uno scioccante focolaio di casi di epatite nei bambini è stato probabilmente causato da blocchi e distanziamento sociale, che sono serviti a indebolire il sistema immunitario.

Molti bambini soffrono anche di disturbi cognitivi dello sviluppo e del linguaggio dovuti agli adulti che indossano mascherine durante la pandemia.

Secondo i logopedisti, l’uso della maschera ha causato un aumento del 364% delle segnalazioni di pazienti di neonati e bambini piccoli.

Un importante studio della Johns Hopkins University concluso che i blocchi globali hanno avuto un impatto molto più dannoso sulla società di quanto non abbiano prodotto alcun beneficio, con i ricercatori che hanno esortato che “sono infondati e dovrebbero essere respinti come strumento politico pandemico”.

Un logopedista afferma che la sua clinica ha visto un “aumento del 364% delle segnalazioni di pazienti di neonati e bambini piccoli”.

“È molto importante che i bambini vedano la tua faccia per imparare, quindi stanno guardando la tua bocca”.

Che diavolo abbiamo fatto?!

Porre fine a questa crudele follia. pic.twitter.com/DN6J4yQfju

– Darren Grimes (@darrengrimes_) Gennaio 26, 2022

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/

®wld

Il Dio dei managers, non è il tuo Dio, è il Dio nelle storie raccontate dai leader politici

Lascia un commento

Il grande reset è il grande imbroglio

by Jon Rappoport

Più di un anno fa, ho sottolineato che non dovresti cercare una logica nel cercare di capire perché il COVID richiede The Great Reset.

È un trambusto, e non molto buono.

Il principale truffatore di pubbliche relazioni, Klaus Schwab, fondatore del World Economic Forum, sottolinea le devastanti conseguenze economiche derivanti dalla pandemia. Ecco perché dobbiamo riordinare l’intero pianeta.

Ma scavando qualche centimetro sotto la sua bloviation, vediamo questo: la devastazione economica è uguale a THE LOCKDOWNS.

In altre parole, la politica di blocco dei governi ha portato alla storia dell’orrore economico – e ora, per correggere QUELLA azione – che non avrebbe mai dovuto essere intrapresa in primo luogo – dobbiamo trasformare il mondo mettendo i globalisti nel controllo completo.

Se compri quella linea di pensiero, ho appartamenti in vendita su Jupiter.

Ecco un’altra traduzione di ciò che Schwab sta dicendo: con le persone che vacillano per le restrizioni COVID, i globalisti possono tirare una sigaretta e specchiarsi e rubare tutto ciò che non hanno già rubato.

Schwab poi fa seguito a questo con una nuova pila di parole senza senso sul trasformare le società in “capitalisti portatori di interessi”.

Significato: queste aziende si preoccuperebbero di più dei loro lavoratori, delle loro comunità, del loro impatto ambientale e del pianeta.

Le vaghe generalità sono una soffiata. Qualcuno dovrà definirli e farli rispettare. Quello sarebbe… chi? Una burocrazia di vaste dimensioni che lavora per un organismo di governo globale.

Se hai fiducia in un sistema del genere, vendo tutto Giove. Solo contanti, in anticipo.

Una parola sugli impatti ambientali. Se le stesse società inquinanti non controllassero i dipartimenti nazionali di giustizia, avremmo già un ambiente molto più pulito. E molti amministratori delegati aziendali, amici di Schwab, sarebbero in prigione.

Trasformare “l’ordine globale” non risolverà i problemi ambientali. Ridurre la “nostra impronta di carbonio” riducendo la produzione di energia in tutto il mondo, creando così più povertà, non è una soluzione.

La necessità di un Reset non deriva dal COVID. La falsa pandemia è stata lanciata IN MODO CHE si potesse inaugurare un Reset.

Sfortunatamente, abbiamo milioni e milioni di rubes e yokels che, quando i miliardari dicono AMORE E PACE e SIAMO TUTTI IN QUESTO INSIEME, si inginocchiano ed esclamano FINALMENTE, UN MONDO MIGLIORE.

In cosa consisterebbe effettivamente quel mondo migliore?

Sorveglianza da parete a parete; reddito garantito universale legato al punteggio di credito sociale; eliminazione della proprietà privata; massiccia censura; congelamento e sequestro di conti bancari; tecnologie impiegate per riprogrammare gli esseri umani – questo “Grande ripristino” è – un miracolo di miracoli – una serie di piani che hanno preso vita in piena regola nelle menti dei leader umanitari DOPO che COVID è stato annunciato nel gennaio del 2020.

Sicuro. Scommetti. Uh Huh.

Il più antico svantaggio è l’esca e l’interruttore.

Attira le persone con una storia su un virus, quindi mentre le stai “proteggendo” dal germe delle fiabe, passa al ripristino. E dì: “Non preoccuparti, fa parte della protezione”.

Ecco un argomento che le persone con problemi mentali amano fare: se vuoi sinceramente e seriamente un pianeta migliore, questo è tutto ciò che conta. I dettagli, e chi si occuperà della creazione di quel pianeta, sono di minore importanza. Lascia il lavoro agli esperti.

Ma il desiderio non lo rende così. Le generalità non si traducono automaticamente nei risultati desiderati.

Come pensi che i leader abbiano sempre truffato i loro seguaci? Promettendo loro dolore, sofferenza, povertà e schiavitù? I leader offrono pace e felicità. Loro devono. La felicità arriverà in questa vita o nella prossima. E sarà gestito da entità promosse dai leader.

Anche quando il manager è Dio stesso, non è il tuo Dio, è il Dio nelle storie raccontate dai leader politici. È quello che vogliono che tu adori. Sanno che hai il tuo e cercano di farti credere che il loro e il tuo siano la stessa cosa.

Dicono che c’è una Piaga nella terra, e Dio o il Diavolo o la Natura o un Laboratorio l’hanno mandata; e appena oltre l’orizzonte si trova la Risposta generale; la bella Alba. La promessa.

Ma non è la Promessa nel tuo cuore. È quello nel loro.

Quindi usa il tuo potere per guardare nei loro cuori.

Guarda cosa c’è.

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/

®wld

La malattia perfetta

Lascia un commento

La malattia perfetta

di Pietro Ratto

La malattia perfetta. Quella che non si sa come sia nata, come si affronti, come si curi. La malattia che si associa a mille altre malattie. Che può esser causa di tutti i possibili sintomi. Che non finisce mai, che produce conseguenze a ripetizione, che lascia uno strascico infinito. 

La malattia molto contagiosa, assolutamente insidiosa, che puoi avere anche senza saperlo. Che solo il sistema ha modo di diagnosticare. Che solo con un approccio preventivo, ufficiale, indefinitamente reiterato e standardizzato, nei confronti del quale è pretesa un’adesione acritica e una fede cieca, può essere affrontata. Che solo un cocktail di norme rigide, confuse, mutevoli e contraddittorie può regolamentare. 

Una malattia burocratica la cui gestione è sottratta ai medici ed affidata agli archivi elettronici. Che non riceve assistenza dagli ambulatori ma dai call center. Che va trattata con questionari e con quesiti a cui rispondere a distanza, e non con auscultazioni e visite specialistiche. Una malattia che paralizza e disattiva il sistema sanitario pubblico a vantaggio delle grandi catene di cliniche private.

Una malattia che crea isolamento e divisione, diffidenza e disprezzo. Una malattia che serve a imporre restrizioni e sottomissioni. Che produce discriminazione e sottrazione sistematica di ogni diritto e di ogni libertà personale. Che impone il potere di polizia, la criminalizzazione del dissenso, la delazione e il tradimento. Che richiede lo stato di emergenza, l’uomo forte al comando, la sospensione delle norme costituzionali. Che comporta l’allontanamento sociale dei dissidenti, il disprezzo pubblico verso i dubbiosi, la perdita del lavoro per chi non si allinea.

La malattia che distrugge le piccole realtà imprenditoriali consegnando il loro giro d’affari, frutto del lavoro di decenni o addirittura di secoli, a gigantesche multinazionali nate ieri e già in cima all’economia mondiale. Che produce quantità industriali di disoccupati assicurando risparmi stellari al sistema pensionistico statale e accelerando vertiginosamente quel processo di automazione produttiva che porterà, quanto prima, alla piena sostituzione della macchina all’uomo. Macchine che obbediscono senza chiedere. Che non necessitano di illuminazione, riscaldamento, assicurazioni sugli infortuni, tutele sindacali, contratti, stipendi. Macchine che eseguono senza dissentire. Senza scioperare mai.

Una malattia che sbatte fuori dalle scuole gli insegnanti più critici, che forma i giovani alla sudditanza e alla paura. Quella paura sulla base della quale ogni popolo può esser dominato e asservito al potere. Quella paura della morte che soltanto una malattia perfetta come questa può risvegliare e mantener costante in ogni singolo attimo della giornata.

La malattia perfetta. Quella che non inizia e non finisce.

La malattia che scava una profonda e fredda tomba, una volta per tutte, nell’esistenza vuota di chi ha ucciso per sempre, dietro ai suoi occhi ciechi, ogni attitudine al Pensiero.

LINK

®wld 

INVERSIONE A U

Lascia un commento

u-turn - PulmCCM

Inversione a U: il membro del consiglio di Pfizer suggerisce di porre fine alla maschera, mandati sui v@xxini

Pubblicato da: Jack Phillips tramite The Epoch Times Gennaio 26, 2022

Il 31 dicembre ho scritto: “Sono abbastanza certo che alcuni titoli positivi, ‘buone notizie’ appariranno nel primo trimestre del 2022… Omicron potrebbe essere ufficialmente dichiarato come un hamburger da niente e alcune grandi società potrebbero rimuovere la maschera e/o requisiti per i v@xxini”. Questa tendenza continua con l’importante inversione di tendenza di Pfizer.

Ma non pensare che la Pfizer sia benevola. Stanno indubbiamente tentando di anticipare l’ondata di proteste pubbliche e azioni legali per l’egregia violazione della fiducia pubblica. Cerca altri “funzionari sanitari” in tutto il mondo che seguano l’esempio. ⁃ Editore TN

Il dottor Scott Gottlieb, ex direttore della Food and Drug Administration (FDA) e attuale membro del consiglio di Pfizer, ha affermato che il calo C-O-V-I-D-1-9 i casi dovrebbero segnalare ai responsabili politici che è tempo di revocare più restrizioni legate alla p@ndemi@.

“Penso che certamente sulla costa orientale, dove si vedono casi in calo drasticamente, dobbiamo essere disposti a sporgerci e farlo molto presto, penso che man mano che le condizioni migliorano, dobbiamo essere disposti ad allentare alcune di queste misure con la stessa velocità con cui abbiamo inserito al loro posto”, ha detto a “The Squawk Box” in un’intervista del lunedì quando gli è stato chiesto se mask i mandati dovrebbero essere ritirati.

Gottlieb ha affermato che “molta dell’acrimonia” negli Stati Uniti deriva dalla mancanza di “pali chiari” su quando alcune delle misure finiranno.

L’ex commissario della FDA ha anche citato la recente decisione del governo del Connecticut di revocare i mandati sui v@xxini per i lavoratori statali come una politica che altri responsabili politici dovrebbero adottare nel prossimo futuro poiché i casi di C-O-V-I-D-1-9 diminuiscono a livello nazionale.

“L’unico modo per ottenere la conformità dalle persone e ottenere un alloggio [è] se dimostriamo la capacità di ritirare questi [mandati] nello stesso modo in cui li abbiamo inseriti”, ha aggiunto Gottlieb.

La richiesta di revocare le restrizioni C-O-V-I-D-1-9 arriva quando il tasso complessivo di infezione negli Stati Uniti è fortemente diminuito negli ultimi giorni. I dati di Our World in Data, gestito dalla Johns Hopkins spettacoli che 4,110 americani su un milione hanno registrato infezioni il 10 gennaio, ma quel tasso era di 2,643 fino a venerdì ed è sceso a 615 per milione a partire da domenica.

Al di fuori degli Stati Uniti, sempre più paesi europei si sono mossi per abrogare alcune regole relative al C-O-V-I-D-1-9, inclusi i passaporti per i v@xxini e le mascherine. Ad esempio, il primo ministro britannico Boris Johnson disse che a partire dal 27 gennaio, le persone in Inghilterra non dovranno indossare maschere in pubblico o mostrare la prova di essere state v@xxinate per entrare in alcuni luoghi.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/il-membro-del-consiglio-di-Pfizer-suggerisce-di-porre-fine-alla-maschera-dei-mandati-sui-vaccini/

®wld

Almanacco di dicembre 2021

Lascia un commento

Carraro: troppi italiani pronti a obbedire al totalitarismo  

Ci siamo auto-convinti di essere in presenza di una “guerra mondiale” tra le élite e il popolo. Ma siamo proprio sicuri che sia così, oppure è un racconto consolatorio che ci stiamo facendo, nella speranza che i “cattivi” siano veramente una ristretta élite? Siamo sicuri che il popolo sia composto da invidui tutti buoni, intelligenti e volenterosi, e non invece da persone conniventi e complici di quello che sta accadendo? In quanti avrebbero il coraggio di mettersi davanti al carro armato, come il famoso cinese di piazza Tienanmen? Ci sono milioni di persone che non solo subiscono, ma subiscono felici: e votano esattamente coloro che stanno imponendo queste norme liberticide, giorno per giorno. Non giustifico neanche quelli che “non sanno, non hanno capito”. Oggi, la possibilità di approfondire è sterminata: e quindi, l’essere ignoranti è una colpa che non si può perdonare. L’aricolo continua QUI

Obblighi e menzogne: ma l’ingiustizia ci sta rafforzando  

Cosa c’è dietro l’attacco in corso contro di noi? Si parla tanto di libertà, ma spesso – sui grandi media – in modo distorto. Per esempio: si dice che, se non ti sottoponi al siero, stai ledendo la libertà degli altri, perché metti a rischio la loro e la tua salute. Quindi, la salute degli altri deve porre un limite alla tua libertà. E su questo si affannano una serie di servi del potere, dai costituzionalisti agli intellettuali: scrittori, presunti filosofi, giornalistucoli sempre genuflessi a chi comanda. Naturalmente, non tutti i costituzionalisti, gli intellettuali e i giornalisti la pensano così; ma quelli che la pensano diversamente, guarda un po’, sui grandi media non compaiono: li hanno resi muti. Il fatto è che, in effetti, questa affermazione (“la tua libertà deve avere come limite quella degli altri e quindi anche la loro salute”) sarebbe anche vera e sacrosanta: noi non possiamo avere la libertà di danneggiare la salute degli altri, no? Solo che le cose non stanno proprio così. Non ce la raccontano giusta: ci sono una serie di evidenti menzogne, in questa storia. L’aricolo continua QUI

 ********************************* 

Gli austriaci inadempienti ora rischiano la prigione, multe salate

Pubblicato da: Paul Joseph Watson tramite Summit News Dicembre 3, 2021 

“La tirannia tecnocratica continua a diffondersi in Europa poiché l’Austria è determinata a rispettare al 100% il suo mandato sui vaccini, inclusi i booster. I disordini civili continueranno sicuramente a crescere mettendo alla prova la determinazione da entrambe le parti. La Germania sta anche intensificando la persecuzione dei suoi cittadini non vaccinati, con risultati prevedibili.” Editor TN  Gli austriaci che si rifiutano di prendere un vaccino COVID-19 obbligatorio prima di una scadenza imposta dal governo devono affrontare pene detentive e ingenti multe aggravate per il mancato rispetto.

Dopo aver inizialmente messo sotto blocco i non vaccinati, una politica che completamente fallito, il cancelliere Alexander Schallenberg ha annunciato che il jab sarebbe diventato obbligatorio dal 1 febbraio.

Le domande su cosa sarebbe successo a coloro che ancora si rifiutavano di accettarlo hanno ora ricevuto risposta sotto forma di una bozza che è trapelata ai media.

“Secondo il disegno di legge, chiunque si rifiutasse di partecipare a un appuntamento programmato per la vaccinazione riceverà una convocazione ufficiale dalle autorità locali. Se una persona non si fosse presentata, sarebbe stata convocata un’altra volta entro le prossime quattro settimane”, riporta RT.

“Se anche la seconda richiesta ufficiale dovesse essere ignorata, la persona dovrebbe affrontare una multa di 3,600 euro (4,061 dollari) o quattro settimane di carcere. La multa aumenterebbe a € 7,200 ($ 8,000) per coloro che erano già stati multati due volte per aver violato l’obbligo di vaccinazione”.

Nessuno sarà “portato con la forza” in un centro di vaccinazione per essere colpito contro la sua volontà, anche se state tranquilli, sarà messo “forzatamente” dietro le sbarre se continuerà a rifiutare.

Se passerà, la legislazione rimarrà in vigore per tre anni, con il governo che deciderà se il recupero dal COVID sia un’esenzione ragionevole.

Saranno esenti solo le donne incinte e i bambini di età inferiore ai 12 anni, oltre a coloro che affrontano “un pericolo per la vita o la salute” ottenendo il vaccino.

Il disegno di legge renderà obbligatori anche i normali colpi di richiamo.

Con decine di migliaia di manifestanti scesi per le strade di Vienna nelle ultime settimane, si prevede che i disordini crescano.

Come prima evidenziato, l’ex direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità Anthony Costello ha avvertito che rendere obbligatori i vaccini COVID-19 potrebbe causare “rivolte” in tutta Europa.

Leggi la storia completa qui …

La tecnocrazia e la politica del dominio dei big data

Pubblicato da: Firmin DeBrabander via The New Statesman Dicembre 3, 2021

“La prevedibilità del comportamento è il Santo Graal dei tecnocrati e se hai bisogno di un piccolo aiuto per diventare prevedibile, hanno molti modi per spingere, manipolare, suggerire e forzare determinati comportamenti. Essendo una risorsa prevedibile, i dati estratti dalla tua vita e dalla tua anima vengono venduti ad acquirenti disposti. E ce ne sono tantissimi!” Editor TN

L’arrogante affermazione dei Big Data di comprendere l’umanità apre le porte a pericolose manipolazioni.
I Big Data hanno grandi cose in serbo per noi. La fiorente industria dedita alla raccolta e all’analisi di ogni nostra emissione digitale, non importa quanto piccola o banale, crede di aver scoperto la chiave per leggerci e prevedere, se non suggerire, il nostro comportamento.

Tali ambizioni non sono nuove. Leader politici e ricercatori nel corso della storia umana hanno pensato di aver decifrato il codice umano e di poterci programmare a piacimento. Allora, cosa c’è di diverso adesso? Perché dovremmo credere che i Big Data ci abbiano scoperto? E anche se gli analisti di dati si sbagliano, cosa dovremmo fare delle loro speranze e dei loro progetti? E cosa dovremmo temere?

L’analisi dei dati è una scienza esoterica i cui metodi e conclusioni sono per noi imperscrutabiliPer citare afamoso esempio, gli analisti di dati che lavorano per il rivenditore statunitense Target hanno dedotto che particolari clienti femminili erano incinte analizzando i loro acquisti di prodotti specifici, tra cui vitamine, lozioni e batuffoli di cotone. Gli analisti di Target erano così astuti da poter prevedere la data di scadenza della donna entro una settimana.

Gli analisti di dati di Facebook, nel frattempo, sanno quando ci stiamo innamorando o quando ci lasciamo. Attraverso un attento studio, essi determinato che “le coppie che stanno per essere ‘ufficiali’ pubblicheranno… 1.67 volte al giorno nei 12 giorni prima di cambiare pubblicamente il loro profilo in ‘in una relazione’.

Il numero di post scende quindi a 1.53 post al giorno nei prossimi 85 giorni… [Mentre] il numero di interazioni diminuisce all’inizio della relazione, c’è anche un aumento del livello di positività. Ciò include l’uso di parole come amore, carino, felice e… [sottraendo] parole negative come odio, male e male”.

In un altro esempio allarmante, studioso di sorveglianza Shoshana Zuboff spiega in L’era del capitalismo della sorveglianza come i prestatori online utilizzano l’analisi dei dati per determinare il merito creditizio. L’aricolo continua QUI

********************************* 

LA SITUAZIONE STA DIVENTANDO PIÙ MINACCIOSA

Un commento di Ernst Wolff

Gli eventi degli ultimi giorni e settimane dovrebbero servire da avvertimento per tutti noi. Da un lato, ci sono segnali crescenti che sperimenteremo una grave crisi energetica prima della fine di questo inverno, e dall’altro, l’erosione del potere d’acquisto a causa dell’inflazione sta guadagnando terreno. A questo si aggiunge l’alta probabilità di ulteriori restrizioni e blocchi, che bloccheranno altre catene di approvvigionamento e porteranno a nuove carenze di fornitura.

Quanto sia pericolosa questa miscela diventa solo chiaramente evidente guardando al fatto che l’economia globale è già gravemente martoriata e il sistema finanziario non può più essere tenuto in vita con i mezzi disponibili fino ad oggi, e che, inoltre, abbiamo a che fare con una popolazione che è stata così terrorizzata negli ultimi venti mesi nel contesto della crisi sanitaria che la maggior parte è attualmente incapace di pensare e agire razionalmente.

Analizziamo i punti uno per uno: La crisi energetica, anche se chiaramente visibile, per il momento non viene affrontata dai governi, ma viene deliberatamente aggravata. L’insistenza sulla limitazione dei combustibili fossili, giustificata dalla minaccia di una catastrofe climatica, la chiusura delle centrali nucleari senza aver assicurato una compensazione attraverso le energie rinnovabili, il costante sabotaggio contro la Russia e la Bielorussia sono solo alcuni segni di un deliberato aggravamento della situazione.

Il fatto che l’inflazione stia attualmente aumentando più fortemente di quanto abbia fatto per decenni non è, come sostiene il capo della BCE Lagarde, un fenomeno temporaneo. È la conseguenza di una politica monetaria ultra-libera che è stata perseguita per più di dieci anni e che ha superato una linea rossa nel marzo dell’anno scorso: dopo l’abbassamento del tasso d’interesse chiave a zero o vicino allo zero, per le banche centrali è rimasto solo il mezzo della creazione incondizionata di denaro dal nulla.

Tuttavia, per funzionare, questa creazione di denaro deve diffondersi sempre di più e non può più essere limitata, come nel caso di un drogato. Il risultato: siamo all’inizio di una demonetizzazione mondiale che non può più essere fermata. L’articolo continua QUI

E NOI COME STRONZI RIMANEMMO A GUARDARE – PRONTI PER IL METAVERSO?

Il film E noi come stronzi rimanemmo a guardare presentato alla Festa del Cinema di Roma, simpaticamente imperfetto e coraggioso, mette in guardia in forma tragicomica. Il regista dell’opera, evidentemente  ispirato dal film drammatico di Kennth Loach Sorry We Missed You e dal magnifico HER di Spike Jonze, percepisce che stiamo andando verso una dittatura della tecnologia che, come dice PIF alias Pierfrancesco Diliberto, “tira le persone sempre più in basso invece di metterle al centro”. “Non c’è spazio per la tristezza e la solitudine nel mondo di Fuuber”, è la filosofia dell’imprenditore del racconto, con evidente riferimento a una figura della vita reale. Quanto poco la fantasia di questa commedia a sfondo distopico si discosti dalla realtà diventa evidente nel guardare sia il film che il video di presentazione di Mark Zuckerberg, entrambi presentati poche settimane fa.

“Siamo all’inizio di un nuovo capitolo per internet, ed è anche un nuovo capitolo per la nostra azienda”. È così che Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook, ha annunciato il metaverso e la nascita del meta. Potrebbe essere un nuovo capitolo per tutta l’umanità. Il progetto: un futuro in cui le persone possono andare a lavorare, incontrarsi e passare il loro tempo libero utilizzando ologrammi che ci permettono di virtualizzare esperienze che una volta erano fisiche. Immaginate un mondo digitale in cui potete condurre la vostra  vita senza uscire di casa, incontrarvi con i vostri amici (avatar), ballare, assistere ad un concerto, viaggiare, volare stando sul divano della vostra stanza. Benvenuti nel “metaverso”

.Il corposo articolo continua QUI

Link in ordine di apparizione:

https://www.libreidee.org/2021/12/carraro-troppi-italiani-pronti-a-obbedire-al-totalitarismo/ 

https://www.libreidee.org/2021/12/obblighi-e-menzogne-ma-lingiustizia-ci-sta-rafforzando/ 

https://it.technocracy.news/gli-austriaci-non-conformi-ora-rischiano-multe-salate-in-prigione/

https://it.technocracy.news/la-tecnocrazia-e-la-politica-del-dominio-dei-big-data/

https://www.nogeoingegneria.com/effetti/politicaeconomia/la-situazione-sta-diventando-piu-minacciosa

https://www.nogeoingegneria.com/librifilms/e-noi-come-stronzi-rimanemmo-a-guardare-pronti-per-il-metaverso/  

®wld

Older Entries