Home

David Icke svela la cospirazione degli Arconti e la matrice fatiscente – AGGIORNATO

Lascia un commento

La performance di Wembley ha visto Icke trattenere il pubblico
nel palmo della sua mano per dieci ore

di Anna Bragga
November 02, 2014

dal sito web HumansAreFree

Versione spagnola

Uno dei personaggi pubblici più amati e derisi al mondo; l’ex presentatore sportivo, autore e relatore della BBC TV, David Icke, ha fatto molta strada da quella famigerata intervista a Wogan del 1991 , raggiungendo una sorta di status di culto se la performance alla maratona di Wembley di sabato è qualcosa da seguire. Per oltre dieci ore, Icke ha attirato l’attenzione di quasi 12.000 persone, alcune delle quali erano arrivate da tutto il mondo, mentre sfidava quasi tutte le norme, credenze e supposizioni della società sulla natura della realtà, immergendosi più in profondità nel “coniglio”. buco’ (un modo per entrare in un mondo bizzarro) di quanto la maggior parte dei teorici della cospirazione abbia osato.

“Il pazzo è tornato”, ha ruggito, mentre saliva sul palco, prima di riportare abilmente l’idea sui suoi detrattori: le persone che impongono la nostra “falsa realtà”, attraverso “The Bubble Program” di istruzione controllata dallo stato , media , scienza, politica, medicina e diritto.


“Abbiamo bisogno della fine della ‘normalità'”


Riscaldando il suo tema, Awaken, Icke non ha perso tempo a martellare a casa l’idea che stiamo vivendo in un manicomio che abbiamo accettato come normale.

“Non c’è bisogno che una sola persona sia affamata o senza casa su questo pianeta”, ha ammonito.

“La maggior parte delle persone è coinvolta nel programma. Gli altri che possono accedere a un’altra realtà sono chiamati matti”.

La stragrande maggioranza di noi soffre inconsapevolmente di una malsana mentalità da schiavo, ha detto.

Stiamo vivendo i fenomeni psicologici della dissonanza cognitiva, in cui le nostre convinzioni e il nostro comportamento sono in conflitto, e la sindrome di Stoccolma, il legame traumatico con un rapitore. Tutto questo è stato allegramente riassunto come “The Bamboozle”.

Icke ha attinto alle opere di artisti, pensatori e scienziati pionieri per supportare le sue teorie.

Nomi come:

…apparso sul grande schermo in rapida successione.

La nostra capacità di “decodificare la realtà” è legata a ciò che siamo in grado di percepire, ha proseguito. Saggi e sciamani sono stati a lungo in grado di vedere oltre la ristretta gamma di frequenze della luce visibile.

Non è un caso che la ghiandola pineale situata nel cervello, conosciuta anche come “l’occhio della mente”, si stia calcificando con l’introduzione di fluoro nella nostra acqua.

Icke si è lanciato in un attacco feroce sull’insabbiamento delle reti pedofile.

Il corso accelerato di metafisica e teoria quantistica si è evoluto per comprendere la presenza onnipresente di campi elettromagnetici che collegano ogni cosa.

“Il cuore è il campo elettromagnetico più potente del corpo; lo sa e basta”, ha detto.

“Ed è per questo che vogliono spegnerlo con depressione, paura e preoccupazione. Il cervello obbedisce al cuore. Quando il cuore, il cervello e il sistema nervoso centrale sono in armonia, siamo in uno stato di coscienza elevato”.

“Il mondo è strutturato per metterci in stati di emozione a bassa vibrazione. La nostra realtà è simile al film, The Matrix. Dobbiamo smettere di vivere nella menzogna di chi siamo.

Siamo in una prigione intellettuale e non è possibile unire i punti per vedere l’immagine”.

L’idea che l’universo sia un ologramma esistente nelle informazioni sulla forma d’onda può essere un concetto più difficile da afferrare per molti, ma con le recenti caratteristiche del New Scientist e dello Scientific American , sta guadagnando una più ampia accettazione.
 

Il dirottamento dell’Arconte


Se le prime tre ore non avessero frantumato la tua falsa programmazione – supponendo che fossi arrivato come “normale” – la prossima sessione avrebbe potuto essere il colpo di martello. Protestare e combattere il sistema è destinato a fallire, ha tuonato l’instancabile Icke, preparando il suo pubblico a un cambiamento ancora più grande della percezione. I politici sono solo burattini, e non sono le corporazioni che dirigono gli eventi.

Quando vai più in profondità, vedi i Rothschild, ma non è tutto; venticinque anni di ricerche lo hanno portato alla conclusione che,

“la realtà pullula di diverse impressioni di vita”.

Ciò di cui le persone hanno davvero bisogno di svegliarsi è il fatto che questa realtà è stata dirottata da una forza invisibile che gli gnostici chiamavano “Arconti“, ha detto.

Questa “verità” conservata nella Grande Biblioteca di Alessandria in tempi antichi, conosciuta anche dai Catari francesi e da altre culture con nomi diversi, doveva essere distrutta, in modo che potesse essere installato un “falso Dio”.

“La mente arcontica è la mente dello psicopatico :

  • nessuna empatia o vergogna
  • nessun rimorso
  • bugiardi patologici

È la mentalità vista nei leader mondiali e, sempre di più, nella polizia militarizzata e nel settore bancario“, ha continuato Icke sfogliando le immagini del MALE per illustrare,

“l’inversione della parola VIVERE” (= MALE).

L’umanità è stata tenuta all’oscuro di questo culto della morte e i seguaci arconti, come ad esempio i satanisti e i media arcontici, sono ossessionati dalla morte e dall’uccisione.

L’ All Seeing Eye stampato sulle banconote da un dollaro è un simbolo della rete Archontic.

La maggior parte dei politici sono di stirpe arcontica o agenti di essi – psicopatici, e il sistema legale impone la volontà del sistema politico.

L’Agenda 21 di Archon è un piano per introdurre la Hunger Games Society.

Ci stiamo dirigendo verso un mondo senza contanti e una “Gran Bretagna da conigli” negli insediamenti umani.

È già stato progettato come iniziative della comunità locale, ma in realtà è centralizzato attraverso l’UE.

C’è una guerra alla nostra salute per indebolirci sistematicamente in modo che possano entrare.

Se sei malato, sei più facile da controllare.

La grande WMD è la guerra alla salute umana, con Big Pharma letteralmente “una scena del crimine” mentre cercano di distruggere alternative.

“La mente arcontica è la mente dello psicopaticoNessuna empatia o vergogna, nessun rimorso, bugiardi patologici

Ibridi rettiliani posseduti dagli Arconti Quando Icke si presentò con l’idea che i rettiliani governassero il mondo, molti anni fa, fu ampiamente ridicolizzato ed etichettato come pazzo.

Ma l’incredulità si sta trasformando in rispetto, poiché molte delle sue teorie si sono avverate e molte sono state trovate avere origine in vecchi testi di testo. L’esistenza di entità rettiliane è una di queste ultime, essendo stata descritta dagli gnostici quasi 2000 anni fa.

Alcune linee di sangue sono state create per essere veicoli di queste entità, ha continuato, mentre il pubblico fissava le illustrazioni rettiliane della famiglia reale.

“Il motivo per cui i reali si incrociano è per mantenere il campo delle informazioni che ha determinati tratti della personalità che gli Arconti vogliono, perché non ha compassione o empatia.

La frequenza degli ibridi è molto più simile a quella degli Arconti rispetto al resto della popolazione.”

“Siamo stati infiltrati da una forza che si impossessa della realtà perché ci assomigliano. La gente dovrà presto affrontare il fatto che questo è il motivo per cui il mondo è come è”.


Il rapporto tra pedofilia e satanismo


Senza quasi prendere fiato, Icke si è lanciato in un attacco violento all’insabbiamento dell’establishment dei circuiti pedofili , che ora, grazie a Internet, si stanno spalancando.

“I pedofili stanno infestando l’establishment su più livelli”, ha detto.

“Il numero di bambini vittime di abusi in tutto il mondo è impressionante. Il motivo per cui satanismo e pedofilia sono correlati è perché i pedofili sono posseduti da queste entità, che stimolano il desiderio di bambini e attingono alla loro energia.

Ted Heath lo stava facendo e Savile riforniva i ricchi e famosi, motivo per cui non è mai stato perseguito”.

Icke è convinto che prima o poi la verità verrà fuori, e quando lo farà, l’establishment politico e la famiglia reale crolleranno.

L’insabbiamento è così sfacciato, ha detto, con New Scotland Yard che funge da,

“Unità politica di protezione pedofila”.


“Possiamo cambiare il nostro mondo degli Arconti”


Il punto di collegamento per cui David Icke è diventato famoso, è continuato mentre tracciava linee tra le diverse espressioni della stessa cospirazione. Le radiazioni sono molto più alte di quanto non fossero 50 anni fa e le scie chimiche fanno parte del piano per allontanarci dalla coscienza infinita, ha detto.

L’influenza delle entità Arconti sta cambiando il pianeta per farlo sentire più come a casa, per cambiare l’atmosfera in quella di un “Mondo Arconte”.

L’ agenda transumanista, in cui la tecnologia viene inserita nel corpo, ad esempio utilizzando microchip per sostituire la droga, è farci diventare schiavi della società.

Gli Arconti sono una forza robotica e vogliono rendere gli umani come loro. Il dio dei rettili è la tecnologia.

La visione distopica del futuro di Icke presuppone che le masse rimarranno incollate ai loro televisori, bloccate per sempre nella mente alveare di Matrix, che dice:

“Non ho potere”…

È una causa persa?

“Non c’è modo!” tuonò Icke tra applausi. 

“La soluzione è la coscienza. Appena ci svegliamo la partita finisce. Ci tengono nell’inganno mentale e spirituale perché hanno paura che ci svegliamo. 

Gioia, pace, amore e compassione lo cambieranno. 

Disconnettendoci dal programma, togliamo loro il potere.”
 

Dobbiamo trasformare la nostra realtà cambiando la nostra realtà in verità e amore, per ESSERE CHI SIAMO REALMENTE.

Seguendo l’esempio di Icke e non preoccupandoci di essere ridicolizzato o ostracizzato per essere il nostro vero io, abbiamo una reale possibilità di cambiare il sistema, sembrava essere il suo messaggio finale.

Egli ha detto:

“Abbiamo bisogno di trasformare la nostra realtà cambiando la nostra realtà in verità e amore, per essere chi siamo veramente. È necessaria una rivoluzione personale!

Il movimento New Age è evasione; è in negazione. Siamo la rivoluzione se smettiamo di conformarsi alla realtà tradizionale. La cospirazione sta venendo giù. 

Le crepe stanno comparendo. 

C’è un risveglio fenomenale che si sta verificando nel mondo. Il sistema cercherà di opprimerlo, ma non ci riuscirà a causa della grandezza del risveglio globale”.

Tenendo il pubblico ancora nel palmo della mano dopo dieci ore dalla consegna, le ultime parole del re della teoria della cospirazione hanno suscitato applausi e una standing ovation.

“Ricorda questo: nessuno comanda se nessuno obbedisce …”

Il pubblico lo adorava, e quando gli vennero le lacrime agli occhi, lo amarono ancora di più:

Risvegliati Nessuno governa se nessuno obbedisce…! di FAlzinar ottobre 2021dal sito web di Bitchute

Estratto da “AWAKEN!! – David Icke (Wembley Arena 2014 Parte 4)” Video completo QUI

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/biggestsecret/esp_icke127.htm

®wld

Quirinale: quale Diavolo/Demonio siederà in quel luogo?

Lascia un commento

“Porta dell’Inferno” di Auguste Rodin.

La Vera Storia della Porta dell’Inferno al Quirinale

di Redazione dal Sito Web MePiu Informazione di NM

Il 17 settembre a Roma, presso le Scuderie del Quirinale, è arrivato il modello di fusione in gesso della celebre “Porta dell’Inferno” di Auguste Rodin. Pezzo da novanta tra i capolavori della mostra “Inferno”, a cura di Jean Clair, in programma dal 15 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022. L’opera è alta ben 7 metri. Che sia un messaggio subliminale abbastanza esplicito l’entrata a Roma di tale scultura?

 Che siano soltanto teorie? Al momento rimane un forte dibattito. Abbiamo chiesto un parere ad Professor Emanuele Palmieri, già ospite qui su MePiù in un podcast con Eugenio Miccoli. Servizio di Francesco Mastrobattista, e Leonardo Rosi.

Il 17 settembre a Roma (2021), alle Scuderie del Quirinale, è arrivato il modello di fusione in gesso della celebre “Porta dell’Inferno” di Auguste Rodin.Pezzo da novanta tra i capolavori della mostra “Inferno”, a cura di Jean Clair, in programma dal 15 ottobre 2021 al 9 gennaio 2022 

L’opera, concessa in prestito dal Musée Rodin di Parigi, è alta ben 7 metri. 

Il portale è interamente ricoperto di altorilievi raffiguranti parti dell’opera di Dante Alighieri, esclusivamente sull’Inferno. 

Immediate sono state sui social le tesi e i parallelismi tra il significato simbolico della scultura, ovvero il regno delle tenebre, e ciò che socialmente si sta verificando in Italia. 

Negli ultimi due giorni è stato soprattutto diffuso sui social un video del canale YouTube “Libreria Esoterica Cavour” dal titolo “Le porte dell’inferno al Quirinale”, in cui a parlare è Giorgio Rossi, il quale ha subito ipotizzato una relazione di natura quasi rituale tra la venuta della porta nel cuore della cristianità e l’entrata in vigore del nuovo decreto, arrivando persino ad ipotizzare che in quel quirinale a cui fa riferimento il titolo, siederà proprio il “Demonio” in persona. 

Che sia dunque un messaggio subliminale abbastanza esplicito l’entrata a Roma di tale scultura? Che siano soltanto teorie?

In ogni caso è una tesi che sta dilagando sui social, sta affascinando molti appassionati di esoterismo ed allarmando i più ferventi cattolici e religiosi. 

C’è 

a dire che l’argomento si dimostra scottante a causa del dibattito ancora caldo dovuto al video di Monsignor Carlo Maria Viganò

Persino la scrittrice Ilaria Bifarini, autrice di un libro che ha fatto molto parlare “Il Grande Reset“, si sofferma sulla non casualità della questione. Così scrive sui social: 

“Ormai non hanno più bisogno di nascondere i propri intenti, anzi li esibiscono sfacciatamente: 

la porta dell’inferno di Rodin da Parigi viene portata a Roma, non a caso davanti al Quirinale. 

Macron passa la staffetta a Draghi. 

A dir poco, emblematico”. 

Insomma, tra chi verso questo oggetto ha una visione di matrice più metafisica, e chi invece reputa sia una semplice opera d’arte, si è dato il via a molteplici riflessioni. 

A tal proposito abbiamo chiesto il parere anche ad Emanuele Palmieri, Formatore e ricercatore, creatore della disciplina di crescita personale “Matrice Interiore”, fondatore del canale YouTube “Infinito”.

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/


®wld

Wetiko – Guarire il v-i-r-u-s mentale che affligge il nostro mondo

Lascia un commento

di Bernhard Guenther
dal sito web: VeilOfReality

Paul Levy si unisce a Bernhard Guenther nel podcast Cosmic Matrixper la seconda volta.

Questa volta, hanno avuto molto da recuperare alla luce di Wetiko, della situazione mondiale e del prossimo libro di Paul “Wetiko – Healing the Mind-V-i-r-u-s that Plagues our World”. In questo podcast, discutono,

  • la natura del male
  • l’aspetto iperdimensionale (non locale) del v-i-r-u-s Wetiko (la malattia psico-spirituale che ha infettato l’umanità attraverso la mente delle persone)
  • con quanta facilità possiamo essere presi in carico da Wetiko (senza rendercene conto)…

Legano anche questo concetto di Wetiko al male che vediamo svolgersi sulla scena mondiale e alla presa di potere totalitario globalista che vediamo accadere attualmente. Paul condivide l’antidoto e la cura per Wetiko, e come questo si collega alla necessità di affrontare la nostra oscurità interiore attraverso il lavoro delle ombre e l’interrelazione tra,

il virus Wetiko e il C-O-V-I-D da una prospettiva metafisica…

Inoltre, Paul fornisce alcuni consigli pratici su come contrastare Wetiko (dentro di noi e nel mondo), e come riprendere il nostro potere creativo, e l’importanza di non censurarci per paura.

Nella seconda ora, Paolo si immerge più profondamente nella “natura onirica della realtà”.

Discutono di come Wetiko si relaziona al governo ombra, e come ha infettato la sinistra e il movimento del risveglio come un’entità occulta di gruppo, e come può manifestarsi in varie “ideologie sveglie” (teoria della razza critica, cultura di cancellazione, ecc.)

Discutono anche di come Wetiko abbia infettato anche lo spazio terapeutico e di come la patologia si sia normalizzata, il che crea ancora più traumi.

Paolo parla dell’archetipo “sciamanico” che è attualmente attivato nella psiche collettiva, e di come siamo tutti chiamati a fare la discesa nelle tenebre (dentro di noi e nel mondo) per trasmutare le ombre in luce – come il processo alchemico di trasmutare il piombo in oro…

Inoltre, Paolo condivide circa,

  • le “quattro ignobili cecità” di Wetiko
  • come le persone hanno distorto il suo lavoro e il concetto di Wetiko
  • l’importanza di essere consapevoli dei nostri trigger
  • i punti di ingresso in cui Wetiko può influenzarci…

Discutono anche dell’importanza di costruire una comunità spirituale e molto altro ancora…

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/

*****************************************************

Corsivo mio: Wetiko, è il v-i-r-u-s dell’egoismo secondo gli amerindi

®wld

Nuovi faraoni e nuovi dei pagani

Lascia un commento

 

 

Transumanesimo: i nuovi faraoni e i loro nuovi dei pagani

 

di: David Goldman 

La ricerca dell’immortalità è vecchia quanto l’esistenza umana, ma ha assunto una forma moderna nel Transumanesimo che è altrettanto superstiziosa e sciocca dei faraoni nell’antico Egitto. Alla fine, altrettanto certamente fallirà. ⁃ Editor TN 

 

Gli ebrei di tutto il mondo domani ascoltano Parsha Bo (Esodo 10: 1 – 13:16) declamato nella sinagoga, raccontando l’ultima delle piaghe bibliche, l’uccisione del primogenito egiziano e la nostra partenza di mezzanotte dall’Egitto. È un momento solenne nel nostro calendario religioso. I nostri rabbini sottolineano che Dio non ci ha semplicemente liberati dalla schiavitù egiziana, ma ha portato un terribile giudizio contro i loro dei. Signore, ascolta il nostro grido e porta un giudizio contro gli dei pagani che sono adorati oggi!

Dio disse a Mosè: “Passerò attraverso l’Egitto quella notte, e ucciderò tutti i primogeniti in Egitto, uomo e animale. Compirò atti di giudizio contro tutti gli dei dell’Egitto: Io (solo) sono Dio. “(Esodo 12:12). Il rabbino Lord Jonathan Sacks commenta: “Le piaghe non erano intese solo a punire il faraone e il suo popolo per i loro maltrattamenti agli israeliti, ma anche a mostrare loro l’impotenza degli dei in cui credevano. Ciò che è in gioco in questo confronto è la differenza tra il mito – in cui gli dei sono meri poteri, da domare, propiziare o manipolare – e il monoteismo biblico, in cui l’etica (giustizia, compassione, dignità umana) costituisce il punto d’incontro di Dio e l’umanità.”

Qual è stato il risultato dell’idolatria egiziana? L’élite al governo voleva vivere per sempre e ha reso schiavi i miei antenati per costruire grandiose tombe in cui i loro corpi mummificati sarebbero migrati verso un’altra vita, circondati dalla loro ricchezza e da alcuni servitori convenientemente morti. Una parte considerevole della produzione economica dell’Egitto nutriva le fantasie dei Faraoni, di cui oggi ridiamo. Il desiderio di vita eterna non è nuovo, e difficilmente unico per ebrei o cristiani. I Neanderthal seppellirono i loro morti con gravi omaggi. Gilgamesh l’eroe babilonese partì alla ricerca della vita eterna. I faraoni costruirono piramidi con il nostro sudore e il sangue.

Oggi i nostri progressisti opinionisti ridicolizzano il concetto di un Dio eterno e di un mondo a venire, ma credono che presto caricheremo le nostre menti su Internet dove la nostra coscienza continuerà intatta. Ridiamo all’idea che i beati passerebbero l’eternità suonando le arpe seduti sulle nuvole, ma l’opinione illuminata ora crede che manterremo le nostre menti consce nel cloud di Google. Aggiungi a questo un corpo robotico, e presumibilmente possiamo vivere per sempre. Molti miliardari della Silicon Valley lo prendono sul serio.

Secondo Wikipedia:

Il caricamento mentale può essere potenzialmente realizzato con uno dei due metodi seguenti: copia e trasferimento o sostituzione graduale dei neuroni. Nel caso del metodo precedente, il caricamento mentale sarebbe ottenuto mediante la scansione e la mappatura delle caratteristiche salienti di un cervello biologico, e quindi copiando, trasferendo e memorizzando lo stato di informazione in un sistema informatico o in un altro dispositivo computazionale. Il cervello biologico potrebbe non sopravvivere al processo di copia. La mente simulata potrebbe essere all’interno di una realtà virtuale o di un mondo simulato, supportata da un modello di simulazione anatomica del corpo 3D. In alternativa, la mente simulata potrebbe risiedere in un computer che è dentro (o collegato a) un robot (non necessariamente umanoide) o un corpo biologico. 

 

Questa non è scienza, ma fantascienza. L’urgenza di sfuggire alla morte, tuttavia, rimane potente oggi come lo era quando Mosè si confrontò con Ramses. Una startup tecnologica offre ora un metodo per preservare la disposizione chimica del tuo cervello fino al momento in cui può essere caricata, con l’effetto collaterale minore che dovrai morire nel processo.

Sembra sciocco, ma la corrente principale dell’opinione illuminata ora crede che l’intelligenza artificiale, la manipolazione dei geni e altre mode tecnologiche trasformeranno la razza umana in qualcosa di completamente diverso. Lo scrittore popolare Yuval Harari, uno dei preferiti di Bill Gates, Mark Zuckerberg e Barack Obama, profetizza che ci trasformeremo in caricature fantascientifiche di noi stessi. In una recente intervista, l’autore più venduto ha dichiarato:

 

Dato il ritmo attuale dello sviluppo tecnologico, è possibile che ci distruggiamo in alcune calamità ecologiche o nucleari. La possibilità più probabile è che utilizzeremo la bioingegneria, l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per migliorare noi stessi in un tipo di essere completamente diverso o per creare un tipo di essere totalmente diverso che prenderà il sopravvento. In ogni caso, tra 200 o 300 anni, gli esseri che domineranno la Terra saranno molto più diversi da noi di quanto non lo siamo dagli uomini di Neanderthal o dagli scimpanzé. 

 

Harari non è pronto a conservare il suo cervello per un futuro caricamento, ma la sua visione di auto-trasformazione umana è la prossima cosa peggiore. Tutta l’indagine metafisica ed esistenziale dei filosofi, tutta l’ispirazione degli artisti, tutta la rivelazione dei profeti è gettata nel cestino del laboratorio del cervello. È una follia, ma ora offre una seria competizione alle fondamenta bibliche della società occidentale.

I nostri nuovi faraoni credono nei metodi per ottenere l’immortalità sciocca come i vecchi. Ed essi nutrono fantasie simili per lo stesso motivo: vogliono trasformarsi in divinità immortali che non hanno più alcun vincolo sulla soddisfazione dei loro appetiti rispetto alle divinità rapaci, concupiscenti e assassine dell’antico paganesimo.

 

Leggi la storia completa qui .. 

 

Fonte: https://www.technocracy.news/

 

®wld

La malattia cumulativa omnidale si sta metastatizzando

Lascia un commento

Crollo del sistema globale: i geni e la “natura umana” non sono la causa del “caos mondiale”

 

 

By Prof. John McMurtry
Global Research, September 06, 2018

 

Nota dell’autore: il testo di questo articolo è tratto da un dibattito online su Science for Peace, Dipartimento di fisica, Università di Toronto, settembre 2018

C’è una spiegazione popolare per il caos del mondo ora su di noi, e molti scienziati e filosofi lo sostengono. La forma di questa argomentazione è che la crescente crisi globale che affrontiamo fa risalire alla natura umana e ai geni per spiegarla.

L’ormai diffusa categoria scientifica di antropocene per localizzare la crisi globale esprime la stessa idea e gestisce lo stesso diversivo dalla causa comune.

In realtà, nessuno può spiegare a distanza il collasso del sistema globale in corso né l’estrema destabilizzazione climatica che è il principale sintomo noto di esso.

La crisi della vita planetaria su tutti i fronti è limitata a un meccanismo causale molto più specifico: gli assalti cumulativi, montanti e non regolamentati della distruzione industriale privata, dell’inquinamento, dell’esaurimento e dei rifiuti dei consumatori in un periodo relativamente breve dell’epoca dell’antro.

Ma l’argomentazione ” genetica umana” o ” natura umana” oscura questo fatto fondamentale. Non viene da persone stupide, ma è una spiegazione stupida.

L’antico errore della “natura umana” per spiegare le istituzioni cieche della vita

Più esattamente, è un preconcetto duraturo che è stato dominante fin dai tempi antichi. È stato spesso smentito, ma il suo ritorno esprime in un altro modo la cecità vitale istituita dell’era neo-capitalista.

In questa pericolosa congiuntura dell’evoluzione umana e della storia, è un altro ostacolo ideologico a far deragliare l’esame del problema socio-strutturale.

Dobbiamo tenere a mente che la stessa argomentazione sulla “natura umana” è stata a lungo in atto per spiegare la schiavitù come un fenomeno naturale. Socrate, Platone e Aristotele, la più tranchant, concepirono la schiavitù come naturale per gli esseri umani e così immutabile. Erano uomini molto intelligenti, ma lo consideravano un dato di fatto della condizione umana.

Fin dal primo studio di questi filosofi, ho osservato l’argomento riapparire in tempi malvagi per bloccare la comprensione delle persone sull’effettiva causa socio-strutturale dei problemi solubili.

Ad esempio, l’accettazione della guerra e della schiavitù per millenni si è basata su un “argomento di natura umana”. È naturale che alcuni regnino e altri li servano, e le guerre decidono quale gruppo è più adatto a governare.

Di fatto, entrambe le istituzioni non sono affatto espressioni di natura umana, ma istituzioni totalitarie forzate pervasivamente di omicidi di massa e schiavitù in particolari formazioni sociali che servono la sovranità della minoranza ricca e senza lavoro. loro.

Il capitalismo non è naturale o determinato dal gene

Il capitalismo del sequestro monetario è un’estensione storica di queste istituzioni che regna ancora. La sua differenza è che una forma finanziaria de-regolata e iper-aggressiva ha portato le tendenze di uccisione di massa che sono state patogene a senso unico dal momento che la svolta di Reagan-Thatcher contro il diritto pubblico di protezione della vita e di non partigiani governo.

Continua ancora oggi. Ma i danni cumulativi ignorati da tempo hanno raggiunto. L’organizzazione della vita planetaria sta pagando il prezzo in termini di degenerazione e collasso ad ogni livello, arricchendo ulteriormente quelli che guidano la catastrofe globale.

Hanno scure ragioni per scegliere e finanziano tranquillamente l’argomento dei “geni”, “natura umana” e “antropocene” come la ragione del caos crescente.

Eppure questa regola clinicamente folle è assurdamente attribuita a “natura umana” e “geni” anche da coloro che non ne traggono beneficio. Dopo tutto, molte più vittime sono “natura umana” anche con “geni umani” in “l’antropocene”, e solo una minoranza è d’accordo con le politiche, e sempre più aborriscono i leader e il sistema che guidano che insieme producono tali carattere inumano e malgoverno eco-genocida.

Eppure avrete ancora i pensatori più eminenti – anche l’inventore dell’impronta

ecologica – sostengono che il nostro attuale sistema ecocida si basa su un carattere genetico formato nel nostro passato remoto. Pensa che sia indicato dalla massiccia scomparsa di grandi animali da parte della mano umana, ma da allora è stato sapientemente attribuito alla selezione da condizioni ambientali alterate.

L’argomento del “gene” è molto allettante, tuttavia, per la sua semplificazione in “risultati” fissi a una causa. Questa è l’essenza teoretica della “sociobiologia” in generale. esso è stato dominante nell’accademia e nei media legacy come una razionalizzazione apparentemente scientifica di un chiaro disordine sociale.

Tuttavia, finché dura la sua storia di copertura, la crescente crisi del governo privato dei ciechi che distrugge la vita terrestre condivisa non deve essere affrontata o risolta.

La soluzione di Nicer People

Una delle conseguenze indebolibili delle deviazioni del gene della natura umana dal disordine del sistema regnante è che attribuisce l’onere ai singoli esseri umani di risolvere il problema essendo “più gentili” e “più gentili” l’uno con l’altro.

Questo suona sicuramente bene. Tuttavia, rintraccia l’attenzione critica dal disordine dei mercati aziendali alla fine della vita alle personalità di individui che normalmente hanno un tale o nulla a che fare con esso, e di solito sono vittime della sua sistematica spogliazione di istituzioni pubbliche, regolamenti di protezione della vita e basi di reddito.

In effetti, questo disturbo sistemico ha invaso così tanti livelli dell’evoluzione della società che l’insicurezza della vita dei cittadini è stata normalizzata in tutte le fasi del lavoro, dell’ambiente e del futuro, per quanto ci piacciano gli uni gli altri come individui (che io per amore).

Eppure non sono le singole scelte che sono responsabili del sistema che opprime i mezzi di sussistenza della maggioranza, le loro condizioni di vita e il loro futuro, compreso quello dei loro figli. Concentrarsi su di loro è una forma implicita di incolpare la vittima. Il fatto che siano persone più carine è essenzialmente al di là del punto del problema.

In termini logici, questo è un errore di divisione. Deriva falsamente dalle proprietà di un’entità collettiva le proprietà dei singoli membri di esso, rendendole così responsabili del suo peggioramento o miglioramento. “Siamo tutti responsabili, ognuno di noi per questa crisi umana” è un’espressione corale noiosa di questo errore.

Perché rende coloro che lo dicono così, bene, gentile e gentile, possono crogiolarsi nella riflessione del sé virtuoso. Quelli che di fatto stanno guidando la crisi mentre i suoi pianificatori e dirigenti, con oscenamente alti guadagni finanziari e privilegi per farlo, nel frattempo sono rimasti incolpevoli e fuori dai guai.

La domanda di cui bono: chi beneficia e guadagna da questo sistema insano della vita? – è annullato a priori.

Quelli che sostengono in questo modo non sono così carini come sembrano. Si presentano come persone buone agli altri, si ingraziano a chi ha il controllo e evitano di dover affrontare il vero problema. Questo è certamente più facile e più sicuro. Di fatto, può portare un favore dall’alto ai ciucci e al loro “attivismo per la pace” per il “side-tracking” dal vero male e dai suoi principali agenti. 

La cultura del cover-up del sistema omnicidale

Anche l’evitamento autocentrico del sistema omnicidale si colloca perfettamente in linea con la metafisica dell’agenzia atomica della “scelta del libero mercato”. È il singolo consumatore che sceglie il sistema.

Ancora una volta torniamo al carattere umano individuale come responsabile del disordine del sistema – sebbene, in realtà, i desideri del consumatore siano condizionati operativamente in preferenze (perché si spende molto più denaro per pubblicità pervasive che per ricerca o salute); le condizioni di produzione sono escluse norme e diritti commerciali (perché si verificano ‘corsa al ribasso’ e si verificano standard ambientali); e quasi il consumatore o il cittadino scelgono da remoto che le società debbano competere per abbassare le tasse ai ricchi, abolire l’esame pubblico e l’imposizione di diritti ambientali e dei consumatori e far eleggere i loro rappresentanti eletti da lobby e manipolatori monetari invisibili.

Natura umana? I geni? Scelta del consumatore? La cultura del cover-up ha molti livelli.

Tutte le forme di discussione analizzate sopra condividono una caratteristica. Individuano la responsabilità nell’agenzia individuale. Questa è la metafisica dominante della civiltà occidentale, e perché oggi abbiamo un tale problema nel riconoscere il disordine collettivo del sistema.

Infatti, veniamo continuamente fuorviati dalla comprensione e dalla conoscenza del meccanismo causale collettivo del Grande Disordine come sua funzione centrale – per deviare la colpa, la responsabilità e l’azione sociale dal malgoverato ereditario ma cumulativamente patologico dall’alto che minaccia la vita sulla Terra stessa.

Solo un modello diagnostico si adatta a tutti i fenomeni depredatori attraverso gli host di vita biologici, sociali ed ecologici. Non è “natura umana” o “geni” o “antropocene”, o troppo pochi individui “carini / gentili” o “scelta del consumatore”.

Il vero meccanismo causale di tutte le tendenze degenerate a senso unico di questa malattia cumulativa omnidale è un cancro finanziario privato altamente invasivo che si sta metastatizzando tra società e organizzazione della vita globale.

*

Il Prof. John McMurtry è Fellow della Royal Society of Canada e autore dello studio in tre volumi, Philosophy and World Problems dell’UNESCO Encyclopedia of Life Support Systems (EOLSS). Le sue opere sono tradotte in tutti i continenti e il suo ultimo libro è The Cancer Stage of Capitalism: from Crisis to Cure.



La fonte originale di questo articolo è Global Research

Copyright © Prof. John McMurtry, Global Research, 2018
Fonte diretta: https://www.globalresearch.ca/

®wld

Older Entries