Home

60 resoconti diversi sul leggendario primo re di Roma Romolo

Lascia un commento

L’indovinello di Romulus: il leggendario primo re di Roma esisteva davvero?

Recenti scavi a Roma hanno riacceso il dibattito sul fatto che il leggendario primo re di Roma, Romolo, fosse un personaggio storico o solo un’opera di fantasia. In effetti, all’inizio di quest’anno, gli archeologi hanno portato alla luce  un presunto santuario di Romolo  che risale a circa 2.600 anni fa. Oltre a questa scoperta, gli archeologi negli ultimi decenni hanno  fatto scoperte  che sembrano essere collegate al mito canonico della fondazione di Roma. Mentre la maggior parte degli accademici ha a lungo scritto Romolo come una “fabbricazione letteraria”,  alcuni hanno contestato  questa opinione prevalente e hanno sollevato nuove prove; ma ce n’è abbastanza per risolvere finalmente la controversia?

Il caso contro l’esistenza di re Romolo

Il caso contro il leggendario fondatore e re romano, Romolo, è piuttosto semplice: ci sono episodi fantastici nel racconto di Romolo che semplicemente non possono essere veri. Dopotutto, per non dire altro, sembra altamente improbabile che Romolo fosse il figlio del  dio Marte, fu salvato da una lupa carnivora selvaggia e ascese miracolosamente nei cieli, dopodiché divenne il dio Quirino che vegliava sullo stato romano . Se queste storie dubbie non fossero abbastanza dannose, ci sono altre leggende della fondazione romana in competizione che non si concentrano su un eroe omonimo.

Oltre a queste questioni, alcuni accademici hanno sostenuto che la datazione archeologica di Roma non è in linea con la presunta fondazione della città nel 753 a.C., e ci sono pochissime, se non nessuna, prove iniziali convincenti dell’esistenza del re  Romolo . Mentre gli scettici di Romolo fanno molti punti giusti, non chiudono necessariamente il caso contro un fondatore omonimo di Roma.

Denario con la testa laureata, dai capelli lunghi e barbuta di Quirino (Romolo). (Classical Numismatic Group, Inc./  CC BY SA 3.0  )

Spiegazioni del mondo reale per le leggende di Romulus

Prima di tutto, semplicemente perché nella leggenda di Romolo esistono componenti soprannaturali non significa che la nozione di fondatore di un eroe sia priva di credibilità, soprattutto considerando che c’erano alternative più plausibili e antiche. Per uno, alcuni storici antichi credevano che il padre di Romolo non fosse il dio della guerra. Piuttosto,  un ammiratore o il re canaglia di Alba Longa  – Amulio – violentò selvaggiamente e impregnò la madre di Romolo – nota come Rea Silvia – portando alla scandalosa gravidanza.

Anche la leggenda della lupa  è di origine discutibile, dato che i lupi hanno maggiori probabilità di divorare i bambini che di allattarli. Tuttavia, alcuni storici antichi sostenevano che un lupo di nome Lupa non avesse aiutato il piccolo Romolo. Invece, una prostituta lo ha fatto, e la giustificazione di questa convinzione è  che  lupa  era un termine antico  che si traduceva essenzialmente in “puttana”. Quindi, una prostituta – forse chiamata Acca Larentia – piuttosto che un lupo avrebbe potuto prendersi cura di Romulus.

Replica della lupa romana, Romolo e Remo, Capitole, Roma, Italia. ( CC0 )

Infine, l’ascensione di Romolo nei cieli dovrebbe essere motivo di scetticismo. La maggior parte dei pensatori moderni richiede prove di qualche tipo quando si confrontano con tali individui che si suppone si smaterializzino e diventino vere divinità, specialmente quelli appartenenti ai pantheon di quelle che ora sono religioni morte. Ma alcuni scrittori romani e greci credevano che la verità sulla morte e scomparsa di Romolo fosse molto più semplice: un quadro di romani  stanchi del regno dispotico e ingiusto del re Romolo, spietatamente  lo uccise,  smembrò il suo corpo, nascose i resti e poi disse a tutti che aveva subito un’apoteosi miracolosa.

Pertanto, l’esistenza di episodi soprannaturali nella leggenda canonica non è necessariamente uno sciopero contro Romolo, dato che esistevano alternative antiche più plausibili. I componenti spettacolari potrebbero essere stati creati solo per rafforzare la reputazione di re Romolo e nascondere verità sgradevoli al pubblico romano.

L’orgoglio del re Romolo. ( Dominio pubblico )

Le vedute dei miti e dell’archeologia moderna

Gli antichi scrittori conoscevano  diversi miti di fondazione  che variavano anche al di là di questi.  Dionigi di Alicarnasso  menzionò di conoscere 14 leggende,  Plutarco  ricordò 13, Festo 10 e Servio 8, ma lo stimato storico moderno TP Wiseman affermò di aver scoperto almeno  60 resoconti diversi  che esistono in qualche forma. Alcuni sono simili alla versione canonica; altri variano notevolmente; ci sono numerosi nomi diversi del fondatore e primo re di Roma, inclusi Rhomos, Rhomus, Rhomylos e, naturalmente, Romulus (molte di queste varianti hanno anche diverse genealogie); e alcune narrazioni non menzionano nemmeno un fondatore omonimo. Infatti, ha  scritto Plutarco , “Alcuni dicono che i Pelasgi, dopo aver vagato per la maggior parte della terra abitabile e sottomesso la maggior parte dell’umanità, si stabilirono in quel sito, e che grazie alla loro  forza  in guerra chiamarono la loro città Roma.”

Di solito, le numerose narrazioni contraddittorie sarebbero prove convincenti contro l’esistenza di un eroe fondatore di Roma, ma la maggior parte dei resoconti afferma che qualcuno – il cui nome era Romolo o un derivato simile – ha svolto un ruolo critico nella  fondazione di Roma. Inoltre, ogni volta che venivano incluse le date, gli antichi concordavano ampiamente che Roma fosse stata fondata intorno all’800-700 a.C.

Numerosi accademici moderni hanno rifiutato questa datazione e affermano che le prove fisiche non lo confermano. Tuttavia, i ritrovamenti degli ultimi decenni hanno messo in discussione questo punto di vista. Secondo l’ archeologo moderno  Andrea Carandini  – che non è privo di polemiche –  sono stati scoperti un antico muro del Palatino, un pavimento del Foro Romano, manufatti votivi e persino resti di una casa regale sul  Palatino e risalgono a circa 800-700 AVANTI CRISTO.

Riproduzione del blocco di pietra di Lapis Niger con l’iscrizione in latino antico. (Sailko /  CC BY-SA 3.0  ) Gli  antichi romani credevano che il Lapis Niger segnasse la tomba del primo re di Roma, Romolo, o il punto in cui fu ucciso dal senato, o il luogo in cui Faustolo, il padre adottivo di Romolo cadde in battaglia.

Molti di questi reperti sembrano anche potenzialmente legati al mito di Romolo. Dopotutto, si diceva che avesse costruito un muro sul Palatino, forse preparato il Foro per l’uso, innalzato templi dove sono state trovate reliquie votive e persino eretto una casa sul Palatino. Sebbene questi reperti archeologici siano affascinanti, purtroppo nessuno di essi conferma in modo definitivo l’esistenza di Romolo.

Gli scettici di Romolo sottolineano anche che i primi scritti e manufatti conosciuti che raccontano o almeno alludono al mito di Romolo arrivano centinaia di anni dopo la sua presunta morte. La  prima scrittura nota che  menziona il fondatore di un eroe risale alla metà del IV secolo a.C. e la prima arte e moneta indiscussa e ben attestata raffigurante Romolo risale rispettivamente al 296 e al 269/268 a.C. La prima era una statua di Romolo, Remo e Lupa, e la seconda era una moneta d’argento con il trio sul dritto.

Questo è molto tempo dopo che Romolo presumibilmente visse, ma questa non è una prova definitiva contro di lui, considerando che la scrittura e l’arte romana erano relativamente scarse per gran parte della sua storia antica. Inoltre, l’annalista  Livio affermò  che gran parte dell’inestimabile corpus di documenti antichi di Roma andò perduta durante il saccheggio gallico di Roma intorno al 390 aC, sebbene gli storici moderni mettano in dubbio la reale portata della distruzione. A parte questo, sembra lecito ritenere che la maggior parte dei primi documenti e arte di Roma potrebbero non essere sopravvissuti fino all’era moderna.

Romolo, Victor su Acron, trascina il ricco bottino al tempio di Giove. ( Dominio pubblico)

Trovare fatti nella finzione?

Se siamo onesti, alla fine le prove a favore e contro Romolo sono nel migliore dei casi deboli. Le prove archeologiche, artistiche e numismatiche sono inconcludenti, il che lascia solo il record letterario. Plutarco ha insistito sul fatto che la nozione di un fondatore omonimo era la “tradizione più autentica”, e  Dionisio di Alicarnasso  – che raccontò una storia dettagliata della prima Roma – affermò di aver fatto affidamento sugli storici e sui resoconti “meglio accreditati”.

Mentre i documenti esistenti della fondazione di Roma sono tristemente carenti, la maggior parte dei resoconti sembra supportare la teoria di un fondatore di un eroe omonimo. Sebbene questa non sia necessariamente una prova di Romolo di  per sé , il consenso della maggioranza all’interno delle storie scritte sembra suggerire che qualcuno di nome Romolo o qualcosa di simile fosse parte integrante della fondazione di Roma intorno all’800-700 a.C.

E questo potrebbe essere plausibilmente il caso. Dopotutto, è più logico accettare che ci sia un nocciolo di verità all’interno di una leggenda per la quale ci sono ampie prove letterarie, nonostante le sue carenze, e alcune potenzialmente a sostegno di prove archeologiche accessorie   invece di credere in qualcosa quando ce n’è molto meno, se ce ne sono , prova.

Forse dove c’è fumo c’è fuoco e  forse c’è un pizzico di verità  in alcuni dei miti fondanti di Roma. Ricorda che prima che Heinrich Schliemann scoprisse e scavasse Troia, i suoi contemporanei credevano quasi universalmente che Troia e  la famosa guerra di Troia  fossero creazioni di fantasia. Eppure sono stati smentiti e si è scoperto che c’erano frammenti di verità nei racconti antichi. Forse è lo stesso con i vari miti di fondazione romana e Roma prende il nome da una persona che si profilava in grande nella sua storia antica.

Si pensa che lo scrittore e filosofo Albert Camus abbia detto: “La finzione è la menzogna attraverso la quale diciamo la verità”, e questa citazione sembra avere un significato speciale rispetto al dibattito su Romolo. La fondazione di Roma è avvolta nell’incertezza, ed è oscurata dal passare del tempo e da abbellimenti e creazioni letterarie. Tuttavia, è possibile che queste fossero  le bugie attraverso le quali gli antichi dicevano la verità .

Immagine in alto: Romolo, il leggendario primo re di Roma, ( neurobita  / Adobe Stock) esisteva davvero? ( samott  / Adobe Stock)

Di  Marc Hyden

Marc Hyden è il direttore degli affari del governo statale presso il R Street Institute. È anche l’autore di ” Romulus: The Legend of Rome’s Founding Father ” e ” Marius: The Rise and Fall of Rome’s Savior “.

Pubblicato sul siro web: https://www.ancient-origins.net/

®wld

Ricordare che: Ogni fine è un nuovo inizio e con ogni fallimento nasce una nuova conoscenza

Lascia un commento

Zoroastrismo – La divinità e la “lotta tra il bene e il male”

di Lydia Serrant dal sito web ClassicalWisdom

Lo zoroastrismo è una delle religioni più antiche del mondo, il cui numero è in declino.

Altrimenti noto come Mazadayasna da coloro che lo seguono, le radici dello zoroastrismo risalgono al secondo millennio a.C. e sono state la religione di stato della Persia e di altri imperi iraniani per più di un millennio.

Le origini dello zoroastrismo


La religione prende il nome dal suo fondatore, Zoroastro (o Zarathushtra) che visse nell’antico Iran (la data esatta è attualmente contestata).

Nato sotto una religione politeista, Zoroastro ricevette una visione di Vohu Manah (approssimativamente inteso come il Dio del Bene ) che lo portò in viaggio verso l’Amesha Spenta, una coorte di entità divine e il Signore dell’Essere e della Saggezza noto come Ahura Mazda – la più alta divinità dello zoroastrismo.


E così è nato lo zoroastrismo …

Zoroastro condannò l’adorazione di molteplici divinità, aprì politicamente il cuneo tra iraniani e ariani indiani nell’antico Iran e storicamente introdusse nel mondo una delle prime fedi monoteiste.

La nascita del bene e del male


Dallo Zoroastrismo, il concetto di un Dio singolare si fece strada nelle Tre Grandi Religioni:

  • cristianesimo
  • Giudaismo
  • Islam

E mentre lo Zoroastrismo faceva del suo meglio per diffondere il concetto di un Dio singolare del Bene e della Saggezza in tutta la civiltà primitiva, un altro concetto si diffuse con esso:

Il male…

Jacob Wrestling with the Angel, Alexandre-Louis Leloir, 1865.

Sebbene non siano adorati dalle principali religioni, il Male e gli spiriti che rappresentano il Male erano certamente considerati come divinità nello Zoroastrismo e sono ancora oggi nelle Tre Grandi religioni sotto forma di,

  • Demoni
  • Jinns
  • Dybukks

Come nelle principali religioni odierne, lo zoroastrismo si occupa principalmente della battaglia tra il Bene e il Male, per cui gli spiriti e le forze di entrambe le parti fanno del loro meglio per influenzare l’umanità e manifestarsi nel mondo materiale attraverso le azioni degli esseri mortali.

Il male e il concetto che l’accompagna di tentazione , svolgono un ruolo vitale nella morte e nella formazione dell’Aldilà.


La battaglia tra il bene e il male porta alla luce che la maggior parte delle fedi monoteiste sono religioni della dualità.

L’influenza del monoteismo dualistico è evidente nello sviluppo del Paradiso e dell’Inferno, dove risiedono gli Dei della Luce e dell’Oscurità, che si immischiano nelle vite degli uomini finché tutto non è distrutto nei giorni del Giudizio Finale.

L’aldilà e l’evoluzione del paradiso

Ci sono alcune prove che suggeriscono che questi temi si siano fatti strada nel giudaismo e nelle religioni successive che derivano dagli insegnamenti giudaici, dopo la liberazione degli ebrei dall’imperatore persiano Ciro il Grande .

Poco dopo e durante questo periodo emersero divinità come Belzebù , una figura che in seguito divenne Satana del cristianesimo e Sheytan dell’Islam.


Dopo la conquista persiana dei territori greci, anche la filosofia greca iniziò ad adottare alcune caratteristiche del pensiero zoroastriano.

Fino all’influenza persiana, i greci credevano che gli esseri umani fossero semplicemente marionette degli dei e che il corso della propria vita fosse scandito dagli dei del destino.

Dopo che lo zoroastrismo persiano raggiunse le loro coste, i greci iniziarono a parlare del potere dell’individuo e di come le scelte che facciamo nella vita abbiano avuto un impatto sulla qualità della nostra morte .

Guide alate


Gli dei del bene e del male spesso si affidano agli agenti per interagire con l’umanità per eseguire i loro ordini.

Quando viene chiesto di pensare a un agente degli dei, spesso vengono in mente immagini di angeli piumati o demoni con ali simili a pipistrelli .

Ma,

Da dove vengono queste immagini?

Qual è il legame tra volo e divinità?

Peri Banu e Price Ahmed, Edmund Dulac 1882


Peri, (o Pari) sono belle donne ajlate della mitologia persiana.

Potrebbero essere paragonati agli angeli del cristianesimo, tranne che per la loro origine.

Inizialmente vietato entrare in paradiso fino a quando non è stata pagata la giusta penitenza, i Peri rappresentano gli spiriti che vagano tra i mondi.

Mentre inizialmente venivano descritti come spiriti del male, una volta introdotti nell’Islam e incorporati nella mitologia turca e armena, Peri divenne spiriti benevoli che si opposero a Jinn , Div e altri spiriti delle tenebre.


Da lì in poi, Peri è diventata la guida dell’umanità.

I testi religiosi parlano di Peri sia in termini psicologici che fisici, descrivendo casi di esseri umani rapiti da Peri per partecipare a eventi sociali divini, o Peri che appare nei sogni per trasmettere messaggi importanti.

Anche il matrimonio era ritenuto possibile tra umani e Peri.

In una leggenda, si crede che la regina di Saba sia il prodotto di tale unione.

Tuttavia, a causa dell’oscurità naturale che risiede in tutti gli uomini, è scritto che il rapporto tra Peri e l’Umanità è destinato a fallire.


Le immagini di ibridi umani e uccelli, o uccelli simpatici per l’uomo, non sono affatto rare nella mitologia antica.


Un ulteriore esempio è Simurgh, un antico uccello del folclore persiano, moderno iraniano e curdo che si diffuse in gran parte dell’Impero Romano d’Oriente con i persiani.

Il volo di Simurgh c.1590 Collezione Sadruddin Aga Khan

Simurgh è spesso raffigurato come un uccello con la testa di un uomo o di un leone, tuttavia, l’uccello è considerato una dea, figura materna e guaritrice.

Simile al Peri, è una messaggera che viaggia tra il cielo e la terra, offrendo la guida divina a coloro che hanno la fortuna di intravedere sua maestà.


È noto che Simurgh adotta uomini umani e, considerando il suo ruolo di Grande Madre, non ci sono rapporti sul fatto che abbia dato alla luce qualcosa di diverso da se stessa.

Simurgh è il precursore della Fenice, un uccello di fuoco che rinasce dalle sue ceneri.

È la somma di tutta la conoscenza, avendo visto molte volte la distruzione e la rinascita del mondo.

Altre interpretazioni di Spirits of Paradise compaiono nei successivi testi islamici sotto forma di Houri, belle donne che accompagnano i morti nell’aldilà.

Gli Houri ricordano anche le Valchirie, antichi spiriti norreni descritti come belle donne che accompagnano coloro che sono morti in battaglia nel Valhalla.

Le Valchirie sono raffigurate con le ali o in groppa a cavalli alati.

Sebbene Houri non abbia le ali, alla morte uno spirito umano riceve un Houri come ricompensa per ogni giorno di digiuno o per una buona azione compiuta nella vita.

Con l’Houri, vediamo l’evoluzione del dare ricompense e la promessa che le azioni compiute nella vita saranno ricompensate – o punite – nell’aldilà e che la buona fortuna è un dono del cielo.

L’Huma, un uccello divino della mitologia Sufi e Diwan e “Uccello del paradiso” nella leggenda ottomana, elargisce doni a coloro che sono ritenuti degni e può predire o conferire la regalità.

Questo è forse un primo esempio della fede nel diritto divino dei re

Particolare del mosaico dell’uccello Huma alla Madrasa Nadir Divan-begi a Bukhara, Uzbekistan Preso da RK

.

L’Huma è androgino, con attributi sia maschili che femminili.

Ancora una volta, il filo conduttore della dualità riemerge, e ci viene presentata una creatura simbolica che incarna armonie maschili e femminili che si riproducono da sole, rappresentando ulteriormente il ciclo della rinascita.


Le rappresentazioni di ibridi di uccelli e umani sono simboliche delle forze del bene e del male e di altre dualità in natura, che per ogni azione c’è una reazione e questo processo è un elemento essenziale della creazione stessa.

Questo, credo, è il messaggio dello zoroastrismo e delle religioni che lo hanno seguito.

Le ali degli Angeli, Peri e altre creature alate rappresentano il Volo dell’Anima , la Soppressione dello Spirito e la Mente Umana , in contrasto con il mondo fisico, il materialismo e la natura, rappresentati dalle caratteristiche umane, dalle simpatie e dalle unioni .

La simbologia parla di uno spirito umano che non nasce buono o cattivo, ma è modellato dalle scelte che fa nel corso di una vita (o molte vite, secondo i buddisti).

L’Huma, Phoenix, e Simurgh non solo rappresentano il ciclo della vita e della morte, ma anche la dualità del maschile e energie femminili.

La natura non può esistere senza questi elementi riproduttivi …

Pertanto, gli uccelli del paradiso sono il collegamento tra la vita e la morte e servono a ricordare che ogni fine è un nuovo inizio e con ogni fallimento nasce una nuova conoscenza.

Questi sono archetipi vecchi come il tempo …

Le rappresentazioni zoroastriane di creature simili a uccelli si sono sviluppate per fare appello alla natura interiore dell’umanità.

La scelta personale è centrale nel testo zoroastriano, poiché uno deve guadagnarsi il proprio posto in paradiso e la responsabilità personale per le proprie azioni non potrebbe esistere senza un concetto di base di libero arbitrio.

Lo zoroastrismo riconosceva che sia il Bene che il Male sono centrali per la natura umana, e ora, come allora,

siamo vulnerabili a forze esterne che ci sfidano a scegliere tra i due

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

************************************

Consigliato: Shahmaran – La regina dei serpenti

®wld

Paura – un’arma e un veleno per il cervello

Scritto il Pubblicato inAntropologia , ATTUALITA’ , Canzoni & Musica , Costume & Società , Internet , Psicologia , Salute & Medicina , sapere , Tecnocrazia , Web

Il caustico salario della paura perpetua 

Postato da: Paul Rosenberg tramite Free-Man’s Perspective

I primi tecnocrati che svilupparono la “scienza dell’ingegneria sociale” studiarono artisti del calibro di Saint-Simon, Pavlov, BF Skinner, Edward Bernays, ecc., E conoscevano perfettamente gli effetti della paura sulle persone e sulle società. Oggi è il loro strumento più utile. ⁃TN Editor 

Ho parlato a lungo sulla paura che rende gli esseri umani stupidi, e persino sul fatto che sia un’arma e un veleno per il cervello. Ma a volte mi sono anche chiesto se le persone avrebbero colpito la stanchezza della paura … quel punto in cui le persone hanno semplicemente avuto abbastanza paura e se ne sono andate.

A quanto pare, tuttavia, ero un po’ ottimista sulla paura della fatica. Ho letto l’ultimo libro di Robert Sapolsky,  Behave: The Biology of Humans at Our Best And Worst, e sono rimasto deluso nell’apprendere ciò che la migliore nuova ricerca mostra sull’applicazione a lungo termine della paura. (O, nella terminologia accademica,  stress sostenuto.)

La mia delusione, tuttavia, fu presto mitigata da due cose:

  1. Ho ottenuto informazioni su come funziona l’avvelenamento da paura.
  2. Quella neurologia umana è immensamente variabile, che ci sono eccezioni a tutto, e che se l’intero quadro fosse effettivamente oscuro come le scoperte più preoccupanti, molto tempo fa ci saremmo trasformati in nient’altro che scimmie assassine.

Ho a malapena bisogno di dirlo, ma il 2020 è stato l’anno della paura. Sono un po’ stupito dalla sua portata. C’è un certo fascino nell’assorbire tutte le storie di paura in tempi normali – la nostra capacità di guardare male negli occhi ci fa sembrare vibranti – ma il 2020 si è spinto ben oltre quel livello. Quello che stiamo incontrando è molto più del semplice porno della paura e ci sono alcuni punti vendita (compresi i siti Web) che posso solo descrivere come osceni.

Questo è più distruttivo di quanto le persone credano.

Cosa ci fa la paura perpetua 

Cito da Sapolsky, che è uno dei migliori neuroscienziati del nostro tempo. Modificherò un po’ per semplificare e rimuovere i riferimenti all’area cerebrale, e seguirò i passaggi con alcune elaborazioni.

Durante lo stress prolungato, abbiamo più paura, il nostro pensiero è confuso, valutiamo male i rischi e agiamo impulsivamente per abitudine, piuttosto che incorporare nuovi dati”.

Sotto un lungo flusso della paura (come titoli spaventosi), il nostro pensiero si rompe. Mettiamola in modo molto semplice: potresti essere molto intelligente in sostanza, ma quando consumi ore di paura ogni giorno, diventi stupido. E per favore cerca di capire:  questo è biologico. Le tue operazioni cerebrali diventano quelle di una persona stupida. (E sì, sto usando “stupido” in modo molto antiscientifico.)

Ricorda anche che la paura funziona. Le persone che vendono la paura in TV, pagine web e social media vengono ricompensate per questo. Sono diventati, usando i miei termini liberamente ma non ingiustamente, spacciatori di droga, vendendo materiale dannoso da cui le persone diventano dipendenti. Inoltre, questi sono professionisti. Le società di social media sono pienamente consapevoli che i loro modelli di business dipendono dalle persone che ne sono dipendenti. Stanno attenti a mantenerli dipendenti.

Le paure che le persone consumano, quindi, provengono da persone che ne traggono profitto.

Lo stress indebolisce le connessioni che sono essenziali per incorporare nuove informazioni che  dovrebbero  spingere a passare a una nuova strategia, rafforzando al contempo le connessioni con i circuiti cerebrali abituali”.

In altre parole, la paura ti blocca nelle tue abitudini e nelle tue scelte precedenti. Riduce letteralmente i percorsi cerebrali che ti consentono di cambiare idea.

Questo è serio e sospetto che tu abbia già visto esempi di questo.

“In condizioni di stress prolungato elaboriamo le informazioni importanti dal punto di vista emotivo rapidamente e automaticamente, ma in modo meno accurato. La memoria di lavoro, il controllo degli impulsi, il processo decisionale, la valutazione del rischio e lo spostamento dei compiti sono compromessi.”

Ancora una volta, la paura prolungata blocca le persone in qualunque percorso si trovino già. E ancora, questo è biologico. I circuiti cerebrali sono direttamente interessati.

Da tutto quello che ho scritto sopra (e ci sono altri effetti sgradevoli come la violenza domestica), sembrerebbe che siamo condannati; che i nostri vicini che hanno bevuto profondamente dal fiume della paura sono bloccati dal cervello e finché il flusso della paura continua (non sembra esserci una fine in vista), diventeranno sempre più rigidi nei loro pregiudizi e quella violenza continuerà e aumenterà.

E per alcune persone tutto quanto sopra sarà vero. La paura distrugge nel modo più diretto: biologicamente.

Eppure … la biologia non è mai semplice, soprattutto a livello umano. Mentre le cose di cui sopra sono generalmente vere, ci sono sempre delle eccezioni; a volte molti di loro. Ed sono proprio quelle eccezioni che ci hanno salvato, di volta in volta.

I salari della paura perpetua sono menti polarizzate e bloccate. E questo porta a un’opposizione istintiva, violenza e omicidio. Lo stiamo vedendo ora e continuremo a vederlo per un po’ di tempo. Il mondo, a quanto pare, è diventato dipendente dalla paura.

Eppure, molti di noi lo rifiutano, e questo è ancora lontano.

Due giorni fa c’è stata una festa nel mio quartiere: musica, parlare, suonare, ridere e così via. È stato il primo rumore gioioso che ho sentito in pubblico da molto tempo.

La vita trova un modo, e soprattutto la vita umana. 

Leggi la storia completa qui … 

Postato su: https://www.technocracy.news/

®wld

USA: il controllo sulla cronologia web di navigazione

Lascia un commento

Immagine

l Senato vota per consentire all’FBI e alla CIA di spiare la cronologia di navigazione Web senza mandato

 

Di John Vibes / Teoria della verità 

Questa settimana, il Senato degli Stati Uniti ha votato per consentire alle agenzie governative di accedere alla cronologia di navigazione senza un mandato. Il disegno di legge era una nuova autorizzazione del Patriot Act, ma c’era un emendamento alla privacy che era stato aggiunto al disegno di legge nel tentativo di ridurre il superamento della sorveglianza del governo. Sfortunatamente, questo emendamento ha fallito di poco con un solo voto questa settimana.

L’emendamento avrebbe costretto agenzie come l’FBI e la CIA a ottenere un mandato che dimostrasse la probabile causa che era stato commesso un crimine per accedere alla cronologia di navigazione di una persona, ma poiché non è passato, le attività di sorveglianza che queste agenzie hanno già intrapreso la parte in è ora riconfermata e codificata in legge. Questo è uno dei tre emendamenti che l’ACLU ha chiesto al Congresso di aggiungere alla riautorizzazione del Patriot Act. Alcuni senatori non hanno votato affatto sulla misura, incluso Ben Sasse e Bernie Sanders che non hanno votato.

Uno degli emendamenti suggeriti dall’ACLU è stato approvato e consentirà ai giudici che si pronunciano sulle richieste del Foreign Intelligence Surveillance Act (FISA) di chiedere il contributo di esperti indipendenti.

Secondo l’ACLU, la modifica approvata offre una protezione di basso livello, ma non tanto quanto un requisito di mandato.

Il disegno di legge “rafforza il ruolo di” amici della corte “indipendenti presso la Corte di sorveglianza dell’intelligence straniera, garantendo che la corte abbia ulteriori opportunità di ascoltare le opinioni di esperti esterni, ha affermato l’ACLU.

Dayton Young, direttore del prodotto di Fight For the Future, ha dichiarato a Motherboard che il voto di oggi dimostra che le vere intenzioni dell’atto Patriot erano di spiare i cittadini statunitensi.

“Oggi il Senato ha chiarito che lo scopo del Patriot Act è quello di spiare gli americani, senza warrant o processi necessari. Qualsiasi legislatore che voti per autorizzare nuovamente il Patriot Act vota contro le nostre libertà costituzionalmente protette, e non c’è nulla di patriottico al riguardo, ha detto Young.

Si dice che il leader della maggioranza al Senato americano Mitch McConnell abbia guidato l’accusa nel voto per sconfiggere l’emendamento sulla privacy.

Credito di immagine: piotrkt

 

Fonte: https://truththeory.com/

 

®wld

Nel mirino dell’establishment

Lascia un commento

vaccine-check-point

Rivelata la nuova legge proposta per imprigionare “Anti-Vaxxers” e i punti di discussione sui media basati sulla paura del CDC!

 

di Spiro Skouras

Questo articolo è stato scritto da Spiro Skouras e originariamente pubblicato su Activist Post

Un gruppo controverso attualmente nel mirino dell’establishment, che è stato anche discusso all’evento 201, è noto come movimento anti-vaccino. E ora vediamo il governo del Regno Unito lavorare su una nuova legge per incarcerare le persone che diffondono “Propaganda anti-vaccino” online. Attualmente, le persone sono protette da procedimenti giudiziari se credono sinceramente che la disinformazione o la propaganda siano reali, ma il governo sta cercando di riformare questa disposizione e rendere reato la pubblicazione di qualsiasi cosa online, in particolare i social media, che è considerato “Anti- Vaccino.”

Dove si trova il CDC su questo problema? Bene, quando esaminiamo un documento CDC pubblicato sul sito web delle Accademie Nazionali, vediamo ciò che chiamano “una ricetta per favorire l’interesse pubblico e la forte domanda di vaccini”.

Il documento CDC sembra contenere chiacchiere esplicite e una strategia da attuare e diffondere al pubblico attraverso i funzionari sanitari e i media.

Non sono un “Anti-Vaxxer”, ma quando vedo un’operazione globale massiccia, guidata dal profitto, che esercita un grande potere e influenza sui governi, che vogliono rendere obbligatori i vaccini e incarcerare coloro che hanno il coraggio di porre domande, che vengono poi propagandate dai media e vendute al pubblico attraverso la paura e l’intimidazione, devo resistere.

Commenti (1)

Vaccino informato, non anti-vaxxer
scritto da Karen F, 4 febbraio 2020

 

Tutti quelli che conosco che sostengono la vaccinazione non hanno trascorso del tempo a esaminare la moltitudine di problemi che circondano i vaccini e tutti quelli che conosco che hanno avuto il tempo di capire i vaccini hanno sviluppato una posizione ferma nei loro confronti. Sono informati sul vaccino, non anti-vaxxer.

Spiro ha fatto un buon lavoro fornendo un breve riassunto, ma quando dice che è solo la punta dell’iceberg … è un eufemismo. CDC, FDA e NIH sono le armi dell’industria farmaceutica: una parte significativa del budget di CDC proviene dalla vendita di vaccini; il CDC e NIH detengono pattens sulla tecnologia dei vaccini e guadagnano royalties sui vaccini venduti; questi stessi vaccini sono accelerati attraverso l’approvazione della FDA con test di sicurezza inadeguati e inseriti nel programma vaccinale del CDC, con la conseguenza che milioni di bambini sono costretti a riceverli per andare a scuola pubblica (gli Stati spesso adottano semplicemente il programma CDC, ma non ogni Stato lo fa); I dipendenti di CDC, NIH e FDA ruotano attraverso le agenzie governative, quindi si spostano verso le aziende farmaceutiche con profitti lucrativi per il loro duro lavoro a beneficio del settore farmaceutico mentre erano al governo – molti di loro ricevono denaro dal settore farmaceutico mentre lavorano per il governo (abituato a essere chiamato conflitto di interessi); la FDA e il CDC accettano studi sulla sicurezza farmaceutica che utilizzano adiuvanti di alluminio e altri vaccini come placebo – non è mai stata usata una sostanza inerte (salina) come placebo; i dati di efficacia sono falsificati per ottenere l’approvazione per i nuovi vaccini (ad es. Merck con il vaccino contro la parotite), e nonostante una causa per informatori al riguardo, la FDA non ha fatto nulla per affrontare questo … e molto, molto altro si potrebbe dire, e ha stato detto. È una vasta rete di corruzione, conflitti di interesse, bugie e frodi.

Gli adulti pensano che si tratti solo di bambini, quindi pensano di essere in chiaro, ma il settore farmaceutico e il CDC arriveranno per gli adulti dopo. Hanno già iniziato con studenti universitari e operatori sanitari. Il CDC ha un programma per i vaccini per adulti ed è solo una questione di tempo prima che si colleghino ai nuovi smart ID e alla capacità di una persona di funzionare nella società con la storia delle vaccinazioni.

Infine, per la folla della teoria della cospirazione, ho trovato questo articolo terrificante, in quanto descriveva la connessione della DARPA con il laboratorio biologico di Wuhan, il loro studio su Coronavirus e pipistrelli e la loro collaborazione con 2 aziende farmaceutiche per produrre un vaccino DNR per il coronavirus (che Sono sicuro che hanno intenzione di chiedere l’approvazione immediata a causa dell’emergenza sanitaria globale di cui hanno parlato e, con il mio sospetto, sono responsabili). Per chi non lo sapesse, i vaccini genetici vengono annunciati come il futuro dei vaccini, dove alterano letteralmente il DNA dei destinatari del vaccino. Pensi di fidarti di loro per farti questo? Se avessero avuto la loro strada, non avresti avuto scelta. Leggi e piangi: https://www.blacklistednews.com/article/76139/bats-gene-editing-and-bioweapons-recent-darpa-experiments-raise-concerns-amid-coronavirus.html

Le persone hanno bisogno di svegliarsi e informarsi sui vaccini, o il tasso di autismo 1 su 35 in NJ non sarà la più grande tragedia che dovremo affrontare.

Fonte: http://www.alt-market.com/

***************************************

#TgByoblu 17 – UK SHOCK: IN GALERA CHI NON È PRO-VAX SUI SOCIAL

 

®wld

L’insaziabile fame del Wendigo

Lascia un commento

 

 

Wendigo: Creatura delle Foreste che divora gli esseri umani

 

Il Wendigo, noto anche come Windigo e Windego, essendo il plurale della parola Wendigoag, è una creatura che si può trovare nelle leggende dei nativi americani, specialmente tra i popoli algonquiani. Questi villaggi sono tra i più diffusi e numerosi gruppi di nativi americani in Nord America, e hanno vissuto in passato lungo l’intera costa atlantica e la regione dei Grandi Laghi. Tuttavia, leggende di altre tribù di nativi americani trovano anche creature simili al Wendigo, come nelle leggende degli Irochesi, vicini degli Algonquiani. Tra questi popoli, una creatura conosciuta come Stonecoat,(‘Pelle di Pietra’) ha alcune somiglianze con il Wendigo.  

 

L’insaziabile fame del Wendigo

 

Tradotto in generale, la parola “Wendigo” significa “spirito malvagio che divora gli esseri umani”. Un’altra traduzione, apparentemente effettuata da un esploratore tedesco intorno all’anno 1860, equipara la parola “Wendigo” a “cannibale”. Si dice dei Wendigoag che sentono una fame insaziabile di carne umana: non importa quanto mangino, rimangono affamati. 

 

Questa fame si riflette nel suo aspetto, che, secondo alcuni, è di estrema magrezza. Nonostante il loro fisico emaciato, gli stessi Wendigoag sono stati descritti come giganti alti circa 4,5 metri. Anche se ci sono lievi variazioni tra la descrizione fisica di questa creatura da alcuni popoli algonquiani ad un altro, generalmente concordano sul fatto che i Wendigoag hanno occhi luminosi, zanne giallastre grandi e affilate e lunghe lingue. Della maggior parte di Wendigoag si dice che abbiano pelle giallastra e ketrine, anche se altri affermano di essere coperti con i capelli aggrovigliati o hanno la pelle marcia.

 

 

Illustrazione di un Wendigo (creepypasta.wikia.com

 

La leggenda narra che il Wendigoag si fosse dichiarato in passato. Secondo la versione più popolare del mito, un Wendigo si forma nel momento in cui un essere umano ricorre al cannibalismo, anche quando lo fa per sopravvivere. Quando una persona consuma la carne di un altro essere umano, si crede di essere posseduta da spiriti maligni e si trasforma in un Wendigo.

 

Patti con il Diavolo e dove trovare un Wendigo

 

In un’altra versione della storia, il primo Wendigo viene detto di essere un guerriero che ha fatto un patto con il diavolo. Per salvare la sua tribù, si arrese la sua anima, trasformandosi così in un Wendigo. Quando arrivò la pace, la tribù non aveva più bisogno di una creatura terrificante come il Wendigo, così il guerriero fu espulso dalla sua tribù e condannato a vivere lontano dal mondo. 

 

Alcuni credono che gli esseri umani continuino a risiedere all’interno del Wendigo, più specificamente dove dovrebbe essere il loro cuore. Questo essere umano è intrappolato, e l’unico modo per uccidere un Wendigo è uccidere anche l’umano dentro di lui. Alcune leggende affermano che una persona intrappolata all’interno della creatura può essere salvata con successo; tuttavia, nella maggior parte dei casi, la morte è l’unico modo per liberare un essere umano dal Wendigo che lo possedeva.

 

 

 Wendigo rapendo una donna(estonoestodoamigos.blogspot.com

 

Si ritiene che i Wendigoag vagano per le foreste in cui vivevano gli Algonquiani, e si dice anche che quegli esseri umani che abitavano l’interno della foresta e scomparvero nel corso degli anni furono divorati da queste creature. Molte testimonianze di avvistamenti di Wendigo sono state riportate storicamente, non solo dai nativi americani, ma anche dai coloni bianchi. 

 

Per esempio, tra la fine del XIX e il 1920, si dice che il Wendigo sia apparso vicino a una città chiamata Roseau nel nord del Minnesota. Si diceva allora che ogni volta che c’era un avvistamento di questa creatura, qualcuno moriva inaspettatamente. Gli avvistamenti, tuttavia, alla fine cessarono, e tutto tornò alla normalità.

 

 

Madreperma-americano che combatte con un Wendigo. (Frank Victoria/cupick.com) 

 

Tra i Cree c’è una danza tradizionale chiamata ‘Wihtikokansimoowin’, o ‘danza di Wendigo’. In esso, il temibile Wendigo è satiricamente rappresentato dai ballerini. Oltre a satirizzare il Wendigo, alcuni nativi americani diventano addirittura “cacciatori di Wendigo”. 

 

All’inizio del XX secolo, un anziano Cree di 87 anni conosciuto come Jack Fiddler fu processato per l’omicidio di una donna Cree. Anche se si dichiarò colpevole del crimine, si difese dicendo che la donna stava per trasformarsi in una Wendigo, poiché era stata posseduta da uno spirito malvagio. Per questo motivo, fu costretto ad ucciderla prima che lei uccidesse altri membri della tribù. Oltre a questa donna, Fiddler affermò di aver ucciso almeno altri 13 Wendigoag per tutta la vita. 

 

Di seguito è riportato un video che mostra il presunto avvistamento di un Wendigo (chiamato nel video ‘Rake’). Avviso: questo video può danneggiare la sensibilità dello spettatore:

 

VIDEO 

 

mmagine di copertina: rappresentazione artistica di un Wendigo. Fonte: creepypasta.wikia.com

Autore: Ḏḥwty

Traduzione: Rafa Garcia

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su www.ancient-origins.net ed è stato tradotto con il permesso.  

 

Fonti: 

Dove, L. L., 2016. Come funziona Wendigoes. [Online]
Disponibile in: http://science.howstuffworks.com/science-vs-myth/strange-creatures/wendigoes.htm 

 

Pararicercatori dell’Ontario, 2016. Il Wendigo. [Online]
Disponibile in: http://www.pararesearchers.org/index.php?/20080731306/Folklore-Mythology/The-Wendigo.html 

 

Royal Mint Publishing, 2015. La leggenda di Wendigo. [Online]
Disponibile in: http://www.gods-and-monsters.com/wendigo-legend.html 

 

Sasketchewan Indian, 1976. La Danza Maschera. [Online]
Disponibile in: http://www.sicc.sk.ca/archive/saskindian/a76feb45.htm 

 

Taylor, T., 2002. Il Wendigo. [Online]
Disponibile in: http://www.prairieghosts.com/wendigo.html  

 

www.native-languages.org2015. Figure leggendarie native americane: Windigo (Wendigo, Windego). [Online]
Disponibile in: http://www.native-languages.org/windigo.htm  

 

www.u-s-history.com2016. Gli Algonquiani. [Online]
Disponibile in: http://www.u-s-history.com/pages/h560.html 

 

Pubblicato sul blog: https://www.ancient-origins.es/

 

®wld

Older Entries