ndb per sempre batteria
Fonte immagine: RT News YouTube.com

La batteria “per sempre” prodotta con rifiuti nucleari impiega 28.000 anni per esaurirsi

Pubblicato da HAF

La startup californiana Nano Diamond Battery ( NDB ) afferma di aver progettato una batteria prodotta da scorie nucleari che impiegherà fino a 28.000 anni per scaricarsi.

La batteria al diamante “per sempre” è stata sviluppata per l’uso nello spazio profondo e altre applicazioni di nicchia, ma è in lavorazione anche un prototipo rivolto al consumatore.

L’azienda ha affermato che quest’ultimo modello potrà durare per nove anni consecutivi. Può alimentare smartphone, veicoli elettrici e altri dispositivi.

Quando alimentate dalla batteria “per sempre”, le macchine non dovranno mai essere ricaricate per molti anni.

batteria ndb
Fonte immagine: NDB.technology

Sfruttare l’energia dai rifiuti nucleari

La nuova batteria di NDB trarrà la sua energia da isotopi radioattivi riciclati da scorie nucleari come la grafite radioattiva. Ogni unità conterrà un singolo diamante cristallino che assorbe energia dagli isotopi.

Poiché gli isotopi hanno una durata di diverse migliaia di anni, continueranno a emettere energia e la batteria non dovrà mai essere ricaricata per molto tempo.

“Questa batteria ha due diversi meriti”, ha detto il CEO e co-fondatore di NDB Nima Golsharifi in un’intervista a Future Net Zero lo scorso ottobre.

“Uno è che utilizza i rifiuti nucleari e li converte in qualcosa di buono. E il secondo è che funziona per un tempo molto più lungo rispetto alle batterie attuali. “

Per sicurezza, il diamante radioattivo sarà avvolto in più rivestimenti di diamanti sintetici estremamente resistenti. Questi fungeranno da strato protettivo a prova di manomissione per evitare perdite.

NDB afferma inoltre che i livelli di radiazione da una cella saranno inferiori a quelli emessi dal corpo umano, rendendo la batteria sicura per l’uso in una varietà di applicazioni.

La tecnologia ha tutto il potenziale per rivoluzionare la produzione di batterie e risolvere la crisi energetica. Può alimentare le comunità off-grid e portare a pacchi batteria che possono essere estratti da un vecchio dispositivo e installati in uno nuovo, evitando la necessità di nuove batterie e quindi riducendo lo spreco di batteria.

L’uso di scorie nucleari offrirà anche una significativa riduzione dei costi e vantaggi ambientali. I rifiuti radioattivi sono estremamente pericolosi, costosi e difficili da immagazzinare. Persiste nell’ambiente a causa dei suoi lunghi tempi di decadimento.

In quanto tale, il riciclaggio ridurrà in modo significativo i rifiuti radioattivi che rimangono interminabili nello stoccaggio vicino alle centrali elettriche.

Fonte: AFinalWarning.com  / Riferimenti: RT News YouTube.com; Tecnologia NDB

Pubblicato sul sito web: https://humansarefree.com/

Corsivo mio:

Dopo il cinque e sei GI, giusto per non farci mancare niente arriva la batteria agli isotopi radiattivi, chiamata “diamante”; si dice che un diamate è per sempre, ma noi forse un po’ meno …

®wld