Home

Siamo passeggeri del Titanic, beviamo, balliamo e fornicamo mentre la nave affonda

Lascia un commento

Quattro miliardi di “mangiatori inutili” da macellare entro il 2050 – John Coleman, pubblicato nel 1993

di James Fetzer dal sito web di James Fetzer traduzione di Adela Kaufmann Versione inglese originale

“Almeno 4 miliardi di ‘mangiatori inutili’ saranno eliminati entro il 2050 attraverso,

  • guerre limitate
  • epidemie organizzate di malattie mortali ad azione rapida
  • fame

Energia, cibo e acqua saranno mantenuti a livelli di sussistenza per i non elitari, a partire dalle popolazioni bianche dell’Europa occidentale e del Nord America e successivamente diffondendosi ad altre razze.

La popolazione del Canada, dell’Europa occidentale e degli Stati Uniti sarà decimata più velocemente di altri continenti, fino a quando la popolazione mondiale raggiungerà un livello gestibile di 1 miliardo, di cui 500 milioni saranno costituiti dalle razze cinese e giapponese, selezionate perché persone che sono stati regolati per secoli e sono abituati a obbedire all’autorità senza dubbio”.
PDF pg. 84

Per le persone che possiedono e gestiscono il pianeta, l’umanità è diventata un peso morto, tranne che come servi e schiave del sesso.

Di seguito, l’informatore dell’MI-6 John Coleman descrive il Covid End Game:

Un ritorno al feudalesimo dove un miliardo di persone servirà i super ricchi.

“Le masse non d’élite saranno ridotte al livello e al comportamento di animali controllati senza volontà propria e facilmente regolate e controllate”.

“Il matrimonio sarà vietato e non ci sarà la vita familiare come la conosciamo. I bambini saranno separati dai genitori in tenera età e cresciuti dai rioni come proprietà dello stato”.

Una “pandemia” con un tasso di mortalità minuscolo non è una pandemia…

Le persone che si mettono in fila per farsi vaccinare sono come lemmini roditori che saltano in una gola.

Non vediamo quasi più nessuno starnutire, ma dovremmo credere che questa sia una pandemia…?

Siamo passeggeri del Titanic, beviamo, balliamo e fornicamo mentre la nave affonda
 

Comitato dei 300
La gerarchia del cospiratore: la storia delcomitato dei 300 diJohn Coleman 1992 Analista dell’intelligence FMR MI-6 sotto le pagine 83-86 PDF Anche QUI

Un governo mondiale unico e un sistema monetario unitario sotto oligarchi ereditari permanenti non eletti che si auto-selezionano dal loro numero sotto forma di un sistema feudale come lo era nel Medioevo.

Solo in questa entità One World, la popolazione sarà limitata da,

restrizioni sul numero di figli per famiglia, malattie, guerre, carestie,

…fino a quando 1 miliardo di persone utili alla classe dirigente, in aree che saranno rigorosamente e chiaramente definite, rimarranno come la popolazione mondiale totale.

Non ci sarà la classe media, solo governanti e servitori.

Tutte le leggi saranno uniformi sotto un sistema legale di tribunali mondiali che praticano lo stesso codice di leggi unificato, sostenuti da una forza di polizia del governo mondiale e un esercito mondiale unificato per far rispettare le leggi in tutti i paesi di cui sopra, dove non esisteranno confini nazionali.

Il sistema sarà basato su uno stato sociale; coloro che sono obbedienti e sottomessi all’Unico Governo Mondiale saranno ricompensati con i mezzi per vivere; coloro che sono canaglia semplicemente moriranno di fame o saranno dichiarati fuorilegge, quindi un bersaglio per chiunque desideri ucciderli.

Saranno vietate armi da fuoco di proprietà privata o armi da fuoco di qualsiasi tipo.

Sarà consentita una sola religione e quella sarà sotto forma di una Chiesa del governo mondiale, che esiste dal 1920 come vedremo.

Satanismo, Luciferianesimo e stregoneria saranno riconosciuti come programmi di studio legittimi del Governo Mondiale senza scuole private o religiose.

Tutte le chiese cristiane sono già state sovvertite e il cristianesimo sarà un ricordo del passato nel governo mondiale unico.

Per indurre uno stato in cui non sopravviva alcuna libertà individuale o alcun concetto di libertà, non ci sarà repubblicanesimo, sovranità o diritti che risiedono con il popolo.

L’orgoglio nazionale e l’identità razziale saranno sradicati e nella fase di transizione sarà soggetto alle pene più severe anche per aver menzionato la propria origine razziale.

Ogni persona sarà completamente indottrinata a essere una creatura del Governo Mondiale con un numero di identificazione chiaramente indicato sulla sua persona per un facile accesso, il cui numero di identificazione sarà nel file master del computer della NATO a Bruxelles, in Belgio, soggetto a richiamo istantaneo da parte di qualsiasi agenzia del governo mondiale in qualsiasi momento.


I file principali della CIA, dell’FBI, delle forze dell’ordine statali e locali, dell’IRS, della FEMA, della previdenza sociale saranno notevolmente ampliati e costituiranno la base dei registri personali di tutti negli Stati Uniti.

MATRIMONIO E FAMIGLIA

Il matrimonio sarà proibito e non ci sarà la vita familiare come la conosciamo.

I bambini saranno separati dai genitori in giovane età e cresciuti da tutori come proprietà dello Stato.

Un simile esperimento è stato condotto nella Germania dell’Est sotto Erich Honnecker quando i bambini sono stati sottratti a genitori ritenuti dallo stato cittadini sleali.

Le donne saranno degradate attraverso il processo in corso dei movimenti di “liberazione delle donne”.

Il sesso libero sarà obbligatorio. Il mancato rispetto almeno una volta prima dei 20 anni sarà punito con gravi ritorsioni contro la tua persona.

L’autoaborto verrà insegnato e praticato dopo che due bambini saranno nati da una donna; tali registrazioni devono essere contenute nel fascicolo personale di ciascuna donna nei computer regionali del governo mondiale unico.

Se una donna rimane incinta dopo aver dato alla luce due bambini, verrà trasferita con la forza in una clinica per aborto per aborto e sterilizzazione.

La pornografia sarà promossa e resa obbligatoria in tutte le sale cinematografiche, inclusa la pornografia gay e lesbica.

DROGA, MIGRAZIONE, SOLDI, BANCHE

L’uso di droghe “ricreative” sarà obbligatorio e ad ogni persona verranno assegnate quote di droga che possono essere acquistate presso i negozi One World Government in tutto il mondo.

I farmaci per il controllo mentale si diffonderanno e l’uso diventerà obbligatorio. Tali farmaci per il controllo mentale saranno somministrati negli alimenti e/o nelle riserve idriche senza la conoscenza e/o il consenso degli individui.

Saranno istituiti dei bar della droga, gestiti da dipendenti del governo mondiale unico, dove la classe degli schiavi potrà trascorrere il proprio tempo libero. In questo modo, le masse non elitarie saranno ridotte al livello e al comportamento di animali controllati senza volontà propria e facilmente regolabili e controllabili.

Il sistema economico sarà basato sulla classe dirigente etica dell’oligarca che consente la produzione di cibo e servizi sufficienti per mantenere attivi i massicci campi di lavoro degli schiavi.

Tutta la ricchezza sarà aggiunta nelle mani dei membri d’élite del Comitato dei 300.

Ogni individuo sarà indottrinato a capire che lui o lei è totalmente dipendente dallo stato per la sopravvivenza… Solo il Comitato di 300 membri ei suoi elitari avranno diritto a una qualsiasi delle risorse della terra.

L’agricoltura sarà esclusivamente nelle mani del Comitato dei 300 con  produzione alimentare rigorosamente controllata.

Quando queste misure inizieranno ad avere effetto, grandi popolazioni nelle città saranno trasferite con la forza in aree remote e coloro che si rifiutano di andarci saranno sterminati alla maniera dell’esperimento del governo mondiale unico di Pol Pot in Cambogia.

Obbligatoria l’eutanasia per i malati terminali e gli anziani. Nessuna città sarà più grande di un numero predeterminato come descritto nel lavoro di Kalgeri .

I lavoratori essenziali verranno spostati in altre città, se quella in cui si trovano è sovraffollata. Altri lavoratori non essenziali verranno scelti a caso e inviati in città disabitate per riempire le “quote”…

Di tanto in tanto ci sarà una penuria artificiale di cibo, acqua e cure mediche, per ricordare alle masse che la loro stessa esistenza dipende dalla benevolenza del Comitato dei 300.

Dopo la distruzione delle industrie immobiliari, automobilistiche, siderurgiche e dei beni pesanti, ci saranno alloggi limitati e le industrie di qualsiasi tipo che potranno rimanere saranno sotto la direzione del Club NATO di Roma , a Come tutto lo sviluppo scientifico e esplorazione spaziale, limitata all’élite sotto il controllo del Comitato dei 300…

Gli Stati Uniti saranno inondati di persone di altre culture che finiranno per sopraffare l’America bianca, persone che non hanno idea di cosa rappresenti la Costituzione degli Stati Uniti e che quindi non faranno nulla per difenderla, e nelle cui menti il ​​concetto di libertà e giustizia è così debole che importa poco.

Cibo e alloggio saranno le preoccupazioni principali.

Nessuna banca centrale, fatta eccezione per la Banca dei Regolamenti Internazionali e la Banca Mondiale, sarà autorizzata ad operare.

Le banche private saranno bandite. La retribuzione per il lavoro svolto sarà su una scala uniforme predeterminata in tutto il governo mondiale.

Non saranno consentite controversie salariali, né qualsiasi deviazione dalle tabelle salariali uniformi standard stabilite dal governo mondiale unico.

Coloro che infrangono la legge saranno giustiziati all’istante. Non ci saranno contanti o monete nelle mani dei non élite. Tutte le operazioni verranno effettuate per mezzo di una carta di debito che conterrà il numero identificativo del titolare.

Chiunque violi in qualsiasi modo le norme e i regolamenti del Comitato dei 300, vedrà sospeso l’uso della propria tessera per tempi variabili a seconda della natura e gravità della violazione.

Queste persone scopriranno, quando andranno a fare acquisti, che la loro carta è nella lista nera e non potranno ottenere servizi di alcun tipo.

I tentativi di scambiare monete “vecchie”, ovvero monete d’argento provenienti da nazioni precedenti e ora defunte, saranno trattati come un reato capitale soggetto alla pena di morte.

Tutte queste monete devono essere consegnate entro un certo tempo, insieme ad armi, fucili, esplosivi e automobili.

Solo alle élite e ai funzionari di alto rango del governo mondiale sarà consentito il trasporto privato, armi, monete e automobili.

Le differenze etniche e religiose saranno amplificate ed esacerbate e i conflitti violenti come mezzo per “risolvere” le loro differenze saranno incoraggiati e fomentati. Tutti i servizi di informazione e la carta stampata saranno sotto il controllo del governo mondiale unico.

Le regolari misure di controllo del lavaggio del cervello saranno spacciate per “intrattenimento” nel modo in cui è stato praticato ed è diventato un’arte negli Stati Uniti. I giovani separati dai “genitori sleali” riceveranno un’istruzione speciale progettata per brutalizzarli.

Giovani uomini e donne saranno formati per qualificarsi come guardie carcerarie per il “sistema dei campi di lavoro del governo mondiale”…

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Un dovere obbligatorio, una versione del  Mandato del Cielo

Lascia un commento

E se Washington non riuscisse ad attirare gli uomini (e le donne) necessari per controllare il mondo?

Non ci si dovrebbe aspettare che i giovani muoiano per i dubbi grandi progetti delle élite di governo di oggi.

Di Jonas E. Alexis, assistente al montaggio

Di Doug Bandow

Russia e Ucraina sono in guerra, Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti hanno passato più di sette anni a tentare di sottomettere lo Yemen, la Siria continua a covare sotto la cenere e l’Iraq rimane una polveriera settaria. Gli Stati Uniti sono profondamente coinvolti militarmente in tutti questi conflitti. Eppure il peggio potrebbe venire. La Cina sta minacciando Taiwan, che gode di una garanzia di sicurezza informale degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti stanno anche conducendo una guerra economica contro Venezuela, Iran e Corea del Nord, oltre a Siria e Russia. Interessi influenti hanno spinto Washington a lanciare operazioni cinetiche contro tutti loro. Trova una guerra o ascolta una voce di guerra ovunque sulla terra, ed è probabile che Washington sia coinvolta in qualche modo.

L’establishment della politica estera rimane determinato a dominare gli eventi internazionali indipendentemente dal costo del sangue e del tesoro. Mentre la spesa federale accelera selvaggiamente, il debito nazionale sale alle stelle e l’inflazione imperversa,  il presidente Joe Biden insiste sul fatto  che “l’America è in una posizione migliore per guidare il mondo di quanto non lo siamo mai stati”. Questa illusione è diffusa poiché le élite della torre d’avorio condividono la  convinzione della defunta Madeleine Albright di  vedere oltre e di dover decidere il prezzo pagato dagli altri, e che non ha senso avere le “superbe forze armate” americane se non le usano. Washington, DC rimane l’eterna città imperiale.

Purtroppo per gli Stati Uniti, non sono solo gli stranieri a soffrire, spesso  in numero prodigioso, delle miriadi di disavventure militari di Washington. Anche gli americani lo fanno. Più di  7000 membri del personale statunitense e quasi 8000 appaltatori sono morti in combattimento dall’11 settembre. Circa 30.000 militari e veterani delle guerre “terrorismo” si sono suicidati negli ultimi due decenni. Altri 52.000 sono rimasti  feriti in combattimento, ma il Watson Institute for International and Public Affairs  sostiene che  il numero di persone danneggiate dal loro servizio “è esponenzialmente più grande” poiché la contabilità del Pentagono non include altre ferite in teatro così come le condizioni diagnosticate dopo il ritorno del personale a casa.

Contrariamente all’ideologia regnante a Washington, i requisiti del personale militare statunitense non sono immutabili. La politica estera americana può essere più o meno ambiziosa. Il costo principale dell’approccio scelto è il budget militare. I responsabili politici dovrebbero prima proporre cosa vogliono fare nel mondo. In secondo luogo, dovrebbero capire il prezzo di quella politica. In terzo luogo, dovrebbero decidere se i benefici valgono il costo.

Tuttavia, è così che raramente opera Washington. Oggi il Blob, come viene chiamato l’establishment straniero, presume semplicemente che l’America debba governare il mondo. Credendo che questo sia un dovere obbligatorio, una versione del  “Mandato del Cielo”,  come lo chiamavano gli imperatori cinesi, i repubblicani in genere propongono massicci aumenti delle spese militari, denunciando qualsiasi cosa in quanto lascia il mondo suscettibile di cadere in un nuovo Medioevo, con comunisti e terroristi destinati a conquistare le città di tutta l’America. I principali democratici, a parte alcuni progressisti infangati, rispondono con proposte di spendere un po’ meno, lasciando una differenza di poca importanza se non aiutarli a comportarsi come liberali amanti della pace. Unendosi, repubblicani e democratici insieme spingono le spese inesorabilmente verso l’alto. Tale è stato il caso  finora sotto l’amministrazione Biden.

Eppure i bei tempi delle forze armate potrebbero non durare per sempre. Scaricare semplicemente più soldi nel Pentagono  potrebbe diventare impossibile  poiché la generazione del Baby Boomer va in pensione e le spese per i diritti assorbono sempre più del bilancio federale. Se costretto a scegliere tra avventure all’estero e benefici domestici, il popolo americano potrebbe finalmente non dire altro ai militari.

Anche se il denaro continua a fluire, le forze armate potrebbero dover affrontare un problema ancora più grande. E se troppo poche persone fossero qualificate e disposte a unirsi alle forze armate, anche con una paga più alta, per preservare le pretese egemoniche di Washington?

Con un militare volontario i leader politici devono convincere i giovani uomini e donne a prestare servizio. E questo si sta rivelando sempre più difficile. Ad aprile  i rappresentanti del servizio hanno avvertito  che il 2022 è stato “probabilmente l’anno di reclutamento più impegnativo” dalla creazione della All-Volunteer Force mezzo secolo fa. Trovare reclute disposte a morire per le pretese imperiali di Washington si sta rivelando particolarmente difficile per l’esercito. Il capo di stato maggiore, il generale James McConville, ha detto che  avrebbe preferito  aggiungere 70.000 soldati alla forza dell’anno scorso di quasi 485.000 soldati. Invece, ha dovuto ridurre il numero a 473.000.

Numerose piccole correzioni sono state avanzate per affrontare la carenza di manodopera. Aggiungi reclutatori, aumenta la fidelizzazione del personale esistente, usa nuovi approcci per raggiungere gli americani più giovani, incoraggia l’idoneità fisica a scuola, assumi lateralmente per ruoli specializzati, riduci i motivi di squalifica, adatta la vita militare per fare appello a una nuova generazione e persino schiera robot.

Questi e altri passaggi  potrebbero aiutare a margine. Tuttavia, rimarrebbe il problema fondamentale di un numero insufficiente di potenziali reclute qualificate disposte ad arruolarsi. Il che lascia il senatore Thom Tillis (R-NC) “preoccupato che ora siamo ai primi giorni di una minaccia a lungo termine per la forza di soli volontari, con un numero piccolo e in calo di americani che sono idonei e interessati al servizio militare .”

Dove troveranno i politici di Washington i giovani che dovrebbero agire come guardiani delle parti più violente e lontane del vasto impero globale americano? Alcuni politici disperati chiedono un ritorno alla leva. La coercizione rimane in voga in molti paesi del mondo,  come  Russia, Bielorussia, Corea del Nord e Siria. Gli ufficiali dell’esercito in pensione Dennis Laich e Larry Wilkerson ritengono che una leva  sia necessaria  in America “perché una combinazione di missioni sempre crescenti per i militari e pressioni esterne sui dollari spesi nel loro [stet] lo costringeranno”.

In breve, secondo loro, non abbastanza giovani uomini e donne sono disposti a servire, soprattutto a un prezzo che lo zio Sam può permettersi. Quindi molti di loro devono essere costretti a indossare l’uniforme a salari miseri. (Questa non è una posizione nuova. Anni fa, in una conferenza sulla coscrizione dei pensionati, e altamente retribuiti, il generale William Westmoreland mi disse che i coscritti dovrebbero essere pagati “soldi delle sigarette”.) Se non riesci a convincere gli studenti diplomati a iscriviti, nessun problema: puntagli solo una pistola alla testa.

Ci sono molte ragioni pratiche per cui questa sarebbe  una cattiva idea. La coscrizione non è a buon mercato. Piuttosto, sposta i costi sulle “nuove adesioni”, come vengono chiamate. A meno che una leva non sia a vita, i militari devono comunque pagare salari competitivi a coloro che spera possano arruolarsi nuovamente, così come ufficiali come Westmoreland, che non lavorano per “soldi delle sigarette”. (Il rango ha i suoi privilegi, come si suol dire!) Comunque, se risparmiare è l’obiettivo più importante, perché non reclutare personale del Congresso, dirigenti del servizio civile, impiegati delle poste e personale della difesa civile?

Ancora più importante, i reclutati in genere hanno poca motivazione per servire, investire in competenze o arruolarsi nuovamente. Se si comportano male, buttarli fuori dall’uniforme è una ricompensa, non una punizione. L’AVF ha fornito personale di qualità superiore rispetto alla coscrizione, almeno fino ad ora, dal momento che il Pentagono potrebbe essere esigente, richiedendo un diploma di scuola superiore o GED e un punteggio minimo nel test di qualificazione delle forze armate. (Un paio di settimane fa l’esercito degli Stati Uniti ha  annunciato  che avrebbe sospeso il precedente requisito, solo  per tornare rapidamente sui propri passi  dopo continue critiche.)

Infine, con adesioni annuali inferiori a 200.000, una bozza sarebbe altamente ingiusta, in quanto tragherebbe solo una piccola parte dei quattro milioni di americani che compiono 18 anni ogni anno. L’aggiunta di un programma di “servizio” civile  sarebbe ancora peggio, in effetti arruolare persone per ripulire i parchi e svuotare le pentole.

Infine, la coscrizione resta improbabile politicamente assente un argomento credibile che sia necessario per la sopravvivenza nazionale. Le guerre di Corea e Vietnam avrebbero dovuto fallire quella prova, ma si sono verificate durante la Guerra Fredda, quando lo spettro dell’Unione Sovietica ha portato tutto davanti a sé. Oggi nessun avversario è pericoloso quanto quest’ultimo.

Pochi credono che gli Stati Uniti avessero un bisogno impellente di occupare l’Afghanistan e invadere l’Iraq. I detriti della politica estera americana, come le proposte di garanzie di difesa per il Regno dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti, sono ancora peggiori: proporre di mandare in servizio i giovani americani perché i giovani sauditi ed emiratini ritengono che il servizio militare sia al di sotto di loro e dovrebbe essere assunto fuori.

Quanto a Russia e Cina, per quanto minacciose possano essere per le altre nazioni, nessuna delle due mostra alcun interesse ad attaccare l’America. Piuttosto, gli Stati Uniti stanno tentando di dominare  i loro quartieri  lungo  i loro confini . Ci sono molti stati popolosi e prosperi amici dell’America capaci di fare molto di più per scoraggiare l’aggressione russa e cinese. In ogni caso, gli interessi dell’America in quelle regioni non sono esistenziali e non giustificano la forzatura dei giovani americani a combattere e morire.

E se gli Stati Uniti finissero i soldi e le reclute?

Piuttosto che cercare disperatamente modi per espandere un esercito già gonfio, i politici di Washington dovrebbero iniziare a stabilire le priorità di politica estera. Il che significa lasciare gli alleati a difendersi. Ad esempio, l’Europa ha una popolazione sostanzialmente più grande dell’America e molto più grande della Russia, eppure gli Stati Uniti continuano a inviare più truppe in Europa. Washington ha aggiunto circa 20.000 dipendenti dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Ha spiegato la CNN:

“Gli Stati Uniti dovrebbero mantenere 100.000 soldati di stanza in Europa per il prossimo futuro… I numeri potrebbero aumentare temporaneamente se la NATO effettuasse più esercitazioni militari nella regione e gli Stati Uniti potrebbero aggiungere ulteriori basi in Europa se l’ambiente di sicurezza cambia, hanno aggiunto i funzionari”.

Non è tutto. Un paio di mesi fa il generale Mark Milley, presidente del Joint Chiefs of Staff, ha sostenuto  la creazione  di basi permanenti nell’Europa orientale. Al vertice della NATO della scorsa settimana,  il Pentagono ha annunciato  nuovi schieramenti in Europa, che “includevano l’estensione di un Carrier Strike Group, il dispiegamento di ulteriori squadroni di caccia e velivoli di sollevamento/cisterna, e il dispiegamento di un gruppo di prontezza anfibia e di una forza di spedizione marittima. DoD ha aggiunto un quartier generale del corpo, un quartier generale della divisione, una squadra di combattimento della brigata di fanteria (IBCT), una squadra di combattimento della brigata corazzata (ABCT), un battaglione del sistema missilistico di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS) e più abilitanti al posto di comando avanzato del corpo, al quartier generale della divisione e tre BCT già di stanza o schierati in Europa”.

Inoltre, Washington rimane inutilmente impigliata in tutto il Medio Oriente. Come mai? L’Egitto ha truppe più che sufficienti per tiranneggiare la sua popolazione civile; Il Cairo non ha bisogno dell’aiuto dell’America. Israele è una superpotenza regionale e può anche prendersi cura di se stesso. La Siria è una nazione tragica che sopravvive a malapena e non minaccia nessuno, specialmente l’America.

L’Iraq può cavarsela senza una presenza militare statunitense. L’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti sono vili dittature che tengono in schiavitù il proprio popolo. Il personale militare statunitense non dovrebbe essere usato de facto come guardie del corpo reali. L’emergente alleanza tra Israele e gli Stati del Golfo funge da contrappeso militare all’Iran.

Tre amministrazioni successive prevedevano di spostarsi nel Pacifico, ma il riequilibrio promesso dovrebbe essere condotto dagli alleati e dagli amici dell’America. La Corea del Sud ha 50 volte il PIL e il doppio della popolazione del Nord: perché Washington presidia ancora la penisola? Peggio ancora, perché il Giappone dovrebbe continuare a viaggiare a buon mercato in America? Le proposte che Tokyo portino le sue spese militari al due per cento del PIL sono benvenute, ma attese da tempo, ancora inadeguate e pianificate troppo in futuro. In effetti, potrebbero non verificarsi a meno che gli Stati Uniti non smettano di trattare il Giappone come dipendente dalla difesa. Anche altri stati nervosi per l’avventurismo cinese e nordcoreano dovrebbero aumentare le loro forze.

Per decenni gran parte del “mondo libero”, come veniva chiamata la variegata collezione di stati clienti americani, è dipesa dal personale militare statunitense. Nel 1973 Washington ha costretto i suoi cittadini a indossare l’uniforme. Pattugliarono gran parte del globo e molti morirono in combattimento, la maggior parte in modo promiscuo in Vietnam.

Nell’ultimo mezzo secolo, le forze armate statunitensi si sono affidate ai volontari. Tuttavia, l’entusiasmo per i rigori della vita militare è diminuito. Inoltre, pochi giovani desiderano servire in guerre stupide in cui si potrebbe perdere la vita realizzando le fantasie dei guerrieri della torre d’avorio di Washington. Immagina di evitare il Vietnam, solo per morire in Somalia, Afghanistan, Iraq o Siria.

Non c’è da stupirsi che la propensione al servizio sia diminuita. Per un certo periodo, il Pentagono ha avuto difficoltà ad attirare nuovi soldati durante gran parte della guerra in Iraq. Ora l’esercito americano è stato costretto a ridimensionarsi a causa della crescente riluttanza dei giovani ad arruolarsi. Attribuiscilo al buon senso del pubblico.

Washington dovrebbe rispondere facendo di più “guida da dietro”, come l’ha definita il presidente Barack Obama. Altri paesi dovrebbero assumere il compito di proteggere i propri interessi. Ciò include la fornitura di personale militare per difendere i loro governi, società e nazioni. Se l’America è a corto di nuove reclute, gli Stati Uniti dovrebbero ridurre le proprie ambizioni geopolitiche. Non ci si dovrebbe aspettare che i giovani muoiano per i dubbi grandi progetti delle élite di governo di oggi.

Pubblicato sul sito web: https://www.veteranstoday.com/

®wld

Un buco aperto nella matrice economica – siate felici. Va tutto bene

Lascia un commento

di Jon Rappoport 14 Aprile 2022 dal Sito Web NoMoreFakeNews traduzione di Nicoletta Marino Versione originale in inglese

I Globalisti non hanno Grosso Problema – Dietro Bilderberg, la Trilaterale, il WEF …

Ultimamente ho pubblicato articoli sui gruppi della Elite Globale e sui loro legami storici con la Russia.

Ecco un pezzo che solleva un problema che questi gruppi di potere hanno dovuto affrontare, un problema che non andrà via. Ho scritto e pubblicato questo articolo il 10 giugno 2015.

Continuiamo insieme. Vedrai di cosa sono veramente preoccupati i poteri forti.

Puoi arrivare a:

…e ai numerosi trattati commerciali in corso di completamento…

Puoi inserire tutte queste forze dei Globalisti Rockefeller in un’unica grande agenda aziendale e…

C’è un problema. 

Un problema per la globalizzazione. 

Questo è ciò di cui sussurrano i titani del controllo dietro le quinte…

Inizia qui:

Capisci che le mega-corporazioni sono gli strumenti del dominio del mondo

Si trasferiscono in paesi dove abbondano manodopera, terra e risorse a basso costo e prendono il sopravvento

Questo è ciò che dovrebbero fare. 

Questo è il piano…

Le agenzie di intelligence e gli eserciti possono precederli, ma le corporazioni sono le organizzazioni più capaci del pianeta, quando si tratta di esercitare un controllo duraturo …

Si stima che le prime tre o quattrocento corporazioni siano responsabili di almeno il 25% di tutto il commercio mondiale.

Comunque… ecco il problema:

  • poiché le politiche globaliste consentono alle società di chiudere le fabbriche nazionali nei propri paesi industrializzati e aprire quelle stesse fabbriche in luoghi in cui i salari degli schiavi sono all’ordine del giorno
  • poiché le tariffe sulle merci importate vengono cancellate, uccidendo le imprese che cercano di competere con le mega-corporazioni
  • con il declino delle principali economie,

…la base di consumatori di queste mega-corporazioni si restringe.

Per dirla in modo semplice:

Le società vendono prodotti. 

Hanno bisogno di acquirenti, in tutto il mondo. 

Le principali aziende manifatturiere gestiscono le loro catene di montaggio a circa metà della capacità.. 

Potrebbero produrre molto, molto di più di ciò che vendono.

Ma solo circa un ottavo della popolazione mondiale ha i mezzi per acquistare questi prodotti.

Ci sono soluzioni parziali per il problema:

  • guerre a scopo di lucro
  • vendita di prodotti aziendali ai governi
  • i governi fondamentalmente pagano i cittadini in modo che possano acquistare determinati prodotti…

Ma, a lungo termine, queste soluzioni non vanno.

Le mega-corporazioni mancano ancora di consumatori. Puoi creare solo così tanti acquirenti artificiali.Oltre a ciò, il sistema di mercato tende irrimediabilmente al ribasso.

Le mega-corporazioni hanno il potenziale per produrre e vendere sempre di più. La base dei consumatori si sta riducendo…

La globalizzazione, lo stesso sistema determinato ad elevare il potere delle mega-corporazioni, sta diminuendo il numero di persone che possono consumare ciò che fanno le multinazionali.

Il serpente si mangia la coda ormai da tempo.

Gli amministratori delegati delle mega aziende ei loro consulenti non sono completamente stupidi. Alcuni di loro vedono la calligrafia sul muro.

Le soluzioni della Banca Mondiale e del FMI non risolveranno questo problema 

Né è un programma di spopolamento drastico. 

Sarebbe andare nella direzione sbagliata: meno consumatori…

Che ne dici di un reset radicale che coinvolge una nuova valuta globale…?

Supponiamo, ad esempio, che ogni abitante del pianeta fosse dotato di una carta di credito gratuita con un notevole potere d’acquisto?

Teoricamente, potrebbe funzionare, se si scartano ciò che faranno le persone che effettivamente si guadagnano da vivere, quando vedranno miliardi di loro simili che non lavorano, dotati di un potere di acquisto paragonabile al loro.

E quella rimbombante guerra di classe sarebbe solo l’inizio tempestoso dei guai.

Creare denaro dal nulla per soddisfare l’avarizia delle banche, per ripagare l’aumento del debito dei governi, per aumentare i profitti delle aziende è una cosa.

Creare soldi dal nulla per guadagnare sei o sette miliardi di nuovi consumatori è un’altra cosa.

In tal caso, la donazione del welfare aziendale porterebbe all’inquinamento e alla distruzione dell’ambiente su una scala tale da far sembrare i livelli attuali come pochi cestini da picnic che perdono durante una gita domenicale al parco.

C’è un altro fattore da considerare:

l’innovazione tecnologica…

Per le mega-corporazioni, ciò significa che robot/macchine sostituiscono gli esseri umani come dipendenti.

Più disoccupazione – a meno che le multinazionali non si trattengano e si astengano dall’attuare la “rivoluzione dell’automazione”.

La spinta aziendale, tuttavia, è sempre quella di andare avanti.

Più robot sul posto di lavoro. 

Catene di montaggio più grandi. 

Maggiore produzione.

Si scopre che l’agenda globalista ha una data di scadenza

Al di là di questo, il sistema si sfalda lungo le cuciture.

La soluzione normale a un problema di questa portata è:

  • pensare a breve termine
  • evitare l’inevitabile
  • fingere che vada tutto bene
  • lasciare le risposte alla prossima generazione…

Consideriamo come reagirebbero i grandi padroni di grandi aziende sempre più avidi, alla seguente proposta:

“Sentite ragazzi, sappiamo che avete la capacità di produrre beni per due o tre pianeti grandi quanto la Terra.

Ma vogliamo che voi serviate solo un decimo di un pianeta e quella base si ridurrà ulteriormente. 

Bene? Non preoccupatevi, siate felici. Va tutto bene…”

Dietro ogni conferenza del Bilderberg, CFR, Trilaterale, questo è lo spettro che si nasconde nell’ombra.

Non sono preoccupati di aumentare il livello del loro controllo politico sulle popolazioni. È l’economia che non torna, non importa quanti buchi nella diga siano temporaneamente tappati.

Ogni punto dell’agenda globalista presente, fa due cose:

a) mira a un controllo più stretto delle popolazioni 

b) impone e abbassa progressivamente un tetto alle megacorporazioni

Rivela un futuro in cui il numero di quelle società sarà drasticamente ridotto.

E questo è il problema. Questo è il fattore nascosto…!

Sì, i ricchi diventano più ricchi ei poveri sempre più poveri.

Ma chiunque pensi che l’analisi sia il fulcro della crisi attuale, non guarda oltre la punta del suo naso.

Si scopre che:

il decentramento del potere, a tutti i livelli, è qualcosa di più della semplice speranza e dei sogni di pochi. 

È un imperativo planetario… ed è in gioco la sopravvivenza.

La più grande matrice economica mai escogitata, sta spegnendo il suo motore…

Pubblicato su: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

Una proposta religiosa senza avere la minima idea di cosa stia facendo

Lascia un commento

Perché l’isteria del carbonio e le politiche di decarbonizzazione sono economicamente folli?

Pubblicato da: Doug Casey via International Man October 29, 2021

L’umanità basata sul carbonio vive in un mondo basato sul carbonio. Quelli in cima alla piramide che odiano veramente l’umanità, promuovono politiche anti-carbonio per ridurre la popolazione e l’attività economica. Il resto del mondo accetta l’agenda del greenwash come una proposta religiosa senza avere la minima idea di cosa stia facendo. Editor TN

Uomo internazionale: I paesi occidentali stanno guidando la carica nella ristrutturazione delle loro economie intorno alla questione del cambiamento climatico. Sono impegnati in un’agenda completa per “decarbonizzare” le loro economie entro il 2050.

Qual è la tua opinione su questo?

Doug Casey: Per riassumere in una parola, è folle. In due parole, è criminalmente folle.

Prima della rivoluzione industriale, la principale fonte di combustibile era il legno. Dopodiché, siamo passati al carbone, che è stato un grande miglioramento nella densità dell’energia e dell’economia. Poi siamo passati al petrolio, un altro enorme miglioramento nella densità energetica e nell’economia.

Queste cose sono accadute non a causa di un mandato del governo, ma semplicemente perché avevano un senso sia economico che tecnologico. Se il mercato fosse stato lasciato in pace, il mondo sarebbe senza dubbio alimentato dal nucleare. Il nucleare è senza dubbio il tipo più sicuro, più economico e più pulito di generazione di energia di massa. Questo non è il momento di entrare nelle numerose ragioni che sono vere. Ma se il nucleare non fosse stato regolamentato, useremmo già piccoli reattori al torio di quinta generazione, autonomi, che generano energia quasi troppo economica da misurare. Il mondo funzionerebbe già con elettricità verde veramente pulita.

Invece, tempo, capitale e capacità intellettuali sono stati massicciamente deviati verso le cosiddette fonti di energia “ecologiche” – principalmente eolica e solare – strettamente per ragioni ideologiche. I poteri forti vogliono trasformare il mondo intero in una falsa energia verde, che piaccia o no.

Sono tutto per l’energia verde in linea di principio. Non c’è dubbio che il solare e l’eolico siano utili ed efficaci per determinate applicazioni, generalmente luoghi piccoli, isolati e speciali in cui il carburante convenzionale è scomodo o troppo costoso. L’efficienza del solare è stata enormemente migliorata negli ultimi decenni, così come l’efficienza del vento. Ma nessuno dei due ha alcun senso per il potere di base di massa nelle economie industriali.

Con ulteriori progressi tecnologici, un giorno potrebbero diventare più economici. Forse le persone alla fine metteranno grandi collettori in alta orbita terrestre e microonde la potenza fino alla superficie. Ci sono tutti i tipi di possibilità fantascientifiche. Ma in questo momento, “verde” è solo una bella parola per “stupido”, “ideologico” o “sponsorizzato dal governo”.

Fare le cose in modo ecologico toglie potere ai mercati, che è dove le persone votano con i loro dollari. Invece mette il potere nelle mani di ideologi e burocrati.

In breve, l’eolico e il solare vengono promossi proprio in questo momento, i combustibili fossili e nucleari vengono dannati. È l’opposto di quello che dovrebbe succedere e una pessima tendenza sotto ogni punto di vista.

Metti giù che mi piacciono gli uccelli ei coniglietti tanto quanto chiunque altro, ma io sono anti-verde. Ad ogni modo, gli ecofreaks non si preoccupano molto degli uccelli e dei coniglietti. È solo un’impiallacciatura. In realtà odiano le persone e vogliono davvero che scompaiano. Come minimo, vogliono controllarli. E la grande isteria del riscaldamento globale/anti-combustibili fossili è un ottimo modo per farlo.

Uomo internazionale: Come parte di questa agenda, gli Stati Uniti, l’UE ei paesi dell’OCSE prevedono di eliminare gradualmente petrolio, gas e altri combustibili, sostituendoli con fonti di energia a zero o basse emissioni di carbonio.

Che tipo di interruzioni potremmo vedere quando viene effettuata la transizione verso fonti di energia che potrebbero non essere altrettanto affidabili?

Doug Casey: Molte interruzioni, molte delle quali enormi e attualmente impreviste. Gli Stati Uniti hanno 330 milioni di persone. Perché le decisioni per centinaia di milioni dovrebbero essere prese da burocrati e hack politici a Washington, DC?

Perché dovrebbero essere loro a decidere che tipo di potere dovrebbe o non dovrebbe essere usato? È una domanda che nessuno fa. Le persone semplicemente presumono che sia così che dovrebbe essere e in gran parte fanno come gli viene detto. Non si fermano mai a considerare che i governi hanno riportato indietro incommensurabilmente i progressi nella storia. I principali prodotti del governo sono guerre, pogrom, confische, tasse, regolamenti e simili.

Compagnie petrolifere come Shell e BP stanno parlando di uscire dal business del petrolio. Le compagnie petrolifere, i loro dipendenti e investitori sono guardati dall’alto in basso come i distruttori del mondo. Nessuno nella buona società vuole ammettere di essere nel business del petrolio.

Prima di perforare un pozzo petrolifero in qualsiasi parte del mondo, è necessario chiedere il permesso a uno o più enti governativi. Nel mondo occidentale, dove il pubblico è stato catturato dalle nozioni di PC ed ESG, i governi sono restii a rilasciare permessi di trivellazione. I perforatori non vogliono perforare perché i costi sono artificialmente alti e qualsiasi profitto sarà soggetto a tasse scoraggianti.

Aspettatevi un calo della produzione di petrolio in Occidente. Durante gli anni ’50, ’60, ’70 e ’80 è stato scoperto più petrolio di quanto ne fosse stato utilizzato. Le riserve sono aumentate. Ma non è più così. Non è perché l’olio non c’è; è perché è troppo politicamente scorretto per cercarlo e sfruttarlo.

Inoltre, scienziati, ingegneri e investitori stanno alla larga da tutto ciò che ha a che fare con i combustibili fossili. Puoi pianificare sia la carenza di carburante che i costi molto più elevati. I mercati vengono sovvertiti e stanno diventando sempre più politicizzati.

Inoltre, le cosiddette “tecnologie verdi” non sono realmente verdi. Sembrano solo verdi in superficie. I giganteschi mulini a vento e i parchi solari fanno affidamento su enormi quantità di combustibili fossili e metalli per essere fabbricati e installati. Hanno una durata limitata e devono essere smaltiti. Non solo non possono fornire quantità massicce di energia in modo coerente, ma mostrano tutte perdite, persino i benefici al netto delle tasse le mascherano. Che distrugge il capitale. Non sono segni di progresso ma monumenti allo spreco e alla distruzione. Avremo enormi sconvolgimenti nei mercati dell’energia negli anni a venire, e dal momento che il mondo intero funziona con l’energia, è davvero grave.

Uomo internazionale: In linea di massima, è la nuova “crisi” del cambiamento climatico un invito a un maggiore intervento del governo nel mondo?

Doug Casey: Sì. È come invitare un vampiro a casa tua.

Per molti decenni, i bambini sono stati indottrinati con idee sulla conservazione controproducente e sul Greenismo. Fumetti, libri di scuola, lezioni degli insegnanti, televisione – lo chiami tu – presentano la terra come sotto attacco dalle forze dell’oscurità. L’umanità, in particolare gli scienziati, gli ingegneri e gli imprenditori, vengono mostrati mentre sfruttano e violentano Madre Natura e le sue risorse naturali. Sono presentati come malvagi.

di Bronowski L’ascesa dell’uomo è stata sovvertita in una battaglia del bene contro il male, in cui tutti i valori sono stati capovolti. Il problema ha permeato la società, ed è anche peggio nel sistema educativo.

Sant’Ignazio di Loyola, che ha fondato i Gesuiti, e Vladimir Lenin, che ha fondato l’URSS, hanno entrambi pronunciato parole del tipo: “Se riesci a indottrinare un bambino durante i suoi primi anni, in pratica hai impostato la sua direzione di pensiero per la vita. ” Avevano ragione.

Il governo è sempre presentato come nobile, saggio e lungimirante. Viene presentato come il salvatore che interviene per fermare i malvagi produttori.

È uno dei tanti meme falsi e orribilmente distruttivi che infestano la terra oggi come spettri. La crescente fiducia nel governo come soluzione magica ai problemi riduce enormemente il tenore di vita della persona media e crea ogni tipo di distorsione nella società. Ha trasformato lo studio dell’economia in una pseudoscienza, e le sue incursioni nella scienza stanno screditando l’idea stessa della scienza.

In effetti, le due grandi isterie che affliggono il mondo in questo momento sono entrambe incentrate sul coinvolgimento dello Stato nella scienza, o almeno nello scientismo. Uno è il C-O-V-I-D, un’influenza relativamente banale gonfiata a dismisura. L’altro è AGW, il riscaldamento globale antropogenico, che è stato ribattezzato in tempi relativamente recenti come cambiamento climatico.

A mio avviso, entrambi alla fine saranno completamente smentiti e screditati. Ma se vai contro la narrativa di uno di loro in questo momento, verrai cancellato, licenziato e/o ostracizzato.

È molto simile a quello che accadde a Galileo quando andò contro la saggezza prevalente del Medioevo. In realtà non bruciano più libri, ma solo perché i libri oggi sono per lo più elettronici. Ma fanno l’equivalente in posti come Google e Twitter.

C’è un’eccellente possibilità che queste persone screditino l’idea stessa di scienza perché si sono avvolte nel velo della scienza. O, più precisamente, quella che è diventata nota come “La Scienza”. Stanno creando qualcosa di molto più serio di un altro disastro economico.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/perch%C3%A9-l%27isteria-del-carbonio-e-le-politiche-di-decarbonizzazione-sono-economicamente-folli%3F/

*********************************

Articolo correlato:

Attendendiamoci una piccola glaciazione nei prossimi anni

®wld

La Cabala non si ferma davanti a nulla…

Lascia un commento

In qualche modo la razza umana sembra essere flessibile e resistente

Clicca sull’immagine per guardare il video

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 15

“Il programma di spopolamento nelle nostre vite quotidiane, seconda parte.
Come se l’episodio precedente non fosse abbastanza scioccante c’è ancora più attività che arriva dalla Cabala, quando si tratta di spopolamento, il loro argomento prhttps://odysee.com/$/download/Il-Sequel-di-Crolla-Cabala,-Crolla!—Parte-15/f64bd38b3ee49e200e4f4bba51b910139a3b98e3eferito.
Allacciate le cinture di sicurezza, ci siamo!”

DOWNLOAD & REUPLOAD di tutti i nostri video esplicitamente DESIDERATI! Il nostro lavoro gratuito dovrebbe essere disponibile ovunque.

Seguite Q su
https://qposts.in/

Qlobal-Change è una piattaforma che unisce le notizie alternativi.

Blog:
https://qlobal-change-italy.blogspot.com

Telegram: t.me/QlobalChangeItalia

NewsFEED su Telegram: t.me/QC_Italia_BlogFEED

Clicca sull’immagine per guardare il video

Il Sequel di Crolla Cabala, Crolla! – Parte 16

“L’agenda dello spopolamento nella nostra vita quotidiana, parte 3. Se pensate che la Cabala si fermerà dopo aver schierato, dopo aver schierato guerre, pestilenze, disastri “naturali”, carestie, OGM, “pianificazione familiare” avvelenamento del nostro cibo e dell’acqua, vi state sbagliando. La Cabala non si ferma davanti a nulla…

Questo episodio vi sconvolgerà. Tra 30 minuti vi chiederete come diavolo sia possibile che non siamo ancora tutti morti. Avremmo dovuto esserlo, ormai. In qualche modo la razza umana sembra essere flessibile e resistente come gli scarafaggi. E’ questo che ci salverà alla fine? Scopriamolo nella parte 16…”

BitChute: https://www.bitchute.com/video/EQVgs7o58keF/

DOWNLOAD & REUPLOAD di tutti i nostri video esplicitamente DESIDERATI! Il nostro lavoro gratuito dovrebbe essere disponibile ovunque.

Seguite Q su
https://qposts.in/

Qlobal-Change è una piattaforma che unisce le notizie alternativi.

Blog:
https://qlobal-change-italy.blogspot.com

Telegram: t.me/QlobalChangeItalia

NewsFEED su Telegram: t.me/QC_Italia_BlogFEED

La parte 13 QUI

La parte 12 QUI

La parte 11 QUI

La parte 10 QUI

La parte 9  QUI

La parte 8  QUISe ti sei perso i “Sequel” dei video precedenti, li puoi trovare QUI

®wld

Older Entries