Home

Un “Abbattimento Pacifico” è in Corso

Lascia un commento

-Un promemoria-

di 2ndSmartestGuyintheWorld 22 ottobre 2022 

dal sito web 2ndSmartestGuyintheWorld 

traduzione di Nicoletta Marino  

Versione originale in inglese 

Versione in spagnolo 

Il Club di Roma è stato fondato nel 1968 per promuovere deliberatamente l’agenda globale del terrorismo climatico al fine di inaugurare l’eventuale Grande Reset planetario.

Oggi, il WEF e l’ONU e le loro varie risorse sono i volti pubblici di questa truffa PSYOP-CLIMATE-CHANGE.

Uno dei fondatori e leader di pensiero del Club di Roma era abbastanza sociopatico da accettare un’intervista in cui ammetteva la loro agenda eugenetica in bella vista:

“We can have 1 Billion people with freedom, or 9 Billion slaves. We’re at over 7 Billion right now, so we need to bring that down to 1 Billion.
I hope that culling can be peaceful and slow and equal between rich and poor.” -Dennis Meadows (author of Limits to Growth) Club of Rome pic.twitter.com/YEwV2ADF7L— Global Freedom Movement (@GlobalFreedomM) April 18, 2022 

Limiti alla crescita – Un resoconto al Club di Roma 

Un modo “speciale” e “pacifico” per spopolare, anzi, in altre parole,

attraverso iniezioni di armi biologiche a lenta uccisione, malattie indotte da cibo e ambiente, stress, esaurimento energetico, iperinflazione, fame, eradicazione radioattiva selettiva, ecc.

Dennis Meadows è l’estensione del culto della Fabian Society.

È un tecnocrate neomarxista e neomalthusiano.

I suoi complici oggi sono, 

le fondazioni CFR, ONU, WEF, OMS, FMI, BIS, Rockefeller e Gates, le agenzie di intelligence e i governi illegittimi e criminali che eseguono i loro programmi su coloro che fingono di rappresentare…

Se la storia ci insegna una lezione è che il male alla fine perde sempre.

La libertà, la moralità e l’interdipendenza illuminata trionfano sempre; cioè, fino a quando la prossima ondata di male si raduna di nuovo.

Il tecno-comunismo fallirà.

Il Grande Reset fallirà.

I CBDC falliranno.

I vari Psyop falliranno e la paura indotta alla massa non funzionerà più su popolazioni sempre più sveglie.

Non ci sarà la Quarta Rivoluzione Industriale; la Quarta Svolta se ne assicurerà.

Ma la vita peggiorerà prima di migliorare.

PS:

Quando Klaus Schwab e i suoi generatori interni di gergo hanno tirato fuori la loro citazione “non possiedi nulla e sarai felice“, stavano semplicemente derubando Brave New World e il suo perma-high sul futurismo tecno-comunista della Soma Fabian Society, vale a dire:

Ma il tono di Henry era quasi, per un momento, malinconico. 

“Sai cos’era quel ritorno?”

“Era un essere umano finalmente e definitivamente scomparso. Finito con uno spruzzo di gas caldo. Sarebbe curioso sapere chi era: un uomo o una donna, un Alpha o un Ypsilon…”

Lui sospirò.

Poi, con voce risolutamente allegra,

“Comunque”, ha concluso, “c’è una cosa di cui possiamo essere certi; chiunque fosse, era felice quando era vivo. 

Adesso sono tutti felici”. 

NON siate accondiscendenti…!

 

LINK 

®wld

Il punto che sfugge

Lascia un commento

di Vernon Coleman 03 maggio 2022 dal sito web di Vernon Coleman

Perché hanno bisogno della terza guerra mondiale

Sono sempre più preoccupato che ciò che sta accadendo in Ucraina venga utilizzato come scusa per suscitare entusiasmo per la terza guerra mondiale.

I cospiratori stanno lavorando duramente per spingere il pubblico collaboratore (cervelli ammorbiditi da troppi mesi di mascherine e troppe iniezioni tossiche) a chiedere una guerra contro la Russia.

In apparenza, è possibile sostenere che allo stesso modo in cui l’invasione tedesca della Polonia portò alla seconda guerra mondiale, così l’invasione russa dell’Ucraina potrebbe essere usata come scusa per i cospiratori per iniziare la terza guerra mondiale.

Ma penso che sfugga il punto.

Il fatto è che i cospiratori dietro la frode Covid, la frode sul riscaldamento globale e il Great Reset hanno bisogno di una guerra per mantenere viva la paura – e ne hanno già una.

I ministri parlano di una guerra che dura anni – una guerra permanente – una guerra uscita direttamente da quella del 1984 di Orwell .

Hanno creato la guerra di cui hanno bisogno e sta già accadendo: una guerra per uccidere miliardi di persone attraverso la fame e la povertà; una guerra per distruggere le economie; una guerra per creare un rispetto permanente.

Basta guardare cosa sta succedendo di conseguenza.

I banchieri pensano che la guerra potrebbe essere utilizzata per accelerare l’adozione della moneta digitale da parte delle banche centrali.

E quella, come avverto da mesi, sarà valuta programmabile. Puoi spenderli solo per le cose che ti permettono di comprare.

Le sanzioni che sono state introdotte sono la guerra di cui hanno bisogno i cospiratori. Le sanzioni provocheranno centinaia di milioni di morti in Africa e in Asia.

Anche la Banca Mondiale più o meno ammette che le sanzioni stanno effettivamente creando un genocidio in due continenti.

Sono le sanzioni, non le bombe ei proiettili, che faranno l’omicidio. La terza guerra mondiale è iniziata con le sanzioni e l’America è già coinvolta con l’Europa.

La guerra sta già portando a una povertà massiccia. I costi di carburante e cibo sono in aumento e continueranno a salire. Niente di tutto questo sta accadendo per caso. Le tasse stanno aumentando e continueranno ad aumentare.

Qualcuno deve pagare per una guerra e visto che ci siamo noi la paghiamo.

Non c’è più alcun dubbio che la NATO abbia deliberatamente spinto la Russia a invadere l’Ucraina. Né vi è alcun dubbio che questa non sia, di gran lunga, l’attività militare più eclatante che si sta verificando in questo momento.

Le guerre in Yemen e Siria hanno ucciso molte più persone, ma hanno suscitato poco o nessun interesse tra i politici oi giornalisti occidentali.

Non credo che nessuno che abbia studiato le prove sarebbe in disaccordo con la conclusione che la Russia sia stata ispirata a invadere l’Ucraina per aiutare a portare avanti i piani di coloro che perseguono il Grande Reset.

L’Occidente ha deliberatamente spinto Putin in un angolo – e demonizzato un’intera nazione – per creare la guerra di cui ha bisogno per aiutarci a forzarci nel Grande Reset e nel Nuovo Ordine Mondiale di Schwab in cui non possederemo nulla e saremo felici.

Non possiedi nessuna casa, nessuna macchina, niente. Non avrai soldi. Farai la coda e sarai schiavo di un mondo digitale. Comunismo sulla velocità.

La carenza di cibo, carburante e fertilizzanti, che è una diretta conseguenza dell’invasione orchestrata, distruggerà l’economia globale e farà aumentare l’inflazione, i prezzi e i tassi di interesse.

In Gran Bretagna stiamo subendo il più forte calo del tenore di vita dal decennio successivo alla seconda guerra mondiale. Abbiamo il carico fiscale più alto dagli anni ’40. Non c’è effettivamente assistenza sanitaria per milioni di persone.

Nel Regno Unito, oltre due milioni sono in attesa di cura per il cancro: la maggior parte morirà prima di essere curata. I pazienti devono aspettare tre anni per il trattamento dentale.

In Occidente, in particolare in Europa, ci saranno molte difficoltà. Milioni perderanno il lavoro e milioni perderanno la casa.

Ma il vero costo si farà sentire in Africa e in Asia, dove nei prossimi mesi centinaia di milioni di persone moriranno di fame. Sarebbe ingenuo pensare che si trattasse di qualcosa di diverso da un genocidio deliberato.

In precedenza ho suggerito, abbastanza seriamente, che Biden, Johnson e altri responsabili delle sanzioni mortali dovrebbero essere trattati come criminali di guerra.

Alcune settimane fa ho pensato che fosse tra l’improbabile e l’impossibile che i combattimenti in Ucraina si diffondessero nel resto d’Europa e ci portassero nella terza guerra mondiale. Pensavo che anche i collaboratori più aggressivi e amanti della guerra si sarebbero tirati indietro quando i prezzi di cibo e carburante sarebbero aumentati.

Ma i media hanno fatto bene il loro lavoro. Le colonne delle lettere sono piene di richieste di più azione, più proiettili, più guerra. I leader politici parlano di deporre Putin e di arrestarlo.

Le persone che non hanno detto nulla durante la guerra tra Russia e Ucraina nel 2014, e quelle guerre in Yemen e Siria per esempio, ora sono improvvisamente piene di orrore.

Le persone a cui è stato fatto il lavaggio del cervello per chiedere una guerra più grande sono state manipolate e non si rendono conto di essere usate.

Sono le stesse persone che si sono innamorate del mito del riciclaggio: la farsa continua che significa che i cartoni di yogurt accuratamente lavati vengono trasportati in Cina o in Turchia per essere bruciati o scaricati.

Oppure vengono semplicemente scaricati in mare. Sono le persone che si sono innamorate del mito del riscaldamento globale, anche se non ci sono prove per il mito.

Quando 500 scienziati di fama mondiale hanno scritto e sottolineato che il riscaldamento globale era un mito, i media di tutto il mondo li hanno ignorati e hanno riportato le affermazioni fatte da una giovane ragazza.

Sono le persone che hanno accettato i jab tossici e sperimentali con entusiasmo illimitato, anche se tutti ammettono che i jab non fanno quello che si dice facciano, ma ne hanno uccisi e mutilati innumerevoli migliaia.

Queste persone sono state modellate, addestrate e trasformate in servi creduloni compiacenti della cospirazione del Grande Reset.

Ora, penso che il rischio che si sviluppi la terza guerra mondiale stia aumentando rapidamente e presto sarà una via di mezzo tra probabile e inevitabile.

Guarda cosa sta succedendo.

Secondo quanto riferito, il governo britannico ha inviato armi e truppe (descritte, inevitabilmente, come consulenti) in Ucraina, coinvolgendo così la Gran Bretagna nel conflitto. Johnson avrebbe inviato carri armati.

Altri ministri britannici vogliono che l’Occidente invii aerei per sostenere l’Ucraina. Non sorprende che la Russia abbia risposto minacciando di bombardare pezzi di Gran Bretagna.

La signora Truss, il ministro degli Esteri, parla di scavare a fondo nelle nostre scorte, aumentare la produzione e aumentare le spese per la difesa, in un momento in cui milioni di persone devono scegliere tra mangiare e tenersi al caldo.

Quasi ogni giorno il governo parla di spendere centinaia di milioni in più – che non abbiamo.

Siamo stati avvertiti che la guerra continuerà per anni. Rileggi il tuo Orwell. Guerra permanente. Paura e terrore.

Altri paesi stanno facendo lo stesso.

Negli Stati Uniti, Biden, i cui legami familiari con l’Ucraina sono ancora un mistero, ha chiesto al Congresso 33 miliardi di dollari immediati da inviare in Ucraina per la guerra.

Wikipedia dice che non c’è nulla di vero in nessuna voce di un legame tra Biden e l’Ucraina, quindi possiamo essere abbastanza certi che sta succedendo qualcosa che i cospiratori vogliono nascondere.

L’UE ha inviato oltre un miliardo di euro all’Ucraina, anche se ha inviato 38 miliardi di euro alla Russia per forniture energetiche e quindi protegge le sue scommesse e sostiene entrambe le parti, come uno sponsor aziendale che sostiene entrambe le parti alle elezioni.

Il pubblico è incoraggiato a sostenere l’Ucraina.

Sotto la guida dei cospiratori, i media riferiscono costantemente di atrocità (che possono essere accadute o meno) e incoraggiano il pubblico a chiedere un maggiore coinvolgimento dell’Occidente.

La Gran Bretagna sarà presto gemellata con l’Ucraina e probabilmente avremo una partecipazione congiunta all’Eurovision Song Contest. Sarebbe la nostra migliore possibilità di vincere.

I singoli cittadini russi (che potrebbero non aver commesso alcun crimine, per non parlare di essere stati coinvolti nell’invasione dell’Ucraina) vengono perseguitati e puniti.

Agli sportivi e ai musicisti che sono russi viene negata l’opportunità di esercitare i loro mestieri semplicemente perché portano passaporti russi.

Gli uomini d’affari vedono le loro proprietà sottratte loro, semplicemente a causa della loro cittadinanza.

E i membri del pubblico sono costantemente incoraggiati a sostenere l’Ucraina. La bandiera dell’Ucraina sventola da edifici pubblici e pennoni privati ​​in tutta la Gran Bretagna.

Non ho visto alcun segno di sostegno al popolo oppresso della Siria o al popolo oppresso dello Yemen, ma il popolo ucraino viene trattato come qualcosa di molto speciale. E non c’è dubbio che la guerra sia usata da Johnson e dal Partito conservatore per aiutare a distrarre dal fatto che il Primo Ministro, Johnson, e il Cancelliere dello Scacchiere, Sunak, hanno mentito al popolo britannico e al Parlamento sul loro comportamento durante i lockdown. In un certo senso, il loro comportamento era spiegabile, ovviamente. Sapevano che non c’era la peste e che i blocchi erano del tutto inutili.

Ma ciò non cambia il fatto che loro, e una vasta gamma di dipendenti pubblici, hanno semplicemente ignorato le leggi che avevano creato.

Alcuni dicono che la guerra è stata fortunata per Boris, ma questa è una direzione sbagliata. Boris sta semplicemente beneficiando di quello che per lui è un fortunato effetto collaterale.

(Vale la pena ricordare che mentire al Parlamento era considerato un crimine imperdonabile. È stato per aver mentito al Parlamento – e nient’altro – che John Profumo è stato esiliato dalla vita pubblica.)

Johnson e Sunak ora sono entrambi criminali, bugiardi e ipocriti. Nessuno dei due è idoneo a ricoprire cariche pubbliche. Ma nessuno dei due ha la decenza di dimettersi. Queste sono persone cattive, che sopravvivono in un pozzo nero.

C’è un tipo di condizionatore d’aria in Messico che la gente del posto chiama un politico, perché fa molto rumore ma non funziona.

Johnson, in particolare, mi sembra che stia usando la guerra per distrarre dalla sua palese criminalità.

Sostenere che questo non è il momento di cambiare leader è una palese sciocchezza. I francesi hanno appena tenuto le elezioni. La Gran Bretagna ha cambiato leader proprio all’inizio della seconda guerra mondiale.

C’è qualcuno che non crede che Johnson apprezzerebbe l’opportunità di spingerci ulteriormente nel conflitto, a qualunque costo, per salvarsi?

Nel frattempo, ci sono infinite distrazioni quotidiane nei media. Gambe incrociate. Porno sui telefoni. L’infinita soap opera reale creata dall’arroganza e dal diritto.

Vandali che distruggono le pompe di benzina in nome di un culto insensato. Stiamo andando verso l’oscurità fiscale e i media mainstream si godono il carnevale.

I cospiratori che controllano il mondo, e i cui obiettivi pubblicamente dichiarati includono il genocidio, la schiavitù digitale e un governo mondiale, sembrano ora spingere il pubblico a chiedere che la Gran Bretagna, l’America e altri paesi siano direttamente coinvolti nel conflitto in Ucraina.

iden continua a offrire più soldi.

Ha promesso 90 miliardi di dollari per i proiettili. I 33 miliardi di dollari sono solo per cominciare. La Gran Bretagna sta inviando 8.000 soldati.

Non è quello che fai in guerra? Si stanno preparando sottomarini americani, britannici e francesi.

E allora?

La Cina sarà coinvolta a sostegno della Russia?

La Cina userà la guerra come scusa per conquistare Taiwan?

Cosa accadrà in Medio Oriente?

Questi sono tempi brutti, orchestrati e diretti da malvagi cospiratori.

L’unica certezza è che i cospiratori hanno il controllo. E gli innocenti tirapiedi che indossano, sventolano o sventolano le loro bandierine a sostegno dell’Ucraina stanno giocando nelle loro mani.

I cospiratori hanno creato questo conflitto. E sta diventando sempre più chiaro che non hanno finito con esso.

Due mesi fa, la terza guerra mondiale era quasi impossibile.

Oggi, dovresti essere molto ingenuo per non rendersi conto che la terza guerra mondiale fa parte del loro piano. E che in termini pratici la terza guerra mondiale è già iniziata. E ora non ci sono regole.

Tu ed io dobbiamo diffondere la verità per combattere la propaganda.

La schiavitù digitale, il credito sociale e la fine della libertà sono a pochi mesi di distanza, spinti dal nostro coinvolgimento insensato e inconsapevole in una guerra che è apparsa dal nulla e che ci porterà in un mondo senza libertà, senza indipendenza, senza nulla di cui apprezziamo.

Grazie per aver guardato un vecchio su una sedia. Per favore iscriviti al mio canale su Brand New Tube e diffondi i miei video su altre piattaforme come Bitchute.

I miei ringraziamenti a tutti coloro che fanno questo. Si prega di fare anche traduzioni. Per divertirmi metti i miei video su YouTube e guarda quanto durano.

Per la cronaca, questo canale non è stato monetizzato: nessuno dei miei video lo è mai stato perché non voglio pubblicità sui miei video. Non ci sono annunci, sponsor e richieste di fondi su video o siti web.

Grazie a BNT e Muhammad Butt per la piattaforma.

Non dimenticare di guardare i fantastici video del mio amico Dr Colin Barron che sono sempre pertinenti e sempre divertenti.

Leggi ‘The Light paper’ e visita www.lightpaper.co.uk. Inoltre, visita www.astandinthepark.org in modo da poter incontrare persone che la pensano allo stesso modo.

Si prega di visitare i miei siti Web www.vernoncoleman.org e www.vernoncoleman.com . Ci sono articoli gratuiti e nuove cose vengono aggiunte quasi tutti i giorni.

Sono lieto di potervi dire che la versione inglese del mio libro ‘ Covid 19 – The Greatest Hoax in History ‘ è ora, finalmente disponibile.

È stato bandito tre volte, ma vai su Korsgaard Publishing se lo desideri. Ci sono voluti 18 mesi per rimettere in stampa il libro.

Infine, anche se a volte può sembrare così, ricorda che non sei solo. Sempre più persone si stanno svegliando e una volta svegli non tornano a dormire.

Se vogliamo vincere questa guerra, allora dobbiamo combattere duramente e con determinazione, passione e verità.

Diffidare del governo, evitare i mass media e combattere le bugie. Grazie per aver guardato ‘un vecchio su una sedia’…
video

Pubblicato su: https://www.bibliotecapleyades.net/sociopolitica2/sociopol_greatreset109.htm

®wld

Vita sintetica: vivere, riprodurre gli xenobot 3.0 progettati da AI

Lascia un commento

Pubblicato da: Jonathan Chadwick tramite DailyMail 30 Novembre 2021

I tecnocrati inventano perché possono, non perché vi sia una necessità dimostrata di farlo. La vita sintetica progettata dall’IA è un santo graal sia della tecnocrazia che del transumanesimo, avvicinando l’umanità al Grande Reset. Non è noto cosa accadrà quando le cellule sintetiche interagiranno con il tessuto organico. Editor TN

In una potenziale svolta per la medicina rigenerativa, gli scienziati hanno creato i primi robot viventi in grado di riprodursi.

Le macchine viventi di dimensioni millimetriche, chiamate Xenobot 3.0, non sono né robot tradizionali né una specie animale, ma organismi viventi programmabili.

Realizzati con cellule di rana, gli organismi progettati al computer, creati da un team statunitense, raccolgono singole cellule all’interno di una “bocca” a forma di Pac-Man e rilasciano “bambini” che sembrano e si muovono come i loro genitori.

I bio-robot viventi autoreplicanti potrebbero consentire un trattamento farmacologico più diretto e personalizzato per lesioni traumatiche, difetti alla nascita, cancro, invecchiamento e altro ancora.

Gli xenobot sono opera di biologi e scienziati informatici della Tufts University e dell’Università del Vermont (UVM), che hanno dettagliato la loro creazione in un nuovo studio.

Gli Xenobot 3.0 seguono gli Xenobot originali, segnalati nel 2020 come i primi robot viventi, e gli Xenobot 2.0, che possono auto-promuoversi usando “gambe” simili a capelli chiamate ciglia e hanno la capacità di conservare i ricordi.

‘Abbiamo trovato xenobot che camminano. Abbiamo trovato xenobot che nuotano. E ora, in questo studio, abbiamo trovato Xenobot che si replicano cinematicamente”, ha detto l’autore dello studio Joshua Bongard, scienziato informatico ed esperto di robotica presso l’Università del Vermont.

“Abbiamo scoperto che c’è questo spazio precedentemente sconosciuto all’interno di organismi, o sistemi viventi, ed è uno spazio vasto.”

Secondo il team, gli xenobot aiuteranno a sviluppare organismi progettati al computer per la somministrazione intelligente di farmaci.

“Se sapessimo come dire alle collezioni di cellule di fare ciò che volevamo che facessero, in definitiva, quella sarebbe la medicina rigenerativa – questa è la soluzione a lesioni traumatiche, difetti alla nascita, cancro e invecchiamento”, ha affermato Michael Levin della Tufts University.

‘Tutti questi diversi problemi sono qui perché non sappiamo come prevedere e controllare quali gruppi di cellule andranno a costruire. Gli xenobot sono una nuova piattaforma per insegnarci.’

Nel 2020, gli scienziati hanno rivelato di aver costruito a mano gli Xenobot originali progettati al computer, adattati dalle cellule staminali di Xenopus laevis, una specie di rana trovata in alcune parti dell’Africa.

Le cellule staminali – che possono trasformarsi in qualsiasi tessuto o organo – sono state raccolte dagli embrioni delle rane e lasciate in incubazione.

Quindi, con minuscole pinze e un elettrodo ancora più piccolo, un microchirurgo ha tagliato e unito le singole cellule al microscopio nelle forme specificate da un computer.

Assemblate in forme corporee mai viste in natura, le cellule hanno iniziato a lavorare insieme, alimentate da riserve di energia embrionali.

All’epoca, hanno dimostrato che i robot erano programmati per eseguire una serie di compiti, tra cui la consegna di medicinali direttamente in un punto del corpo.

Questa nuova generazione, gli Xenobot 3.0, utilizza cellule staminali della stessa specie di rana.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/sintetico-vita-vivente-che-riproduce-xenobots-3-0-progettato-da-ai/

®wld

Perché adesso, tutto insieme, di colpo? Perché tanta fretta? Che bisogno c’è, di far precipitare il mondo in un’emergenza infinita, utilizzata per imporre cambiamenti planetari e immediati?

Lascia un commento

Apocalypse Earth (2013) - Se online | Blockbuster

V*i*r*u*s, v@xxini, clima, CinqueG, Ufo: perché proprio adesso?

Perché proprio adesso? La domanda può sembrare fuori luogo, ma probabilmente non lo è. Il pianeta è sottoposto a uno stress-test senza precedenti, nella storia contemporanea. Una congiuntura più che allarmante, fatta di eventi concentrici e convergenti, spesso traumatici, comunque sconcertanti. Tutti avvenimenti pressoché contemporanei, a partire dal più problematico. Dunque: perché l’operazione Covid è scattata proprio adesso? Un piano dal respiro planetario, che tende a instaurare un controllo totale sulle persone, attraverso la gestione ultra-emergenziale di una strana epidemia influenzale. E perché proprio adesso una certa élite spinge per la digitalizzazione sistematica dell’essere umano, utilizzando – come primo passo – proprio la schedatura di massa ottenuta con la leva “vaccinale”? E poi: perché proprio adesso imporre l’inoculo di un preparato genico controverso e ancora sperimentale, ben poco efficace come misura di protezione, nei confronti – oltretutto – di un patologia molto meno pericolosa di tante altre, facilmente curabile nella maggior parte dei casi?

Coming

Inoltre: perché, proprio adesso, introdurre la prassi “v@xxinale” universale, in previsione della ventilata, progressiva diffusione di nanochip corporei? Qualcuno dirà: è il progresso, tutto qui. Altri innalzeranno barricate, evocando il Grande Reset annunciato a Davos: non un oscuro complotto, ma – al contrario – un progetto di ingegneria sociale (e bio-politica) apertamente esposto. Colpiscono le concomitanze, piuttosto ridondanti, che fanno da corollario all’avvento dell’Era #Pandemica: per esempio l’estensione della copertura Internet in ogni angolo del globo e la capillare diffusione della rete wireless CinqueG, supportata da milioni di antenne e migliaia di satelliti. Altra domanda: perché proprio adesso – parallelamente – è diventata ormai vistosa l’attività di geoingegneria atmosferica, condotta attraverso il rilascio quotidiano (da parte degli aerei) di scie biancastre e persistenti, fino a velare regolarmente il cielo sereno? Ancora: perché proprio adesso – dopo decenni di “negazionismo” ufficiale – viene improvvisamente sdoganata la presenza, sempre nei cieli, di oggetti volanti definiti “non identificati”, cioè teoricamente non rispondenti ad alcunché di noto, a livello terrestre?

Bergoglio e Greta

In questo mosaico di fenomenologie non ancora del tutto spiegate in modo convincente, c’è chi include anche l’anomalia dell’atteggiamento del Vaticano. Ovvero: perché, in un momento come questo, la Santa Sede ha avallato – senza esitazioni – tutte le ferree imposizioni dei governi, che hanno provocato enormi sofferenze sociali? E infine: perché, proprio adesso, viene imposta ufficialmente la narrazione ecologistica incarnata dal personaggio Greta Thunberg? E’ notorio, purtroppo, l’impatto antropico sull’ecosistema terrestre: le attività industriali e i consumi di massa hanno aggravato in modo drammatico l’inquinamento dell’aria, delle acque e dei suoli. E allora perché non concentrarsi sull’avvelenamento della Terra? Perché puntare invece il dito sulle variazioni climatiche, storicamente sempre avvenute per effetto dell’attività solare? E’ possibile che nell’alterazione delle temperature vi sia anche il (minimo) concorso dell’umanità; ma per quale motivo dichiarare che, invece, sia l’uomo il vero e unico responsabile del riscaldamento? Perché – proprio adesso – lasciare che venga messo in disparte il reale problema (l’inquinamento, l’erosione delle risorse naturali) per collegare il clima alla soluzione preconfezionata dalla finanza, cioè il “reset” globale emblematizzato dall’auto elettrica?

Clima, ambiente, virus e obblighi vaccinali, digitalizzazione universale, “scie chimiche” e reti wireless. E poi Ufo, cibernetica, “quarta rivoluzione industriale”. Su ogni singolo aspetto dell’assillante attualità di oggi, l’establishment fornisce risposte reticenti o contraddittorie, censurando volentieri ogni voce critica. Il che, inevitabilmente, alimenta anche i più fantasiosi “complottismi”, che finiscono per intorbidire la corretta percezione delle più interessanti analisi eterodosse, scomode in quanto serie e documentate. Il clima? Tutta colpa nostra. Il C*o*v*i*d-1*9? Uno sfortunato incidente. I “v@xxini” genici? L’unica soluzione possibile (scartando quindi le terapie: che invece funzionano benissimo). Il Green Pass? Inevitabile. Le scie nel cielo? Niente di cui preoccuparsi: sciocchezze. Le antenne CinqueG? Innocue. L’interazione uomo-macchina, tramite nano-tecnologie anche inoculabili, oltre che inseribili nel corpo umano mediante ? Tutte straordinarie opportunità. Gli Ufo? E’ vero, esistono: ma si chiamano Uap, e non si ha idea di cosa possano essere. Astronavi aliene? Forse. Dunque esistono, gli alieni? Certo: lo ha dichiarato il generale Haim Eshed, già a capo della sicurezza aerospaziale israeliana.

La Bibbia Nuda

Secondo i teorici della paleoastronautica, gli alieni sono qui da sempre e controllano i destini dell’umanità. Il sumerologo Zecharia Sitchin rileva la presenza della “fabbricazione aliena” dell’Homo Sapiens nei testi mesopotamici. Parallelamente, il biblista Mauro Biglino riscontra nella Genesi una analoga “fabbricazione”, sempre genetica, da parte della comunità degli Elohim. Niente di così strano, osserva Biglino: tutti i “racconti delle origini” alludono al ruolo dei Figli delle Stelle nella nascita dell’umanità, che poi ha voluto chiamare dèi i suoi “padri celesti”, trasformandoli in materia religiosa. Chi segue con attenzione questi contributi culturali sa benissimo che ci staremmo avvicinando a un momento fatidico, l’inizio del 2024: un possibile punto di svolta. Gli studiosi di astrologia confidano nel carattere “rivoluzionario” dell’ingresso di Plutone in Acquario. Tra chi osserva il cielo dal punto di vista astronomico, invece, non manca chi parla dell’avvento di una nuova “era precessionale”, tale da mutare il corso della storia in termini pluri-millenari.

Uno degli argomenti più controversi è il presunto avvicinamento del misterioso Pianeta X, il Nibiru dei Sumeri: lo sfioramento orbitale – si teme – potrebbe comportare cataclismi devastanti. Altri ancora sono convinti che dal 2024 potrebbe non essere più occultabile l’arrivo di nuovi visitatori dallo spazio, probabilmente ostili a quelli che – secondo l’ufologo Roberto Pinotti – sono attualmente presenti sulla Terra (come confermato dallo stesso Eshed) e controllano direttamente l’azione dei governi. Eshed parla addirittura di “basi condivise”, nell’ambito di una Federazione Galattica, localizzate sul nostro pianeta ma anche sulla Luna, su Marte e su altri corpi celesti del Sistema Solare. In ambito mitologico, poi, la tradizione dei Misteri Eleusini (che permeò segretamente anche il Rinascimento italiano, tramite le fratellanze orfiche e pitagoriche) parla in modo esplicito del ritorno dei Titani, le divinità che secondo Esiodo sarebbero state “sfrattate” dagli dèi olimpici dell’antica Grecia, quelli descritti nei poemi omerici.

2024_m

I Titani? Si tratterebbe di “divinità” extraterrestri provenienti da Tau-Ceti. Ebbene: 80.000 anni fa avrebbero dato vita a un particolare progenitore dell’uomo bianco occidentale, il Cro-Magnon, diffusosi a partire dall’Atlantide minuziosamente descritta da Platone nel “Timeo” e nel “Crizia” sulla scorta di precise fonti egizie. Nulla che oggi sia politicamente spendibile, s’intende: l’archeologia ufficiale rifiuta ancora di concorrere a una possibile riscrittura dei nostri esordi, nonostante scoperte come quella dell’origine americana del rame presente a Creta, proveniente dalle miniere dell’Isle Royale sul Lake Superior (Michigan) risalenti al 3700 avanti Cristo. E’ ancora “archeologia proibita” quella che propone la reale datazione delle piramidi, molto più antiche della civiltà dei faraoni, mentre – per fortuna – alcuni siti emersi recentemente (come quello di Göbekli Tepe in Turchia) costringono anche le università ad arrendersi all’evidenza: sul nostro pianeta era presente una civiltà evolutissima e molto più anziana di quelle mesopotamiche o di quelle della Valle dell’Indo.

Proprio l’archeologia non ufficiale, che ha rinvenuto in Bosnia piramidi datate 30.000 anni (e in Sudafrica gli indizi di una possibile “metropoli mineraria” fondata addirittura 200.000 anni fa) sta compiendo passi da gigante, intrecciando le sue scoperte con il lavoro di geologi e climatologi, epigrafisti, astronomi, palentologi. Sta prendendo forma una possibile verità alternativa, sulla nostra vera storia? Parrebbe. E il processo sembra perfettamente speculare rispetto alle tappe della clamorosa “disclosure” aliena, avviata dal Pentagono. Per chi ama divertirsi a “unire i puntini”, nel dubbio che passato e futuro possano presto arrivare a toccarsi, sembra prossima l’ora di rivelazioni definitive, a una manciata di mesi dal fatidico 2024. Nel frattempo, lo spettacolo di fronte ai nostri occhi non è equivocabile, almeno sotto l’aspetto cronologico. I v*i*r*u*s e i “v@xxini digitali”, la possibile cyber-umanità; e poi le scie nel cielo, gli Ufo, le treccine di Greta. Perché adesso, tutto insieme, di colpo? Perché tanta fretta? Che bisogno c’è, di far precipitare il mondo in un’emergenza infinita, utilizzata per imporre cambiamenti planetari e immediati?

Pubblicato su: https://www.libreidee.org/

®wld

La Casa di Carta

Lascia un commento

Freccero: sveglia, il Grande Reset ci ha dichiarato guerra

Sono sconvolto, a Trieste è morta la democrazia. Sono tremendamente preoccupato. La popolazione non vede il grande piano delle élites mondiali, il Grande Reset di Davos. Ne parla Klaus Schwab, il direttore del World Economic Forum nel suo ultimo libro “C-o-v-i-d-1-9, The Great Reset”. La p@ndemia è la motivazione giusta per mettere in atto una costrizione sanitaria, come già illustrato anni fa da Michel Foucault nel suo capolavoro “Sorvegliare e punire”, nel capitolo sul “Panottico”. La seconda tappa è la distruzione dell’economia reale. E questa passa attraverso l’Agenda Verde, la decrescita, le tasse sulle energie fossili. Pochi sanno che nel settembre 2019 la finanza mondiale era in procinto di implodere: un rischio reale di insolvenza delle banche. La soluzione, da parte delle banche centrali, è stata di emettere liquidità sui mercati, senza limiti di sorta. Ma per evitare di creare inflazione bisognava paralizzare i consumi delle popolazioni, imprigionandole nelle loro case con strumenti come i lockdown, il coprifuoco, le limitazioni ai viaggi e agli spostamenti.

Schwab

Altrimenti, come si sarebbe potuto imporre ai cittadini un’agenda tanto assurda? Da quando la pandemia è iniziata, le multinazionali moltiplicano i guadagni, mentre la gente comune è sempre più povera: questo la dice lunga. La gestione della pandemia si è fatta sulla scia del Grande Reset. Al resto basta il piano Schwab. L’obiettivo finale, da raggiungersi entro il 2030, è illustrato da uno slogan del Wef: nel 2030 non possederai nulla, ma sarai felice! Come? Con il fallimento delle piccole e medie imprese a favore di banche e multinazionali. Andiamo verso una nuova rivoluzione industriale, mostruosa. “La quarta rivoluzione industriale”, un altro libro di Schwab, spiega cosa deve accadere. L’uomo deve integrarsi con l’intelligenza artificiale, diventando un ibrido uomo-macchina. Questa ibridazione può essere fatta dall’esterno, con la tessera digitale, e dall’interno: con un chip. Per questo è venuta a volatilizzarsi la privacy, in ogni settore.

E’ un processo legato a quest’ossessione del controllo che ha ispirato Schwab. Nei suoi testi è un elemento cardine. Porterà a un nuovo tipo di società con il fallimento del particolare e del nostro tessuto produttivo. Molti ridicolizzano questo scenario? Non c’è alcun complotto. Cosa è accaduto lo ha spiegato benissimo Warren Buffett, quando ha detto: «La lotta di classe esiste e l’abbiamo vinta noi, le élites». C’è una guerra in atto nell’informazione? Più che guerra direi che c’è una propaganda a senso unico. Accade perché le élites possiedono, oltre a tutta la ricchezza del pianeta, tutti i grandi gruppi di informazione: che sono così pochi da poter essere indicati con le dita della mano. Come la lotta di classe delle élites è stata vinta perché non aveva un antagonista, così anche la propaganda si è imposta in mancanza di antagonisti. Piuttosto oggi c’è una resistenza. Se la società è informazione, la resistenza oggi è resistenza mediatica.

La casa di carta

Con il passaggio dall’economia reale alla finanza, la lotta di classe ha cambiato segno. Nell’economia reale lo sfruttamento passava attraverso la proprietà dei mezzi di produzione; pertanto, la lotta di classe era fra padroni e operai. Nella finanza invece lo sfruttamento passa attraverso la moneta a debito. La nuova lotta di classe, quella di oggi, avviene tra le banche, che possono emettere moneta solo indebitando tutti gli altri, e il resto del popolo è oppresso dal debito. Questo “popolo dell’economia” non comprende solo gli operai, ma anche gli imprenditori, strangolati dal debito. Il serial “La casa di carta” è una grande allegoria di questa nuova lotta di classe: per questo ha avuto un così grande successo. Una banda di Robin Hood decide di svaligiare la banca centrale. Tutti pensano che usciranno da quella banca portando in spalla sacchi di banconote già stampate. Invece si barricano dentro e cominciano a stampare moneta.

Nella lotta di classe tradizionale, la destra sono i padroni e la sinistra gli operai. La sinistra pertanto svolge un ruolo di parte attiva. Nella lotta di classe di oggi, la lotta è tra l’alto e il basso. Le élites oggi sono parte attiva, cioè conducono il gioco. Ma si gioca tra banche e popolo pieno di debiti. Cosa può fare, il popolo? Intanto può solo prendere coscienza. Ma la coscienza che può prendere il popolo non sembrano averla i sindacati, ancora appiattiti sul mito ottocentesco del lavoro come fonte di ricchezza. E in nome di questo lavoro sacrificano i diritti dei lavoratori. In questi due anni, poi, si è molto parlato di scienza e scienziati. Se dal lato epistemologico (cioè della filosofia della scienza) oggi la scienza si pone limiti rigorosi, dal lato della vulgata e della propaganda viene indicato come scientifico proprio ciò che si sottrae ad ogni verifica. Tutti coloro che esprimono dubbi sulla vaccinazione con i nuovi sieri sperimentali (scienziati compresi, perché la comunità è divisa) vengono additati come pazzi, untori, irresponsabili.

Freccero

Pensiamo ai vaccini: ci vengono imposti come scientifici senza aver terminato il ciclo di sperimentazione, previsto sul bugiardino nel 2023. Non a caso siamo obbligati a sottoscrivere il cosiddetto consenso informato per liberare da ogni responsabilità l’apparato, lo Stato, che ce li impone. È un assurdo scientifico. Inoltre, le persone vaccinate che chiedono più vaccinazioni credono che i vaccini proteggano dal virus e le vaccinazioni dal contagio. Non è così. Lo abbiamo visto dai numeri. Se i non-vaccinati fossero fanatici, come alcuni vaccinati, dovrebbero richiedere per legge l’allontanamento dei vaccinati. Diverse ricerche americane dimostrano che i Millennials e la Generazione Zeta sono quella parte della società che ha meglio accettato le misure governative di contenimento della pandemia e le campagne di vaccinazione. I Millennials sono nati e cresciuti in un grande Truman Show. Hanno imparato a usare i gadget digitali, prima di imparare a scrivere. Sono quella generazione nata e cresciuta insieme alle tecnologie digitali.

I Millennials si identificano nelle tecnologie e vogliono salvare il mondo attraverso queste; sono consumatori che forse non si rendono conto di essere loro i primi ad essere consumati, perché necessari e strumentali alle web company e a chi le governa. A scuola hanno imparato gli obiettivi dell’Agenda 2030. Nel tempo libero socializzano on line e non dal vero. Questi ragazzi sono cresciuti praticando da sempre il distanziamento sociale ed il lockdown spontaneamente. Per questo li hanno accettati subito come naturali. Questa realtà era già la loro vita. E’ questo il dramma. Sta accadendo qualcosa di nuovo, in Italia? Le piazze piene di queste settimane. Per due anni siamo stati inerti, come paese, mentre tutto il mondo si ribellava. Eravamo in preda a un’ipnosi collettiva che ci paralizzava. Il Green Pass ha prodotto il miracolo. Orgogliose delle loro vittorie, le élites si sono divertite in questi anni a fare a pezzi, attraverso falsi obiettivi e un condizionamento martellante, il valore della solidarietà sociale. Ma prima sono arrivate le parole del vicequestore di Roma Schilirò, poi le piazze piene e oggi i portuali di Trieste. Mi sono commosso. Riportano in vita una parola che era cancellata dal nostro vocabolario: solidarietà. Bisogna ricominciare da lì.

(Carlo Freccero, dichiarazioni rilasciate ad Antonio Amorosi per l’intervista “La pandemia serve a distruggere l’economia, a Trieste è morta la democrazia”, pubblicata da “Affari Italiani” il 18 ottobre 2021).

Pubblicato su: https://www.libreidee.org/2021/10/freccero-sveglia-il-grande-reset-ci-ha-dichiarato-guerra/

®wld

Older Entries