Home

La tua quota di carbonio obbligatoria

Lascia un commento

I tecnocrati stanno preparando quote di carbonio personali “obbligatorie”

Pubblicato da: Paul Joseph Watson tramite Summit News

Come previsto, i meme sulla pandemia e sul riscaldamento globale si stanno fondendo perché sono entrambi orchestrati dalla stessa identica folla allarmista di ideologi dello sviluppo sostenibile. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite sono il filo conduttore per il futuro dell’umanità e sono totalmente integrati nel Grande Reset del WEF.

Il referenziato Articolo sulla natura stati,

L’introduzione delle quote personali di carbonio (PCA), una proposta di politica di mitigazione sviluppata negli anni ‘19905, è maturo per una rivisitazione. Questa politica mira a collegare l’azione personale con gli obiettivi globali di riduzione del carbonio. Uno schema PCA comporterebbe che tutti gli adulti ricevano un’indennità di carbonio uguale e negoziabile che si riduce nel tempo in linea con gli obiettivi nazionali. Nel suo progetto originale, l’indennità potrebbe coprire circa il 40% delle emissioni di carbonio legate all’energia nei paesi ad alto reddito, comprese le emissioni di carbonio degli individui relative a viaggi, riscaldamento degli ambienti, riscaldamento dell’acqua ed elettricità6. Si prevedeva che le indennità venissero detratte dal budget personale ad ogni pagamento per il carburante per il trasporto, i combustibili per il riscaldamento domestico e le bollette dell’elettricità. Le persone in carenza sarebbero in grado di acquistare unità aggiuntive nel mercato del carbonio personale da quelle con eccesso da vendere. Nuove e più ambiziose proposte di PCA includono emissioni a livello di economia, che comprendono cibo, servizi ed emissioni di carbonio legate al consumo7, per esempio.

Ciò si traduce nella microgestione di tutte le persone soggette al sistema. Il controllo totale su tutta la produzione e il consumo è sempre stato il fine di Technocracy. Editor TN

I tecnocrati stanno preparando quote di carbonio personali “obbligatorie” che introdurrebbero il razionamento in ogni area della tua vita tramite un’app che registrerebbe i tuoi viaggi, le spese di riscaldamento e persino il cibo che mangi.

Sì davvero.

La proposta è stata presentata sulla rivista scientifica Natura da quattro “esperti” ambientali come mezzo per ridurre le emissioni globali di carbonio.

A tutti verrebbe rilasciata una “carta per le quote di carbonio” “che comporterebbe a tutti gli adulti di ricevere una quota di carbonio negoziabile uguale che si riduce nel tempo in linea con gli obiettivi nazionali [di carbonio]”.

Gli autori chiariscono che il programma sarebbe una “politica obbligatoria nazionale”.

Le unità di carbonio verrebbero “detratte dal budget personale con ogni pagamento di carburante per il trasporto, combustibili per il riscaldamento domestico e bollette dell’elettricità” e chiunque superasse il limite sarebbe costretto ad acquistare unità aggiuntive nel mercato del carbonio personale da quelli con eccesso da vendere .”

Ciò significa che i ricchi che volano su jet privati ​​potrebbero semplicemente aggirare del tutto il sistema (che comunque avrebbero in parte di proprietà tramite investimenti) semplicemente acquistando crediti di carbonio e continuando a vivere il loro stile di vita lussuoso.

La proposta chiarisce che i mezzi per misurare l’assorbimento di unità di carbonio da parte di una persona per i viaggi funzionerebbero “sulla base del monitoraggio della cronologia dei movimenti dell’utente”.

Gli autori fanno notare come la normalizzazione della tracciabilità dei contatti tramite le app C-O-V-I-D-1-9 garantirà che un sistema simile possa essere utilizzato per tenere traccia dei crediti di carbonio con il minimo sforzo.

“Studi recenti mostrano come le app di tracciamento dei contatti C-O-V-I-D-1-9 siano state implementate con successo con schemi obbligatori in diversi paesi dell’Asia orientale come Cina, Taiwan e Corea del Sud”, afferma l’articolo.

#GreatReset: Personale #carbonio indennità (APC) potrebbero svolgere un ruolo nel raggiungimento #clima obiettivi che collegano l’azione personale con gli obiettivi di riduzione del carbonio. Tutti gli adulti riceverebbero una quota di carbonio negoziabile che si riduce nel tempo in linea con gli obiettivi nazionali. https://t.co/Fn4gFmmval

– Geopolitica e Impero (@Geopolitics_Emp) 9 settembre 2021

“In questi paesi, le app hanno valutato la cronologia dei viaggi e lo stato di salute dell’utente, svolgendo un ruolo chiave nel monitoraggio delle infezioni”.

In effetti, gli autori notano specificamente come il rispetto indiscutibile di massa delle normative sul blocco del COVID abbia ingrassato i pattini per un’ulteriore tirannia invadente e che “di conseguenza le persone potrebbero essere più preparate ad accettare il monitoraggio e le limitazioni relative agli PCA per ottenere un clima più sicuro”.

La crescente sofisticazione delle tecnologie di intelligenza artificiale renderebbe anche “possibile monitorare e gestire facilmente” le “emissioni legate al cibo e al consumo” delle persone.

In altre parole, mangiare quello che il Grande Fratello ritiene essere un eccesso di carne rossa o qualsiasi altra cosa ritenuta “dannosa” per il pianeta si tradurrà in una riduzione del credito di carbonio.

Tuttavia, continua a mangiare insetti e vermi raccomandati dalle Nazioni Unite e sarai sicuro di rimanere entro il limite della tua razione.

“Abbiamo ancora il potere di contrastare il governo degli esperti attraverso mezzi democratici”, scrive Wesley Smith. “Ma se ci manca il coraggio, se accettiamo, ancora una volta, vincoli significativi alla libertà in nome della protezione della salute, il morbido totalitarismo che avremo facilitato non sarà colpa loro. Sarà nostro”.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, anche l’idea di “blocco climatico” viene normalizzata alla luce della conformità di massa ai blocchi pandemici.

E sostengono ancora che il “Grande Reset” sia una “teoria del complotto infondata”.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato sul sito web: https://it.technocracy.news/i-tecnocrati-stanno-preparando-quote-di-carbonio-personali-obbligatorie/

®wld

l’inizio di una nuova era di sorveglianza della polizia

Lascia un commento

I lettori di targhe emettono dei Ticketing per le auto che inquinano l’aria

Dimentica tutte le affermazioni esagerate che i funzionari pubblici ci hanno detto sulle telecamere a circuito chiuso e sulla sicurezza pubblica. Spostati sui  sostenitori di Vision Zero  perché c’è un nuovo giocatore in città. 


Lettori di targhe in grado di identificare e multare i veicoli per l’inquinamento dell’aria arriveranno presto in una città vicino a te.


Siemens Mobility,  la società di lettori di targhe che ha guadagnato oltre 14,2 miliardi di euro durante la p-a-n-d-e-m-ia, ha l’audacia di cercare di convincere il pubblico che è preoccupato per l’inquinamento nelle principali città.


Siemens ha impiegato solo due anni per combinare le telecamere per la lettura delle targhe con i sensori di inquinamento dei veicoli.


Nel 2019 un comunicato stampa di Siemens  ha annunciato di aver ottenuto un contratto per la progettazione, la fornitura e l’installazione di una zona di aria pulita (CAZ), monitoraggio della telecamera ANPR e soluzione di applicazione nella città di Birmingham nel Regno Unito (Regno Unito).

“Le comprovate telecamere di riconoscimento automatico della targa (ANPR) Sicore II di Siemens Mobility saranno installate in luoghi accuratamente selezionati in tutta la città. Le telecamere identificheranno e registreranno ogni veicolo che entra nella zona – 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. È ha anticipato che il sistema catturerà i dettagli di circa 200.000 veicoli al giorno, una piccola percentuale dei quali dovrebbero essere violazioni”.

Siemens “Sicore II” segna l’inizio di una nuova era di sorveglianza della polizia.

credit: Siemens

Un comunicato stampa Siemens del gennaio 2021 ha annunciato di aver terminato l’installazione di 67 telecamere CCTV Sicore II in luoghi in tutta la città di Birmingham e di aver bisogno di testarle.

“Siemens Mobility ha completato l’installazione di tutte e 67 le telecamere di monitoraggio e controllo per la nuova zona dell’aria pulita del Comune di Birmingham. Installate in punti del centro città, le telecamere di riconoscimento automatico della targa (ANPR) Sicore II sono al centro del progetto che è previsto per il 1° giugno 2021”.

Siemens ammette che le loro telecamere ANPR servono davvero ad aiutare le città a trarre profitto dal loro ultimo schema di telecamere di sorveglianza.”Le telecamere ANPR di Siemens Mobility identificheranno e registreranno ogni veicolo che entra nella CAZ; 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Si prevede che il sistema catturerà i dettagli di circa 200.000 veicoli al giorno, una piccola percentuale dei quali dovrebbe essere violazioni (violazioni).”

Il programma “Clean Air Zone” (CAZ) di Siemens è uno schema a scopo di lucro mascherato da rete ANPR contro l’inquinamento.

“Il sistema è integrato con i sensori stradali e le telecamere ANPR che fanno parte dello schema di tariffazione della congestione esistente di TfL. Le telecamere ANPR identificano e registrano ogni veicolo che entra nell’ULEZ – 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno. Queste informazioni vengono quindi trasmesse a un centro dati Siemens Mobility dedicato e sicuro, dove il nostro software ULEZ in-station determina la conformità del veicolo.”

“Il sistema può elaborare un immenso volume di dati, che devono essere elaborati e archiviati in modo tale da poter essere utilizzati come base per le notifiche di addebiti e sanzioni. Le informazioni che il sistema elabora devono costituire una solida base di prova. Veicolo i dati della rete di telecamere ANPR vengono utilizzati anche da TfL per l’analisi e la segnalazione degli schemi e per assistere nelle operazioni di gestione del traffico”.

Sempre nel Regno Unito, la città di Leeds ha appena terminato l’installazione di una vasta rete di telecamere ANPR Siemens “Sicore II” in tutta la città.


Leeds-Live ha detto che la città ha speso 11,5 milioni di sterline per il programma di biglietti per auto inquinanti.“Il Leeds CAZ è stato annunciato nel 2018, con il consiglio che prevedeva di introdurre tariffe fino a £ 50 al giorno per alcuni veicoli dopo che gli era stato detto che i suoi livelli di qualità dell’aria non soddisfacevano gli standard legali. Le auto di proprietà privata non sarebbero mai state addebitate ai sensi le proposte».Le telecamere ANPR di Siemens per l’emissione di biglietti per l’inquinamento non sono economiche. 


Il consiglio comunale di Leeds ha speso 11,5 milioni di sterline; £ 7,5 milioni in sovvenzioni per i tassisti per l’aggiornamento a veicoli più puliti e £ 4 milioni per la nuova rete di videosorveglianza del veicolo.


Come sottolinea Leeds-Live , questo è uno schema per fare soldi progettato per costringere i conducenti ad acquistare nuovi veicoli multandoli 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno.

“I taxi inquinanti dovevano pagare £ 12,50 al giorno, mentre i conducenti di mezzi pesanti e gli autobus stavano valutando la prospettiva di sborsare £ 50 al giorno se fosse stato introdotto il CAZ. Ai tassisti sono stati offerti fino a £ 10.000 in prestiti senza interessi o £ 1.500 sovvenzioni per passare a veicoli più puliti, mentre gli operatori di autobus e le aziende con mezzi pesanti hanno ricevuto di più nell’ambito di un pacchetto di finanziamento di 7 milioni di sterline”.

Per non perdere l’opportunità di realizzare un enorme profitto, le aziende di lettori di targhe ovunque inizieranno a riadattare o installare telecamere con sensori di inquinamento nelle città di tutto il mondo.

Con i lettori di targhe, il riconoscimento facciale, la termografia, l’identificazione dei veicoli (colore, marca, modello) e ora le telecamere dei lettori di targhe per l’inquinamento, la portata del Grande Fratello si espanderà a lunghezze ancora più invadenti.

Fonte: https://massprivatei.blogspot.com/2021/06/license-plate-readers-are-ticketing.html

®wld

Orwell e il suo Pasticcio Terribile ampiamente usato nella retorica politica moderna

Lascia un commento

 

 

70 anni dopo è ancora 1984

 

di Matthew Feeney dal sito Web InsideSources  Matthew Feeney è il direttore dell’Istituto Cato Progetto sulle tecnologie emergenti.

 

Nell’ottobre del 1947 Eric Blair, conosciuto oggi con il suo pseudonimo George Orwell, scrisse una lettera al co-proprietario della casa editrice Secker & Warburg.

In quella lettera, Orwell notò che si trovava nell’ultimo giro della bozza di un romanzo, descrivendolo come “un pasticcio terribile”. Orwell si era stabilito sull’isola scozzese del Giura per finire il romanzo.

L’ha completato l’anno successivo, trasformando il suo “pasticcio più terribile” in “1984“, uno dei romanzi più importanti del 20° secolo.

Pubblicato nel 1949, il romanzo compie 70 anni quest’anno. L’anniversario offre l’opportunità di riflettere sul significato del romanzo e sulla sua lezione più preziosa, ma a volte trascurata.

La lezione principale di “1984” non è “La sorveglianza persistente è cattiva” o “I governi autoritari sono pericolosi”. Queste sono affermazioni vere, ma non il messaggio più importante.

“1984” è al centro di un romanzo sul linguaggio:

 

come può essere usato dai governi per soggiogare e offuscare e dai cittadini per resistere all’oppressione.

 

Orwell era un maestro della lingua inglese e la sua eredità sopravvive attraverso alcune delle parole che ha creato. Anche quelli che non hanno letto “1984” conoscono alcuni dei suoi “Newspeak”.

“1984” fornisce agli anglofoni un vocabolario per discutere di sorveglianza, stati di polizia e autoritarismo, che include termini come,

“Grande Fratello”

“Polizia di pensiero”

“Unperson”

“Bipensiero”,

 

…per dirne alcuni.

Il governo autoritario dell’Oréia di Orwell non punisce solo severamente il dissenso – cerca di rendere persino impossibile pensare al dissenso.

Quando il membro del partito interno O’Brien tortura il protagonista del 1984, Winston Smith, alza la mano con quattro dita tese e chiede a Smith quante dita vede.

Quando Smith risponde,

 

“Quattro! Quattro! Che altro posso dire? Quattro!”,

 

… O’Brien infligge dolore lancinante.

Dopo che Smith ha finalmente affermato di vedere cinque dita, O’Brien sottolinea che dire “Cinque” non è abbastanza,

 

“No, Winston, è inutile, stai mentendo, pensi ancora che ce ne siano quattro”.

 

Il nome proprio di Orwell ha ispirato un aggettivo, “Orwelliano”, che è ampiamente usato nella retorica politica moderna, anche se spesso in modo inappropriato.

Di solito sono i nostri nemici che agiscono orwellianamente, ed è una testimonianza del talento di Orwell che tutti sembrano pensare che “1984” riguardi i loro avversari politici.

 

  • La sinistra politica vede molte tendenze orwelliane nella Casa Bianca e nel sistema di giustizia criminale. Il diritto politico affligge “Thought Police” nei campus universitari e nelle società di social media trasformando gli utenti in “Unpersons”.

Ma i politici possono mentire senza essere orwelliani, e una società privata che chiude un account di social media non è niente come uno stato che uccide qualcuno e li elimina dalla storia.

Allo stesso modo, la conformità accademica percepita potrebbe essere potenzialmente soffocante, ma è difficilmente paragonabile a una conformità applicata da uno stato di polizia che elimina intere parole dalla società.

Eppure quando i funzionari del governo USA usano termini come,

  • “interrogatorio avanzato”
  • “fatti alternativi”
  • “danno collaterale”
  • “estremisti”,

… capiscono che ciò che stanno descrivendo è in realtà,

  • “tortura”
  • “bugie”
  • “morti civili innocenti”
  • “dissidenti politici”
Lo preferiscono se altri, specialmente la stampa, usano e credono nel linguaggio orwelliano che disumanizza i nemici del governo e rende la loro orribile violenza suonabile tollerabile o persino giustificata.

Vediamo distorsioni linguistiche molto più nefande e barbare all’estero.

  • Secondo quanto riportato da attivisti e ricercatori, lo stato cinese ha messo circa 1 milione di persone tra cui molti uiguri – un gruppo etnico a maggioranza musulmana – in campi di “rieducazione”.

    I rapporti rivelano che i campi sono difficilmente scuole. Sono brutali luoghi di indottrinamento, con detenuti costretti a recitare la propaganda del Partito Comunista e rinunciare all’Islam.

  • La Corea del Nord, il paese che si avvicina di più all’incarnazione del “1984”, ha ostacolato le capacità dei suoi cittadini di pensare da soli con una scoraggiante misura di successo.

Nel suo libro di memorie, il disertore nordcoreano Yeonmi Park descrive la scoperta della ricchezza del vocabolario della Corea del Sud, notando

 

“Quando hai più parole per descrivere il mondo, aumenti la tua capacità di pensare pensieri complessi.”

Non sorprende che quando Park abbia letto il classico romanzo allegorico di Orwell “Fattoria degli animali“, si sentiva come se Orwell sapesse da dove veniva.

 

Orwell non era un profeta, ma identificò una caratteristica necessaria di ogni governo autoritario di successo.

Per controllarti efficacemente non puoi semplicemente minacciare la morte, il carcere o la tortura. Non è abbastanza per vietare libri e religioni. Finché lo stato non domina la tua coscienza, è costantemente sotto il rischio di rovesciare.

Non dovremmo temere che gli Stati Uniti diventino l’incubo distopico di Orwell, ma in un’epoca in cui la disonestà politica è dilagante dovremmo ricordare la lezione più importante del 1984:

Lo stato può “occupare” la tua mente …

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

 

 ®wld