Home

Città e umanità del futuro – Smart City (Città intelligenti)

Lascia un commento

TUTTO VERO MA NESSUNO CI HA CREDUTO, SOLO CHE ORA È REALTÀ:

Con questa serie illustreremo i vari progetti per le città e umanità del futuro, ovviamente da fonti ufficiali.

Smart City (Città intelligenti)

5G & SMART CITY: MENTRE CON LA PSICOPANDEMIA CI HANNO TUTTI CHIUSI IN CASA, IN DIECI CITTÀ ITALIANE IN TUTTA TRANQUILLITA’ HANNO INSTALLATO MIGLIAIA DI ANTENNE DELLA TECNOLOGIA “5G”:

Cosa sono le Smart Cities? Lo spieghiamo in questo video della serie “Città e umanità del futuro” 

FONTE

®wld

Creepy: l’IA predice il futuro del Metaverso

Lascia un commento

Credit: Craiyon Ai

Pubblicato da: Charlotte Edwards tramite The Sun

Sebbene il metaverso stesso sia costruito sull’IA, a un’altra IA è stato chiesto di prevedere il risultato finale del “vivere nel metaverso”. Il risultato è simile alla serie di film, The Matrix, in cui gli esseri umani non sono consapevoli dei loro corpi reali mentre vivono in una simulazione di pura fantasia. Il metaverso è un esperimento transumano per vedere come gli esseri umani esistono solo nel silicio. ⁃ Editore TN

L’intelligenza artificiale ha creato immagini di “cosa succede se gli esseri umani vivono nel metaverso” e i risultati sono davvero inquietanti.

Il popolare  Craiyon AI, precedentemente generatore di immagini DALL-E mini  AI, ha creato diverse immagini che sembrano esseri umani che si sono fuse con  cuffie VR  per diventare un essere mutante.

AI ha creato immagini concettuali di un futuro metaverso Credito: Craiyon Ai

Un  futuro metaverso  non è del tutto  al di là delle possibilità  poiché le   aziende  tecnologiche come Mark Zuckerberg ‘S  Meta  stanno spendendo miliardi per creare mondi virtuali.

Zuckerberg  pensa che molte persone alla fine saranno immerse nel suo mondo virtuale entro i prossimi 10-15 anni, dove inizieranno a spendere  soldi  e a vivere la loro vita quotidiana.

 Il fondatore di Facebook  ha grandi progetti per il metaverso e vuole che sia così bello che non vorrai andartene.

Zuckerberg in precedenza aveva detto al  podcaster tecnologico Lex Fridman: “Molte persone pensano che il metaverso riguardi un luogo, ma una definizione di questo riguarda un momento in cui mondi digitali fondamentalmente immersivi diventano il modo principale in cui viviamo le nostre vite e trascorriamo il nostro tempo .”

Quando gli è stato chiesto di creare immagini concettuali di questo futuro metaverso, Craiyon AI non ha immaginato cose come Zuckerberg.

Le reti da traino dell’IA  lanciano dati non filtrati da Internet per informare i suoi capolavori.

Ecco come viene fuori un’immagine basata su richieste di parole chiave.

A Craiyon AI è stato chiesto “Che aspetto ha un futuro metaverso?” e “Cosa succede se gli umani vivono nel metaverso?”

Ha prodotto diverse immagini orribili di umani dall’aspetto malaticcio con cuffie VR apparentemente inserite nei loro crani.

Alcune delle figure simili a quelle umane avevano solo visori VR per teste e altre parti del corpo distorte.

All’inizio di quest’anno,  il mini generatore di immagini DALL-E  ha iniziato a diventare virale dopo che  Internet ha  scoperto la sua capacità di creare immagini divertenti e inquietanti.

DALL-E mini da allora ha cambiato nome in Craiyon ed è in procinto di reindirizzare gli utenti al suo  nuovo sito web.

Il cambiamento è avvenuto per evitare confusione con un’altra IA chiamata DALL-E che è stata creata da OpenAI e può anche evocare immagini insolite.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato sul sito web: https://it.technocracy.news/

®wld

La differenza tra una previsione e un’ipotesi

Lascia un commento

di Tyler Durden

Scritto da Charles Hugh Smith tramite il blog OfTwoMinds,

Ogni previsione o ipotesi ha una qualità rinfrescante: una sarà giusta e le altre saranno sbagliate.

Qual è la differenza tra una  previsione  e  un’ipotesi ?  Da un lato, la risposta è “nessuno”: il futuro è sconosciuto e anche la previsione più informata è ancora un’ipotesi. La prova di ciò è il notevole numero di previsioni informate che si dimostrano completamente fuori base come le ipotesi più selvagge.

Su un altro livello, c’è una grande differenza tra una  previsione informata  e  un’ipotesi, se la  previsione informata  ha le dinamiche di sistema consequenziali corrette.  Il mondo è complicato e discernere le dinamiche consequenziali nel groviglio della complessità è difficile.

Contesto e prospettiva contano. Così fanno gli incentivi.  Per fare un esempio tra i tanti, i pianificatori di guerra nell’era del Vietnam guardavano alla guerra dal punto di vista delle “metriche scientifiche” incentrate sulla raccolta di dati sull’efficacia delle sortite e delle missioni di combattimento. Ciò ha provocato il famigerato “conta dei cadaveri”.

Il contesto più ampio era che la guerra poteva essere distillata in modo produttivo fino a parametri, costi e logoramento: si presumeva che il nemico fosse un giocatore razionale che si arrenderà quando il dolore e il costo diventeranno troppo alti.

I pianificatori che si accovacciano in uffici confortevoli hanno molti incentivi per “andare d’accordo”: e virare in dinamiche che non possono essere misurate convenientemente e mettere in discussione l’intera base della pianificazione e dell’esecuzione della guerra ti farà spedire nella burocratica Siberia. “Ottenere con il programma” ti farà ottenere complimenti e promozione.

Hmm, quale sceglierà la maggior parte delle persone? I Pentagon Papers  sono circolati tra centinaia di alti funzionari e parti del rapporto sono circolate tra migliaia di dipendenti di rango inferiore. Solo una persona ha corso il rischio di condividere il rapporto con il pubblico americano.

Quando è importante, devi mentire.  Infatti.  C’è una differenza tra le previsioni emesse per i consumi pubblici e le previsioni così inquietanti da essere segreti di stato/aziendali.

Previsioni che finiscono per essere giuste possono essere sbagliate per anni.  Un’analogia è l’erosione del suolo sotto una casa arroccata su una scogliera. Coloro che hanno esperienza che guardano alla fonte dell’erosione e ne proiettano le eventuali conseguenze – la casa si rompe in pezzi che scivolano giù per la collina – danno l’allarme, ma il costo e la difficoltà della riparazione sono scomodi e sgraditi, quindi la previsione è respinta come eccessivamente terribile. Sicuramente c’è una soluzione rapida, ovviamente c’è, se sono presenti i giusti incentivi.

È facile trovare persone che emetteranno una previsione più rosea a pagamento o sosterranno il danno più visibile per scopi estetici. Vedi, tutti gli sventurati avevano torto. Questa casa è solida come una roccia.

Se l’erosione è nascosta alla vista, l’apparente stabilità della casa offre una “prova” che gli scettici si sbagliano.  Questo è ciò che è accaduto nel 2004-2008, quando quelli di noi che hanno individuato le fonti della futura instabilità del mercato immobiliare sono stati ignorati o derisi. Anno dopo anno, la dinamica destabilizzante si è espansa, minando alla fine l’intero sistema finanziario globale. Ma gli incentivi a ignorare i titoli progettati per fallire, i prestiti bugiardi, gli HELOC, le sovra valutazioni in bolla, ecc., erano semplicemente troppo potenti:  stiamo registrando profitti folli, quindi continua a fare quello che stai facendo.

E così razionalizzazioni, pio desiderio e aggrapparsi a illusioni di stabilità istituzionale (“i mercati si auto-correggono”, “la liquidità appianerà eventuali urti”, “i titoli garantiti da ipoteca hanno un rating AAA”, ecc.) hanno regnato sovrani fino a quando la casa improvvisamente crollò e scivolò giù per la scogliera.

Trovo persuasivi due tipi di previsioni:  1) quelle basate sul fatto che gli esseri umani stanno ancora utilizzando Wetware V1.0 e quindi la storia non fa solo rima, anche le armonie si ripetono e 2) una comprensione a livello di sistema in cui input e processi può essere identificato e confrontato con i risultati ha una probabilità molto maggiore di essere sulla strada giusta rispetto ad altri approcci.

L’altro vantaggio di questo approccio è che le ipotesi di base sono distinguibili.  Ad esempio, se una previsione si basa esclusivamente su parametri finanziari, possiamo facilmente discernere il suo difetto principale: l’economia globale è passata dall’abbondanza di risorse a basso costo alla scarsità del mondo reale e la finanza sta lentamente ma inesorabilmente perdendo il suo predominio. Altri input stanno diventando più consequenziali.

Un colpo di meteorite cambia tutto in un colpo.  L’erosione è lenta e noiosa fino a quando le conseguenze non si accumulano e innescano il drammatico crollo della casa, un crollo che il mainstream ha definito “impossibile” a causa di tutte le riparazioni truccate dalla giuria.

Gli scettici sono stati derisi come  sventurati  e derisi per aver sbagliato per anni. Quando finalmente la loro previsione si manifesta, coloro che sono stati colti alla sprovvista provano risentimento per coloro che avevano ragione.

Ogni previsione o ipotesi ha una qualità rinfrescante: una sarà giusta e le altre saranno sbagliate.  Il decadimento viene spazzato via fino a quando la conflagrazione non ha consumato tutto ciò che si presumeva fosse permanentemente stabile a causa di “meccanismi di autocorrezione”. Peccato che la gravità non si auto-corregge.

FONTE

®wld

L’Idra

Lascia un commento

Chiunque sia al di sopra di tutto questo cielo, di tutte queste stelle, di tutto questo nero e dello spazio immenso che chiamiamo infinito, deve aver trovato uno svago nuovo, una nuova passione che gli ha fatto dimenticare questo pianeta e tutta l’umanità che vi abita.

Qualche cosa si è ormai rotto in modo inconfutabile e come un’enorme valanga, sta trascinando a valle tutto quello che trova, travolgendo ogni cosa umana e non. Scoperchia le viscere della nostra terra che ci rivela così orrendi mondi e pratiche inverosimili.

Sono saltate tutte le storie che ci raccontavamo, tutti i sogni, le avventure e i desideri. Sono esplosi come tappati per secoli dentro una bolla di vetro, i denti digrignati di un’intera umanità sofferente, che non aspettava altro che riversarsi nelle strade, negli uffici e invadere la vita di sempre, per devastarla e ammorbarla con il suo terribile tanfo.

Siamo una collettività allo sbando che non riconosce più la via di casa, non sente più il calore del sole, non ha più amici, non ha più da mangiare ed ha perso le redini del proprio futuro. Siamo rimasti soli su questo pianeta, senza più lo sguardo di chi nell’oscurità dello spazio ci consigliava, guidava e sosteneva. Nell’imminente apocalisse che ci sta per travolgere, non riusciamo più a riconoscere i nostri simili e ci combattiamo gli uni contro gli altri, mentre la grande Idra che ci sovrasta, semina morte, panico e distruzione.

Non serve che qualche valoroso arrivi a ferirla o a tagliarne la testa, perchè da quella testa tagliata, ne crescono altre e ogni volta l’Idra diventa più feroce, più violenta e più assassina. Non c’è tra noi un Eracle che ci salvi. Per combattere questa Idra che sta devastando l’intera umanità, non ci sono strategie enigmatiche o piani macchinosi. C’è un solo modo, unirsi per tagliarle la testa immortale. Perché anche Eracle per annientarla, ebbe bisogno di Iolao.

Invece noi ormai lasciati soli dal Dio che ci aveva in consegna, ci siamo sparsi urlando e correndo verso chissà chi e chissà dove. Orrore dell’orrore, siamo ormai talmente offuscati dal fiato dell’Idra, che gli sacrifichiamo in un ultimo tentativo di salvezza, quello che più di prezioso abbiamo. Quello che abbiamo noi stessi procreato, per proseguire la strada da noi tracciata. Per portare un pezzo di noi, un ricordo di noi nel futuro: i nostri figli.

Come in un rito antico in processione, migliaia di madri, quelle che sono state deputate a far crescere il futuro dentro di loro, stanno offrendo all’altare di un inutile e barbaro sacrificio i propri figli, nella speranza di salvare questa umanità. Non si è mai visto nei secoli dei secoli, tagliare la testa a un figlio per salvare la propria. Gli Spartani lanciavano dalla rupe Tarpea i bimbi deformi vero, ma si sacrificarono, si unirono e ad un prezzo altissimo, difesero la loro città, il loro popolo, la loro libertà e i loro figli respingendo il nemico Serse. Noi stiamo gettando dalla rupe, migliaia di figli che avrebbero dovuto essere il futuro di questa terra. Avrebbero dovuto illuminare questo pianeta e accompagnarci in una sorta di storia che si ripete, lungo il viale che ci porterà alle soglie dell’aldilà, sostenendoci e confortandoci, esattamente come noi avremmo dovuto fare con loro. Stiamo annientando il nostro futuro e il futuro di questo pianeta.

Dio o chi per lui, ha smesso di interessarsi a questo mondo. Ha smesso di interloquire con gli umani e ha sicuramente trovato qualche cosa di più interessante da fare. Così siamo alla fine soli, così come soli saremo quando attraverseremo l’Acheronte di Dantesca memoria. Soli senza il conforto dei nostri figli, che avremo sacrificato per allontanare anche solo di poco, l’incontro con Caronte. Quello che sta accadendo, va contro la logica di qualsiasi morale di qualsiasi codice genetico che qualcuno (Dio?) ha messo dentro di noi. Quello che stiamo compiendo è un atto terribile che comporterà perdite e sconvolgimenti impressionanti.

E mentre noi cerchiamo di salvare noi stessi da una cosa che non è possibile fermare o cambiare come la morte e, ci aggiriamo senza più una meta, un’idea, una parola o un gesto che ci riporti alla nostra umana condizione, l’Idra cresce. Diventa ogni giorno più forte. Si nutre di questa devastazione, del terrore che ha preso l’umanità, della paura che attanaglia questo mondo. Calpesta tutto quello che trova lasciando dietro di sé solo rovine e un’oscurità sempre più nera. Ogni giorno, ogni momento questa belva inumana e feroce cresce di potenza, acquisisce maggiore consapevolezza e sferra colpi micidiali su tutti noi.

Noi l’abbiamo creata, noi l’abbiamo nutrita e aiutata, noi l’abbiamo resa potente. Non ci si illuda che la belva si fermi. Non si pensi che prima o poi venga mossa a pietà. Le belve feroci si nutrono di paura, di terrore e oggi, il nostro mondo è attanagliato dal terrore. Siamo una palla impazzita nell’infinito equilibrio dell’universo, che trabocca paura e l’Idra questo lo sa molto bene. Non c’è pietà nei suoi occhi, non c’è speranza nei suoi gesti, non ci sono migliorie. C’è soltanto lo sterminio totale, il silenzio tombale e la costruzione di un mondo dove lei possa muoversi nella melma e nel fetore, ebbra di una vittoria che abbiamo alimentato noi stessi.

Noi saremo gli artefici della sua vittoria, sacrificando i nostri figli alle sue voglie. Chiunque di noi abbia già respirato il fetore dell’Idra è ormai perduto e chiunque ne abbia calpestato le orme è ormai perso.

Ma non siamo noi che l’Idra vuole. La bestia vuole i nostri figli, vuole cancellare questo immondo popolo per costruirne uno suo a sua immagine e somiglianza e costringere i pochi superstiti a servirla in tutto e per tutto. La bestia, vuole un mondo dove possa esercitare il suo potere, dove possa decidere sulla vita e sulla morte di coloro che resteranno, obbligando le madri a partorire figli per saziare la sua fame. Vuole il nostro futuro per costruire un tempo senza futuro, un tempo dove l’attimo non abbia più attimi a seguire.

Dov’è finito quel Dio che ci ha seguito per tanto tempo? Dove sono dirette le sue attenzioni ora? Epicuro diceva: “Dio può e vuole; ma poiché il male esiste allora Dio esiste ma non si interessa dell’uomo.” (paradosso di Epicuro)

Se Epicuro aveva ragione, allora è solo tutta nostra la colpa e solo noi siamo gli artefici di quello che sta accadendo. Siamo noi che abbiamo costruito tutto questo in una sorta di consacrazione di quello che i fratelli Wachowski ci avevano consegnato nel 1999 sul grande schermo. Una sorta di Matrix dell’umanità, dove siamo solo capaci a far venire fuori il male che abbiamo dentro e, a distruggerci tra noi perché non siamo mai stati fratelli. Non siamo mai stati vicini, non siamo mai stati un pianeta solo.

Ma se è vero che noi e solo noi, siamo gli artefici di tutto questo, allora basta un cambio nel codice, una virgola al posto di un punto esclamativo per alterare il corso della storia. Basta una piccola rifrazione di luce, un alito di vento da chissà quale cielo, perché arrivi il tempo del risveglio e, un Eracle sconosciuto assieme a centinaia di Iolao si uniscano, per combattere e sconfiggere questo mostro immondo che risponde al nome di Idra.

Photo of Bruno Marro

Bruno Marro

http://brunomarro.it/

https://brunomarro.blogspot.com/

https://t.me/databaseitalia

https://www.databaseitalia.it/lidra/

®wld

VIDEO CURIOSITA’

Lascia un commento

E SE CI STESSERO MANIPOLANDO DAVVERO ? – Riflessione & Analisi

 ******************************

La raccolta “Modifica comportamentale” della Central Intelligence Agency (CIA)

  ******************************

Scoperta una base aliena in Romania: il mistero dei monti Bucegi

  ******************************

Voi non avete idea!

****************************** 

Virtuale 90.10. MedBed attraverso la tecnologia quantistica – Test gratuito di 8 ore disponibile in tutto il mondo 

****************************** 

(THRIVE Italiano) PROSPERA: Che Cosa Ci Vorrà Mai? parte 1
La parte completa del documentario QUI
THRIVE è un documentario non convenzionale che solleva il velo su quello che sta realmente accadendo nel nostro mondo. Seguendo il denaro a monte, analizzando la piramide del potere, svelando i collegamenti nascosti tra politica, multinazionali, media etc. e mostrando le innovazioni e le ultime scoperte registrate nel campo della scienza, quella vera ed Universale, che unisce il tutto, dalla Geometria Univesale Aurea, alla Merkaba, a quelle energie che non possono essere comprese nè spiegate dalla classica “falsa” scienza fisica, poichè si è scoperto come le scienze “ufficiali” della nostra società, siano state plasmate ed alterate appositamente da quei Poteri Forte mondialisti che in questo modo hanno ingannato la nostra mente, facendoci percepire un mondo ed una realtà differente dal quella vera, una realtà creata appositamente “per ingannare la nostra mente” e deviarci dal vero percorso di evoluzione che l’Essere Umano, con le sue potenzialità innate, avrebbe dovuto intraprendere.
THRIVE offre soluzioni reali che ci aiuteranno, con le strategie inedite e coraggiose, a recuperare la nostra vita ed il nostro futuro.
Nel documentario troverete inoltre prove e testimonianze di molti dei personaggi che da anni cercano di far capire chi veramente ci governa. 

®wld

Older Entries