Home

CO2 – una copertura per la povertà forzata e il minor consumo di energia

Lascia un commento

La gente sta morendo di fame e il cielo è sereno

by Jon Rappoport

Lasciatemi mettere sul tavolo questo: l’inflazione È il loro piano per il cambiamento climatico.

Quel vecchio truffatore demente in panne, Joe Biden, ha detto che il prezzo del gas alla pompa era opera dei PROPRIETARI DI STAZIONI DI SERVIZIO, e tutto ciò che dovevano fare era tagliare il prezzo.

La sinistra politica, che significa globalisti, vuole limitare la guida, i viaggi e l’uso del petrolio su tutta la linea. Questa è l’agenda del limite di CO2.

Ma quell’agenda era ed è una copertura per la povertà forzata e il minor consumo di energia.

Quell’agenda è il futuro pianificato dai globalisti per tutti noi.

Un paese decrepito che lotta per mantenere qualsiasi tipo di economia funzionante.

Perché quel paese è più facile da conquistare.

Non ha nulla a che fare con il riscaldamento globale e la CO2, che è stata una truffa fin dall’inizio. Un modo per limitare l’industria.

Ogni tiranno nel corso della storia ha desiderato ardentemente il giorno in cui avrebbe potuto dire al popolo: “Se non vuoi morire di fame, lascia che mi prenda cura di te. Lo farò. Devi solo obbedire a tutti i miei ordini.

Non so cosa stiano facendo gli amministratori delegati delle compagnie petrolifere in questi giorni. Ma se crescessero un paio di palle, troverebbero un modo per fornire petrolio a un prezzo ragionevole, anche se dovessero infrangere la legge per farlo e costringere il governo federale a inviare truppe per fermarli. ALLORA il pubblico saprebbe cosa sta succedendo. ALLORA la gente parlerebbe. POI avremmo qualcosa.

Il problema è che i dirigenti petroliferi hanno succhiato il denaro federale per troppo tempo. Sono diventati collaboratori.

Non sanno come andare in pubblico e parlare direttamente alla gente. Sanno solo come fare discorsi aziendali, stronzate spazzate via dall’aria.

L’hanno avuto troppo facile.

Abbiamo avuto un’anteprima del coraggio aziendale quando Trump si è fatto da parte e ha lasciato che quel verme, il piccolo Anthony Fauci, prendesse il controllo del paese durante la pandemia fraudolenta. Il blocco nazionale è stato dichiarato e i capi delle grandi aziende non hanno fatto NULLA per ribellarsi e tenere aperte le porte agli affari. Si sono appena radunati intorno alla vasca di salvataggio federale e hanno sbuffato in contanti.

ANCORA non vedono cosa li aspetta lungo la strada. Il piano globalista per imporre la povertà significa che le basi dei clienti di quelle società si ridurranno e continueranno a ridursi.

Sempre di più, le corporazioni diventeranno gigantesche burocrazie del governo federale.

Nessuno di questi amministratori delegati si alzerà in piedi e dirà: “America, questo è ciò che sta VERAMENTE succedendo… il governo ti sta portando alla povertà. Non ci sediamo qui a prenderlo. Ad oggi, siamo ribelli a oltranza, ma abbiamo bisogno di milioni di voi per sostenerci…”

L’America è a 10 CEO e 10 microfoni dall’inizio di una rivoluzione.

Se la gente potesse vederlo.

Fonte: https://blog.nomorefakenews.com/

®wld

Addestrati per diventare dipendenti

Lascia un commento

Il rapporto agghiacciante rivela che solo una manciata di mega corporazioni controlla il destino del mondo

Isaac Davis, scrittore

 
Tante storie di fantascienza distopiche presentano una società privata onnisciente e onnipotente come autorità dominante in un mondo tirannico e senz’anima. Secondo un nuovo studio, questa visione del futuro non è poi così immaginaria, poiché le società transnazionali (TNC) stanno crescendo a un ritmo allarmante, consolidando rapidamente il controllo sui principali settori e creando un nuovo tipo di super-governance nel nostro mondo.

Diretto da Carl Folke et al. dello University of Beijer Institute of Ecological Economics, Royal Swedish Academy of Sciences, Stoccolma, Svezia, lo studio del 2019 si è concentrato principalmente sull’influenza che le multinazionali hanno sulla biosfera e sui problemi critici che circondano la sostenibilità, ma ha anche rivelato quanto sia dipendente il mondo su TNC.

Da anni sappiamo che solo una manciata di aziende mediatiche dominano oltre il 90% dei media che consumiamo, offrendo l’illusione della scelta, ma questo paradigma si estende ad altri settori critici.

“Lo puoi vedere nell’ambiente, dove solo 100 aziende sono responsabili di oltre il 70 percento delle emissioni mondiali di gas serra.
Puoi vederlo nella tecnologia, dove le gigantesche aziende tecnologiche godono del dominio monopolistico sulla ricerca, sui social e altro ancora.
Le compagnie farmaceutiche sono così potenti da generare intere crisi sanitarie; le compagnie energetiche sono così potenti da poter prevedere le crisi climatiche con decenni di anticipo.
La comunicazione della scienza stessa non è toccata da questi fenomeni di consolidamento e controllo delle imprese.” [Fonte]
Citando la tendenza al dominio di un numero relativamente piccolo di aziende, lo studio osserva:
Il consolidamento tra le società, in base al quale un numero limitato di società controlla un’ampia quota di mercato della produzione o delle vendite complessive per un determinato prodotto o tipo di prodotto (ovvero, oligopolio o, al limite, monopolio), è una caratteristica ben nota e prevedibile di sviluppo economico.

Circa il 10% delle società mondiali genera l’80% di tutti i profitti a livello globale.

Una manciata di società transnazionali (TNC) nel settore dell’informatica controlla il 90% o più della quota di mercato globale di motori di ricerca, sistemi operativi e social media.

Tre società di investitori gestiscono oltre il 90% di tutte le attività gestite in fondi azionari passivi e anche i rivenditori, che formano l’interfaccia tra i consumatori e le catene di approvvigionamento globali, mostrano livelli elevati di concentrazione.

Tale posizione dominante è variamente spiegata dall’aumento della percentuale di rendimenti dalla crescita al capitale piuttosto che dal lavoro, dalla capacità dei TNC di navigare opportunisticamente nei sistemi di regolamentazione attraverso più giurisdizioni e dalla loro capacità di creare barriere all’ingresso per le piccole imprese.

Molte persone oggi stanno finalmente iniziando a capire il danno causato all’ambiente dai TNC e il rapporto si è concentrato sul consolidamento di agricoltura e silvicoltura, frutti di mare, prodotti chimici per l’agricoltura, miniere e combustibili fossili. Abbiamo avvertito per anni dell’impatto che un’azienda come la Monsanto può avere, ma questo rapporto ci mostra il quadro agghiacciante e più ampio.

Pensieri finali

Mentre il mondo si sveglia per il nuovo futuro che stiamo creando, la nostra interconnessione e interdipendenza sta raggiungendo livelli irreali. Noi esseri umani siamo programmati per metterci a nostro agio con ciò che ci circonda e siamo facilmente addestrati per diventare dipendenti. La tirannia della convenienza sta creando un pericoloso squilibrio in questo mondo e una manciata di cosiddette super corporazioni stanno abilmente sfruttando queste tendenze e posizionandosi per un dominio estremo sull’ambiente e sulla nostra capacità di sostenerci.

Circa l’autore

Isaac Davis è uno scrittore di personale per WakingTimes.com. lui è un diretto sostenitore della libertà e di una società volontaria. È un avido lettore di storia e appassionato di diventare autosufficiente per liberarsi dalla matrice di controllo. Seguilo su Facebook, qui.

Questo articolo (Chilling Report rivela che Just a Handful of Mega Corporations Control the Fate of the World) è stato originariamente creato e pubblicato da Waking Times ed è pubblicato qui sotto una licenza Creative Commons con attribuzione a Isaac Davis e WakingTimes.com. Può essere ripubblicato liberamente con l’attribuzione corretta, la biografia dell’autore e questa dichiarazione sul copyright. 

 

La nuova Internet Police: informazioni che non vogliono che tu veda

Lascia un commento

 

 

La “polizia del pensiero” di Internet ora è pienamente attiva, bloccando l’accesso alla conoscenza umana che è fondamentale per il futuro della nostra civiltà

by: Ethan Huff

 

(Naturale News) Come probabilmente avete notato ultimamente, sta diventando sempre più difficile accedere online a informazioni oneste e veritiere, poiché i signori della tecnologia che vogliono controllarci continuano a imporre ogni sorta di nuove tattiche di censura volte a sradicare fatti e sostituendoli con menzogne ​​e propaganda.

Il loro ultimo obiettivo sembra essere l’ informazione sui vaccini, poiché i militanti di sinistra stanno attivamente facendo pressione su piattaforme di social media come Facebook e Pinterest per limitare tutti i contenuti che in qualche modo suggeriscono che i vaccini approvati dal governo non sono sicuri e inefficaci.

Come rivelato da Barbara Loe Fisher, co-fondatrice del National Vaccine Information Center (NVIC), in un recente articolo, il governo dello “stato profondo” ha attivamente colluso con potenti corporazioni e istituzioni per molti anni per tenere la conversazione lontano dal vaccino scetticismo, usando la coercizione della “polizia del pensiero” se necessario.

Fisher Avverte

“In un futuro molto prossimo potresti non essere in grado di trovare informazioni su scienza vaccinale, politica e legge pubblicate su siti web come NVIC.org e TheVaccineReaction.org o essere in grado di connettersi con noi su piattaforme di social media per avere una conversazione aperta a riguardo”,  .

“Con la cancellazione della neutralità della rete negli Stati Uniti nel 2017, i due decenni di collaborazione tra governi e società e istituzioni politicamente potenti hanno aperto la strada a informazioni censurate sulla salute da censurare come” notizie false “e in silenzio rimosso da Internet se non è conforme alla politica di salute pubblica e alle raccomandazioni governative per l’uso di prodotti farmaceutici e alimentari.”

 

Per ulteriori notizie sull’assalto di Big Tech alla libertà di parola, assicurati di controllare Censorship.news.

 

Lo stato profondo sta costruendo un muro elettronico per impedirti di trovare la verità online

Come probabilmente ricorderete, il primo “grande pesce” a cadere è stato Alex Jones di Infowars, che ha visto come il suo impero mediatico veniva sistematicamente rimosso da Apple, Google, Facebook e molte altre piattaforme tecnologiche. E come abbiamo avvertito in quel momento, non si fermerà qui.

Fisher spiega:

“Viene costruito un muro elettronico per impedirti di ottenere le informazioni che desideri, in modo da ottenere solo le informazioni che qualcun altro decide di aver bisogno”. “È iniziata una combustione elettronica dei libri, e le persone vengono silenziosamente introdotte in un Dark Age virtuale. Mentre questa censura sta iniziando con le conversazioni su salute e vaccinazione, non finirà qui”.

 

Solo pochi giorni fa, il Wall Street Journal (WSJ) ha riferito che Pinterest sta modificando i suoi algoritmi in modo che gli utenti non possano nemmeno eseguire ricerche per contenuti associati alla “vaccinazione”.

Lo scopo di questa censura, spiega l’articolo WSJ, è di arginare la diffusione della “disinformazione”, oltre a dimostrare al mondo che le aziende tecnologiche detengono realmente il “potere … di censurare la discussione sui problemi dei pulsanti”.

Sta già accadendo da molto tempo su piattaforme di sinistra come Web of Trust, Snopes e Wikipedia, che hanno funzionato come attori nell’orchestra di propaganda e bugie. E ora ci sono anche i plugin per i browser che sono progettati per etichettare tutte le notizie false come “verità” e tutte le notizie reali come “disinformazione”.

Ma ora la polizia pensante sta prendendo di mira prendendo di mira i social media, l’ultimo bastione dove la gente comune ha, fino a questo punto, potuto liberamente impegnarsi nella conversazione e nello scambio di informazioni. Una volta che è andato, è Game Over.

Scrive Fisher 

“La nuova Internet Police che sfrega il World Wide Web di informazioni che non vogliono che tu veda o parlino fa parte della più vasta guerra culturale in corso oggi nel nostro paese e in molti paesi”.

“Quando si parla di vaccinazione, la discriminazione e la censura sono giustificate in nome della sicurezza pubblica e del bene più grande”.

 

Assicurati di leggere il suo pezzo completo a questo link.

Le fonti per questo articolo includono:

GreenMedInfo.com

NaturalNews.com  

WSJ.com  

NaturalNews.com

Fonte: https://www.naturalnews.com/

 

 

Noi? Allineati come sempre, ci mancherebbe altro! Siamo una colonia o no? (ndr)

 

 

Stop alle sperimentazioni fai-da-te. Le cavie le usano solo loro!

 

di Marcello Pamio

 

«L’annuncio di Fabio Franchi su Facebook è delirante e ho attivato i controlli del caso. 

 

Voglio rassicurare i cittadini dicendo che in Italia non c’è spazio per sperimentazioni fai da te!”

 

E se lo dice con un tweet il ministro della salute Giulia Grillo, allora c’è da stare tranquilli. Fiuff…stavo proprio per pensar male… 

 

Come non fidarsi, d’altronde, dell’onorevole pentastellata che nel 2017 attaccava e inveiva contro Beatrice Lorenzin per il decreto poi convertito nella sciagurata legge 119 sull’obbligatorietà dei vaccini e che oggi ne è la sostenitrice più incallita? La coerenza, come sempre, viene prima di tutto. 

 

La situazione italiota è così allo sbando che ultimamente la Lorenzin sostiene addirittura la Grillo negli attacchi ai cosiddetti no-vax. Della serie: il nemico del mio nemico, è mio amico!

 

Queste sono le classiche notizie che schiudono il sarcofago dove è conservata la politicamente-nulla Lorenzin, ridestandone momentaneamente la coscienza. Rimane in ibernazione letargica per mesi e poi, di punto in bianco, si sveglia per twittare o postare su Facebook attacchi contro i novax. 

 

Prima di ritornare nell’oblio, ecco cos’ha scritto la liceale ex ministro sul caso del dottor Franchi: «Reclutamento di cavie umane, bambini, via facebook, per esperimenti. Non è una news da qualche paese del terzo mondo, ma è tutta made in Italy. Che il protagonista sia un medico no-vax è solo un’appendice della follia in cui sta degenerando il nostro paese», terminando poi con l’auspicio che il ministro «faccia valutare se ci sono gli estremi per un affondamento giudiziario». 

 

Se parliamo di follia, i neuroscienziati dovrebbero studiare approfonditamente il suo cervello per capire meglio come avviene dal punto di vista neurosinaptico l’involuzione dell’uomo… 

 

Tornando alla Grillo, non mi risulta che l’attento ministro abbia attivato controlli nei confronti dell’epidemiologo, nonché collaboratore GSK, Pierluigi Lopalco, il quale l’8 febbraio scorso, non da una pagina facebook ma in un congresso all’università di Modena Reggio Emilia, ha dichiarato che «bisogna vaccinare i bambini volontari», e che «il test sui vaccini si fa su decine di migliaia di bambini». (vedi articolo)

 

Avete capito come funziona il Sistema? In Italia non ci può essere spazio per sperimentazioni fai da te, perché le sperimentazioni su cavie, cioè su neonati “volontari”, le possono fare solo loro negli ambulatori delle ASL!

 

Per cui se dichiari pubblicamente che i vaccini vengono testati su decine di migliaia di neonati inconsapevoli, anzi “volontari”, va tutto bene, se però hai la sfrontatezza di ironizzare sulle sperimentazioni cliniche, o peggio ancora hai il coraggio di analizzare il contenuto vaccinale, e richiedere la pubblicazione delle analisi di controllo (che ANCORA NESSUNO HA PORTATO ALLA LUCE), allora vieni attaccato, sputtanato dai giornalai, dai servi pennivendoli del Sistema, subendo perfino gli accertamenti dal ministro.

 

Se ancora non fosse chiaro chi può usare le cavie umane, leggete il titolo del comunicato n.31 di oggi, datato 26 febbraio 2019, del Ministero della salute:

 

«Test HIV su minori senza consenso dei genitori, sì del garante Infanzia al ministro grillo per collaborazione su nuove regole» 

 

Fonte: https://disinformazione.it/

 

®wld