Home

Il metaverso saprà molto di più su di te di quanto tu ne saprai mai

2 commenti

Meta: la disconnessione finale dalla realtà?

Pubblicato da: Patrick Wood October 29, 2021

Mark Zuckerberg non ha perso la testa, ma vuole che tu perda la tua… nel metaverso. Sta investendo miliardi di dollari per assicurarsi che la sua società rinominata, Meta, sia leader del settore nello stesso modo in cui IBM ha dominato l’industria dei computer per molti decenni.

Altre grandi aziende Big Tech stanno entrando in gioco. Società di sviluppo di software di gioco, produttori di chip e sviluppatori di hardware. Insieme, creerà un’industria completamente nuova che affiancherà l’intelligenza artificiale: la realtà artificiale.

Per coloro che lo abbracciano, il metaverso ricabla completamente il cervello umano. Ti entrerà nel cervello. Dominerà il tuo cervello. Fornirà una fonte infinita di colpi di dopamina mentre sei stimolato visivamente, mentalmente ed emotivamente.

Dominerà la forza lavoro, il mondo sociale, la classe, l’istruzione e l’intrattenimento.

Soddisferà il sogno del transumanesimo di vivere per sempre come un programma di intelligenza artificiale incarnato in un avatar personalizzato e apolide. Ray Kurzweil, capo dell’ingegneria di Google e fondatore della Singularity University, dovrebbe ballare per strada perché sta arrivando la tanto agognata resurrezione digitale di suo padre.

Il metaverso risucchierà ogni byte di dati dalla tua vita per potenziare ciò che la dottoressa Soshanna Zuboff chiama “Capitalismo di sorveglianza”. Cioè, ogni battito di ciglia, ogni espressione facciale, ogni aspetto degli stati emotivi e fisici, ecc. Il metaverso saprà molto di più su di te di quanto tu ne saprai mai.

Quando Mark Zuckerberg dice “Il futuro è privato”, sta mentendo tra i denti bianco perla. In effetti non ci sarà privacy. Né sarai ricompensato per esserti consegnato volontariamente a questa utopia artificiale.

Il metaverso non ti dirà necessariamente cosa pensare, ma cambierà completamente il tuo modo di pensare. Riorganizzerà i tuoi circuiti logici in modo da non poter distinguere tra ciò che è reale e ciò che non lo è. Il tuo metaverso diventerà reale per te come il naso sul tuo viso.

Molte persone hanno già paragonato il metaverso al film del 2018, Player One. In esso, un mondo distopico di povertà e miseria si trasforma in un’utopia istantanea semplicemente indossando il visore della realtà virtuale. Questo ricorda abbastanza la dichiarazione del World Economic Forum secondo cui “Non possiedi nulla e sarai felice”.

In che modo il metaverso trasformerà il sistema economico del mondo? Zuckerberg vede una fusione di economie reali e virtuali. Ci saranno valute intercambiabili. Potresti comprare una pizza nel metaverso ma fartela consegnare a casa tua. O vice versa. Naturalmente, Zuckerberg vuole anche creare e controllare la valuta digitale.

Per abilitare il metaverso, la comunicazione è tutto. Le velocità wireless CinqueG graffieranno solo la superficie. Sarà il SeiG ad accenderlo davvero.

Di una cosa puoi essere assolutamente certo: la discussione sociale sul metaverso è solo all’inizio.

Pubblicato su: https://it.technocracy.news/meta-la-disconnessione-finale-dalla-realt%C3%A0/

®wld

Il nostro cervello è il computer più elegante esistente

Lascia un commento

Intelligenza artificiale: 3 modi in cui cambierà il mondo
Intelligenza artificiale: 3 modi in cui cambierà il mondo

Intelligenza artificiale: 3 modi in cui cambierà il mondo

L’obiettivo dell’intelligenza artificiale non dovrebbe essere solo l’automazione dei processi. Invece, può essere utilizzata per ripensare radicalmente al modo in cui risolviamo i problemi del mondo

By Rosa Pullano – 13 Ottobre 2021

Mentre la fantascienza inizia a diventare realtà, i prodotti di intelligenza artificiale si stanno lentamente infiltrando nelle case e nei luoghi di lavoro. Ciò sta sollevando preoccupazioni sui potenziali effetti dannosi sul mercato del lavoro, o anche sui pericoli di una singolarità dell’intelligenza artificiale, in cui i robot senzienti conquistano il mondo e distruggono gli umani.

Intelligenza artificiale, l’impatto positivo

Sebbene queste siano tutte discussioni valide, l’obiettivo dell’intelligenza artificiale non dovrebbe essere solo sui fantastici gadget domestici o sull’ottimizzazione e l’automazione dei processi. Invece, può essere utilizzata per ripensare radicalmente al modo in cui risolviamo i problemi del mondo.

L’intelligenza artificiale ha il potenziale per migliorare notevolmente cose come l’assistenza sanitaria, l’istruzione, la povertà e la sicurezza. Le macchine possono fare già oggi alcune cose molto utili che gli esseri umani semplicemente non saranno mai in grado di fare.

Se lo sfruttiamo per aumentare ciò che gli umani fanno bene, l’intelligenza artificiale potrebbe avere un impatto positivo sulla società, sugli affari e sulla cultura nell’ordine di grandezza di Internet stesso.

Usare l’intelligenza artificiale per “ridimensionare” la mente umana, non per sostituirla completamente. Il nostro cervello è il computer più elegante esistente. Elaboriamo milioni di input sensoriali automaticamente e costantemente, permettendoci di apprendere e rispondere al nostro ambiente.

Ma il cervello umano contiene solo circa 300 milioni di processori di pattern responsabili del pensiero. E se potessimo integrare tutte le nostre fantastiche idee non solo con più dati, ma anche con ordini di grandezza in più di capacità di elaborazione dei dati? Immagina come ripensiamo ogni singolo problema che esiste oggi.

Anche con le forme primitive di intelligenza artificiale di oggi, c’è abbastanza tecnologia per iniziare a fare esattamente questo. Gli esempi che seguono attingono da una varietà di settori per illustrare l’entità dell’impatto sociale possibile quando abbiniamo l’intelligenza artificiale con l’abilità e l’ingegnosità umane.

1. Medicina di precisione

L’intelligenza artificiale sta guidando l’adozione e l’implementazione della medicina di precisione: un approccio emergente per il trattamento e la prevenzione delle malattie che tiene conto della variabilità individuale nei geni, nell’ambiente e nello stile di vita di ogni persona. Pensalo come un tipo di personalizzazione medica.

Ad esempio, ogni anno negli Stati Uniti vengono diagnosticati tumori al cervello a circa 25.000 persone. Tradizionalmente, a tutti potrebbe essere somministrato lo stesso ciclo di trattamento per vedere cosa potrebbe funzionare in un approccio universale. La medicina del futuro consentirà a medici e ricercatori di prevedere con maggiore precisione quali strategie di trattamento e prevenzione per una particolare malattia funzioneranno in quali gruppi di persone.

Molte delle risposte si trovano nella grande quantità di dati medici già raccolti. Ayasdi utilizza algoritmi di intelligenza artificiale come il deep learning per consentire a medici e ospedali di analizzare meglio i propri dati.

Attraverso il loro lavoro, i medici sono stati in grado di identificare sottotipi di diabete precedentemente sconosciuti che potrebbero portare a una migliore comprensione delle terapie che potrebbero funzionare meglio per determinati tipi di pazienti. Enlitic e IBM utilizzano algoritmi di intelligenza artificiale simili, ma per rilevare i tumori nelle scansioni radiologiche in modo più accurato ed efficiente e persino potenzialmente accelerare la ricerca di una cura per il cancro.

2. Sicurezza informatica

Ci sono state milioni di violazioni della sicurezza informatica negli ultimi anni. L’impatto di solo alcuni di questi attacchi, come i governi stranieri che potrebbero influenzare le elezioni presidenziali statunitensi, è davvero spaventoso.

I team di sicurezza oggi faticano a gestire il numero crescente di avvisi generati dagli strumenti tradizionali. Le capacità di autoapprendimento e automazione abilitate dall’IA possono aumentare l’efficacia e ridurre i costi, mantenendoci molto più al sicuro dal terrorismo o anche dal furto di identità su piccola scala.

Le soluzioni basate sull’intelligenza artificiale già presenti sul mercato possono essere più proattive e possono prevenire gli attacchi nello stato di pre-esecuzione identificando modelli e anomalie associati a contenuti dannosi. Secureworks utilizza le capacità predittive dell’intelligenza artificiale per il rilevamento avanzato delle minacce su scala globale.

SiftScience, Cylance e Deep Instinct lo stanno utilizzando per la prevenzione delle frodi e per la sicurezza degli endpoint, come smartphone e laptop. Queste tecnologie amplieranno notevolmente l’ambito e la scala dei professionisti della sicurezza e consentiranno loro di rilevare le minacce, si spera, molto prima che attacchino effettivamente.

3. Agricoltura di precisione

Si prevede che la popolazione mondiale aumenterà in modo significativo nei prossimi tre decenni, ma la nostra capacità di produzione alimentare farà molta fatica a tenere il passo. L’intelligenza artificiale sta guidando l’efficienza nei nostri attuali metodi di coltivazione per aumentare la produzione e ridurre gli sprechi senza influire negativamente sull’ambiente.

Sistemi come AutoTrac di John Deere consentono a macchine enormi di piantare colture in modo molto più uniforme e accurato e possono ridurre le sovrapposizioni nei processi agricoli come la lavorazione del terreno, la semina e la fertilizzazione, il che a sua volta riduce l’uso di prodotti chimici e aumenta la produttività.

Cainthus, un’azienda di visione artificiale, ha un altro approccio. Utilizzando il deep learning, ha creato un sistema di riconoscimento facciale in grado di identificare le singole mucche in base alle caratteristiche del viso in soli sei secondi, consentendo il monitoraggio di enormi mandrie con il minimo coinvolgimento umano. Presto, saranno in grado di rilevare i primi segni di zoppia in una mucca in base alla sua forma del corpo e allertare l’allevatore di conseguenza.

Man mano che i sensori proliferano nelle fattorie e i droni acquisiscono immagini in tempo reale delle condizioni di vaste quantità di terreni agricoli, le macchine AI saranno in grado di aiutare gli agricoltori a prevedere ciò di cui avranno bisogno le loro colture e aziende agricole potenzialmente con più di un anno di anticipo, dando loro più tempo reagire a condizioni avverse.

L’intelligenza artificiale per migliorare il mondo

L’intelligenza artificiale può essere applicata a molti più problemi e mercati. In effetti, dovrebbe essere pensato come un approccio fondamentalmente nuovo ad ogni problema. Quelle decisioni saranno prese da esseri umani che vogliono cambiare e migliorare il mondo, che ora possono ridimensionare le loro menti per affrontare frontiere in continua espansione.

Fonte: https://www.reccom.org/

®wld

La visione di Elon Musk: Il Cervello avrà la sua porta USB-C

Lascia un commento

Transhuman Elon Musk: il tuo cervello avrà la sua porta USB-C

Postato da: Claudia Glover via CBR

Elon Musk è un consumato tecnocrate e transumanista che cerca la fusione della tecnologia e del corpo umano con lo scopo ultimo di raggiungere l’immortalità. Il suo progetto Neuralink sperimenta le Brain Machine Interfaces (BMI) inserisce letteralmente il silicio nel tuo cranio e lo collega al mondo esterno. ⁃ TN Editor

Il tuo cervello, con una porta USB-C al suo interno. Questa è la visione di Elon Musk per Brain Machine Interfaces (BMI). In un controverso  white paper del luglio 2019  ha affermato che la sua azienda  Neuralink  aveva compiuto un enorme passo avanti verso la creazione di un “sistema BMI a larghezza di banda elevata scalabile” che avrebbe consentito al cervello umano di “trasmettere dati elettrofisiologici a banda larga completa” a una rete, utilizzando una combinazione di sonde polimeriche ultrafini, un robot neurochirurgico che le cuce nel cervello ed elettronica personalizzata ad alta densità.

Un “singolo cavo USB-C fornisce lo streaming di dati a larghezza di banda completa dal dispositivo” ha osservato il documento: il dispositivo è stato cucito, in teoria, alla corteccia cerebrale. I neuroscienziati erano di varie sfumature: intrigati, sgomenti e sprezzanti: l’hardware personalizzato avrebbe solo captato il rumore, hanno suggerito: l’interpretazione delle onde cerebrali semplicemente non era così avanzata; le questioni etiche erano pronunciate; l’organismo rifiuterebbe questo livello di intervento; dov’era la peer review dell’articolo?

Un anno dopo, Musk ha promesso un aggiornamento di Neuralink.

Questo è stato cripticamente annunciato da Musk nel luglio 2020, con i  tweet: “Se non puoi batterli, unisciti a loro dichiarazione d’intenti Neuralink” e “Aggiornamento sui progressi del 28 agosto”. Dieci giorni prima della rivelazione, abbiamo deciso di fare il punto sul lavoro di Neuralink e sulla discussione in corso sul potenziale del BMI; parlando con una serie di specialisti del settore su dove stava andando il lavoro e quanto fosse realistica la visione di Musk.

Neuralink è nato come un modo per far progredire la tecnologia del BMI: descritto da un’organizzazione, la Mayo Clinic, come una tecnologia che “acquisisce segnali cerebrali, li analizza e li traduce in comandi che vengono inoltrati a dispositivi di output che eseguono le azioni desiderate”. (Molti osservatori sospettano che l’aggiornamento in sospeso avrà a che fare con la parte “analizzali” di quella dichiarazione, e l’affermazione “se non puoi batterli” di Musk si riferisce alle sue preoccupazioni ben documentate sul potere dell’IA.)

Queste “azioni desiderate” potrebbero essere come muovere una sedia a rotelle senza l’uso delle braccia o come controllare gli arti bionici: “È plausibile immaginare che un paziente con una lesione del midollo spinale possa controllare abilmente un mouse e una tastiera digitali” ha scritto Musk in il documento del 2019. “Se combinato con tecniche di stimolazione spinale in rapido miglioramento, in futuro questo approccio potrebbe plausibilmente ripristinare la funzione motoria. Le interfacce neurali a larghezza di banda elevata dovrebbero consentire una varietà di nuove possibilità terapeutiche ”.

Anche se questo potrebbe essere il punto di partenza per Neuralink, le ambizioni di coloro che lavorano a stretto contatto sul BMI includono, per alcuni, la speranza che la tecnologia possa eventualmente essere utilizzata per connettere la razza umana tramite una “rete neurale” autentica; consentire alle persone di comunicare utilizzando pensieri e immagini piuttosto che parole, e persino di cedere la loro funzione motoria ad altri, con il loro consenso *. Le idee alla base di questo hanno le loro radici in un vertiginoso transumanesimo. Nel frattempo, i problemi fisici sono rimasti un ostacolo …

Silicio nel cranio 

Il chip BMI invasivo più comunemente usato, Utah Array, comprende un elettrodo con minuscoli aghi di silicone incredibilmente affilati, che vengono spinti nel cervello, dopo che un cranio è stato tagliato via. Esistono modi meno invasivi per raccogliere dati sull’attività cerebrale, ma in termini generali, più la tecnologia è invasiva, più dati dal cervello gli scienziati possono catturare. La tecnologia di Neuralink è simile, ma progettata per raccogliere ancora più dati su come funziona il cervello. Gli elettrodi sono fili lunghi piuttosto che aghi corti, che consentono di seguire i contorni e cuciti nel cervello piuttosto che posizionati sopra.

(Il robot di Musk può cucire accuratamente sei fili del sensore, o elettrodi, al minuto nel cervello umano, tramite piccoli fori nel cranio: “Il robot registra i siti di inserimento in una cornice di coordinate comune con punti di riferimento sul cranio, che, se combinati con la profondità monitoraggio, consente un puntamento preciso delle strutture cerebrali anatomicamente definite. Una suite software personalizzata integrata consente la preselezione di tutti i siti di inserzione, consentendo la pianificazione dei percorsi di inserzione ottimizzati per ridurre al minimo grovigli e tensioni sui fili.”)

Questi tipi di progressi nell’IMC sono stati in gran parte evitati dai neuroscienziati a qualsiasi scala significativa a causa della loro invasività; sebbene siano in corso test su ratti e scimpanzé. Le conseguenze di sbagliare le cose sono significative. Come ha avvertito il dottor Henry Marsh, uno dei principali neurochirurghi inglesi, in un’intervista dopo la pubblicazione del documento iniziale: “Il cervello non guarisce nel modo in cui guariscono ossa, muscoli e pelle. Ogni volta che tagli il cervello lo danneggi e non si riprenderà … “

Tuttavia, ci sono vari gradi di danno a seconda dei materiali utilizzati. Il co-fondatore e CSO della piattaforma di interfaccia neurale full stack  BIOS , Oliver Armitage, ha spiegato le differenze rispetto a Computer Business Review come segue: “Con il materiale esistente, quando si utilizzano materiali rigidi come silicone, substrati di silicone e metalli, i più fini e più appuntito e più in profondità nel tessuto che vai, più danni crei. Con alcune delle nuove tecnologie basate su elettrodi polimerici morbidi, quel compromesso [tra invasività e accuratezza dei dati] non regge più ”.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato su: https://www.technocracy.news/

****************************************

Correlati:

Humans 2.0: La tecnocrazia è per la società ciò che il transumanesimo è per gli umani che ci vivono

Nel tempo del Grande Guaio che ci aspetta

Un enorme azzardo che ha pochissimo a che vedere con la scienza e molto con l’incoscienza

®wld

Wi-Fi – 5G quello che devi sapere

Lascia un commento

5G: potenti onde millimetriche alle persone ovunque

 

Il tecnico Cell Tower emette l’allarme sui pericoli del 5G

di Phillip Schneider
Waking Times

Quasi nulla dimostra più chiaramente l’arroganza del governo e delle corporazioni rispetto all’implementazione del 5G, o ciò che il presidente

Trump chiama “una corsa che dobbiamo vincere”.

I pericoli del 5G sono enormi e travolgenti poiché la nostra privacy, salute e libertà sono tutti a rischio a causa della tecnologia di quinta generazione. Mentre il nostro governo promuove i suoi benefici economici, medici, scienziati e persino meteorologi in tutto il mondo stanno suonando l’allarme per le implicazioni della tecnologia.

Ma di recente, un installatore di una torre cellulare, o un “scalatore di torri”, come lui stesso si definisce, ha iniziato a parlare del pericolo che il 5G rappresenta per la nostra salute.

 

 

Il suo video è diventato relativamente virale da quando è stato pubblicato a metà giugno e da allora ha seguito alcuni altri che parlano del 5G. Con le sue stesse parole, spiega quanto sia stata pericolosa l’installazione della tecnologia 4G.

“Se avvicini la radiofrequenza, surriscalda le molecole d’acqua nel tuo cervello, negli occhi e nei testicoli … Potresti renderti sterile o avere un mal di testa da spaccare per giorni, o, ho cucinato la parte superiore del mio cranio e mi ha lasciato inutile per il resto del giorno.”

Questo è solo con il 4G. Tuttavia, a causa della lunga lunghezza d’onda del 4G, l’unico vero danno che può essere fatto si verifica a distanza molto breve, a pochi metri dal punto di dispersione della torre cellulare.

Ricorda che la tecnologia 4G funziona entro un intervallo di circa 1,5 – 2,8 megahertz. Il 5G, d’altra parte, trasmette in frequenze di gigahertz, che è circa 1500 volte più intenso di ciò su cui si basa il 4G.

LEGGI: PROMINENTE PROFESSORE DI BIOCHIMICA – IL 5G È L’IDEA PIÙ STUPIDA NELLA STORIA DEL MONDO

Inoltre, i trasmettitori 5G non saranno costruiti in alto su una montagna fuori pericolo come le torri 4G. Saranno sistemati negli uffici, agli angoli delle strade, all’interno della tua auto e in casa. Gli effetti a lungo termine del 4G non sono ancora noti, ma il 5G ci porterà a un livello completamente nuovo di pericolo imminente per la nostra salute.

 

“Per non parlare di cosa farà al tuo cervello, ai tuoi occhi e ai tuoi testicoli o ovaie solo dal surriscaldamento che la radiofrequenza farà a distanza ravvicinata. Ma poiché è così potente, così compatto e fortemente irradiato, sarà letteralmente in grado di rompere i legami che tengono insieme le tue cellule – ed è così che arriveranno i tumori.”

 

Gli scienziati hanno anche parlato dei pericoli per la salute del 5G, sostenendo affermazioni. A giugno, un team di meteorologi ha scritto una lettera alla FCC specificando in dettaglio l’impatto che il 5G avrà sui sistemi informativi del NOAA. Sostengono che condividendo lo spettro radio con i gestori di telefonia mobile, si ritarderanno importanti informazioni salvavita sulle catastrofi naturali che potrebbero finire per costare molte vite in caso di emergenza.

Frank Clegg, ex presidente di Microsoft Canada, avverte anche dei pericoli del 5G in un panel che ha messo insieme per gli spettatori televisivi canadesi.

 

“[5G] richiede l’installazione di un’infrastruttura completamente nuova di migliaia di piccole antenne cellulari nelle città in cui verrà installata.” – Frank Clegg

 

Molti scienziati e medici concordano sul fatto che il 5G può rappresentare un grande rischio per la nostra salute.

 

“I sintomi più comuni includono mal di testa, affaticamento, ridotta capacità di concentrazione, acufene, irritabilità e insonnia. Anche gli impatti sul cuore e sul sistema nervoso sono fonte di grande preoccupazione.” – Dr. Riina Bray, Ingegnere Chimico, MD

 

“Alle frequenze più basse, gli scienziati prevedono danni agli occhi, perdita di popolazioni di insetti che sono già in declino, batteri resistenti agli antibiotici ed effetti fisiologici sul sistema nervoso e sul sistema immunitario”. – Dott. Magda Havas, Professore e Ricercatore, PhD

 

Se il 5G viene diffuso in tutto il paese, aumenterà drasticamente la vicinanza di potenti onde millimetriche alle persone ovunque, specialmente a quelle che vivono nelle città e nelle aree urbane.

Come ormai tutti sappiamo, il governo federale e le sue agenzie di regolamentazione non lavorano per il popolo. Questa non è una novità, ma dimostra che non possiamo fare affidamento sul governo per prendere decisioni importanti sulla nostra vita o per dirci la verità su grandi industrie come le telecomunicazioni.

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

*****************************

Snowden afferma di non utilizzare il WiFi: ecco perché

di  NaomiBrockwell

Waking Times

Snowden ha detto questo:

 

Non userei il WiFi a casa, perché le mappe globali dell’ID univoco di ogni punto di accesso wireless, incluso il tuo, sono gratuite e costantemente aggiornate. Vorrei usare Ethernet; sì, Ethernet su un telefono.

 

Usi ethernet sul tuo telefono? Spiego perché non dovresti accendere il tuo router WiFi e perché non dovresti trasformare il tuo telefono in un hotspot. È scioccante quanto non sia sicuro la tua posizione.

 

Wigle.net offre una straordinaria risorsa per la mappatura WiFi. Rispettano inoltre la privacy di chiunque richieda la rimozione delle proprie informazioni dal database. Per rimuovere i record del punto di accesso dal loro database, inviare un’e-mail a: WiGLE-admin [at] WiGLE.net (includere BSSID (MAC) nelle richieste di rimozione).

Inoltre, aggiungi il tag ‘nomap’ o ‘optout’ al tuo SSID per impedire ad altri siti Web di tracciare la tua posizione.

ENORME grazie a tutti su Reddit e Twitter che hanno risposto alle mie domande al riguardo e all’articolo su osintcurio che è stato di grande aiuto!https://osintcurio.us/2019/01/15/trac…

Fonte: https://www.wakingtimes.com/

®wld  

Bambini: come impostare limiti adeguati sull’uso della tecnologia

Lascia un commento

 

 

Una nuova ricerca mostra cosa fa stare troppo tempo sullo schermo per lo sviluppo del cervello dei bambini

 

Di Alanna Ketler

 

In breve:

I fatti

Sono emerse ulteriori ricerche che dimostrano che troppo tempo sullo schermo può essere dannoso per lo sviluppo del cervello.

 

Riflettere su:

Come è cambiata l’infanzia per neonati e giovani adolescenti? Sono stati effettuati test di sicurezza adeguati sui nostri gadget preferiti? Dovrebbero essere ammessi a scuola?

 

Negli ultimi dieci anni circa, il modo in cui viviamo la nostra vita è drasticamente cambiato per molti di noi. Gli schermi (smartphone, tablet, computer, televisori) sono diventati parti integranti della nostra vita che non notiamo nemmeno quanta attenzione abbiamo prestato a questi dispositivi. Per impostazione predefinita, anche i bambini sono esposti a più tempo sullo schermo e le implicazioni di questo stanno finalmente emergendo. Una nuova ricerca mostra come più di due ore di schermo al giorno possano danneggiare l’integrità strutturale della materia bianca nel cervello dei bambini in età prescolare, danneggiando potenzialmente lo sviluppo delle loro abilità linguistiche e di alfabetizzazione.

 

Per favore, comprendi: l’intenzione di condividere queste informazioni non è di far vergognare, giudicare o puntare il dito contro alcun genitore. Capisco che essere genitori è difficile e stressante e che a volte far guardare un cartone animato o lasciarli giocare è ciò che serve per ottenere qualsiasi tipo di pausa per te stesso. Questo ha semplicemente lo scopo di aumentare la consapevolezza di un problema nella speranza di mitigare gli effetti dannosi.

 

L’American Academy of Pediatrics (AAP) raccomanda di limitare l’uso per 2-5 anni a un massimo di un’ora al giorno di ciò che considerano “programmazione di alta qualità” e idealmente, guardandolo con loro per aiutarli nell’apprendimento e nella gestione della nuova informazione.

 

Oltre questo periodo di tempo ha il potenziale per danneggiare lo sviluppo del cervello dei bambini, secondo uno studio condotto da ricercatori del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center. Quei bambini con una maggiore esposizione al tempo dello schermo avevano una “bassa integrità microstrutturale” della sostanza bianca del cervello, un’area collegata al linguaggio e alla funzione cognitiva.

 

Lo studio

 

Durante lo studio, che ha coinvolto 47 bambini di età compresa tra 3 e 5 anni, è stata utilizzata una tecnologia chiamata ScreenQ per tracciare il tempo dello schermo in conformità con le raccomandazioni AAP. I fattori studiati includevano l’accesso agli schermi, la frequenza e la durata dell’uso, il tipo di contenuto visualizzato e la presenza o meno di un adulto durante la visione e se il contenuto veniva discusso o meno con il bambino.

 

Più alto è il punteggio ScreenQ, più tempo si è verificato sullo schermo. Le scansioni MRI sono state utilizzate per valutare il cervello dei bambini. È stato rivelato che più tempo sullo schermo era dannoso per la materia bianca nel loro cervello.

 

“Anche se non siamo ancora in grado di determinare se il tempo sullo schermo causa questi cambiamenti strutturali o implica rischi a lungo termine per lo sviluppo neurologico”, ha dichiarato il dott. John Hutton, direttore del Centro di lettura e letteratura presso Cincinnati Children e autore principale dello studio in un comunicato stampa, “Questi risultati giustificano ulteriori studi per capire cosa significano e come impostare limiti adeguati sull’uso della tecnologia”.

 

Il tempo di visualizzazione è particolarmente dannoso per i bambini di età inferiore ai due anni e l’AAP raccomanda di evitare del tutto l’uso dei media digitali, ad eccezione delle chat video occasionali.

 

Evita o limita il tempo dello schermo per la salute dei bambini

 

Tieni presente che se questi schermi sono dannosi per la salute dei tuoi figli, è probabile che abbiano un impatto anche sui tuoi. I bambini imparano con l’esempio, a loro piace copiare ciò che fanno i loro genitori e gli altri adulti. Se sei costantemente al telefono o davanti alla televisione, i tuoi figli potrebbero sentirsi più inclini a imitare ciò che fai. Se ti vedono leggere un libro, uscire e rimanere attivo, è più probabile che sviluppino queste abitudini per se stessi.

 

Sono in corso ulteriori ricerche sulle potenziali implicazioni per la salute di troppo tempo sullo schermo, ma c’è già abbastanza per dimostrare che è possibile iniziare a monitorare e limitarlo ora. Non c’è bisogno di aspettare, questo gioverà solo a te e ai tuoi bambini! Immagina tutto il tempo di qualità che potrebbe essere speso se gli schermi non fossero parte integrante dell’immagine.

 

Non sono solo gli schermi a destare preoccupazione, ma anche ciò che li accompagna: troppo tempo sullo schermo equivale a troppo tempo trascorso a a stare seduti, un potenziale danno agli occhi e una maggiore esposizione ai campi elettromagnetici (EMF).

 

Naturalmente la nostra società sta avanzando verso l’uso di sempre più tecnologia nelle nostre vite, tuttavia c’è un tempo e un posto per la tecnologia. Dobbiamo assicurarci di utilizzare la tecnologia e non viceversa. Anche se i tuoi figli sono più grandi, potresti prendere in considerazione attività senza schermo e periodi durante i quali sei presente insieme. Forse passare il tempo all’aperto, giocare a carte o giochi da tavolo, cucinare o andare a nuotare: le possibilità sono infinite! Abbiamo appena dimenticato cosa facevamo prima che gli schermi prendessero il sopravvento, e non è nemmeno passato tanto tempo!

 

Articoli correlati:  

 

50 cose che potresti fare invece di fissare uno schermo
 

Sei dipendente da “The Scroll?” Questo è il momento di affrontare la dipendenza da smartphone e riprendere il tuo potere

 

Fonye Articolo: https://www.collective-evolution.com/ 

 

®wld

Older Entries