Home

Dopo i cookie, Ad Tech vuole utilizzare la tua email per rintracciarti ovunque

Lascia un commento

Di Bennett Cyphers

I cookie stanno morendo e l’industria del monitoraggio sta cercando di sostituirli. Google ha proposto Federated Learning of Cohorts (FLoC), TURTLEDOVE e altre tecnologie a tema uccelli che farebbero sì che i browser eseguano alcuni dei profili comportamentali che i tracker di terze parti fanno oggi. Ma una coalizione di inserzionisti di sorveglianza indipendenti ha un piano diverso. Invece di inserire più tecnologia di tracciamento nel browser (che non controllano), vorrebbero utilizzare identificatori più stabili, come indirizzi e-mail, per identificare e tracciare gli utenti sui loro dispositivi.

Ci sono diverse proposte da parte dei fornitori di tecnologia pubblicitaria per preservare i “media indirizzabili” (leggi: pubblicità di sorveglianza personalizzata) dopo che i cookie sono morti. Ci concentreremo su uno solo: Unified Identifier 2.0, o UID2 in breve, sviluppato dalla società di tecnologia pubblicitaria indipendente The Trade Desk. UID2 è il successore dell”ID unificato” basato sui cookie di The Trade Desk . Proprio come FLoC, UID2 non è un sostituto immediato per i cookie, ma mira a sostituire alcune delle loro funzionalità. Non replicherà tutti i problemi di privacy dei cookie di terze parti, ma ne creerà di nuovi.

Ci sono differenze fondamentali tra UID2 e le proposte di Google. FLoC non consentirà a tracker di terze parti di identificare persone specifiche da solo. Ci sono ancora grossi problemi con FLoC: continua a consentire danni ausiliari di annunci mirati, come la discriminazione, e rafforza altri metodi di tracciamento, come il rilevamento delle impronte digitali. Ma i progettisti di FLoC intendono spostarsi verso un mondo con tracciamento di terze parti meno individualizzato. FLoC è uno sforzo fuorviante con alcuni obiettivi lodevoli.

Al contrario, l’UID2 dovrebbe rendere più facile per i tracker identificare le persone. Si raddoppia sul modello di business target track-profile-target. Se l’UID2 ha successo, le società di tecnologia pubblicitaria e i data broker senza volto continueranno a seguirti sul Web e avranno un tempo più facile legare la tua navigazione sul Web alla tua attività su altri dispositivi. I sostenitori di UID2 vogliono che gli inserzionisti abbiano accesso a profili comportamentali a lungo termine che catturano quasi tutto ciò che fai su qualsiasi dispositivo connesso a Internet e vogliono che sia più facile per i tracker condividere i tuoi dati tra loro. Nonostante le affermazioni sconsiderate dei suoi progettisti in merito a “privacy” e “trasparenza”, UID2 è un passo indietro per la privacy degli utenti.

Come funziona l’UID2?

In poche parole, l’UID2 è una serie di protocolli per la raccolta, l’elaborazione e la trasmissione delle informazioni di identificazione personale (“PII”) degli utenti. A differenza dei cookie o FLoC, UID2 non mira a modificare il funzionamento dei browser; piuttosto, i suoi progettisti vogliono standardizzare il modo in cui gli inserzionisti condividono le informazioni. Gli autori di UID2 hanno pubblicato una bozza di standard tecnico su Github. Le informazioni si muovono nel sistema in questo modo:

  1. Un editore (come un sito web o un’app) chiede a un utente le proprie informazioni di identificazione personale (PII), come un indirizzo email o un numero di telefono.
  2. L’editore condivide le informazioni personali con un “operatore” UID2 (una società di tecnologia pubblicitaria).
  3. L’operatore esegue l’hashing delle PII per generare un “Unified Identifier” (l’UID2). Questo è il numero che identifica l’utente nel sistema.
  4. Un amministratore centralizzato (forse The Trade Desk stesso) distribuisce le chiavi di crittografia all’operatore, che crittografa l’UID2 per generare un “token”. L’operatore invia questo token crittografato all’editore.
  5. L’editore condivide il token con gli inserzionisti.
  6. Gli inserzionisti che ricevono il token possono condividerlo liberamente attraverso la catena di fornitura della pubblicità.
  7. Qualsiasi azienda di tecnologia pubblicitaria che è un “membro conforme” dell’ecosistema può ricevere le chiavi di decrittografia dall’amministratore. Queste aziende possono decrittografare il token in un identificatore grezzo (un UID2).
  8. L’UID2 funge da base per un profilo utente e consente ai tracker di collegare insieme diversi dati su una persona. Gli UID2 non elaborati possono essere condivisi con broker di dati e altri attori all’interno del sistema per facilitare l’unione dei dati degli utenti.

Il telefono e laptop per la privacy definitivi di Purism (Ad)

La descrizione del sistema solleva diverse domande. Per esempio:

  • Chi fungerà da “amministratore” nel sistema? Ce ne saranno uno o più e in che modo influirà sulla concorrenza su Internet?
  • Chi fungerà da “operatore?” Al di fuori degli operatori, chi saranno i “membri” del sistema? Quali responsabilità avranno questi attori nei confronti dei dati degli utenti?
  • Chi avrà accesso agli identificatori UID2 non elaborati? La bozza di specifica implica che gli editori vedranno solo token crittografati, ma la maggior parte degli inserzionisti e dei data broker vedrà identificatori grezzi e stabili.

Quello che sappiamo è che un nuovo identificatore, l’UID2, verrà generato dalla tua email. Questo UID2 sarà condiviso tra inserzionisti e data broker e ancorerà i loro profili comportamentali su di te. E il tuo UID2 sarà lo stesso su tutti i tuoi dispositivi.

Come si confronta l’UID2 con i cookie?

I cookie sono associati a un singolo browser. Ciò rende facile per i tracker raccogliere la cronologia di navigazione. Tuttavia, devono ancora collegare gli ID dei cookie ad altre informazioni, spesso collaborando con un broker di dati di terze parti, per collegare la cronologia di navigazione all’attività su telefoni, TV o nel mondo reale.

Gli UID2 saranno collegati alle persone, non ai dispositivi. Ciò significa che un inserzionista che raccoglie l’UID2 da un sito Web può collegarlo agli UID2 che raccoglie tramite app, TV connesse e veicoli connessi appartenenti alla stessa persona. È qui che entra in gioco la parte “unificata” di UID2: dovrebbe rendere il monitoraggio cross-device facile come lo era il monitoraggio cross-site.

UID2 non è un sostituto immediato per i cookie. Una delle caratteristiche più pericolose dei cookie è che consentono ai tracker di perseguitare gli utenti in modo “anonimo”. Un tracker può impostare un cookie nel tuo browser la prima volta che apri una nuova finestra; può quindi utilizzare quel cookie per iniziare a profilare il tuo comportamento prima che sappia chi sei. Questo profilo “anonimo” può quindi essere utilizzato per indirizzare gli annunci da solo (“non sappiamo chi sia questa persona, ma sappiamo come si comporta”) oppure può essere memorizzato e unito a informazioni di identificazione personale in un secondo momento.

Al contrario, il sistema UID2 non sarà in grado di funzionare senza un qualche tipo di input da parte dell’utente. In un certo senso, questo è un bene: significa che se rifiuti di condividere le tue informazioni personali sul Web, non puoi essere profilato con UID2. Ma questo creerà anche nuovi incentivi per siti, app e dispositivi collegati a chiedere agli utenti i loro indirizzi email. I documenti UID2 indicano che questo fa parte del piano:

La pubblicità indirizzabile consente a editori e sviluppatori di fornire i contenuti e i servizi di cui i consumatori godono, sia tramite app mobili, TV in streaming o esperienze web. … [UID2] consente ai creatori di contenuti di avere conversazioni di scambio di valore con i consumatori, dando loro più controllo e trasparenza sui propri dati.

Gli autori standard danno per scontato che la “pubblicità indirizzabile” (e il monitoraggio e la profilazione) sia necessaria per mantenere gli editori in attività (non lo è). Inoltre chiariscono che, nell’ambito del framework UID2, gli editori dovrebbero richiedere PII in cambio di contenuto.

Come funzionerà l’UID2 sui siti web, secondo la documentazione.

Questo crea cattivi nuovi incentivi per gli editori. Alcuni siti richiedono già l’accesso per visualizzare il contenuto. Se l’UID2 decolla, aspettati che molti altri siti web basati sulla pubblicità chiedano la tua email prima di farti entrare. Con UID2, gli inserzionisti segnalano che gli editori dovranno acquisire e condividere le informazioni personali degli utenti prima di poter offrire gli annunci più redditizi.

Dove si inserisce Google?

A marzo, Google ha annunciato che “non creerà identificatori alternativi per monitorare le persone mentre navigano sul Web, né … li utilizzerà nei [suoi] prodotti”. Google ha chiarito che non si unirà alla coalizione UID2 e non sosterrà sforzi simili per abilitare il monitoraggio web di terze parti. Questa è una buona notizia: presumibilmente significa che gli inserzionisti non saranno in grado di indirizzare gli utenti con UID2 nei prodotti pubblicitari di Google, i più popolari al mondo. Ma l’UID2 potrebbe avere successo nonostante l’opposizione di Google.

Unified ID 2.0 è progettato per funzionare senza l’aiuto del browser. Si basa sugli utenti che condividono informazioni personali, come indirizzi e-mail, con i siti che visitano e quindi utilizza tali informazioni come base per un identificatore cross-context. Anche se Chrome, Firefox, Safari e altri browser vogliono frenare il monitoraggio tra siti, avranno difficoltà a impedire ai siti Web di chiedere l’indirizzo e-mail di un utente.

L’impegno di Google a evitare gli identificatori di terze parti non significa che tali identificatori stiano andando via. E non giustifica la creazione di una nuova tecnologia di targeting come FLoC. Google potrebbe provare a presentare queste tecnologie come alternative e costringerci a scegliere: vedi, FLoC non sembra così male se confrontato con Unified ID 2.0. Ma questa è una falsa dicotomia. È più probabile che, se Google sceglie di implementare FLoC, integrerà, non sostituirà, una nuova generazione di identificatori come UID2.

L’UID2 si concentra sull’identità, mentre FLoC e altre proposte di “sandbox per la privacy” di Google si concentrano sulla rivelazione delle tendenze nel tuo comportamento. UID2 aiuterà i tracker a catturare informazioni dettagliate sulla tua attività sulle app e sui siti web a cui riveli la tua identità. FLoC riassumerà come interagisci con il resto dei siti sul web. Distribuiti insieme, potrebbero essere un potente cocktail di sorveglianza: identificatori specifici e contestuali collegati a etichette comportamentali complete.

Cosa succede dopo?

UID2 non è una tecnologia rivoluzionaria. È un altro passo nella direzione in cui l’industria si è diretta da tempo. L’utilizzo di identificatori del mondo reale è sempre stato più conveniente per i tracker rispetto all’utilizzo di cookie pseudonimi. Fin dall’introduzione dello smartphone, gli inserzionisti hanno voluto collegare la tua attività sul Web a ciò che fai sugli altri tuoi dispositivi. Nel corso degli anni, si è sviluppata un’industria artigianale tra i broker di dati, che vendono servizi di tracciamento basati sul Web che collegano gli ID dei cookie agli identificatori di annunci per dispositivi mobili e alle informazioni del mondo reale.

La proposta UID2 è il culmine di questa tendenza. L’UID2 è più un cambiamento di politica che tecnico: il settore pubblicitario si sta allontanando dalla profilazione anonima abilitata dai cookie e sta pianificando di richiedere indirizzi e-mail e altre PII.

La fine dei biscotti è buona. Ma se la tecnologia di tracciamento basata sull’identità del mondo reale li sostituisce, sarà un passo indietro per gli utenti in modi importanti. In primo luogo, renderà più difficile per gli utenti in situazioni pericolose, per le quali l’attività web potrebbe essere ostacolata, accedere ai contenuti in modo sicuro. La navigazione sul Web in modo anonimo può diventare più difficile o addirittura impossibile. L’UID2 e il suo genere renderanno probabilmente più facile per le forze dell’ordine, le agenzie di intelligence, i militari e gli attori privati ​​acquistare o richiedere dati sensibili su persone reali.

In secondo luogo, l’UID2 incentiverà i siti web basati sulla pubblicità a erigere “trackerwalls”, rifiutando l’accesso agli utenti che preferirebbero non condividere le loro informazioni personali. Sebbene i suoi progettisti pubblicizzino il “consenso” come principio guida, è più probabile che l’UID2 costringa gli utenti a consegnare dati sensibili in cambio di contenuto. Per molti, questa non sarà affatto una scelta. L’UID2 potrebbe normalizzare il “pagamento per la privacy“, ampliando il divario tra coloro che sono costretti a rinunciare alla propria privacy per un accesso di prima classe a Internet e coloro che possono permettersi di non farlo.

Fonte: EFF

Bennett è un tecnologo dello staff del team Tech Projects. Lavora con una varietà di team in EFF, concentrandosi sulla privacy dei consumatori, la concorrenza e la legislazione statale. Assiste anche allo sviluppo di Privacy Badger. Al di fuori del lavoro ha degli hobby e gli piace divertirsi.

Immagine in alto: Pixabay

Postato sul sito web: https://www.activistpost.com/

®wld

Gli ultimi articoli dall’estero

Lascia un commento

Digita sull’immagine per andare al link originale per scegliere la lingua come da immagine sopra

La più grande zona di opportunità per l’agricoltura della nazione ottiene AI e Blockchain Makeover 

Pubblicato da: Patrick Wood


Nel giugno 2019 ho scritto Zone di opportunità: un inganno tecnocratico per saccheggiare l’America. Le OZ forniscono enormi rifugi fiscali per i super ricchi e forniscono la porta per conquistare le aree circostanti nel processo. Il settore AG è mirato al dominio completo. ⁃ TN Editor

La vasta infiltrazione della Cina nei laboratori statunitensi di ricerca sui virus  

Pubblicato da:Pubblicato da: Patrick Wood 

La mentalità del Tecnocrate in Cina crede che qualsiasi tecnologia esistente, indipendentemente da dove sia sviluppata, sia per loro un gioco equo e appropriato. Per questo motivo, gran parte dello sviluppo tecnologico cinese è stato silenziosamente rubato agli Stati Uniti. Questo è un articolo da leggere. ⁃ TN Editor

Il Myanmar distribuisce l’intelligenza artificiale, si dirige verso la “dittatura digitale” in stile cinese 

Pubblicato da: Rina Chandran tramite NewsTrust


TN ha avvertito per anni che la Cina sta esportando in modo aggressivo la sua tecnocrazia in altri paesi in Asia e oltre. Il Myanmar, ex Birmania, viene rifornito di tecnologia cinese per reprimere il dissenso e instaurare la dittatura scientifica. ⁃ TN Editor

https://www.technocracy.news/

®wld

l’ADE infernale

Lascia un commento

INFERNO … SOLO ANDATA ?

Di: Dottor Roberto Slaviero – 18.03.21

ADE era il Re degli Inferi, insieme alla sua sposa Persefone, che egli rapì, sembra ai piedi del monte Etna. Tale rapimento scatenò la rabbia di Demetra, madre di Persefone e Dea dell’agricoltura, la quale produsse una tremenda carestia su tutta la terra.

Dovette intervenire Zeus, che dopo diverse vicissitudini, mise d’accordo i disputanti e cosi Persefone passò in seguito 6 mesi negli inferi con Ade e sei mesi sulla Terra con sua madre Demetra; da allora, primavera ed estate si associano alla presenza di Persefone sulla Terra, ed autunno e inverno, alla sua presenza nei sottostanti Inferi.

L’Antibody-Dependent Enhancement (ADE) o  Potenziamento anticorpo-dipendente, è un fenomeno naturale, ove il legame tra gli anticorpi ed un virus, invece di portare alla soppressione del virus, ne facilita l’ingresso nella cellula ospite e quindi l’infezione.

Ciò venne osservato per diversi virus, quali ad esempio quelli della Febbre gialla e del Dengue e nel caso del Covid 19, pare possa accadere per precedenti infezioni da corona; infatti la famiglia dei corona ad Rna è molto vasta e conosciuta da vari decenni.

Sapete qual’è il problema principale al giorno d’oggi? I cosiddetti sapienti scientisti ed attori del Mainstream, credono di avere la sicurezza al 100% di quello che producono nei loro laboratori e di quello che affermano, ma siccome, per fortuna, la Natura è più saggia e potente delle loro elucubrazioni mentali e dei loro tentativi eugenetisti, ogni tanto il coperchio non chiude perfettamente la pentola!

E come scrive Wikipedia, enciclopedia online rispettata ed in mano, pare, a gente potente che sa il fatto suo;

“L’ADE può ostacolare lo sviluppo di un vaccino, in quanto un vaccino causa la produzione di anticorpi che, tramite l’ADE, PEGGIORANO la malattia contro la quale il vaccino è progettato. I candidati al vaccino contro il virus Dengue, e il virus della peritonite infettiva felina (un coronavirus di gatto) hanno dovuto essere SOSPESI perché hanno provocato l’ADE.”

Nel caso odierno delle Terapie geniche anti Covid, non lo si può ancora con certezza assoluta affermare, ma alcuni indizi di gravi compromissioni organiche nei vaccinati, con gravi trombosi e disturbi nel sangue, lo fanno temere.

Ma il Tam Tam dei resettisti dice; cosa volete che siano (per adesso), qualche centinaio di morti e decine di migliaia di gravi compromissioni organiche, di fronte alla salvezza del genere umano!

L’ultimo a dirlo, mi pare sia stato l’ex Sindaco fiorentino ed ex presidente del Consiglio italico…famoso per i suoi studi di microbiologia e virologo di famE mondiale.

Un bel tacer non fu mai scritto…grazie!

Veniamo ad analizzare gli ultimi accadimenti, che hanno portato al ritiro di “un lotto“ di Astrazeneca, lotto pare di oltre 600mila dosi; poiché si minimizza…ma si poca cosa, un lottino magari leggermente avariato, succede, forse non è stato tenuto al freddo …

Il vaccino in questione è stato sviluppato su CELLULE UMANE DI FETI ABORTITI, e non è l’unico, e il vettore che introduce le informazioni per produrre la famosa Proteina Spike del corona, è basato su un Adenovirus di Scimpanzé

ChAdOx1 nCoV-19—developed by the University of Oxford, AstraZeneca and the Serum Institute of India—is based on a replication-incompetent chimpanzee adenovirus (Fig. 3i) expressing a wild-type version of the spike protein4

ChAdOx1 nCoV-19, sviluppato dall’Università di Oxford, AstraZeneca e dal Serum Institute of India, si basa su un adenovirus di scimpanzé incompetente alla replicazione (Fig. 3i) che esprime una versione wild-type della proteina spike4

SARS-CoV-2 vaccines in development | Nature

E’ bene che la gente sappia  cosa venga iniettato agli Umani-Scimpanzé, perché credo, pensino gli venga iniettato il Siero della Vita contro la Morte!

Hanno adesso preso di mira il vaccino inglese, ma anche gli altri a mRna hanno dato vari effetti collaterali

Banca dati europea delle segnalazioni di sospette reazioni avverse ai farmaci (adrreports.eu)

https://www.aifa.gov.it/sistema-europeo-eudravigilance

SONO SPERIMENTAZIONI A LARGA SCALA SULLA POPOLAZIONE, che viene tratta in inganno con la paura di una mortalità da corona, in realtà BASSISSIMA, anche inferiore a molte ondate influenzali degli anni passati.

Tutti i morti da un anno a sta parte sono Covid…Abbiamo già parlato degli scandali dei PCR e dei cicli di Amplificazione, con positività false e dei soldi che ricevono le strutture ospedaliere se il paziente è catalogato Covid!

Lasciamo perdere il giro di soldi delle Mascherine.

Torniamo alla realtà dei fatti e di cosa, una parte molto malata di questa organizzazione resettista, vuol portare a termine.

Vi ricordate la sinfonia, che va avanti già da quel prete deviato inglese, Malthus nel secolo 19mo…

Siamo in troppi sul pianeta, bisogna sfoltire etc etc…da cui si sviluppò poi il Nazismo o comunque un pensiero, nuovamente oggi presente, afferma che il SINGOLO può venir sacrificato per il loro cosiddetto Bene Comune o del gruppo tribale.

Sto osservando con stupore gli accadimenti in Israele odierni ed infatti il Cristianesimo dovrebbe stare su posizione opposte; infatti si narra che, furono gli ebrei a far crocifiggere il Nazzareno dai romani e Jesus parlava delle singole anime e non delle anime di gruppo.

Rudolf Steiner diceva che la principale differenza tra gli umani e gli animali è l’anima; gli umani ne possiedono una SINGOLA, gli animali ne possiedono una di GRUPPO.

Gli eventi che stiamo vivendo, decisi dal gruppuscolo di depravati mentali, che stanno facendo sto casino, distruggendo economie e singolarità animiche, tratta l’umanità come animali da laboratorio.

Loro vogliono incassare denaro e  inebetire le anime, per sfruttarle e tosarle al meglio, dal punto di vista materiale e spirituale.

E veniamo ad un possibile effetto collaterale, principalmente nelle donne in età fertile, che tali terapie geniche potrebbero procurare.

La proteina Spike del corona, è molto simile ad una proteina chiamate Sincetina, che all’atto del CONCEPIMENTO, porta allo sviluppo della Placenta e del suo attaccamento all’Utero, per lo sviluppo embrionale.

Meccanismo d’azione

Because of the similarity between syncytins and the spike protein of SARS-CoV-2, COVID-19 vaccine-induced antibody responses could trigger a cross-reaction against syncytins, causing allergic, cytotoxic and/or autoimmune side effects affecting human health and reproduction.

A causa della somiglianza tra le sincitine e la proteina spike di SARS-CoV-2, le risposte anticorpali indotte dal vaccino COVID-19 potrebbero innescare una reazione crociata contro le sincitine, causando effetti collaterali allergici, citotossici e / o autoimmuni che interessano la salute umana e la riproduzione.

Why COVID-19 vaccines might affect fertility – CienciaySaludNatural.com

Si chiama Reazione di silenziamento

La RNA interference (dall’inglese interferenza dell’RNA, abbreviata comunemente come RNAi) è un meccanismo mediante il quale alcuni frammenti di RNA sono in grado di interferire (e spegnere) l’espressione genica.

Insomma, questa è la drammatica situazione in cui si trova la maggior parte dell’umanità, causa il gruppuscolo di depravati mentali al potere.

Economie distrutte, libertà di movimento annientate, povertà schizzata alle stelle e sperimentazione su larga scala di terapie geniche, con la messa da parte della vera e sana FARMACOLOGIA!

Abbiamo già visto, che i virus sono dei parassiti e si curano con farmaci antiparassitari, quali Ivermectina ed Idrossiclorochina e pare con la Clofazimina, usata contro la Lebbra, causata da un micobatterio.

Abbiamo tutte le possibilità terapeutiche!

Le ditte produttrici, logicamente, fanno il loro lavoro ed i loro interessi, sono le persone che devono capire e reagire.

Lasciamole lavorare e sperimentare su soggetti consenzienti per anni ed anni, finché possano creare prodotti di massima sicurezza!

Siamo nei momenti più bui dal secondo dopoguerra e si tenta di modificare la genetica umana, attraverso la frode della pandemia, con un depopolamento forzato!

Altro grande pericolo, sarà la formazione di virosi interne, attivate dalle sequenze ribosomiali iniettate dall’esterno, che potrebbero causare nel prossimo autunno ed inverno gravi epidemie, difficilmente attaccabili da sistemi immunitari ingannati artificialmente!

Una strage preparata, per continuare il carosello dei vaccini e per sterminare la popolazione più a rischio.

Come la volete chiamare?

Molti esperti di sana scienza lo dicono, compreso l’ex che lavorava per Kill Gates

E i politici italiani?

Tutti inginocchiati

E il Vescovo di Roma?

E’ etico e doveroso vaccinarsi.

Si certo, su vaccini sviluppati su cellule umane di feti abortiti!

E questo sarebbe il rappresentante di Cristo sul pianeta, anzi no, lo disse lui stesso…almeno fu onesto!

Tutte le persone che si ritengono religiose monoteiste NON dovrebbero vaccinarsi, perché le produzioni tecniche e gli adiuvanti aggiunti, anche di origine animale (maiale), sono contrarie ai Credi religiosi!

Ma il sistema è completamente impazzito e ci sta portando verso il profondo,  verso l’ADE infernale.

C’è ancora pochissimo tempo per capire e reagire e poi sarà l’Apocalisse, senza ritorno!

Chi ha un minimo di senso della giustizia, si metta in azione e smetta di credere ai falsi profeti odierni, ai nuovi Apprendisti Stregoni, come li chiama il Premio Nobel, Luc Montagnier!

Sbagliare è umano, ma perseverare è diabolico!

Fonte: http://olisticoaltapusteria.com/

®wld

L’mRNA non soddisfa la definizione legale

1 commento

Ecco perché le iniezioni di mRNA non soddisfano la definizione legale di “vaccino”

Cos’è un’iniezione di mRNA? “Siamo molto chiari”, dice lo scienziato David Martin, “Questo non è un vaccino!”

Il mio precedente articolo sulle iniezioni di mRNA ha guadagnato molta popolarità su Internet. Di conseguenza, ha attirato l’attenzione di alcuni troll di sinistra che hanno cercato di screditare i fatti che ho presentato. Questo nonostante il fatto che l’articolo fosse basato su parole direttamente dalla bocca del massimo scienziato del Moderna, una delle due società che producono milioni di dosi di agenti chimici mRNA da sparare tra le braccia di persone in tutto il mondo.

Puoi sempre capire quando colpisci il bersaglio perché è allora che escono i troll.

Sharyl Attkisson, ex giornalista della CBS News diventata critica dei media e autrice del libro Slanted : How the News Media Taught Us to Love Censorship, offre questo suggerimento quando si leggono o si ascoltano i media mainstream altamente controllati:

Sii consapevole del fatto che i media usano parole caricate per allontanarti da resoconti fattuali che danneggiano la falsa narrativa che stanno cercando di alimentare nella psiche pubblica.

Usano parole come “”Senza fondamento”,”Senza prove”,”Smascherato”,”Teoria del complotto “per screditare le narrazioni concorrenti. Questo spesso significa, secondo Attkisson, che interessi potenti non vogliono che tu veda o creda a un particolare studio / rapporto / articolo di notizie e stanno cercando di controllare le informazioni. “Potrebbe essere effettivamente corretto”, avverte. “Guardaci dentro.”

Questo certamente descrive i relatori presenti nel video qui sotto che, nonostante le loro credenziali come scienziati di grande successo, hanno avuto le loro presentazioni video cancellate da YouTube, che è di proprietà di Google.

Queste stesse tattiche denigratorie sono state rivelate in un altro dei miei articoli precedenti, intitolato 12 tattiche di controllo mentale usate dalle élite dell’establishment globalista per cambiare il modo di pensare degli americani .

Tuttavia, quando un troll mette in dubbio i fatti in uno dei miei articoli, non li ignoro. No, mi fa scavare ulteriormente per trovare un modo ancora più preciso e a tenuta d’aria di affermare ciò che ho già detto, in modo da rendere i miei articoli più a prova di proiettile.

Quindi, dopo che un troll ha messo in dubbio la validità della descrizione che ho fornito delle iniezioni di mRNA, ho cercato di trovare una descrizione di questo trattamento, da una fonte credibile, che potesse spiegare nel dettaglio più esplicito, esattamente cosa è e fa questa iniezione. Volevo una definizione che non solo offrisse precisione, ma che lo facesse in un modo che il laico medio possa capire.

Ricorda, la stragrande maggioranza di coloro che hanno ricevuto questa iniezione ha fatto poca o nessuna ricerca: si fidano implicitamente della parola di Big Pharma insieme a quella dei media tradizionali che sarà sicura ed efficace.

Credo di aver trovato la migliore definizione del Dr. David Martin [ vedi la biografia di Martin qui ] in un video che ha prodotto a fine gennaio con Robert F. Kennedy Jr. e la Dr. Judy Mikovits. L’ho guardato tre volte e ogni volta sono stato in grado di cogliere un po ‘di più di ciò che ha detto. Ho aumentato ciò che ho sentito con alcune delle mie ricerche e posso presentarlo con sicurezza come verità.

Puoi ascoltare il video in lingua originale QUI

Una cosa che assorbirai anche al primo ascolto è questa: le iniezioni fornite da Moderna e Pfizer NON sono VACCINI .

Secondo il dottor Martin, questi produttori hanno dovuto mascherare i loro trattamenti come vaccini per adattarli al caso della Corte Suprema degli Stati Uniti del 1905 Jacobson contro il Massachusetts , una sentenza che è stata interpretata [alcuni dicono male interpretata] come una licenza per gli stati vaccini durante le emergenze sanitarie.

Con quello sfondo, ascolta il dottor Martin che spiega il resto. Di seguito è riportata una trascrizione parola per parola della maggior parte, non di tutti, di ciò che ha da dire nel video sopra [il corsivo è mio aggiunto per enfasi ].

“Assicuriamoci di essere chiari su qualcosa. Stabiliamo che questo non sia un vaccino. Dobbiamo essere molto chiari sul fatto che stiamo usando il termine vaccino per introdurre questa cosa in virtù delle esenzioni per la salute pubblica. Questo non è un vaccino. Questo è un mRNA, confezionato in una busta di grasso, consegnato a una cellula. Questo è un dispositivo medico progettato per stimolare la cellula umana a diventare un creatore di agenti patogeni.

Non è un vaccino. I vaccini sono in realtà un termine legalmente definito. E sono un termine legalmente definito dalla legge sulla salute pubblica. Sono un termine legalmente definito secondo gli standard CDC e FDA e un vaccino deve specificamente stimolare, sia un’immunità all’interno della persona che lo riceve, ma deve anche interrompere la trasmissione. E non è questo ciò che è. Sono stati abbondantemente chiari nel dire che il filamento di mRNA che entra nella cellula non deve interrompere la trasmissione.È un trattamento. Ma se venisse discusso come un trattamento non otterrebbe l’orecchio comprensivo delle autorità sanitarie pubbliche perché allora la gente direbbe bene quali altri trattamenti ci sono?

“L’uso del termine vaccino è inconcepibile sia per la definizione legale di esso, ma anche perché in realtà è il pugno di schifo per aprire e liberare il discorso , perché dicendo ‘vaccino’ lo scarichi in una cosa in cui potresti essere anti o a favore della “terapia”, ma se ne parli davvero come terapia e ricordi, e la gente lo dimentica, Moderna è stata fondata come azienda chemioterapica per il cancro, non come produttore di vaccini per SARS-COV2.

Se dicessimo che daremo alle persone una terapia profilattica per il cancro che non hanno, verresti deriso da una stanza, perché è un’idea stupida. Questo è esattamente quello che è. Si tratta di un dispositivo meccanico sotto forma di un piccolissimo pacchetto di tecnologia che viene inserito nel sistema umano per attivare la cellula e diventare un sito di produzione di agenti patogeni.

“E mi rifiuto di stipulare in qualsiasi conversazione che si tratti in realtà di una questione di vaccini. L’unico motivo per cui il termine viene utilizzato è stato quello di abusare del caso Jacobson del 1905 che è stato travisato da quando è stato scritto. E se fossimo onesti con questo lo chiameremmo davvero per quello che è. È un dispositivo patogeno chimico che in realtà ha lo scopo di scatenare un’azione di produzione di agenti patogeni chimicamente all’interno di una cellula. È un dispositivo medico, non un farmaco, perché soddisfa la definizione di dispositivo medico del CDRH [Center for Devices and Radiological Health]. Non è un sistema vivente, non è un sistema biologico [come sarebbe se fosse un vaccino]. È una tecnologia fisica. Capita che abbia le dimensioni di un pacchetto molecolare.

“Quindi dobbiamo essere molto chiari sull’assicurarci di non innamorarci del loro gioco, perché il loro gioco è che se ne parliamo come un vaccino, entreremo in una conversazione sul vaccino. Ma questo non è, per loro stessa ammissione, un vaccino. Di conseguenza deve essere chiaro a tutti coloro che ascoltano che non cadremo in questa definizione fallita, così come non ci innamoreremo della loro definizione chimica industriale di salute, perché entrambi sono funzionalmente difettosi e sono un’esplicita violazione del costrutto legale che viene sfruttato.

“Mi sento frustrato quando sento attivisti, avvocati e tutti gli altri dire, ‘combatteremo il vaccino’. Se stabilisci che si tratta di un vaccino, hai già perso la battaglia. Non è un vaccino.

“È fatto per farti ammalare. L’80% delle persone che contraggono il virus sono asintomatiche, il che significa che non hanno alcun sintomo. L’80% delle persone che ricevono questa iniezione hanno un evento avverso clinico. Ti viene iniettata una sostanza chimica per indurre la malattia, non per indurre una risposta immuno-trasmissiva. In altre parole, nulla di tutto questo ti impedirà di trasmettere qualsiasi cosa. Si tratta di farti ammalare e avere le tue stesse cellule che ti fanno ammalare “.

C’è di più nel video e ti incoraggio a guardarlo per intero.

Fonte: https://leohohmann.com/

********************************************

Ti potrebbero interessare:

Come Hackerare il software della vita

Cosa è andato a male nella modifica genetica?

®wld

L’umanità sarà fortunata ad emergere da questo genocidio globale ingegnerizzato con anche un miliardo di sopravvissuti

3 commenti

Non siamo la prima civiltà sulla Terra ad affrontare una catastrofica CANCELLAZIONE

HAF

La civiltà umana come la conosciamo attualmente non sopravviverà a lungo. Oltre ai difetti strutturali critici che l’umanità ha incorporato nei suoi sistemi complessi (come cibo, elettricità, finanza, politica, ecc.), I globalisti anti-umani stanno rapidamente implementando piani per abbattere deliberatamente la razza umana e preparare la Terra per un futuro post-umano.

Quello che poche persone moderne sembrano riconoscere è che questa non è la prima volta che una civiltà umana cade sul pianeta Terra . Almeno un’ex civiltà globale è crollata e quasi tutte le prove della sua esistenza sono state a lungo sepolte o distrutte.

Guardati intorno oggi e fai questa domanda: vedi qualcosa che sopravviverebbe per 1.000 anni se la civiltà umana collassasse?

Nessun edificio rimarrebbe dopo 1.000 anni e quasi tutte le “cose” che definiscono la nostra società odierna scomparirebbero, specialmente se fossero sepolte sotto l’acqua e il fango a seguito dell’impatto di un asteroide o di un altro Diluvio Universale.

L’intero regno digitale della conoscenza umana svanirebbe, poiché oggi non esistono sistemi di archiviazione artificiali in grado di memorizzare informazioni per 1.000 anni. I dischi rigidi perdono la loro integrità in circa un decennio e persino i supporti di memorizzazione ottici si degradano nell’arco di un secolo o due.

Forse le uniche prove che potrebbero rimanere dalla nostra attuale civiltà sarebbero ponti di cemento e uno strato di microplastiche depositate in tutto il mondo, portando i futuri archeologi a dichiarare che questa civiltà collassata è esistita durante l ‘”epoca tossica”.

Le grandi piramidi in Egitto sarebbero sopravvissute, ovviamente. Come hanno già dimostrato attraverso almeno un crollo avvenuto più di 10.000 anni fa.

Leggi anche: Le piramidi di Giza si allineavano perfettamente con la cintura di Orione nell’anno 10.450 a.C.

La civiltà umana è molto più fragile di quanto la maggior parte delle persone riconosca, e con globalisti anti-umani come Bill Gates che ora cercano deliberatamente di far collassare la fotosintesi e l’intero approvvigionamento alimentare globale, non passerà molto tempo prima che la morte di massa acceleri.

L’umanità sarà fortunata ad emergere da questo genocidio globale ingegnerizzato con anche un miliardo di sopravvissuti … e questo è ancora molto più alto di quello che i globalisti stanno cercando di ottenere con le loro armi biologiche, le operazioni di terraformazione per alterare l’atmosfera e le campagne di disinformazione dei media per condurre terrorismo contro l’umanità.

Questo è l’argomento principale dell’odierno aggiornamento della situazione, che porta informazioni sorprendenti sulla vera storia dell’umanità e sul perché la civiltà umana come la conosciamo oggi è sull’orlo di un crollo catastrofico che metterà fine al mondo (umano) come lo conosciamo.

La lista dei re sumeri si estende per oltre 241.000 anni prima di un grande diluvio

Ascolta qui: https://www.brighteon.com/d5cef1c9-3335-4d77-b41e-e816a8394c95

Fonti: Afinalwarning.com ; Brighteon.com

Pubblicato sul sito web: https://humansarefree.com/

Correlati:

Il Sistema Operativo Umano

Come ti piace la tua neve? Naturale? O artificiale?

®wld

Older Entries

koenig2099

The eagle flight