Home

Siamo passeggeri del Titanic, beviamo, balliamo e fornicamo mentre la nave affonda

Lascia un commento

Quattro miliardi di “mangiatori inutili” da macellare entro il 2050 – John Coleman, pubblicato nel 1993

di James Fetzer dal sito web di James Fetzer traduzione di Adela Kaufmann Versione inglese originale

“Almeno 4 miliardi di ‘mangiatori inutili’ saranno eliminati entro il 2050 attraverso,

  • guerre limitate
  • epidemie organizzate di malattie mortali ad azione rapida
  • fame

Energia, cibo e acqua saranno mantenuti a livelli di sussistenza per i non elitari, a partire dalle popolazioni bianche dell’Europa occidentale e del Nord America e successivamente diffondendosi ad altre razze.

La popolazione del Canada, dell’Europa occidentale e degli Stati Uniti sarà decimata più velocemente di altri continenti, fino a quando la popolazione mondiale raggiungerà un livello gestibile di 1 miliardo, di cui 500 milioni saranno costituiti dalle razze cinese e giapponese, selezionate perché persone che sono stati regolati per secoli e sono abituati a obbedire all’autorità senza dubbio”.
PDF pg. 84

Per le persone che possiedono e gestiscono il pianeta, l’umanità è diventata un peso morto, tranne che come servi e schiave del sesso.

Di seguito, l’informatore dell’MI-6 John Coleman descrive il Covid End Game:

Un ritorno al feudalesimo dove un miliardo di persone servirà i super ricchi.

“Le masse non d’élite saranno ridotte al livello e al comportamento di animali controllati senza volontà propria e facilmente regolate e controllate”.

“Il matrimonio sarà vietato e non ci sarà la vita familiare come la conosciamo. I bambini saranno separati dai genitori in tenera età e cresciuti dai rioni come proprietà dello stato”.

Una “pandemia” con un tasso di mortalità minuscolo non è una pandemia…

Le persone che si mettono in fila per farsi vaccinare sono come lemmini roditori che saltano in una gola.

Non vediamo quasi più nessuno starnutire, ma dovremmo credere che questa sia una pandemia…?

Siamo passeggeri del Titanic, beviamo, balliamo e fornicamo mentre la nave affonda
 

Comitato dei 300
La gerarchia del cospiratore: la storia delcomitato dei 300 diJohn Coleman 1992 Analista dell’intelligence FMR MI-6 sotto le pagine 83-86 PDF Anche QUI

Un governo mondiale unico e un sistema monetario unitario sotto oligarchi ereditari permanenti non eletti che si auto-selezionano dal loro numero sotto forma di un sistema feudale come lo era nel Medioevo.

Solo in questa entità One World, la popolazione sarà limitata da,

restrizioni sul numero di figli per famiglia, malattie, guerre, carestie,

…fino a quando 1 miliardo di persone utili alla classe dirigente, in aree che saranno rigorosamente e chiaramente definite, rimarranno come la popolazione mondiale totale.

Non ci sarà la classe media, solo governanti e servitori.

Tutte le leggi saranno uniformi sotto un sistema legale di tribunali mondiali che praticano lo stesso codice di leggi unificato, sostenuti da una forza di polizia del governo mondiale e un esercito mondiale unificato per far rispettare le leggi in tutti i paesi di cui sopra, dove non esisteranno confini nazionali.

Il sistema sarà basato su uno stato sociale; coloro che sono obbedienti e sottomessi all’Unico Governo Mondiale saranno ricompensati con i mezzi per vivere; coloro che sono canaglia semplicemente moriranno di fame o saranno dichiarati fuorilegge, quindi un bersaglio per chiunque desideri ucciderli.

Saranno vietate armi da fuoco di proprietà privata o armi da fuoco di qualsiasi tipo.

Sarà consentita una sola religione e quella sarà sotto forma di una Chiesa del governo mondiale, che esiste dal 1920 come vedremo.

Satanismo, Luciferianesimo e stregoneria saranno riconosciuti come programmi di studio legittimi del Governo Mondiale senza scuole private o religiose.

Tutte le chiese cristiane sono già state sovvertite e il cristianesimo sarà un ricordo del passato nel governo mondiale unico.

Per indurre uno stato in cui non sopravviva alcuna libertà individuale o alcun concetto di libertà, non ci sarà repubblicanesimo, sovranità o diritti che risiedono con il popolo.

L’orgoglio nazionale e l’identità razziale saranno sradicati e nella fase di transizione sarà soggetto alle pene più severe anche per aver menzionato la propria origine razziale.

Ogni persona sarà completamente indottrinata a essere una creatura del Governo Mondiale con un numero di identificazione chiaramente indicato sulla sua persona per un facile accesso, il cui numero di identificazione sarà nel file master del computer della NATO a Bruxelles, in Belgio, soggetto a richiamo istantaneo da parte di qualsiasi agenzia del governo mondiale in qualsiasi momento.


I file principali della CIA, dell’FBI, delle forze dell’ordine statali e locali, dell’IRS, della FEMA, della previdenza sociale saranno notevolmente ampliati e costituiranno la base dei registri personali di tutti negli Stati Uniti.

MATRIMONIO E FAMIGLIA

Il matrimonio sarà proibito e non ci sarà la vita familiare come la conosciamo.

I bambini saranno separati dai genitori in giovane età e cresciuti da tutori come proprietà dello Stato.

Un simile esperimento è stato condotto nella Germania dell’Est sotto Erich Honnecker quando i bambini sono stati sottratti a genitori ritenuti dallo stato cittadini sleali.

Le donne saranno degradate attraverso il processo in corso dei movimenti di “liberazione delle donne”.

Il sesso libero sarà obbligatorio. Il mancato rispetto almeno una volta prima dei 20 anni sarà punito con gravi ritorsioni contro la tua persona.

L’autoaborto verrà insegnato e praticato dopo che due bambini saranno nati da una donna; tali registrazioni devono essere contenute nel fascicolo personale di ciascuna donna nei computer regionali del governo mondiale unico.

Se una donna rimane incinta dopo aver dato alla luce due bambini, verrà trasferita con la forza in una clinica per aborto per aborto e sterilizzazione.

La pornografia sarà promossa e resa obbligatoria in tutte le sale cinematografiche, inclusa la pornografia gay e lesbica.

DROGA, MIGRAZIONE, SOLDI, BANCHE

L’uso di droghe “ricreative” sarà obbligatorio e ad ogni persona verranno assegnate quote di droga che possono essere acquistate presso i negozi One World Government in tutto il mondo.

I farmaci per il controllo mentale si diffonderanno e l’uso diventerà obbligatorio. Tali farmaci per il controllo mentale saranno somministrati negli alimenti e/o nelle riserve idriche senza la conoscenza e/o il consenso degli individui.

Saranno istituiti dei bar della droga, gestiti da dipendenti del governo mondiale unico, dove la classe degli schiavi potrà trascorrere il proprio tempo libero. In questo modo, le masse non elitarie saranno ridotte al livello e al comportamento di animali controllati senza volontà propria e facilmente regolabili e controllabili.

Il sistema economico sarà basato sulla classe dirigente etica dell’oligarca che consente la produzione di cibo e servizi sufficienti per mantenere attivi i massicci campi di lavoro degli schiavi.

Tutta la ricchezza sarà aggiunta nelle mani dei membri d’élite del Comitato dei 300.

Ogni individuo sarà indottrinato a capire che lui o lei è totalmente dipendente dallo stato per la sopravvivenza… Solo il Comitato di 300 membri ei suoi elitari avranno diritto a una qualsiasi delle risorse della terra.

L’agricoltura sarà esclusivamente nelle mani del Comitato dei 300 con  produzione alimentare rigorosamente controllata.

Quando queste misure inizieranno ad avere effetto, grandi popolazioni nelle città saranno trasferite con la forza in aree remote e coloro che si rifiutano di andarci saranno sterminati alla maniera dell’esperimento del governo mondiale unico di Pol Pot in Cambogia.

Obbligatoria l’eutanasia per i malati terminali e gli anziani. Nessuna città sarà più grande di un numero predeterminato come descritto nel lavoro di Kalgeri .

I lavoratori essenziali verranno spostati in altre città, se quella in cui si trovano è sovraffollata. Altri lavoratori non essenziali verranno scelti a caso e inviati in città disabitate per riempire le “quote”…

Di tanto in tanto ci sarà una penuria artificiale di cibo, acqua e cure mediche, per ricordare alle masse che la loro stessa esistenza dipende dalla benevolenza del Comitato dei 300.

Dopo la distruzione delle industrie immobiliari, automobilistiche, siderurgiche e dei beni pesanti, ci saranno alloggi limitati e le industrie di qualsiasi tipo che potranno rimanere saranno sotto la direzione del Club NATO di Roma , a Come tutto lo sviluppo scientifico e esplorazione spaziale, limitata all’élite sotto il controllo del Comitato dei 300…

Gli Stati Uniti saranno inondati di persone di altre culture che finiranno per sopraffare l’America bianca, persone che non hanno idea di cosa rappresenti la Costituzione degli Stati Uniti e che quindi non faranno nulla per difenderla, e nelle cui menti il ​​concetto di libertà e giustizia è così debole che importa poco.

Cibo e alloggio saranno le preoccupazioni principali.

Nessuna banca centrale, fatta eccezione per la Banca dei Regolamenti Internazionali e la Banca Mondiale, sarà autorizzata ad operare.

Le banche private saranno bandite. La retribuzione per il lavoro svolto sarà su una scala uniforme predeterminata in tutto il governo mondiale.

Non saranno consentite controversie salariali, né qualsiasi deviazione dalle tabelle salariali uniformi standard stabilite dal governo mondiale unico.

Coloro che infrangono la legge saranno giustiziati all’istante. Non ci saranno contanti o monete nelle mani dei non élite. Tutte le operazioni verranno effettuate per mezzo di una carta di debito che conterrà il numero identificativo del titolare.

Chiunque violi in qualsiasi modo le norme e i regolamenti del Comitato dei 300, vedrà sospeso l’uso della propria tessera per tempi variabili a seconda della natura e gravità della violazione.

Queste persone scopriranno, quando andranno a fare acquisti, che la loro carta è nella lista nera e non potranno ottenere servizi di alcun tipo.

I tentativi di scambiare monete “vecchie”, ovvero monete d’argento provenienti da nazioni precedenti e ora defunte, saranno trattati come un reato capitale soggetto alla pena di morte.

Tutte queste monete devono essere consegnate entro un certo tempo, insieme ad armi, fucili, esplosivi e automobili.

Solo alle élite e ai funzionari di alto rango del governo mondiale sarà consentito il trasporto privato, armi, monete e automobili.

Le differenze etniche e religiose saranno amplificate ed esacerbate e i conflitti violenti come mezzo per “risolvere” le loro differenze saranno incoraggiati e fomentati. Tutti i servizi di informazione e la carta stampata saranno sotto il controllo del governo mondiale unico.

Le regolari misure di controllo del lavaggio del cervello saranno spacciate per “intrattenimento” nel modo in cui è stato praticato ed è diventato un’arte negli Stati Uniti. I giovani separati dai “genitori sleali” riceveranno un’istruzione speciale progettata per brutalizzarli.

Giovani uomini e donne saranno formati per qualificarsi come guardie carcerarie per il “sistema dei campi di lavoro del governo mondiale”…

Pubblicato sul sito web: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

SI SI SUCCEDE QUI IN ITALIA, A TORINO …

Lascia un commento

LOBBY ARMI – 7. ASSE NATO-GATES A TORINO. Tecnologie Militari IA nell’Intrigo Politico PD-FI-Lega-FdI tra Leonardo, Microsoft & Alleanza Atlantica

di Fabio Giuseppe Carlo Carisio

ENGLISH VERSION

Il progetto DIANA della NATO (dettagli nell’articolo sotto de L’Indipendente) sarà il punto di convergenza di un intrigo internazionale tra il tycoon dell’IT Bill Gates e la politica italiana “bipartisan”. Se non avessimo piena coscienza del ruolo esercitato dalla Bill & Melinda Gates Foundation nel finanziarie i pericolosi esperimenti sui virus SARS infettati con HIV da cui è poi spuntato il SARS-Cov-2 da laboratorio con la conseguente pandemia e il successivo business delle Big Pharma non ci sarebbe da allarmarsi.

16.186 Views Nell’immagine di copertina un recente incontro del premier Mario Draghi on il presidente … Leggi tutto

CRISI DI GOVERNO PERFETTA PER DRAGHI SEGRETARIO NATO. Piano Mattarella per l’Italia in mano all’UE

Se non avessimo pubblicato, già nel novembre 2021, il piano CEPA con cui i vertici della difesa dell’Alleanza Atlantica e dell’Unione Europea hanno progettato, grazie ai finanziamenti della Lobby delle Armi, la militarizzazione dell’Europa provocando la Russia fino a costringerla ad intervenire in Ucraina in difesa del martoriato Donbass, questo progetto di “Defence innovation accelerator for the north Atlantic” (Acceleratore di innovazione nella difesa per l’Atlantico del nord), rappresenterebbe un normale strumento di implementazione delle tecnologie militari.

L’acrononimo DIANA, inoltre, ha anche una forte valenza metaforica perché evoca la divinità romana della caccia e delle bestie selvagge che i Greci veneravano come Artemide ed era sorella di Apollo. Tale dea era pure simbolo di purezza che è sempre più radicata nell’orgoglio intellettuale occidentale nonostante la sua melmosa e crescente lobbying soprattutto negli ambiti sociali più delicati come sanità e difesa.

38.921 Views di Fabio Giuseppe Carlo Carisio La notizia circola da vari giorni sui maggiori … Leggi tutto

WUHAN-GATES – 54. SARS-2 BIOARMA: Per il Capo Covid della rivista The Lancet è Virus Artificiale. Accusa gli USA ma non lo “sponsor” Gates

Ma nelle precedenti inchieste abbiamo visto come la “longa manu” di Bill Gates abbia individuato il Piemonte quale regione di sviluppo dell’intelligenza artificiale con finalità belliche proprio come ha individuato la Toscana quale incubatore dei vaccini della londinese GlaxoSmithKline, partner commerciale leader nella sinergia con la Pfizer, produttrice del siero genico antiCovid.

A Torino, la sede di DIANA sarà ospitata nelle Officine grandi riparazioni (OGR): lo stesso luogo dove è già partito il progetto Microsoft for Startups grazie alla collaborazione siglata tra Microsoft Global Sales, Marketing and Operations e la OGR supportata dai finanziamenti della Fondazione CRT (Cassa di Risparmio di Torino).

137.440 Views di Fabio Giuseppe Carlo Carisio ENGLISH VERSION HERE «La guerra di informazione durante … Leggi tutto

LOBBY ARMI 5 – PIANO DI GUERRA “NWO” A RUSSIA E CONTRO-INFORMAZIONE. Progetto CEPA con NATO-UE & Industrie Belliche

Nell’ambito del piano NATO ci sarà anche una sinergia tra il Politecnico di Torino e Leonardo, l’industria nazionale italiana della difesa econtrollata dallo Stato ma partecipata da fondi d’investimento internazionali quali BlackRock, che ha già definito una collaborazione con Microsoft per le nuove tecnologie militari nel campo dell’Intelligenza Artificiale.

Ecco il progetto DIANA appare un’evidente strategia di sviluppo tra Gates e la NATO, il cui segretario generale Jens Stoltenberg è stato direttore dell’Ong GAVI Alliance, pioniera nell’immunizzazione globale coi vaccini anche in sinergia con l’ex amministratore delegato di Vodafone Vittorio Colao, guardacaso divenuto Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale nel Governo di Mario Draghi.

386.449 Views di Fabio Giuseppe Carlo Carisio Non solo bombe costruite in Italia e ritrovate … Leggi tutto

RENZI “SCEICCO D’ARABIA” DOPO I VACCINI AI BAMBINI. Consulenza d’Oro dai Sauditi: Partner di GSK e Sponsor del “Decreto Lorenzin”

Ma gli intrighi politici sono trasversali ad un’accozzaglia di vari schieramenti dell’attuale maggioranza (messa in crisi dalle dimissioni di Draghi per la rottura con il Movimento 5Stele). Il presidente di Leonardo è l’ex generale Luciano Carta, ex direttore del controspionaggio italiano AISE, ed è ritenuto uomo di fiducia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ex deputato del Partito Democratico noto per le sue esperienze quale Ministro della Difesa e vicepresidente del Consiglio con delega ai servizi segreti.

213.837 Views di Fabio Giuseppe Carlo Carisio AGGIORNAMENTO DEL 24 FEBBRAIO 2022 Ancora una volta … Leggi tutto

MATTARELLA AMBASCIATORE NWO: ANNUNCIA CRISI GAS E VENTI DI GUERRA. Biden & NATO già in Azione in Ucraina e Siria contro la Russia

L’attuale Ministro della Difesa Lorenzo Guerrini e il Sindaco di Torino Stefano Lo Russo sono entrambi del PD.

«Torino è stata individuata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri come sede principale dell‘Istituto per l’Intelligenza Artificiale (I3A). L’I3A sarà un vero e proprio network e potrà contare su un migliaio di persone e su un budget annuale che si aggira agli 80 milioni di euro. In questo modo potranno essere coordinate le varie attività di ricerca in questo campo, in linea con la strategia definita dal Ministero per lo Sviluppo Economico» che fa capo al ministro Giancarlo Giorgetti, esponente della Lega e coordinatore del progetto di utilizzo in Italia dei brevetti dei vaccini delle Big Pharma.

104.689 Views di Carlo Domenico Cristofori Come era facile prevedere le sparate sui social di … Leggi tutto

GREEN PASS A STATALI E PRIVATI: LA TOMBA DI SALVINI E LEGA. Per gli Affari di Big Pharma con Giorgetti

A fare da collante tra il progetto DIANA della NATO e l’Intelligenza Artificiale in mano a Bill Gates c’è un ulteriore sviluppo delle tecnologie militari sostenuto dal governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio di Forza Italia.

«L’aerospazio è uno dei progetti bandiera che ci ha chiesto il Governo, una delle eccellenze in cui vogliamo primeggiare, insieme all’idrogeno, nell’ottica dei fondi del Pnrr. Una visione progettuale molto chiara da portare avanti con tutto il sistema industriale» ha detto Cirio lo scorso anno in apertura agli Aerospace & Defense Meetings.

7.793 Views Nell’immagine di copertina il medico Meluzzi sospeso dal?rodine per il rifiuto di vaccinarsi, … Leggi tutto

RAZZISMO NWO: DOPO I NO-VAX SI LICENZIANO I PRO-PUTIN. NaziDittatura Russofoba. Fine di Meloni-FDI

Per far comprendere quale sia la ramificazione atlantista nell’ambito politico italiano bisogna ricordare che è il presidente della Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD), associazione iscritta a Confindustria di cui sono soci anche l’Associazione Nazionale Produttori Armi e Munizioni Sportive e Civili (ANPAM) e l’Associazione per i Servizi, le Applicazioni e le Tecnologie ICT per lo Spazio (ASAS).

E’ Guido Crosetto, originario di Cuneo e fondatore con Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia. Sul sito ufficiale dell’AIAD si può leggere che «Leonardo è il primo gruppo industriale italiano nel settore dell’alta tecnologia e uno dei primi dieci attori mondiali nell’Aerospazio, Difesa e Sicurezza. Da oltre 70 anni è leader in Italia nello sviluppo industriale e tecnologico». Ecco come si chiude il cerchio di intrighi politici tra il PD di Mattarella e l’opposizione FdI.

392.733 Views Nell’immagine di copertina a sinistra i sionisti Paul Singer del fondo Elliott (in … Leggi tutto

Va infine rammentato che uno dei più influenti soci di Leonardo, il fondo americano BlackRock dell’attivista sionista Larry Fink, è anche azionista in alcune delle più importanti Big Pharma dei vaccini, in un intrigo internazionale globalista assai inquietante soprattutto dopo l’imposizione obbligatoria dei sieri genici sperimentali in Italia e i progetti nazionali d’innovazione digitale finiti in mano a Gates. 

Per conoscere tutti i retroscena sulla PANDEMIA DA VIRUS DA LABORATORIO acquista il libro WuhanGates…

Fabio Giuseppe Carlo Carisio
© COPYRIGHT GOSPA NEWS
divieto di riproduzione senza autorizzazione
segui Gospa News su Telegram


MAIN SOURCES

GOSPA NEWS – LOBBY ARMI DOSSIER

GOSPA NEWS – INCHIESTE WUHANGATES

GOSPA NEWS – INTERNATIONAL REPORTAGES


Torino diventerà il nuovo polo tecnologico militare della NATO

di Giorgia Audiello

NB Tutti i link agli articoli di Gospa News sono stati aggiunti a posteriori

Da capitale del settore automobilistico a quella d’innovazione tecnologica in ambito militare: così Torino si rinnova e si appresta a diventare il principale polo europeo nel campo della tecnologia bellica. L’“occasione” per la trasformazione in chiave strategico-militare della città sabauda è stata fornita dall’impellente esigenza della NATO di ammodernare il proprio arsenale bellico tecnologico in funzione anticinese e antirussa, due nazioni estremamente avanzate in questo campo: «dobbiamo mantenere la nostra spinta tecnologica ora che Cina e Russia ci sfidano in questo settore chiave», ha dichiarato il segretario della Nato Jens Stoltenberg.

Così, lo scorso 7 aprile 2022 i Ministri degli esteri dell’Alleanza hanno approvato la Carta per il “Defence innovation accelerator for the north Atlantic” (Acceleratore di innovazione nella difesa per l’Atlantico del nord), il cui acronimo è DIANA e che comprende un fondo finanziato e gestito da 21 paesi alleati su 30: si tratta del NATO Innovation Fund, il primo fondo di investimenti multi-sovrano al mondo, la cui costituzione è stata firmata il 30 giugno 2022 al Vertice di Madrid anche dal ministro della difesa italiano Lorenzo Guerini.

131.884 Views di Fabio Giuseppe Carlo Carisio Whole English version here In un precedente profetico … Leggi tutto

NWO CONTRO L’ITALIA – 2. COLAO MINISTRO “IT” TRA BILDERBERG, GATES & CIA. Dal piano Vaccini GAVI all’Intelligenza Artificiale

Il Fondo partirà con un capitale di un miliardo di euro e finanzierà per i prossimi quindici anni start up e piccole e medie imprese ad alto contenuto tecnologico. Si concentrerà in particolare sulle cosiddette deep technologies, le tecnologie emergenti che la NATO ha identificato come prioritarie: esse comprendono i settori dell’aerospazio, dell’intelligenza artificiale, delle biotecnologie e della bioingegneria, dei computer quantistici, della sicurezza informatica, dei motori ipersonici, della robotica, dell’industria navale e delle telecomunicazioni.

All’interno di questo progetto, Torino è stata scelta come prima sede europea degli acceleratori di startup nel campo della sicurezza. «Nell’ambito del progetto Diana, un’azione coordinata dalla NATO che prevede l’istituzione di alcuni acceleratori d’impresa per le startup, l’Italia ha partecipato insieme a decine di altre candidature in ambito europeo, e Torino è stata scelta per i primi nove acceleratori che saranno creati in ambito Nato», ha annunciato il sottosegretario alla difesa Giorgio Mulè, a margine dell’Innovation Cybersecurity Summit a Roma.

112.569 Views di Fabio Giuseppe Carlo Carisio Il 18 dicembre 2020, Parlamento e Consiglio hanno … Leggi tutto

NWO CONTRO L’ITALIA – 5. In mano a McKinsey-Gates anche i 209 miliardi del piano UE Next Generation

A Torino, la sede di DIANA sarà ospitata nelle Officine grandi riparazioni: da qui, all’inizio del 2023 saranno lanciate le prime nove gare e definiti i progetti da finanziare. Mentre dal 2026 in avanti, la sede sarà spostata all’interno della città dell’Aerospazio: un progetto che prevede la riqualificazione di un’area di 184000 metri quadrati attorno a corso Marche – nella periferia ovest della città – e sarà finanziato con 300 milioni del PNRR e altri 800 provenienti dalle 70 aziende del settore che vi stabiliranno la loro sede.

Tra queste, anche Leonardo, azienda italiana attiva nei settori della difesa e dell’aerospazio, partecipata al 30% dal Ministero dell’economia e che coordinerà tre progetti del nuovo sistema di difesa europeo: il sistema di navigazione satellitare Galileo, finanziato dall’Unione europea con 35,5 milioni di euro; quello di tecnologia sicura Essor, che ha ricevuto 34,6 milioni; e il progetto degli anti-droni Jey Cuas, che costerà altri 13 milioni di euro. Una parte degli spazi della città sarà destinata al nuovo campus del Politecnico, mentre l’altra sarà occupata dagli uffici del programma DIANA e da alcune aree per la sperimentazione di nuove tecnologie di terra e di volo.

130.502 Views In copertina il marchio dell’azienda di tecnologia militare nazionale Leonardo spa, il presidente … Leggi tutto

IN MANO A GATES PURE LA TECNOLOGIA MILITARE “IA” ITALIANA. Accordo Leonardo-Microsoft e Intrighi DEM tra Intelligence e Pandemia

È prevista quindi una collaborazione tra Leonardo e il Politecnico: in questo modo, “si creerà un sistema interconnesso dove coesistono l’accademia, la ricerca e i laboratori di sviluppo tecnologico, le start up e le piccole medie imprese, e la grande impresa”, si legge sul progetto della città dell’Aerospazio pubblicato sul sito del comune di Torino. Secondo Stoltenberg, gli investimenti e la ricerca del progetto DIANA serviranno «a dare vita a quelle tecnologie nascenti che hanno il potere di trasformare la nostra sicurezza nei decenni a venire, rafforzando l’ecosistema dell’innovazione dell’Alleanza e sostenendo la sicurezza del nostro miliardo di cittadini».

Il programma di accelerazione della tecnologia militare promosso dalla NATO risponde alla crescente instabilità geopolitica che vede ormai un’insanabile contrapposizione tra il cosiddetto Occidente e il resto del mondo: se da un lato, infatti, il programma di ammodernamento dell’industria militare può essere considerato di routine ai fini della difesa, anche per non soccombere ad altre superpotenze, dall’altro, esso non è pensato solo a scopo preventivo, bensì è finalizzato al mantenimento (o al ripristino) dell’ormai debole egemonia occidentale globale: ciò non può che condurre ad una corsa agli armamenti da cui a guadagnarci sarà soprattutto l’industria bellica e le imprese ad essa collegate.

206.571 Views Jens Stoltenberg e Bill Gates insieme al World Economic Forum di Davos nel … Leggi tutto

STOLTENBERG: BURATTINO NATO DI GATES-NWO IN PANDEMIA E GUERRA UCRAINA. Vaccini GAVI & Affari NORGES BANK su Bombe RHM nello Yemen

Non a caso, le due ONG Rete europea contro il commercio di armi e Transnational Institute hanno denunciato che il programma DIANA è legato al nuovo business delle armi europeo, dal momento che l’UE ha destinato 8 miliardi di euro alla difesa comune entro il 2027 e 600 milioni di euro solo per il 2022: nel rapporto intitolato “Accendere le fiamme: come l’UE sta alimentando una nuova corsa agli armamenti”, le due associazioni fanno presente che nove dei sedici rappresentanti dell’organo consultivo dell’Unione europea che ha portato alla creazione del bilancio militare per il 2022 sono vicini a società d’armi e alle lobby dell’industria delle armi. Nel rapporto si legge che “Il processo decisionale è stato indirizzato da aziende altamente lucrative che sfruttano gli spazi politici per il proprio guadagno”.

https://www.gospanews.net/2022/06/20/lobby-armi-6-echi-di-terza-guerra-mondiale-regno-unito-nato-usa-e-zelensky-minacciano-russia-e-cina/embed/#?secret=73nCJ1HQQn#?secret=zfeAZ0TNXq

47.777 Views 1 – INTELLIGENCE MILITARE & LOBBY DELLE ARMI 2 – LE MINACCE DEL … Leggi tutto

LOBBY ARMI – 6. ECHI DI TERZA GUERRA MONDIALE. Regno Unito, NATO, Usa e Zelensky minacciano Russia e Cina

Anche per questo, a Torino, alcuni attivisti e collettivi studenteschi hanno contestato un convegno promosso dal Politecnico con la partecipazione di alcune aziende del settore aerospaziale, accusando l’università di «collusione con l’industria delle armi».

Tra la cooperazione e la collaborazione tra nazioni e il modello geopolitico dell’egemonia unipolare, ancora una volta, il “mondo liberal” ha scelto il secondo, con tutti i rischi che ciò comporta: a cominciare dall’escalation militare e dall’esasperazione del confronto sul fronte dell’innovazione. Il che non avvantaggerà di certo i cittadini, ma le società d’armi e le imprese che vi orbitano attorno, tra cui proprio quelle che Torino si appresta ad ospitare, guadagnandosi così il nuovo titolo di “città delle armi”.

di Giorgia Audiello
Pubblicato in origine su L’Indipendente

30.725 Views Il Presidente della Commissione Europea propone di ignorare il Codice di Norimberga per … Leggi tutto

OBBLIGO VACCINI: RIVOLTA USA, DITTATURA UE. Cause a Raffica dagli Stati americani. Politici europei Servi NWO come Salvini e Meloni

10.994 Views Pubblichiamo di seguito la riflessione di un esimio medico italiano NO CAVIA, ovvero … Leggi tutto

“IL NUOVO ORDINE MONDIALE E’ PRIVO DI UMANA INTELLIGENZA”. Quindi Impone la Dittatura tramite Web, Social & Artificial Intelligence

Pubblicato sul sito web: https://www.gospanews.net/

®wld

La crisi del capitalismo mascherata da emergenza sanitaria

Lascia un commento

Di cosa parlava veramente il Covid? Innescare una crisi del debito globale multimiliardaria. “Rafforzare una strategia imperialista”?

Di Colin Todhunter

“E così rende sempre più evidente il grande fatto centrale che la causa della miserabile condizione della classe operaia va cercata, non in questi piccoli rancori, ma nello stesso sistema capitalistico”. Friedrich Engels, La condizione della classe operaia in Inghilterra (1845) (prefazione all’edizione inglese, p.36)  

Il FMI e la Banca Mondiale hanno promosso per decenni un’agenda politica basata su tagli ai servizi pubblici, aumenti delle tasse pagate dai più poveri e iniziative per minare i diritti e le tutele del lavoro.

Le politiche di “adeguamento strutturale” del FMI hanno comportato l’affidamento che il 52% degli africani non ha accesso all’assistenza sanitaria e l’83% non ha reti di sicurezza su cui fare in caso di perdita del o malattia. Anche il FMI ha dimostrato che le politiche neoliberiste alimentano la povertà e la disuguaglianza

Nel 2021, una revisione Oxfam dei prestiti del FMI C-O-V-I-D-19 ha mostrato che 33 paesi africani sono stati incoraggiati a politiche di austerità. I più poveri del mondo devono pagare 43 miliardi di dollari di rimborso del debito nel 2022, che potrebbero altrimenti coprire i costi dei loro paesi del cibo.

Oxfam Development Finance International (DFI) anche rivelato che 43 dei 55 Stati membri dell’Unione africana hanno ottenuto tagli alla spesa pubblica per un totale di 183 miliardi di dollari nei cinque anni.

Secondo il professor  Michel Chossudovsky  del Center for Research on Globalization, la chiusura dell’economia mondiale (11 marzo 2020 Lockdown imposto a più di 190 paesi) ha innescato un processo di indebitamento globale senza precedenti. I governi sono ora sotto il controllo dei creditori globali nell’era post-C-O-V-I-D.

Quello che stiamo vedendo è una privatizzazione de facto dello stato mentre i governi capitolano ai bisogni delle istituzioni finanziarie occidentali.

Inoltre, questi debiti sono in gran parte denominati in dollari, contribuendo a rafforzare il dollaro USA e la leva statunitense sui paesi.

Sorge la domanda: di cosa si tratta veramente il C-O-V-I-D?

Milioni di persone hanno posto questa domanda da quando sono iniziati i blocchi e le restrizioni all’inizio del 2020. Se si trattasse davvero di salute pubblica, perché chiudere la maggior parte dei servizi sanitari e dell’economia globale sapendo benissimo quali sarebbero le enormi implicazioni sanitarie, economiche e del debito?

Perché organizzare una campagna di propaganda in stile militare per censurare scienziati di fama mondiale e terrorizzare intere popolazioni e usare tutta la forza e la brutalità della polizia per garantire la conformità?

Queste azioni erano del tutto sproporzionate rispetto a qualsiasi rischio posto per la salute pubblica, soprattutto se si considera il modo in cui le definizioni e i dati di “morte C-O-V-I-D” venivano spesso manipolati e il modo in cui i test PCR venivano utilizzati in modo improprio per spaventare le popolazioni alla sottomissione.

Il professor  Fabio Vighi dell’Università di Cardiff suggerisce che deve essere dovuto essere sospettosi fin dall’inizio quando le “élite al potere senza scrupoli” di solito hanno congelato l’economia globale di fronte a un agente patogeno che prende di mira quasi esclusivamente gliduttivi (gli over 80).

Il C-O-V-I-D è stata una crisi del capitalismo mascherata da emergenza sanitaria.

Capitalismo  

Il capitalismo ha bisogno di continuare ad espandersi o creare nuovi mercati per garantire l’accumulo di capitale per compensare la tendenza alla caduta del generale saggio di profitto. Il capitalista ha bisogno di accumulare capitale (ricchezza) per poterlo reinvestire e realizzare ulteriori profitti. Esercitando una pressione al ribasso sui salari dei lavoratori, il capitalista estrae un plusvalore sufficiente per poterlo fare.

Ma quando il capitalista non è in grado di reinvestire a sufficienza (a causa del calo della domanda di merci, della mancanza di opportunità e mercati di investimento, ecc.), la ricchezza (capitale) si accumula, si svaluta e il sistema entra in crisi. Per evitare la crisi, il capitalismo richiede una crescita costante, mercati e una domanda sufficiente.

Secondo lo scrittore  Ted Reese, il tasso di profitto capitalista è sceso da una stima del 43% negli anni ’70 dell’Ottocento al 17% negli anni 2000. Sebbene i salari e le tasse sulle società siano stati ridotti, lo sfruttamento del lavoro è stato sempre più insufficiente per soddisfare le esigenze dell’accumulazione di capitale.

Entro la fine del 2019, molte aziende non potevano generare profitti sufficienti. Prevalevano il calo del fatturato, i flussi di cassa limitati e i bilanci altamente indebitati.

La crescita economica si stava indebolendo in vista del massiccio  crollo del mercato azionario  nel febbraio 2020, che ha visto trilioni di miliardi di dollari in più pompati nel sistema sotto le spoglie di “sollievo C-O-V-I-D”.

Per evitare la crisi fino a quel momento, erano state impiegate varie tattiche.

I mercati del credito sono stati ampliati e il debito personale è aumentato per mantenere la domanda dei consumatori mentre i salari dei lavoratori sono stati ridotti. Si è verificata la regolamentazione finanziaria e al capitale speculativo è stato consentito di sfruttare nuove aree e opportunità di investimento. Allo stesso tempo, i riacquisti di azioni, l’economia del debitosco, l’allentamento debito e massicci salvataggi e sussidi e un’espansione del militarismo hanno contribuito a mantenere la crescita economica.

C’è stata anche un’accelerazione di una strategia imperialista che ha visto i sistemi di produzione indigeni all’estero essere soppiantati da corporazioni globali e stati sottoposti a pressioni per ritirarsi dalle aree di attività economica, lasciando gli attori transnazionali ad occupare lo spazio lasciato aperto.

Sebbene queste strategie abbiano prodotto bolle speculative e portato a una sopravvalutazione delle attività e all’aumento del debito personale e pubblico, hanno contribuito a continuare a garantire profitti sostenibili e ritorni sugli investimenti.

Ma nel 2019, l’ex governatore della Banca d’Inghilterra Mervyn King  ha avvertito che il mondo si stava avvicinando a una nuova crisi economica e finanziaria che avrebbe conseguenze devastanti. Ha affermato che l’economia globale è rimasta bloccata in una trappola di bassa crescita e che la ripresa dalla crisi del 2008 è stata più debole di quella dopo la Grande Depressione.

King ha concluso che era tempo che la Federal Reserve e le altre banche centrali iniziassero i colloqui a porte chiuse con i politici.

Questo è esattamente ciò che è successo quando i principali attori, tra cui BlackRock, il fondo di investimento più potente del mondo, si sono uniti per elaborare una strategia per il futuro. Ciò è avvenuto in vista del C-O-V-I-D.

Oltre ad approfondire la dipendenza dei paesi più poveri dal capitale occidentale, Fabio Vighi afferma che i blocchi e la sospensione globale delle transazioni economiche hanno permesso alla Fed statunitense di inondare i mercati finanziari in difficoltà (sotto le spoglie del C-O-V-I-D) con denaro appena stampato mentre chiudeva l’economia reale per evitare l’iperinflazione. I lockdown hanno sospeso le transazioni commerciali, che hanno prosciugato la domanda di credito e fermato il contagio.

Il C-O-V-I-D ha fornito copertura per un salvataggio multimiliardario per l’economia capitalista che era in crisi prima del C-O-V-I-D. Nonostante un decennio o più di “allentamento quantitativo”, questo nuovo salvataggio è arrivato sotto forma di trilioni di dollari pompati nei mercati finanziari dalla Fed statunitense (nei mesi precedenti a marzo 2020) e il successivo “sollievo C-O-V-I-D”.

Il FMI, la Banca mondiale e i leader globali sapevano benissimo quale sarebbe stato l’impatto sui poveri del mondo della chiusura dell’economia mondiale attraverso i blocchi legati al C-O-V-I-D.

Eppure l’hanno sanzionato e ora c’è  la prospettiva  che oltre un quarto di miliardo di persone in più in tutto il mondo cadrà in livelli estremi di povertà nel solo 2022.

Nell’aprile 2020, il Wall Street Journal ha dichiarato che il FMI e la Banca mondiale hanno dovuto affrontare un diluvio di richieste di aiuti da decine di paesi più poveri in cerca di salvataggi e prestiti da istituzioni finanziarie con $ 1,2 trilioni da prestare.

Oltre ad aiutare a riavviare il sistema finanziario, la chiusura dell’economia globale ha deliberatamente intensificato la dipendenza dei paesi più poveri dai conglomerati globali occidentali e dagli interessi finanziari.

I blocchi hanno anche contribuito ad aumentare la società la ristrutturazione del capitalismo che coinvolge le imprese che sono portate al fallimento o acquistate da monopoli e catene globali, garantendo così profitti sostenibili continui per Big Tech, i giganti dei pagamenti digitali e le online globali come Meta e Amazon e l’eradicazione di milioni di posti di lavoro.

per gli effetti del conflitto in Ucraina non può essere ignorati, con l’economia globale ora di nuovo aperta, l’osta sta e provocando una crisi del “costo della vita”. Con un’economia piena di debiti, c’è spazio limitato per l’aumento dei tassi di interesse per controllare l’imposta.

Ma questa crisi non è inevitabile: l’attuale inflazione non è solo indotta dalla liquidità immessa nel sistema finanziario, ma è anche alimentata dalla speculazione sui mercati delle materie prime alimentari e dall’avidità delle imprese mentre le società energetiche e alimentari continuano a incassare enormi profitti a scapito del normale le persone.

Resistenza  

Tuttavia, la resistenza è fertile.

A parte le numerose manifestazioni anti-restrizioni/pro-libertà durante il C-O-V-I-D, ora stiamo assistendo a un sindacalismo più stridente emergere – almeno in Gran Bretagna – guidato da leader esperti di media come Mick Lynch, segretario generale della National Union of Lavoratori ferroviari, marittimi e dei trasporti (RMT), che sanno come fare appello al pubblico e attingere al risentimento diffuso contro l’aumento vertiginoso del costo della vita.

Insegnanti, operatori sanitari e altri potrebbero seguire l’RMT per intraprendere uno sciopero.

Lynch afferma che milioni di persone in Gran Bretagna devono affrontare standard di vita più bassi e la revoca delle pensioni professionali. Aggiunge:

“Il C-O-V-I-D è stato una cortina fumogena per i ricchi e i potenti di questo paese per ridurre i salari il più lontano possibile”.

Proprio come un decennio di “austerità” imposta è stato utilizzato per ottenere risultati simili in vista del C-O-V-I-D.

Il movimento sindacale dovrebbe ora assumere un ruolo guida nella resistenza all’attacco al tenore di vita e agli ulteriori tentativi di indebolire il welfare fornito dallo stato e privatizzare ciò che resta.

La strategia di smantellare e privatizzare completamente i servizi sanitari e assistenziali sembra sempre più probabile data la necessità di tenere a freno il debito pubblico (correlato al C-O-V-I-D) e la tendenza verso l’IA, l’automazione del posto di lavoro e la disoccupazione.

Questa è una vera preoccupazione perché, secondo la logica del capitalismo, il lavoro è una condizione per l’esistenza delle classi lavoratrici. Quindi, se una forza lavoro di massa non è più ritenuta necessaria, non c’è bisogno di istruzione di massa, assistenza sociale e assistenza sanitaria e sistemi che tradizionalmente sono serviti a riprodurre e mantenere il lavoro richiesto dall’attività economica capitalista.

Nel 2019, Philip Alston, il relatore delle Nazioni Unite sulla povertà estrema,  ha accusato i ministri del governo britannico  di “immiserazione sistematica di una parte significativa della popolazione britannica” nel decennio successivo al crollo finanziario del 2008.

Alston ha dichiarato:

“Come Thomas Hobbes ha osservato molto tempo fa, un simile approccio condanna i meno abbienti a vivere ‘solitari, poveri, cattivi, brutali e brevi’. Mentre il contratto sociale britannico svanisce lentamente, la previsione di Hobbes rischia di diventare la nuova realtà”.

Post-C-O-V-I-D, le parole di Alston hanno ancora più peso.

Mentre questo articolo volge al termine, si sta diffondendo la notizia che Boris Johnson si è dimesso da primo ministro. Un PM straordinario se non altro per la sua criminalità, mancanza di fondamento morale e doppi standard, applicabili anche a molti dei suoi compari al governo.

Con questo in mente, finiamo da dove abbiamo iniziato. 

“Non ho mai visto una classe così profondamente demoralizzata, così incurabilmente svilita dall’egoismo, così corrosa dentro, così incapace di progresso, come la borghesia inglese…

Perché nulla esiste in questo mondo, se non per amore del denaro, esso stesso non escluso. Non conosce beatitudine se non quella di un rapido guadagno, nessun dolore se non quello di perdere oro.

In presenza di questa avarizia e brama di guadagno, non è possibile che un solo sentimento o opinione umana intatta». Friedrich Engels, La condizione della classe operaia in Inghilterra (1845), p.275

Pubblicato sul sito web: https://www.globalresearch.ca/

®wld

La crociata della Germania: la delazione tramite App

Lascia un commento

La nuova app combatte l’incitamento all’odio permettendoti di insultare chiunque

Pubblicato da: Peter Caddler via Breitbart

La “violenza digitale” è la novità in Germania. L’ONG progressiva HateAid ha rilasciato un’app che ti consente di accusare chiunque di incitamento all’odio o altre attività digitali inadeguate. HateAid esamina le richieste e poi le invia alle autorità per il procedimento penale. Com’è a non incitare all’odio gettare qualcuno in un tritacarne criminale?⁃ Editor di TN

Diverse ONG in Europa stanno spingendo affinché la popolazione utilizzi software in stile cinese per segnalare loro casi di razzismo, incitamento all’odio e “violenza digitale”.

Le ONG progressiste in Europa hanno arruolato il pubblico in generale per assisterlo nella loro crociata contro il cosiddetto incitamento all’odio, con un’organizzazione che utilizza un’app per smartphone in stile cinese per incoraggiare le persone a spifferare coloro che violano le norme progressiste sociali.

Diventata alla ribalta nei media tedeschi grazie al suo ruolo in una recente operazione di punizione lanciata contro la polizia, la censura ONG HateAid ha incoraggiato il pubblico a denunciare casi di ciò che chiama “violenza digitale” utilizzando il software personalizzato dell’organizzazione.

Secondo un rapporto by Der Spiegel, l’indagine guidata dal programma televisivo “ZDF Magazin Royale” e supportata da HateAid, ha rilevato che alcuni funzionari delle forze dell’ordine non hanno agito sufficientemente rapidamente – o addirittura registrato in alcuni casi – casi di “incitamento all’odio” online che sono stati portati alla loro attenzione da coloro che sono coinvolti nell’operazione.

Da allora questa denuncia ha portato a denunce penali contro alcuni ufficiali sospettati di non agire in perfetta sintonia con i vari requisiti e richieste censurate del diritto tedesco.

Da allora l’organizzazione ha colto l’occasione per denunciare polizia per aver presumibilmente ignorato le segnalazioni di “commenti chiaramente estremisti di destra”, nonché per aver emesso raccomandazioni sulla riforma delle forze tedesche in modo da agire più prontamente per perseguire la “violenza digitale” che viola la legge.

Tuttavia, apparentemente non contento di quanto siano efficaci i funzionari statali tedeschi censori da soli, il gruppo ha anche spinto il pubblico a usare il loro “ReportHeroes” app, che esso descrive come strumento che consente agli utenti di combattere “tutte le forme di violenza digitale, siano esse insulti, diffamazione, violenza digitale sessista, commenti di odio o incitamento all’odio”.

Simile a sistema lanciata dal Partito Comunista Cinese durante le Olimpiadi invernali del 2022, che ha consentito agli utenti di segnalare contenuti digitali “politicamente sensibili” direttamente alle autorità nazionali, l’app “ReportHeroes” consente agli utenti di segnalare qualsiasi caso di “violenza digitale” che trovano su Internet a HateAid.

L’organizzazione   che tutte le informazioni inviate tramite l’app in questo modo vengano quindi verificate da sole, prima di essere inoltrate direttamente a una sezione della Procura della Repubblica di Francoforte sul Meno, dove le autorità statali possono quindi decidere se il netizen inm question ha o meno un procedimento penale per rispondi per.

“Molto importante: se non sei sicuro che il commento sia effettivamente rilevante dal punto di vista penale o meno, ricorda: è meglio segnalare troppi che troppo pochi!” le note dell’organizzazione sul loro sito web.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato sul sito web: https://it.technocracy.news/

®wld

Una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi

Lascia un commento

Svelati i “Young Global Leaders” del World Economic Forum

Attraverso il suo programma Young Global Leaders, il World Economic Forum è stato determinante nel plasmare un ordine mondiale che mina tutti i principi democratici. Per diversi decenni, questo programma ha alimentato leader conformi che agiscono come agenti del WEF nei governi di tutto il mondo. Le conseguenze sono di vasta portata e potrebbero rivelarsi devastanti per l’umanità. 

Devo dire che poi cito nomi come la signora Merkel, persino Vladimir Putin e così via, sono stati tutti Young Global Leaders del World Economic Forum. Ma ciò di cui siamo davvero orgogliosi ora con le giovani generazioni come il Primo Ministro Trudeau, il Presidente dell’Argentina e così via, è che penetriamo nei gabinetti … È vero in Argentina ed è vero in Francia ora… (Klaus Schwab)

Clicca qui o sull’immagine per accedere al Video 

Nel 1992, Klaus Schwab e il World Economic Forum hanno lanciato un programma inizialmente chiamato Global Leaders of Tomorrow .

Nel 2004, questo programma è stato trasformato nel Forum for Young Global Leaders (di cui ho parlato nel mio libro  The Global Coup D’Etat ) – un programma quinquennale di indottrinamento sui principi e gli obiettivi del WEF.

L’obiettivo era – ed è – trovare futuri leader adatti per la società globale emergente. Il programma sin dal suo inizio ha incluso politici, imprenditori, reali, giornalisti, artisti e altri influencer culturali che si sono distinti nei loro campi ma non hanno ancora compiuto 40 anni (originariamente 43 per includere Angela Merkel). Da allora è diventata una vasta rete globale di leader dedicati con enormi risorse e influenza, tutti impegnati ad attuare i piani tecnocratici del World Economic Forum nelle rispettive nazioni e campi.

La rete crea una forza di influenza mondiale attraverso la combinazione delle capacità e delle risorse individuali dei suoi membri.

Come dice Klaus Schwab nella citazione introduttiva, ha avuto molto successo.

Già nel primo anno, il 1992, furono eletti numerosi candidati molto influenti. Tra i 200 selezionati c’erano profili globali come Angela Merkel, Tony Blair, Nicolas Sarkozy, Bill Gates, Bono, Richard Branson (Virgin), Jorma Ollila (Shell Oil) e José Manuel Barroso (Presidente della Commissione Europea 2004–2014). [1]

Altri esempi di influenti giovani leader globali [2]: Principessa ereditaria Vittoria di Svezia Principe ereditario Haakon di Norvegia Principe ereditario Fredrik di Danimarca Principe  Jaime de Bourbon de Parme, Principessa  olandese Reema Bint Bandar Al-Saud, Ambasciatore dell’Arabia Saudita negli Stati Uniti Jacinda Arden, Primo Ministro, Nuova Zelanda Alexander De Croo, Primo Ministro, Belgio Emmanuel Macron, Presidente, Francia Sanna Marin, Primo Ministro, Finlandia Carlos Alvarado Quesada , Presidente, Costa Rica Faisal Alibrahim.

Ministro dell’Economia e della Pianificazione, Arabia Saudita
Shauna Aminath, Ministro dell’Ambiente, dei Cambiamenti Climatici e della Tecnologia, Maldive
Ida Auken, MP, ex Ministro dell’Ambiente, Danimarca (autore del famigerato articolo “Welcome To 2030: I Own Nothing, Have No Privacy e vita non sono mai state migliori”)
Annalena Baerbock, Ministro degli Affari Esteri, Leader di Alliance 90/Die Grünen, Germania
Kamissa Camara, Ministro dell’Economia e della Pianificazione Digitale, Mali
Ugyen Dorji, Ministro degli Affari Interni, Bhutan
Chrystia Freeland, Vice Primo Ministro e Ministro delle Finanze, Canada
Martín Guzmán, Ministro delle Finanze, Argentina
Muhammad Hammad Azhar, Ministro dell’energia, Pakistan
Paula Ingabire, Ministro delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e dell’innovazione, Ruanda
Ronald Lamola, Ministro della giustizia e dei servizi penitenziari, Sud Africa
Birgitta Ohlson, Ministro per gli affari dell’Unione europea 2010–2014, Svezia
Mona Sahlin, Leader del Partito Socialdemocratico 2007–2011, Svezia
Stav Shaffir, Leader del Partito dei Verdi, Israele
Vera Daves de Sousa, Ministro delle finanze, Angola
Leonardo Di Caprio, attore e attivista per il clima
Mattias Klum, fotografo e ambientalista
Jack Ma, fondatore di Alibaba
Larry Page, fondatore di Google
Ricken Patel, fondatore di Avaaz
David de Rothschild, avventuriero e ambientalista
Jimmy Wal e, fondatore di Wikipedia
Jacob Wallenberg
, presidente di Investor
Niklas Zennström
, fondatore di Skype
Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook

Lo scopo fin dall’inizio è stato quello di “identificare e far avanzare un’agenda globale orientata al futuro, concentrandosi su questioni all’intersezione tra il settore pubblico e quello privato”.

Il partenariato pubblico-privato è una delle pietre miliari della filosofia del World Economic Forum. Ovvero, una fusione tra Stato e grandi imprese (detta anche corporativismo) con l’obiettivo di risolvere i problemi globali in modo più “efficace”. La scelta dei leader riflette chiaramente questa aspirazione.

Il gruppo Young Global Leaders è stato inizialmente incaricato di identificare le principali sfide del 21° secolo. Questi includevano la pace, l’ambiente, l’istruzione, la tecnologia e la salute, aree che questi leader in arrivo potrebbero sfruttare politicamente, economicamente e culturalmente nel nuovo millennio.

I partner di Global Leaders of Tomorrow nel 2000 erano grandi aziende globali come The Coca Cola Company, Ernst & Young, Volkswagen e BP Amoco. Questi potrebbero contribuire all’agenda “svolgendo un ruolo attivo nello sviluppo e nell’attuazione del concetto del progetto GLT. I partner possono quindi partecipare attivamente allo sviluppo dei programmi GLT; i rappresentanti delle aziende partner così come i loro ospiti sono invitati agli incontri GLT .. ” Da quando i  Global Leaders of Tomorrow sono stati trasformati in  Young Global Leaders  2004, partner come la Bill & Melinda Gates Foundation, Google, e anche JPMorganChase  (con ex alunni del programma) hanno partecipato come sponsor.

La conseguenza finale sia dei partenariati pubblico-privato che di queste aree target è la creazione di un contratto sociale in gran parte tirannico in cui l’individuo è diventato subordinato a questi potenti interessi. Anche i nobili obiettivi di creare un mondo migliore sono stati rapiti. Ciò è particolarmente evidente nel contesto della partnership tra il WEF e l’ONU e l’attuazione degli obiettivi globali (Agenda 2030) attraverso l’applicazione delle tecnologie della Quarta Rivoluzione Industriale.

Ciò significa che i principi democratici e la divisione del potere del 20° secolo sono stati in gran parte completamente minati e invece sostituiti da una nuova classe globale che modella il nostro futuro comune in base ai propri interessi.

Ciò ha portato a una privatizzazione de facto sia dei governi nazionali che delle organizzazioni internazionali, in cui i lobbisti non sono più tenuti nella lobby ma si sono trasferiti nella sede del potere, dando forma a politiche che incidono direttamente sulle nostre vite. Ciò che questo significa è diventato particolarmente evidente da quando la pandemia è stata dichiarata nel marzo 2020. Inoltre, le principali società multinazionali di gestione degli investimenti come BlackRock, guidate dallo stesso Larry Fink del World Economic Forum , hanno costantemente spostato le loro posizioni in avanti.

L’economista e giornalista tedesco Ernst Wolff ritiene che molti dei leader nazionali inclusi nel programma Young Global Leader siano stati selezionati per la loro volontà di portare avanti la dura agenda dei lockdown degli ultimi anni senza fare domande e che il loro imminente fallimento (come evidenziato in una crescente insoddisfazione delle masse) sarà usata come scusa per creare una nuova forma di governo globale in cui i vecchi stati nazione diventino largamente obsoleti.

Una nuova valuta digitale globale con Universal Basic Income (UBI) può quindi essere introdotta gradualmente per sostituire il nostro sistema monetario condannato. [3] Questa conclusione coincide in parte con la mia.

È anche supportato dagli scenari di Paul Raskin della The Great Transition Initiative su come viene stabilito un “Nuovo Ordine della Terra” totalitario, da sostituire a lungo termine da un governo democratico globale (Federazione della Terra) con una Costituzione mondiale.[4] ]

La pandemia di COVID-19 ha sottolineato il catastrofico fallimento di un approccio individuale alla salute pubblica e gli interessi economici nazionali, piuttosto che le esigenze globali, continuano a dominare le discussioni sulla politica climatica, aprendo la strada al caos climatico.

Sotto il Parlamento mondiale tricamerale si trovano le quattro principali agenzie del governo della Federazione della Terra: il sistema della Corte Suprema Mondiale, l’Esecutivo mondiale, il World Enforcement System e il World Ombudsman.[5]Glen T. Martin, La Grande Transizione richiede la Costituzione della Terra

La visione è che un mondo pacifico e armonioso in equilibrio viene creato attraverso l’istituzione di una Federazione mondiale con un Parlamento mondiale, un governo mondiale e una Corte mondiale. Queste sono idee che circolano da tempo nel  Club of Rome e nei circoli New Age strettamente collegati.

La domanda è come un tale nuovo sistema di potere globale sfuggirebbe al destino di essere rapito dagli stessi interessi che hanno creato il nostro attuale sistema corrotto e fallimentare?

Questo in vista di chi sostiene progetti come The Great Transition (avviato con capitale di start-up da Steven Rockefeller). Ciò che sta accadendo è piuttosto un metodo per portarci alla loro soluzione definitiva sotto forma di un sistema di controllo tecnocratico globale.

Tuttavia, è altamente improbabile che questo piano abbia successo. La consapevolezza si sta diffondendo a macchia d’olio e il panico dell’élite aumenta mentre la loro narrativa si sgretola e le persone diventano sempre più immuni dalla propaganda. Da qui tutti gli inquisitori e i “fattori verificatori” che diligentemente custodiscono la narrazione e aiutano a guidare l’opinione pubblica nella “giusta” direzione. Sono sicuramente di cui ci si può fidare poiché, ad esempio,  David Roy Thomson, Presidente della Thomson Reuters Corporation, è un alumni di  Global Leaders of Tomorrow, classe 1993.

È giunto il momento di prendere il controllo dei nostri destini ed evitare di cadere in nuove trappole.

Nota per i lettori: fare clic sui pulsanti di condivisione sopra o sotto. Seguici su Instagram, @globalresearch_crg. Inoltra questo articolo alle tue liste di posta elettronica. Crosspost sul tuo blog, forum su Internet. eccetera.

Grazie al giornalista investigativo  Cory Morningstar  per la clip che ha ispirato questo articolo del blog. Segui il suo blog  Wrong Kind of Green.

Appunti

[1] World Economic Forum, Classe GLT del 1993. pdf

[2] World Economic Forum, Young Global Leaders Community (elenco ricercabile su alumni YGL)

[3] Michael Lord, “ Exposed: Klaus Schwab’s School For Covid Dictators, Plan for ‘Great Reset’”, Fondazione RAIR, 10 novembre 2021

[4] Paul Raskin,  Journey to Earthland: The Great Transition to Planetary Civilization .pdf, Tellus Institute, Boston, 2016

[5] Glen T. Martin,  The Great Transition Requires the Earth Constitution”, Great Transition Initiative, novembre 2021

Tutte le immagini in questo articolo provengono da Pharos

Fonte: https://www.globalresearch.ca/world-economic-forum-young-global-leaders-revealed/5769766

®wld

Older Entries