Home

Great Reset: Il sacerdozio del tecno-totalitarismo

Lascia un commento

La rivoluzione di Davos e la ricostruzione della civiltà

Pubblicato da: Carl Teichrib e xx tramite Forcing Change

Carl Teichrib ci accompagna all’interno del meeting del 2021 del World Economic Forum con il Great Reset. Il sacerdozio del tecno-totalitarismo sta guidando la trasformazione globale in un’esistenza ultraterrena priva di scelte umane e dignità. ⁃ TN Editor

Il Grande Ripristino penzola davanti a noi: una partnership globale pubblico-privato che segue il percorso mistico dei sentimenti sociali, la sacra scrittura della politica del consenso e gli auto-consacrati profeti della finanza internazionale … tutti vegliati dai sacerdoti della tecnologia digitale. È il sistema operativo della New Age collettiva, una rivoluzione algoritmico-tecnocratica – massima efficienza per un’armonia gestita – e, naturalmente, è tutto per il “bene superiore”.

“Una crisi è un evento produttivo.” – Guy Parmelin, Presidente della Confederazione Svizzera.

Dagli anni ‘1970, la comunità sciistica di Davos, in Svizzera, è stata spesso un luogo di ritrovo per le élite globali durante il mese di gennaio. Ospitata dal World Economic Forum, un’organizzazione a cui è stato concesso uno status speciale dal governo svizzero, la conferenza di Davos riunisce una serie di power-broker selezionati; governatori di banche centrali, finanzieri internazionali, capi di stato, leader delle Nazioni Unite, amministratori delegati delle più grandi società e personalità dei media ben piazzate. Essere un “uomo di Davos” in genere significa che hai abbracciato una prospettiva internazionale e hai la capacità di influenzare i cambiamenti a lungo termine nella cultura politica ed economica. Fai parte di un club d’élite con il compito auto-consacrato di orientamento cambiamento globale.

A causa delle complicazioni di Covid, la riunione annuale del WEF di quest’anno è stata posticipata e da allora è stata riprogrammata con la speranza di riunirsi a Singapore alla fine di agosto. Tuttavia, l’ultima settimana di gennaio 2021 è stata ancora testimone di un evento significativo del WEF; una conferenza virtuale intitolata Agenda di Davos, che potrebbe essere monitorato dal vivo da chiunque sia disposto a prendersi il tempo.

Qual è stato il fulcro di questo incontro online? Il grande ripristino.

Prima di andare oltre, è importante notare che questo articolo graffia solo la superficie di ciò che è accaduto. E come potrebbe fare altro che? Il Agenda di Davos è durato cinque giorni, ciascuno della durata di 10-12 ore e con la maggior parte delle fasce orarie in cui si tenevano dibattiti multipli e simultanei. Per darvi un’idea del programma, il primo giorno – lunedì 25 gennaio – ha avuto un totale di 29 sessioni individuali. Era un sovraccarico di informazioni.

Va anche detto che non tutti quelli che hanno partecipato ufficialmente erano sulla stessa pagina del Forum economico mondiale. Ad esempio, Benjamin Netanyahu ha tenuto un discorso delineando come ha risolto intenzionalmente la burocrazia per garantire le vaccinazioni Covid, assicurandosi che la sua nazione avesse le forniture di cui aveva bisogno. Il suo approccio non si adattava al consenso del WEF sulla “solidarietà del vaccino”, per agire a livello globale di fronte ai propri interessi nazionali – dopotutto, come ha spiegato un altro oratore, “il vaccino deve essere un bene pubblico”. La frase “nazionalismo vaccinale” è stata usata per tutta la settimana, un termine dispregiativo per coloro che cercavano obiettivi di salute nazionale al di sopra della collaborazione globale.

Un altro esempio è stato il ministro degli Esteri brasiliano, Ernesto Araujo, che ha pubblicamente incoraggiato gli Stati Uniti a mantenere la rotta come “superpotenza della libertà”. Araujo ha continuato dicendo che il Brasile desiderava un’economia aperta basata sulla libertà, osservando che ciò avrebbe sfidato l’emergere globale di un crescente “tecno-totalitarismo”.

“Non sono un grande fan del concetto di Great Reset”, ha dichiarato Araujo, spiegando che mentre in generale sosteneva idee come lo sviluppo sostenibile, c’era un problema. Al Great Reset mancavano “libertà e democrazia”.

La maggior parte degli altri, tuttavia, erano a bordo o in altro modo giocavano al gioco.

Il presidente della Cina, Xi Jinping – introdotto da Klaus Schwab, fondatore del WEF – ha sottolineato l’azione collaborativa; dobbiamo creare un modello economico nuovo e globale, dobbiamo “abbandonare i pregiudizi ideologici e seguire insieme un percorso di pacifica convivenza” e dobbiamo portare “prosperità per tutti”. Un “futuro condiviso per l’umanità”, ha spiegato, è necessario. Ciò includerebbe il rafforzamento della governance economica globale, l’impegno a rispettare il sistema di diritto mondiale delle Nazioni Unite e il sostegno all’Organizzazione mondiale della sanità mentre costruisce “una comunità globale di salute per tutti”. Ma chi aprirà la strada?

Il resto del suo discorso si è concentrato su come la Cina, in quanto “paese socialista moderno”, sta aprendo la strada, compresa l’iniziativa Belt and Road e la promozione di un “nuovo tipo di relazioni internazionali”. Il suo discorso si è concluso con parole di solidarietà,

“C’è solo una Terra e un futuro condiviso per l’umanità. Mentre affrontiamo la crisi attuale e ci sforziamo di rendere una giornata migliore per tutti, dobbiamo essere uniti e lavorare insieme. Ci è stato dimostrato più volte che mendicare il tuo vicino, andare da solo e scivolare in un isolamento arrogante fallirà sempre. Uniamoci tutti per mano e lasciamo che il multilateralismo illumini la nostra strada verso una comunità con un futuro condiviso per l’umanità”.

Klaus ha risposto ringraziando Xi Jinping per “un discorso così importante, che in questo movimento cruciale della storia, ci fornisce un quadro veramente completo per plasmare il futuro”.

La Cina è stata spesso applaudita durante il Agenda di Davos, ammirato per il suo balzo in avanti digitale. Ma c’erano alcune preoccupazioni, anche se inquadrate in una visione del mondo globalista.

Ad esempio, poche ore dopo che il leader cinese ha parlato, il Segretario generale delle Nazioni Unite ha sottolineato la crescente spaccatura tra Cina e Stati Uniti, rilevando che entrambi i paesi stavano dividendo il mondo con le loro agende separate. Quello che era necessario, ha detto, era “un’economia globale con rispetto universale per il diritto internazionale”.

Un’altra performance da star è stata di Ursula von der Leyen, il presidente della Commissione europea. Ci sono voluti solo pochi minuti prima che schiaffeggiasse l’ex amministrazione Trump, dicendo: “la democrazia stessa potrebbe essere stata danneggiata in modo permanente negli ultimi quattro anni”. E come altri durante la settimana, ha collegato Covid al cambiamento climatico. Ursula era chiara; “Dobbiamo imparare da questa crisi. Dobbiamo cambiare il modo in cui viviamo e facciamo affari “.

Il suo discorso ha indicato il Green New Deal europeo, la spinta dell’UE per la neutralità del carbonio entro il 2050 e il modo in cui le società private dovranno affrontare una maggiore diligenza normativa. Per quanto riguarda la governance digitale, poiché è fondamentale che le piattaforme online frenino le fake news mentre affermano la democrazia, Ursula ha chiesto agli Stati Uniti di aderire all’UE e, insieme, creare un regolamento digitale mondiale “basato sui nostri valori”.

Tutto quanto sopra – come la prima collaborazione pandemica tra l’UE, il WEF e la Fondazione Gates – rappresenta il modo in cui “l’Europa è determinata a contribuire a questo bene comune globale”. Alla fine del suo discorso preparato, ha affermato a Schwab che saranno necessarie nuove alleanze: “Questo è ciò per cui lavoreremo – e so di poter contare su te e sul Forum economico mondiale per aiutarci a costruirlo”.

Schwab era entusiasta, dicendo in seguito che questo discorso rappresentava il significato pratico del Grande Reset. Ha parafrasato un take-away; ciò di cui abbiamo bisogno è un “sistema di governance sociale basato sui valori” connesso tramite un web digitale.

Con il ripristino in mente, il Agenda di Davos incentrato su sette argomenti interconnessi: “Come salvare il pianeta”, “Economie più giuste”, “Tecnologia per il bene”, “Società e futuro del lavoro”, “Affari migliori”, “Futuri sani” e “Oltre la geopolitica”. Una montagna di spunti di discussione è emersa da questi temi avvolgenti. Tuttavia, ne evidenzieremo solo alcuni:

1. Covid: Parlando della pandemia, Li Xin della Caixin Media con sede in Cina, ci ha detto che questa “crisi non dovrebbe essere sprecata”. Nemmeno lo era. Ci è stato costantemente ricordato che Covid ha rivelato la nostra interdipendenza mentre indicava il problema del nazionalismo. I vecchi valori e convenzioni non funzionano più; la catena di approvvigionamento globale deve essere digitalizzata, l’Organizzazione mondiale della sanità deve essere responsabilizzata, abbiamo bisogno di un sistema sanitario universale, ci deve essere un programma centralizzato per mettere in comune i dati sanitari nazionali e la ripresa economica dovrebbe essere legata ai criteri di vaccinazione.

“Avrai bisogno del vaccino anno dopo anno, anno dopo anno”, ci è stato detto.

2. Clima: Se Covid era la nostra crisi esistenziale, il clima è la nostra emergenza planetaria. E per affrontare questa presunta sfida planetaria, il mondo deve perseguire una significativa riduzione delle emissioni di carbonio, fino allo zero netto entro il 2050 al più tardi. Ciò richiede niente di meno che una revisione completa della produzione di energia, del settore dei trasporti, di tutta l’industria e in particolare dell’agricoltura e del nostro comportamento personale.

Lo zero netto non è un esercizio astratto. La Nuova Zelanda e il Regno Unito hanno già approvato una legislazione che li vincola allo zero netto entro il 2050 e proposte simili sono sul tavolo in Canada, Corea del Sud e Unione europea. Inoltre, il Gruppo dei Trenta – un organo consultivo di alto livello composto dalle figure più influenti nel settore delle banche centrali e dei finanziamenti internazionali, molte delle quali con collegamenti WEF – sta spingendo per lo zero netto attraverso lo spettro dell’attività economica globale. [1] Negli Stati Uniti, solo pochi giorni dopo Davos, le Accademie Nazionali hanno pubblicato il loro rapporto sulla decarbonizzazione – “un progetto tecnico e un manuale politico” – creando così una tabella di marcia per lo zero netto entro la metà del secolo. [2] E sì, ci sono collegamenti di lavoro tra le Accademie e il WEF.

Quindi non è stata una sorpresa che il 27 gennaio, il terzo giorno del Agenda di Davos – John Kerry, inviato speciale per il clima del presidente Biden, ha ricordato al pubblico del WEF come il suo governo stia “rendendo il clima centrale per la pianificazione della politica estera e la preparazione alla sicurezza nazionale”. Kerry ha spiegato che “un futuro a zero emissioni” porterà nuove opportunità per una crescita verde: “Per usare le parole del presidente, per ‘ricostruire meglio’ dalla crisi economica globale”.

Kerry ha ribadito che il clima è responsabilità di tutti: “Il mondo intero deve venire a questo tavolo per risolvere il problema”.

3. Giustizia sociale: Un mondo inclusivo per tutti era il mantra – a meno che, ovviamente, non siate d’accordo con il consenso globale. Tuttavia, i temi della giustizia sociale sono direttamente collegati alla struttura del Grande Reset. Dalle questioni razziali alle rivendicazioni di genere, la giustizia sociale lascia il segno. Tuttavia, è necessario prendere in considerazione una serie di altri giudici, come l’eco-giustizia, la giustizia climatica e la giustizia dei vaccini. Ciascuna di queste questioni di giustizia era collegata, in una certa misura, alla struttura di Reset che si stava sviluppando.

Nel pannello sulla creazione di un nuovo contratto sociale, giustizia economica era davanti e al centro. Deve entrare in gioco un Fondo di protezione sociale globale, abbinando la riduzione del debito internazionale a un’economia sociale universale di “salari viventi e comunità viventi”. Nello stesso pannello, James Quincey, CEO di Coca-Cola, ha descritto come la sua azienda si sta occupando della giustizia sociale modellando un ecosistema economico interno, razziale / sociale. Inoltre, le società leader del settore devono influenzare le aziende più piccole a seguire l’esempio, in particolare quelle nelle loro catene di approvvigionamento. Interi settori devono riallineare i loro modelli economici alle priorità della giustizia sociale, e questa è l’essenza dello Stakeholder Capitalism.

4. Capitalismo degli stakeholder: A differenza del capitalismo degli azionisti modellato dai proprietari delle società e dalle forze di mercato dirette, capitalismo delle parti interessate adotta un approccio sociale. Dall’inizio degli anni ‘1970, Schwab è stato un sostenitore del modello degli stakeholder. Allora era principalmente orientato a incorporare gli interessi del lavoro, dei sindacati e del governo nel processo decisionale aziendale. Oggi, Schwab sta spingendo in modo aggressivo una visione più grandiosa: il capitalismo al servizio del pianeta sostenendo le cause sociali.

In un articolo del WEF pubblicato pochi giorni prima del Agenda di Davos, Schwab ha scritto,

  “Il pianeta è quindi il centro del sistema economico globale e la sua salute dovrebbe essere ottimizzata nelle decisioni prese da tutti gli altri stakeholder.

   La stessa interconnessione può essere osservata per le persone che vivono sul pianeta … spetta a tutti noi come cittadini globali ottimizzare il benessere di tutti”.

In altre parole, il capitalismo si piega alle richieste di gruppi di interesse speciale e “governo verde”. Imprese, industrie e settori, comprese le istituzioni finanziarie, devono modificare i loro modelli di business per apprezzare e accelerare queste nuove norme globali.

Come verrà accertato?

Nel settembre 2020, il WEF ha pubblicato il suo Libro bianco, Misurare il capitale degli stakeholderm, che prevedeva uno standard comune per la “creazione di valore sostenibile”. [3] Ciò che è emerso è stato un insieme di principi e parametri di riferimento che si fondono attorno a tre titoli: ambientale, sociale e governance (ESG). Nel complesso, il quadro ESG deve combaciare con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite. Per dirla in un acronimo, il processo ESG è il meccanismo del WEF per raggiungere gli SDG.

La difesa dell’ESG sono quattro pilastri: governance, pianeta, persone e prosperità. A supportare queste quattro categorie ci sono 21 metriche principali, insieme a 34 metriche estese per consentire un audit più approfondito, perché questo è essenzialmente ciò che sta accadendo, un audit per garantire la conformità e la cooperazione. Pertanto, ogni metrica funge da nodo di informazioni in un processo di revisione dettagliato e, utilizzando questo strumento, le imprese e le istituzioni possono misurare il proprio scopo e comportamento, tenendo conto delle questioni ambientali e delle aspettative sociali.

Il consiglio ha una rappresentanza di genere e minoranza? Ha preso in considerazione il rischio climatico e quali politiche interne sono state implementate per raggiungere lo zero netto? Quanta terra possiede l’azienda e qual è il suo rapporto con le aree chiave della biodiversità? Salario, età e categorie di occupazione di genere, supporto sanitario, contratti collettivi, consumo di acqua, investimenti nella comunità e livelli di tassazione; l’elenco è lungo e comprende dettagli finanziari, consumo di energia, relazioni con la catena di approvvigionamento, smaltimento dei rifiuti, attività di lobbying, etica sociale e indicatori di diversità e così via.

La traiettoria della corporate governance, quindi, non sarà più “business as usual”. La governance, piuttosto, dovrà sollecitare e incorporare il contributo delle parti interessate che approvano, inclusi gruppi di interesse speciale, sindacati e associazioni di lavoratori, dipartimenti governativi e agenzie internazionali. In altre parole, il capitalismo degli stakeholder è un planetario partenariato pubblico-privato che fa perno sulla licenza sociale.

Dopo che il processo ESG sarà completo e soddisfacente, la tua “azienda orientata allo scopo” sarà certificata all’interno di un ecosistema globale di regolatori e associazioni di settore. Questo stato sarà la chiave per sbloccare fondi di investimento, prezzi assicurativi favorevoli e riconoscimento positivo da parte dei consumatori. Senza raggiungere i benchmark ESG, tuttavia, la tua azienda potrebbe essere tagliata fuori da licenze, fonti di finanziamento, catene di approvvigionamento, contratti governativi o accesso al mercato. Attualmente, l’ESG esiste come criterio di screening utilizzato da alcuni investitori, ma l’agenda del WEF si estende in un ambito più ampio e permanente.

Finché la tua attività rispetta la narrativa globale, la tua azienda può fare soldi. Chi non gioca a palla verrà espulso dal gioco.

Benvenuto nella “cultura dell’annullamento aziendale”.

5. Digitalizzazione: Niente di meno che un impegno totale e globale sarà sufficiente se vogliamo salvare il pianeta, o almeno così recita la narrativa. Pertanto, abbiamo bisogno di nuovi potenti strumenti per gestire la nostra strada da percorrere. La digitalizzazione diventa il legame che lega e i dati la linfa vitale della nostra nuova era tecnocratica.

In questa visione non troppo futuristica, le informazioni raccolte dalle nostre scelte di vita verranno aggregate, analizzate e utilizzate per modificare i comportamenti per risultati planetari. Uno di Davos i temi erano “Città intelligenti”, sottolineando che le zone urbane sono ricchi ecosistemi di informazioni. Ecco una possibilità emergente: nelle nostre “città intelligenti”, i sensori stradali parleranno con le auto intelligenti e le app di pagamento riceveranno una notifica del tuo movimento, deducendo automaticamente le tasse sul carbonio o i crediti di viaggio dal tuo account. Non è certo inverosimile.

La traiettoria complessiva è una più profonda integrazione con l’intelligenza artificiale, le valute digitali della banca centrale, le reti di dati sanitari universali, le catene di approvvigionamento intelligenti e una maggiore automazione. Imprese ancora più grandi sono davanti a noi: attraverso le tecnologie blockchain, tutto ciò che può essere catalogato ha il potenziale per diventare un asset assegnato numericamente. Pertanto, il ciclo di vita di qualsiasi cosa può essere teoricamente tracciato, dalla risorsa grezza al produttore al punto di consumo. Anche tu puoi diventare un numero nell’era dell ‘”armonia gestita”.

Ciò che non è armonioso, tuttavia, è il pensiero e il comportamento contrari, qualsiasi cosa non allineata con le narrazioni globali approvate. Valori conservatori, determinazione nazionale e nozioni tradizionali di sovranità, diritti personali legati alla proprietà privata: se tali concetti e credenze sono antitetici al Grande Reset, allora fanno parte del grande problema.

L’ultimo giorno, il senatore americano Gillibrand ha chiesto la responsabilità per quanto riguarda i mezzi di informazione di destra. Inoltre, ha sottolineato la necessità di una supervisione delle piattaforme di social media, ritenendoli responsabili del fatto che i messaggi di destra proliferino. Ha poi affermato queste posizioni facendo appello alla sua fede; che abbiamo bisogno di amarci l’un l’altro.

Per i cristiani conservatori, l’idea del Great Reset colpisce qualcosa di più profondo dei punti di discussione. La vera domanda diventa quella della salvezza. Chi alla fine salva il mondo? Gesù Cristo è il nostro messia o l’umanità collettiva si riscatta salvando il pianeta? Sembra che siamo a un bivio di Romani 1, di fronte alla questione dell’adorazione e del servizio della creazione, o il Creatore.

E così, il Reset penzola davanti a noi: una partnership globale pubblico-privato che segue il percorso mistico dei sentimenti sociali, la sacra scrittura della politica del consenso e i profeti della finanza internazionale … tutti sorvegliati e guidati dai sacerdoti della tecnologia . È il sistema operativo della New Age collettiva, una rivoluzione algoritmico-tecnocratica – massima efficienza per un’armonia gestita – e, naturalmente, è tutto per il “bene superiore”.

Forse vale la pena considerare le preoccupazioni espresse dal ministro degli Esteri brasiliano – i pericoli incombenti di un crescente tecno-totalitarismo.

Leggi la storia completa qui …

®wld

Rekor sta usando il COVID come scusa per creare segretamente un programma di sorveglianza

Lascia un commento

COVID è diventata una scusa per eseguire programmi di sorveglianza in tutto lo stato

Postato da: MassPrivateI

I tecnocrati inventano perché possono, soprattutto quando si tratta di sorveglianza e monitoraggio. L’attività di Recor sfrutta l’uso del tracciamento AI offrendo nuovi flussi di entrate agli stati a corto di liquidità. ⁃ TN Editor

Gli stati a corto di soldi stanno usando COVID come scusa per creare programmi di riconoscimento dei veicoli basati sull’intelligenza artificiale o programmi di sorveglianza per lettori di targhe.

Come si  vanta con orgoglio il presidente e CEO di Rekor System, Robert Berman, “poiché la nostra tecnologia funziona così bene per il riconoscimento dei veicoli, facciamo di più, identifichiamo la marca, il modello, il colore, il tipo di carrozzeria del veicolo, gli adesivi per paraurti o le decalcomanie per vetri, ruggine, ammaccature e altre cose come la velocità di viaggio e la direzione del veicolo. ” (circa 2,40 del video.)

Berman ha rivelato che i ristoranti fast-food utilizzano  il  programma di sorveglianza dei veicoli di Rekor “perché aiuta le persone che stanno preparando il cibo a farlo in modo più efficiente”, sostenendo che aiuta aziende come Starbucks, i clienti di ID che ordinano la stessa cosa ogni giorno.

Berman ha anche ammesso che  il programma di sorveglianza dei veicoli di Rekor  è legato alla sorveglianza delle città intelligenti, dicendo “è qui che le cose stanno andando, è qui che le cose convergeranno”.

Rekor si autodefinisce  una società di riconoscimento dei veicoli basata sull’intelligenza artificiale, ma in realtà è tutto; è una società di lettori di targhe basata sull’intelligenza artificiale che  “opera in oltre 500 regioni in tutto il mondo”.

Un recente  articolo  su  One Zero, ha rivelato che l’Oklahoma sta usando COVID come scusa per creare segretamente un programma di sorveglianza di veicoli di massa in tutto lo stato usando  Rekor  per aiutare a raccogliere fondi tanto necessari.

“L’Oklahoma, che ha visto le sue entrate fiscali precipitare insieme al calo dei prezzi del petrolio, ha annunciato il lancio di Rekor One in tutto lo stato a novembre per rintracciare gli automobilisti non assicurati”.

Dagli aeroporti alle scuole e ora ai veicoli, non c’è fine all’uso di COVID per aumentare la sorveglianza pubblica?

Un  comunicato  stampa Rekor  del novembre 2020 rivela quanto sia grande il loro programma di sorveglianza dei veicoli.

“L’utilizzo della piattaforma Rekor One da parte del programma UVED (Uninsured Vehicle Enforcement Diversion Program) dell’Oklahoma promuove la missione dello stato di ridurre il numero di automobilisti non assicurati sulla strada e tenere le questioni fuori dal sistema giudiziario. La piattaforma consente il rilevamento in tempo reale dei veicoli non conformi e il consolidamento istantaneo dei dati in un database assicurativo aggiornato regolarmente collegato ai programmi di applicazione dello stato. Inoltre, la tecnologia basata sull’intelligenza artificiale di Rekor identifica la marca, il modello e il colore di un veicolo, fornendo un’ulteriore convalida per confermare l’identificazione del veicolo “.

Rekor  e il Consiglio dei procuratori distrettuali dell’Oklahoma affermano che il programma è un miglioramento rispetto all’essere fermato e multato dalle forze dell’ordine.

“Invece di ricevere una citazione da un tribunale penale e una multa di $ 250, gli automobilisti non assicurati catturati dalle telecamere di Rekor, montate su pali di servizio e rimorchi mobili, ricevono una notifica di violazione a casa loro, ricevono una citazione di $ 174 e devono polizza assicurativa tramite il portale assicurativo di Rekor. “

Quindi, invece di essere fermati e multati da funzionari pubblici, i conducenti dell’Oklahoma dovrebbero accettare un programma di sorveglianza dei veicoli in tutto lo stato progettato per ottenere più soldi dalle persone inviando multe alle loro case e costringendoli a utilizzare  l’  assicurazione Rekor ?

Come   sottolinea One Zero , se le persone non possono permettersi di pagare i loro padroni aziendali potrebbero essere perseguite.

Se un individuo non può pagare, tuttavia, potrebbe essere perseguito. “La discrezione del pubblico ministero si occupa di coloro che dimostrano gravi difficoltà finanziarie”, ha dichiarato in una e-mail Amanda Arnall Couch, direttore del programma UVED / procuratore. “Lo scopo di questo programma è aiutare i più vulnerabili.”

La  ribellione del Tea Party è  iniziata molto meno di quanto stanno facendo stati come l’Oklahoma.

La sorveglianza di massa mascherata da sicurezza pubblica che porta a multe aziendali e azioni penali, perché qualcuno non poteva permettersi di pagare la propria assicurazione automobilistica durante una pandemia, sembra una forzatura anche per lo Stato di polizia.

Rekor  vuole che il proprio programma di sorveglianza dei veicoli aziendali / delle forze dell’ordine si diffonda in tutto il paese.

“È prassi commerciale comune che tu voglia espandere il tuo successo. Sappiamo di avere successo nello stato dell’Oklahoma e altri stati lo hanno notato “, ha detto il vicepresidente esecutivo di Rekor Charles Deglimini.

I governi a corto di soldi si stanno rivolgendo alla tecnologia che converte le telecamere in lettori di targhe automatizzati per identificare, tracciare e penalizzare i conducenti per tutti i tipi di reati.

Stati come la  Louisiana, il  Nevada e la  Florida  hanno monitorato gli automobilisti non assicurati con ALPR, ma l’Oklahoma è il primo a implementare un programma di sorveglianza dei veicoli in tutto lo stato.

“Quest’anno, il Texas, il  Tennessee e la  Florida hanno  introdotto una legislazione che richiederebbe programmi di applicazione dell’assicurazione assistita da ALPR in tutto lo stato. A febbraio, Rekor ha annunciato un programma pilota in  tre parchi nazionali  nel Nord Dakota. Un  recente disegno di legge dello stato di New York  proibirebbe a individui e aziende di utilizzare i dati ALPR, ma espande il potere statale delineando la sorveglianza ALPR come uno strumento praticabile per identificare i parcheggi e le violazioni del traffico, violazioni dei requisiti di registrazione e violazioni dei requisiti di ispezione “

Rekor utilizza campanelli video per creare reti di sorveglianza dei veicoli di quartiere 

Come ho scritto circa l’anno scorso,  Rekor  utilizza campanelli video come Ring per creare una  rete di sorveglianza di 68 milioni di veicoli di quartiere.

“Rekor sta facendo di tutto per trasformare le case intelligenti in reti di sorveglianza dei veicoli di quartiere. Per attirare i residenti suburbani, offre un forte calo dei prezzi: dai $ 50 al mese addebita alle imprese e alle forze dell’ordine i $ 5 al mese, meno del prezzo di un abbonamento a un giornale. Rekor consente inoltre al tuo vicino di identificare un numero limitato di veicoli per $ 99, $ 395 o $ 1995 al mese “.

E non è tutto,  Rekor  rintraccia, identifica e multa anche i veicoli nei  parcheggi e consente solo i parcheggi .

Una cosa è chiara, i funzionari governativi stanno usando COVID come scusa per creare programmi di sorveglianza di massa gestiti da società private.

“Quello che sembra che tu abbia qui è un programma di sorveglianza di massa creato per soddisfare il settore assicurativo e per generare potenzialmente denaro per il governo”, ha avvertito Dave Maas, direttore della Electronic Frontier Foundation. 

I mass media e i funzionari governativi vogliono che tutti guardino dall’altra parte mentre usano COVID come scusa per consentire alle aziende di trarre profitto da tutti i modi di sorveglianza pubblica.

Leggi la storia completa qui …

Pubblicato sul sito web: https://www.technocracy.news/

®wld

Tutte Le Strade Portano A Roma

Lascia un commento

Clicca sull’immagine per guardare il video

Tutte Le Strade Portano A Roma – Parte 3: Controllo Mentale

Qlobal-Change Italia

@QlobalChangeItali

Nella scorsa puntata abbiamo accennato come la triade City of London-Washington DC e Vaticano siano estremamente collegate come potere finanziario-militare e religioso e a questo proposito raccomandiamo la visione di una bella intervista fatta a Gabriele Sannino (https://www.youtube.com/watch?v=w3EpkdL5D8g) che esplica molto bene questa triade.

Triade strettamente correlata all’MKUltra al controllo mentale, all’FBI, alla CIA.

In che cosa consisteva il progetto MK Ultra?

Intervista a Gabriele Sannino: https://www.youtube.com/watch?v=w3EpkdL5D8g

DOWNLOAD & REUPLOAD di tutti i nostri video esplicitamente DESIDERATI! Il nostro lavoro gratuito dovrebbe essere disponibile ovunque.

Seguite Q su
https://qposts.in/

Qlobal-Change è una piattaforma che unisce le notizie alternativi.

Blog:
https://qlobal-change-italy.blogspot.com

Telegram: t.me/QlobalChangeItalia

NewsFEED su Telegram: t.me/QC_Italia_BlogFEED

®wld

ANTI HUMAN

Lascia un commento

COVID lo ha accelerato, ma è sempre stato lì: saperne di più su ciò che è distinto e innegabile agenda antiumana dietro il NWO.

L’agenda anti-umana del NWO accelerata dall’operazione Coronavirus

di Makia Freeman
dal sito Web TheFreedomArticles

A PRIMA VISTA…LA STORIA:
Le restrizioni della truffa COVID, mentre negano la libertà e distruggono la vita, sono indicative di un programma più profondo.

LE IMPLICAZIONI:
Tutti gli aspetti disumanizzanti della plandemia e del Nuovo Ordine Mondiale riflettono l’agenda antiumana, che ha preso velocità mentre tenta di cambiare l’essenza dell’umanità – per sempre …

L’Anti-Human Agenda che è alla base del NWO (Nuovo Ordine Mondiale) sta entrando nettamente in vista con l’avvento della truffa COVID (Operazione Coronavirus) e dei suoi strumenti sperimentali di distruzione di mRNA nano-infusi che chiamano “v/a/c/c/i/n/i“.

Sotto tutto il caos c’è un piano freddamente calcolato e agghiacciante che è un programma del tutto anti-umano.

Ho accennato a questa agenda in precedenza nei miei articoli precedenti, come nella mia serie di articoli del 2015 Tutto è falso e nel mio articolo del 2016 L’agenda sintetica – Il cuore distorto del nuovo ordine mondiale” in cui delineo lo stesso concetto di base , vale a dire che il nostro stato d’essere e il nostro mondo naturale vengono attaccati e usurpati da una falsa versione sintetica della realtà che cerca di superarla e soppiantarla.

COVID ha messo a fuoco questo programma anti-umano.

Punta di cappello a David Icke per il suo recente video molto al di sotto su questo tema.

Bill Gates – A capo della carica

Bill Gates non è solo diventato il consumatofrontman dei NWO,ma è anche diventato un cattivo di proporzioni da cartone animato, con il suo dito apparentemente in ogni torta.

Gates o investe in,

… e molto altro ancora.

Nel frattempo acquistando più terreni agricoli negli Stati Uniti di qualsiasi altra singola persona.

L’idea stravagante più recente di Gates è quella di combinare zanzare e v/a/c/c/i/n/i GM per produrre siringhe volanti – zanzare geneticamente modificate che ti inietterebbero.

La sua ipocrisia è sbalorditiva se si considera come vola in tutto il mondo su jet privati ​​mentre fa lezione alle persone sulla loro impronta di carbonio, proprio come fanno molti altri cospiratori della NWO.

Recentemente Gates ha persino avuto l’audacia di mostrare il suo amore per gli hamburger di manzo dicendo a tutti che presto dovranno mangiare carne sintetica prodotta in laboratorio.

Nel frattempo, cosa pensi che farà Gates con tutti quei terreni agricoli?

Tutte queste cose che Gates sta toccando sono coinvolte, in un modo o nell’altro, con la sostituzione del reale con il falso. Invece del cibo vero, promuove il cibo falso. Invece della vera salute, promuove la falsa salute o più semplicemente la malattia.

Invece di informazioni reali, promuove informazioni false o più semplicemente propaganda. Invece della vera scienza, promuove la falsa scienza dell’AGW (riscaldamento globale antropogenico) o del cambiamento climatico causato dall’uomo .

Invece di affermare la vita della ricerca sul miglioramento della fertilità, promuove la ricerca che distrugge la vita per aumentare l’infertilità.

The Anti-Human Agenda – Demonization of Carbon

Un riflesso significativo dell’agenda antiumana può essere visto nella demonizzazione incessante del carbonio.

L’umanità è una forma di vita basata sul carbonio .

Spesso i computer sono chiamati forme di vita basate su silicio. Ho persino visto partite di scacchi uomo contro macchina incorniciate come tornei “carbonio contro silicio”.

Il carbonio è fondamentale per la nostra identità, ma viene preso di mira e diffamato.

Perché…?

L’articolo UN’s Anti-Human Push to De-Carbonize The World discute di come coloro che gestiscono il culto del cambiamento climatico (e promuovono l’ idea non scientifica di AGW) stanno demonizzando tutto il carbonio – non solo l’anidride carbonica o la CO2 – prendendo di mira tutto “l’inquinamento da carbonio” e spingendo per un mondo in cui non esista tale inquinamento da carbonio .

L’articolo riporta il capo delle Nazioni Unite Antonio Guterres e la sua ‘nuova frase’:

“Il capo delle Nazioni Unite chiede ai paesi di porre fine a quella che chiama una guerra alla natura e invece di abbracciare un futuro senza inquinamento da carbonio che inneschi il riscaldamento globale.

Poiché un anno estremo per uragani, incendi e ondate di caldo giunge al termine, il capo delle Nazioni Unite ha sfidato i leader mondiali a fare del 2021 l’anno in cui l’umanità pone fine alla sua “guerra alla natura” e si impegna per un futuro privo di carbonio che riscalda il pianeta inquinamento.”

L’ editore di Technocracy.news Patrick Wood ha fatto il seguente astuto commento:

“La guerra irrazionale delle Nazioni Unite al carbonio è una guerra contro l’umanità stessa. Tuttavia, se lo spopolamento è l’obiettivo finale, allora ha perfettamente senso perché il corpo umano è al 12% di carbonio.

Il ciclo del carbonio nella produzione alimentare e nella nutrizione umana richiede CO 2 , e in abbondanza “.

È assurdo “dichiarare guerra” a un elemento della tavola periodica , specialmente a uno così abbondante ed essenziale come il carbonio, se non visto dalla prospettiva dell’agenda antiumana.

L’anidride carbonica è ben lungi dall’essere un nemico:

è essenziale per tutta la vita vegetale (è il loro equivalente dell’ossigeno), e infatti, più CO 2 abbiamo, più verde diventa il pianeta, il che si traduce in maggiori benefici per noi.

Ci sono molti scienziati che diffondono queste informazioni, come il dottor William Happer , professore di fisica alla Princeton University.

Happer ha esposto gli argomenti degli allarmisti sul cambiamento climatico – il “culto del carbonio” come li chiama lui.

Dobbiamo AUMENTARE il livello di CO 2 sul pianeta … non diminuirlo …

Happer spiega perché l’inquinamento da carbonio è il mito principale che sta alla base degli argomenti degli allarmisti.

I dati di milioni di anni mostrano che il clima è sempre cambiato (riscaldamento o raffreddamento).

Più CO 2 inietti in un’area chiusa con piante (ad esempio una serra), più le piante crescono.

Le piante amano CO 2 e prosperare su di esso; man mano che la popolazione cresce, la CO 2 aumenta, generando un pianeta più verde e più cibo.

È un sistema straordinario e sostenibile se lasciamo che sia invece di manometterlo.

Anche il sole viene “demonizzato”

Non è solo il carbonio ad essere preso di mira:

anche altri aspetti del mondo naturale, come il sole stesso, vengono demonizzati.

Sì, un’eccessiva esposizione ai raggi del sole può essere dannosa, specialmente nelle regioni tropicali, tuttavia nelle persone viene generata una deliberata paura del sole.

Il sole è accusato di provocare il cancro e il riscaldamento globale.

Uno dei folli esperimenti di geoingegneria di Gates prevedeva il tentativo di bloccare i raggi del sole. ..

La verità è che la pelle umana trasforma la luce solare in vitamina D tramite la sintesi del colesterolo .

Non a caso, anche il colesterolo, nonostante sia un nutriente grasso essenziale del corpo umano, è stato demonizzato per decenni.

Ho coperto la folle propaganda contro il colesterolo in questo articolo del 2015 Plastic Oils vs. Saturated Fats – Busting the Propaganda dove ho sottolineato che è una molecola di grasso sintetizzata da tutti gli animali perché è un componente strutturale cruciale delle nostre cellule.

Il colesterolo aiuta con problemi respiratori e gastrointestinali, crea vitamina D e fa parte del meccanismo di guarigione del nostro corpo.

Poiché alcuni di noi sono indotti a temere il sole, siamo incoraggiati a utilizzare sostanze chimiche cancerogene (crema solare) sulla nostra pelle

Poiché alcuni di noi sono indotti a temere il colesterolo, siamo incoraggiati a usare statine tossiche …

In entrambi i casi il risultato è lo stesso:

malattia, dolore e persino morte prematura che deriva dal voltare le spalle al reale e abbracciare il falso.

Transumanesimo

Questo programma anti-umano cerca di cambiare il corpo umano dall’interno verso l’esterno.

È la forza trainante del transumanesimo, la fusione dell’uomo con la macchina per creare l’ Umano 2.0 , un sovrumano presumibilmente potenziato con abilità speciali ma in realtà un subumano che è stato tagliato fuori dal suo potere naturale.

Uno studio scientifico del 2015 ( Anthropogenic Carbon Nanotubes Found in the Airways of Parisian Children) ha trovato nanotubi di carbonio (minuscoli tubi misurati in nanometri) nei polmoni di ogni singola persona testata.

Questi nanotubi possono essere facilmente utilizzati come biosensori, monitorandoti dall’interno.

Uno studio scientifico del 2017 ( New Quality-Control Investigations on Vaccines – Micro- and Nanocontamination ) ha rilevato che i v/a/c/c/i/n/i erano già altamente contaminati (o saturi) di nanoparticelle

Poi ci sono tutte le particelle che sono piovute su di noi a causa della spruzzatura delle scie chimiche da decenni ormai, che sono sicuramente entrate nei polmoni di molte se non quasi tutte le persone sulla Terra.

Sembrerebbe che l’umanità sia già stata infiltrata in una certa misura.

Questi nanotubi, nanosensori e nanoparticelle non sono solo in noi ma in tutta la vita biologica?

E questo ci porta all’editing genetico, al ricablaggio del DNA dei “v/a/c/c/i/n/i ” COVID che non sono v/a/c/c/i/n/i …

COVID – Un’accelerazione dell’agenda anti-umana

È davvero sorprendente vedere in quanti modi la truffa COVID ha fatto progredire la disumanizzazione del mondo.

MRNA sperimentale COVID non v/a/c/c/i/n/i

colpire il cuore dell’agenda antiumana, trasformando i nostri geni e manipolando il nostro DNA , il modello della nostra umanità.

I blocchi sono anti-umani, perché ci impediscono di essere pienamente nella nostra umanità toccando, socializzando, mescolando e interagendo.

I test COVID sospetti di accesso al cervello possono anche influenzare la nostra umanità, accedendo alla nostra sensibile piastra cribriforme che conduce al cervello.

Le maschere fanno parte del culto e del rituale COVID disumanizzante privando il nostro corpo e il cervello dei livelli essenziali di ossigeno vitale, rimuovendo la nostra individualità, distruggendo l’espressione libera e unica, facendoci sembrare robotici e molto altro ancora.

C’è così tanto dell’agenda antiumana nell’operazione Coronavirus, che si tratti degli aspetti disumanizzanti di,

  • maschere
  • riduzione dei contatti
  • interazioni touchless ricoperte di plastica
  • quarantena forzata a tue spese
  • essere proibito stare con gli anziani mentre muoiono …
COVID lo ha accelerato, ma è sempre stato lì: saperne di più su ciò che è distinto e innegabile agenda antiumana dietro il NWO.

COVID lo ha accelerato, ma è sempre stato lì: saperne di più su ciò che è distinto e innegabile agenda antiumana dietro il NWO.

Perché dovrebbero farlo?

A questo punto è logico chiedersi:

W hy diavolo sarebbero i cospiratori NWO fare tutto questo, quando soffrono troppo?

Perché distruggere la propria salute, darsi cibo adulterato (o “phude”), compromettere la propria fertilità e avvelenare la propria aria?

La migliore risposta a questa domanda è data da David Icke e altri, ed è semplicemente questa:

il nucleo interno del NWO non è completamente umano , quindi tutta la distruzione del mondo non influisce su di loro nello stesso modo in cui influisce su di noi.

Questa prospettiva dà anche credito alla teoria secondo cui, nel corso dell’essere resa più falsa e sintetica, la Terra viene terraformata per renderla più compatibile con qualsiasi forza ci sia dietro e meno supporto vitale per l’umanità.

Per guardare il video vai al link originale QUI o, clicca sull-immagine

Icke lo spiega nel video sopra, confrontando ciò che sta accadendo sulla Terra con il film Avatar, dove le persone Navi dalla pelle blu locale furono invase, e il metodo di invasione era che le persone invasori (umani) abitassero i corpi di Navi (noto come avatar ) in modo da fare amicizia con ed essere accettati dalla gente del posto, prima di usare quel punto d’appoggio per distruggerli:

“Una forza non umana, con una forma esteriore apparentemente umana, si è infiltrata nella società umana, ha dirottato le posizioni di potere e processo decisionale, ed è alla fine della conquista della società completamente umana, e trasformare gli esseri umani letteralmente nella sua intelligenza artificiale -collegato, la percezione dell’IA ha fornito schiavi su una scala [per cui] la parola schiavo non è sufficiente per descriverlo.”

Ho dato qualche informazione ( ciò che i mistici e profeti rivelato circa Enti Hyper-dimensionali) per la comprensione di questa forza non umano , che le persone hanno chiamato gli Arconti, il Djinn e molto altro ancora …

Basti dire che la radice dell’agenda anti-umana è questa forza anti-umana, e questa forza non ha scintilla creativa o volontà propria, ma come un parassita può attaccarsi solo all’energia creativa esistente di altri organismi, quindi dirottarli.

Se questa forza avesse potuto entrare e prendere il sopravvento, lo avrebbe già fatto.

Ha bisogno di ingannarci e dirottare la nostra attenzione , quindi richiede la nostra cooperazione e acquiescenza a un certo livello – e questa è la chiave esatta per sconfiggerlo

Conclusione: riconoscere l’agenda

Sciamani e leader spirituali di diverse culture in tutto il mondo nel corso dei secoli hanno parlato di questa forza con parole diverse e simbolizzata in modi diversi, ma è la stessa forza.

La plandemia COVID ha indiscutibilmente portato avanti questo programma anti-umano a un ritmo rapido. Dobbiamo riconoscere gli elementi in gioco qui e il quadro più ampio.

Le delusioni e le distrazioni a livello di spettacolo di marionette come sinistra contro destra , virus assassini o presunti arresti di massa imminenti di pedofili svaniscono nell’oblio quando si considera l’orrenda disumanizzazione che nega la vita che la truffa ha accelerato.

L’agenda antiumana è il fulcro del NWO .

Ciò che conta di più è che possiamo vederlo e fare tutto ciò che è in nostro potere per difendere e sostenere la nostra umanità di base

Fonte: https://www.bibliotecapleyades.net/

®wld

L’umanità sarà fortunata ad emergere da questo genocidio globale ingegnerizzato con anche un miliardo di sopravvissuti

3 commenti

Non siamo la prima civiltà sulla Terra ad affrontare una catastrofica CANCELLAZIONE

HAF

La civiltà umana come la conosciamo attualmente non sopravviverà a lungo. Oltre ai difetti strutturali critici che l’umanità ha incorporato nei suoi sistemi complessi (come cibo, elettricità, finanza, politica, ecc.), I globalisti anti-umani stanno rapidamente implementando piani per abbattere deliberatamente la razza umana e preparare la Terra per un futuro post-umano.

Quello che poche persone moderne sembrano riconoscere è che questa non è la prima volta che una civiltà umana cade sul pianeta Terra . Almeno un’ex civiltà globale è crollata e quasi tutte le prove della sua esistenza sono state a lungo sepolte o distrutte.

Guardati intorno oggi e fai questa domanda: vedi qualcosa che sopravviverebbe per 1.000 anni se la civiltà umana collassasse?

Nessun edificio rimarrebbe dopo 1.000 anni e quasi tutte le “cose” che definiscono la nostra società odierna scomparirebbero, specialmente se fossero sepolte sotto l’acqua e il fango a seguito dell’impatto di un asteroide o di un altro Diluvio Universale.

L’intero regno digitale della conoscenza umana svanirebbe, poiché oggi non esistono sistemi di archiviazione artificiali in grado di memorizzare informazioni per 1.000 anni. I dischi rigidi perdono la loro integrità in circa un decennio e persino i supporti di memorizzazione ottici si degradano nell’arco di un secolo o due.

Forse le uniche prove che potrebbero rimanere dalla nostra attuale civiltà sarebbero ponti di cemento e uno strato di microplastiche depositate in tutto il mondo, portando i futuri archeologi a dichiarare che questa civiltà collassata è esistita durante l ‘”epoca tossica”.

Le grandi piramidi in Egitto sarebbero sopravvissute, ovviamente. Come hanno già dimostrato attraverso almeno un crollo avvenuto più di 10.000 anni fa.

Leggi anche: Le piramidi di Giza si allineavano perfettamente con la cintura di Orione nell’anno 10.450 a.C.

La civiltà umana è molto più fragile di quanto la maggior parte delle persone riconosca, e con globalisti anti-umani come Bill Gates che ora cercano deliberatamente di far collassare la fotosintesi e l’intero approvvigionamento alimentare globale, non passerà molto tempo prima che la morte di massa acceleri.

L’umanità sarà fortunata ad emergere da questo genocidio globale ingegnerizzato con anche un miliardo di sopravvissuti … e questo è ancora molto più alto di quello che i globalisti stanno cercando di ottenere con le loro armi biologiche, le operazioni di terraformazione per alterare l’atmosfera e le campagne di disinformazione dei media per condurre terrorismo contro l’umanità.

Questo è l’argomento principale dell’odierno aggiornamento della situazione, che porta informazioni sorprendenti sulla vera storia dell’umanità e sul perché la civiltà umana come la conosciamo oggi è sull’orlo di un crollo catastrofico che metterà fine al mondo (umano) come lo conosciamo.

La lista dei re sumeri si estende per oltre 241.000 anni prima di un grande diluvio

Ascolta qui: https://www.brighteon.com/d5cef1c9-3335-4d77-b41e-e816a8394c95

Fonti: Afinalwarning.com ; Brighteon.com

Pubblicato sul sito web: https://humansarefree.com/

Correlati:

Il Sistema Operativo Umano

Come ti piace la tua neve? Naturale? O artificiale?

®wld

Older Entries Newer Entries

koenig2099

The eagle flight