di Tyler Durden

Ora che anche i permabull incalliti sono costretti a scegliere tra due veleni e dibattere se gli Stati Uniti stiano scivolando verso la stagflazione o semplicemente la recessione, la scorsa settimana Jim Reid e Henry Allen della Deutsche Bank hanno pubblicato la loro ultima nota da leggere, “Investire durante la stagflazione: cosa è successo in the 1970s” (disponibile per gli abbonati pro nel solito posto), un seguito alla loro nota dell’ottobre dello scorso anno che confrontava gli anni ’20 con gli anni ’70 (di cui abbiamo discusso ampiamente qui all’epoca).

Mentre Reid sostiene che il decennio è ancora giovane, chiede cosa accadrebbe se l’inflazione rimanesse in giro per gran parte dei prossimi anni? Cosa dobbiamo aspettarci dai ritorni?

Mentre presenteremo una risposta più ampia domani quando analizzeremo il suo recente rapporto, la risposta breve è che per le attività finanziarie tradizionali come obbligazioni e azioni ci si aspetterebbe una vera distruzione della ricchezza piuttosto che la massiccia creazione di ricchezza reale vista negli ultimi quattro decenni.

D’altra parte, le commodities saranno una scommessa di gran lunga migliore, anche se data la corsa già vista finora in questo decennio, è possibile che i guadagni facili siano già stati realizzati anche se dubitiamo che perché come abbiamo notato di recente, citando BofA, ” Il peso dell’energia è ora di circa il 5%, il settore è ancora sottopeso del 30%. Il commercio di energia è in rialzo.””

“Il peso dell’energia è ora del 5% circa, il settore è ancora sottopeso del 30%. Il commercio di energia è in aumento”. – BofA https://t.co/24A9W7arEk— zerohedge (@zerohedge)

27 maggio 2022

Tuttavia, l’oro e l’argento non hanno fatto molti progressi negli ultimi due anni, quindi se il playbook segue gli anni ’70 sono la principale risorsa economica da questo punto di partenza, secondo Reid, che conclude che mentre “la storia non si ripete mai esattamente, fornisce un quadro su come pensare ai prossimi anni se l’inflazione rimane alta anche dopo una recessione indotta dalla Fed”.

FONTE

®wld