Blain: Il mondo è cambiato… ed è cambiato completamente

di Tyler Durden

Scritto da Bill Blain tramite MorningPorridge.com,

[La bugia] deve limitarsi a pochi punti e ripeterli più e più volte. Qui, come spesso in questo mondo, la perseveranza è il primo e più importante requisito per il successo”.

Il mondo è cambiato e completamente cambiato, anche se forse non ce ne rendiamo ancora conto. È probabile che siamo sulla buona strada per massicci sconvolgimenti, inflazione, aumento della crisi geopolitica e incertezza e un’elevata probabilità di stagflazione. Ma – non dirlo a nessuno.

Il mondo è cambiato ieri. I mercati no.

Nonostante la prima grande guerra in Europa per quasi 80 anni, abbiamo ottenuto una ripresa delle azioni “compra le notizie”. I prezzi del petrolio sono aumentati e una deviazione generale dell’invasione russa nel secchio “oh, è insolito” del giorno di negoziazione. Ma le conseguenze saranno enormi.

Forse le azioni sono aumentate in seguito al buy-the-dip, o perché i mercati si aspettano che le banche centrali occidentali manterranno la politica monetaria accomodante, rimandando gli aumenti dei tassi, per alleviare le preoccupazioni. O forse è stato perché Biden non ha colpito l’energia russa con sanzioni, o che le nazioni europee sono riluttanti a lasciarlo abbandonare la Russia da Swift? Qualunque cosa, i mercati stanno affrontando, giocando le sfumature immediate delle notizie.

Per i prossimi 10-14 giorni – perché questo è il tempo che probabilmente impiegherà la Russia a soggiogare l’Ucraina – sarà una copertura da parete a parete. Un po’ di stanchezza per le strade di Kiev sta già cominciando. Il nostro shock, orrore e indignazione continueranno a essere attenuati e, quando sarà finita, altri argomenti riempiranno gli schermi.

Probabilmente queste altre cose saranno l’aumento dell’inflazione, l’impennata dei prezzi dei generi alimentari, bollette energetiche inimmaginabili, tensioni nei rettilinei di Taiwan e l’Europa che litigherà su ogni decisione politica immaginabile. Per i prossimi anni aspettatevi notizie dell’orrore sul massacro di coraggiosi combattenti della resistenza ucraini o sui terroristi che vengono affrontati se guardi la TV Sputnik.

La realtà è che il mondo è cambiato radicalmente ieri:

Ci sono i problemi ovvi; inflazione prolungata più a lungo. Siamo tutti consapevoli che i prezzi dei generi alimentari saranno influenzati a lungo termine. La Russia è uno dei principali fornitori di fertilizzanti, l’Ucraina è il produttore numero uno di semi di girasole, n. 2 nel grano e massiccia tra le materie prime agricole. (Alcuni lettori hanno già chiesto se si tratta di un “momento dell’allevamento di polli ucraino” – il massimo assoluto del ciclo aziendale, dal nome del suddetto allevamento di pollame che ha lanciato un accordo obbligazionario massicciamente sottoscritto a un prezzo folle, pochi giorni prima che la SAR e l’influenza aviaria causassero chiuderà con perdite non assicurate – ma questa è una storia per un altro giorno…)

L’energia è l’altro punto di discussione: enormi picchi nel gas europeo mentre ci chiediamo da dove verrà. Le nazioni europee si stanno guardando l’un l’altra, nervose che le altre potrebbero concludere un accordo con il Cremlino per assicurarsi i propri rifornimenti.

Conferma anche l’effetto critico della geopolitica e conferma che si è verificato un massiccio spostamento tettonico mentre il mondo si divide in nuove placche con le relative zone di conflitto.

  • Putin è consapevole che il rimprovero nei confronti dell’Occidente sarà un gioco a lungo termine – e non conterà che accada presto. Si sta dirigendo (che bella parola) in Asia, stabilendo accordi di gas, energia e cibo con la Cina.
  • La Cina è felice di continuare a costruire la sua sfera di co-prosperità in Asia. Più Russia ed Europa riusciranno a distrarre gli Stati Uniti, più Xi sarà felice.
  • L ‘”Occidente”, compresi i nostri avamposti in Giappone e Oz, si chiederà dove dovrebbero stare.
  • Gli esperti si aspettano che Trump o un Trump Clone porti gli Stati Uniti all’isolazionismo nel 2025.
  • L’Europa rimarrà una piccola borsa stanca e corrotta di nazioni mal assortite che fingono di assomigliarsi, alla fine di catene di approvvigionamento molto lunghe dipendenti dall’energia russa che possono elemosinare, prendere in prestito o rubare.. (Rubare in questo contesto è rompere l’agenda del cambiamento climatico per reinvestire nella sicurezza energetica aprendo impianti di carbone, petrolio e gas, provocando la furia degli attivisti per il clima che accuseranno i governi di rubare alle generazioni future.)

Ciò lascia l’Africa e il Sud America in gioco: i cinesi hanno imparato la lezione del debito e saranno restii a fare affidamento su un ulteriore potere morbido attraverso i prestiti. Potrebbero diventare… “limitati verso l’esterno”… Man mano che le risorse diminuiscono, la popolazione aumenta e il cambiamento climatico frigge l’Africa, la crisi dei rifugiati destabilizzerà ulteriormente l’Europa.

Mi dispiace se suona come un  gioco del rischio, ma sta iniziando a sembrare in quel modo..

Il rischio maggiore per i mercati è quanto diventi destabilizzante l’invasione ucraina. L’insicurezza alimentare ed energetica e tutte le altre questioni ancora irrisolte come le catene di approvvigionamento di automobili, i chip e le merci rimarranno interrotte, alimentando ulteriormente l’inflazione e rallentando la crescita.

Se i tuoi segnali di avviso non lampeggiano recessione e inflazione =  stagflazione … allora ripristinali. Sembra una probabilità molto alta.

Fonte: https://www.zerohedge.com/markets/blain-world-has-changed-and-changed-utterly

*****************************************

Ti potrebbe interessare: La tecnologia del silicio

®wld