(AP Photo/Gregorio Borgia)

CHILLING: la Cina ha discusso di armi biologiche mirate a razze specifiche

Di Matt Margolis

Un nuovo rapporto sostiene che la Cina ha discusso di come i v-i-r-u-s artificiali potrebbero essere usati come arma per colpire determinate razze.

Il rapporto arriva da David Asher, che ha guidato l’indagine del Dipartimento di Stato sulle origini del C-O-V-I-D-1-9 prima che Joe Biden lo chiudesse.

Secondo Asher, ciò che la Cina ha scritto in una dichiarazione alla Settima Conferenza di revisione della Convenzione sulle armi biologiche presso l’ufficio delle Nazioni Unite a Ginevra “ha essenzialmente tracciato una tabella di marcia degli sviluppi della biotecnologia pertinenti alla Convenzione sulle armi biologiche che i cinesi hanno indicato come particolarmente saliente”, ha riportato il Daily Wire.

“Non era chiaro dalla loro dichiarazione se questo fosse per un potenziale uso offensivo della biologia sintetica e di altre tecniche … ma sembra certamente delineare quelli che ritenevano sarebbero stati i driver di un reato più potente nel futuro decennio relativo a biotecnologia”, ha detto Asher. “Questa è probabilmente la cosa più inquietante da notare che potrebbe esserci un tipo di targeting per popolazione o targeting etnico usando la biologia, secondo i cinesi. Ciò non significa che l’abbiano fatto nel caso di C-o-v-i-d-1-9 o qualsiasi altra cosa, ma implicava sicuramente che fossero pienamente consapevoli che questo è fattibile e possibile”.

La Cina ha insistito sul fatto che il C-O-V-I-D-1-9 non è stato creato in un laboratorio e per oltre un anno è stato ampiamente respinto come una teoria della cospirazione, sebbene nelle ultime settimane tale teoria abbia riacquistato trazione come altamente plausibile.

Il dottor Anthony Fauci ha  pubblicamente confutato la teoria del v-i-r-u-s artificiale per un anno, anche se nei primi giorni della p-a-n-d-e-m-i-a gli era stato detto che il C-O-V-I-D-1-9 aveva “caratteristiche insolite” che “potenzialmente sembrano ingegnerizzate”. Alcuni ora credono che Fauci abbia pubblicamente respinto la teoria della perdita di laboratorio per proteggere le proprie connessioni al finanziamento della ricerca sul “guadagno di funzione” presso l’Istituto di virologia di Wuhan. Sappiamo anche che l’Istituto di virologia di Wuhan stava conducendo ricerche sul guadagno di funzione e che è stato parzialmente finanziato dal NIH di Fauci.

CORRELATO: Le cinque bombe più grandi (finora) dalle e-mail di Fauci

Il rapporto è dietro un paywall, ma ecco alcuni estratti dalla sottomissione della Cina alle convenzioni sulle armi biologiche, per gentile concessione di The Daily Wire :

  • “Lo studio approfondito della biologia dei sistemi nel corpo può analizzare sistematicamente le differenze nei geni e la suscettibilità alle malattie nella popolazione e gettare le basi teoriche per un miglioramento generale dei livelli di salute umana, ma può anche creare il potenziale per armi biologiche basate sulle differenze genetiche tra le razze. Una volta che elementi ostili capiscono che i diversi gruppi etnici ospitano suscettibilità genetiche intrinsecamente diverse a particolari agenti patogeni, possono mettere in pratica tale conoscenza e creare armi genetiche mirate a un gruppo razziale con una particolare suscettibilità”.
  • “Il sequenziamento dei geni sta diventando sempre più veloce ei costi stanno diminuendo; le applicazioni industriali della tecnologia di sequenziamento stanno già comparendo e possono essere utilizzate per sintetizzare nuovi agenti patogeni. Un altro modo è rendere più facile la creazione di armi biologiche. La moderna tecnologia genetica può essere utilizzata per apportare modifiche genetiche ai tradizionali agenti di guerra biologica, rendendo la loro produzione più efficiente e aumentando la loro stabilità. Una terza via è attraverso la gestazione di una nuova generazione di armi biologiche. La ricerca sulle differenze genetiche e sulla suscettibilità agli agenti patogeni tra diverse popolazioni e specie può portare alla creazione di armi biologiche razziali basate sulle differenze genetiche tra le razze».
  • “La scienza e la tecnologia della biologia sintetica si stanno diffondendo rapidamente e la tecnologia del DNA sintetico è già diventata uno strumento fondamentale della ricerca biologica; i relativi reagenti e apparecchiature stanno diventando sempre più facili da ottenere. Errori accidentali nei laboratori biotecnologici possono mettere l’umanità in grave pericolo. La biologia sintetica in alcune ricerche e applicazioni di biotecnologia civile può involontariamente dare origine a nuovi agenti patogeni prodotti dall’uomo altamente pericolosi con conseguenze imprevedibili.” [Enfasi aggiunta]

“Mi ha fatto venire i brividi quando ho visto le proposte del PLA e il tipo di ricerca su cui gli esperti cinesi di armi biologiche stavano lavorando, come la Cina ha annunciato con orgoglio a una convention mondiale sulle armi biologiche, proprio lì in bianco e nero”, Miles Yu, Il miglior consigliere dell’allora Segretario di Stato Mike Pompeo, ha detto a The Australian del documento. “Aveva un significato macabro perché tutto ciò che fanno i bio-laboratori cinesi potrebbe essere collegato alle armi biologiche di distruzione di massa del PLA del tipo più letale e sofisticato”.

Fonte: https://pjmedia.com/news-and-politics/matt-margolis/2021/06/28/report-china-discussed-making-bioweapons-targeting-specific-races-n1457765

®wld