Andare o stare, perdonare o mantenere nel cuore l’astio, dilemma non facile da risolvere, alti e bassi, si può vivere situazioni di antipatico immobilismo, o sentirsi scottare il terreno sotto i piedi, a volte succede che la carica energetica è più viva e intrigante che mai, le prospettive appaiono grandiose e sorprendenti, a volte invece si vivono fibrillazioni, irrequietezze e cattivi pensieri, sarebbe auspicabile coltivare con cura la sottile insofferenza per ogni forma di costrizione e noiosa incombenza.
Serietà, autorevolezza e determinazione sono le armi per risolvere ogni questione, tenendo a freno il lato più curioso, bizzarro e ribelle, con la voglia di uscire da ogni prigione, essere tentati di fare il doppio salto carpiato, il rischio è considerevole, meglio sarebbe avere sotto la rete.
Avere il cuore vibrante e carico di vitalità, spirito allegro e spensierato, con una voglia di fare, progettare che illumina sguardo e sorriso, senza essere divisi tra il senso del dovere e il desiderio di fuga…